Come

COME ABITUARE IL GATTO al nuovo cane – PerPets

Ultimo aggiornamento: 5 marzo 2022

Ti chiedi come far abituare il tuo gatto al nuovo cane? In questo articolo scoprirai consigli e trucchi per affrontare al meglio l’inizio della convivenza gatto-cane.

Se stai leggendo questo articolo è perché ti interessa anche capire come abituare il gatto a un nuovo cane. Forse perché possiedi già un gatto e stai pensando di allargare la tua famiglia ma dubiti che la nuova convivenza si “accenderà”. Il gatto è l’arcinemico di ogni cane e viceversa. C’è un minimo di verità in questa credenza popolare: cani e gatti sono molto diversi per specie, carattere e sviluppo sociale.

Okuma: Come abituare il gatto al cane

Proprio per questo motivo c’è da aspettarsi attriti. La natura indipendente, introversa e altamente territoriale del gatto può spesso scontrarsi con la natura espansiva e spesso turbolenta del cane, soprattutto quando vive in spazi ristretti.

Non sono comunque nemici tra questi due pet a prescindere dalla convivenza possibile a patto però che vengano seguite regole precise, soprattutto nelle delicate fasi iniziali. Se continui a leggere, scoprirai i nostri consigli per aiutarti a creare una serena convivenza.

Premessa: il punto di vista del gatto

Quando il gatto vive in casa Essendo un animale altamente territoriale, ha da tempo delineato specifici spazi di gioco, relax e alimentazione. Dal punto di vista del gatto, ogni intrusione in questi spazi è vista come una violazione del suo territorio.

In effetti, è importante che il gatto sappia di avere il controllo di tutti i suoi spazi. Per lui la casa non è solo un ambiente in cui vivere, ma un vero e proprio regno da gestire. Proprio per questo è importante procedere a piccoli passi e con la dovuta cautela per far abituare il gatto al nuovo cane.

Non c’è assolutamente bisogno di forzare il tempo, il gatto dovrà imparare a condividere parte del territorio, ma ci vorrà del tempo per fidarsi del nuovo arrivato.

Carattere e esperienza precedente

Un fattore determinante per una pacifica convivenza tra cane e gatto è senza dubbio il carattere. Proprio come noi umani abbiamo delle preferenze, preferendo le persone con un personaggio a un altro, anche i gatti preferiscono avvicinarsi a personaggi a cui sono più simpatici.

Un gatto apatico e sedentario probabilmente non andrà d’accordo con un gatto. cane esuberante, invadente e giocoso. In questo caso il lavoro principale deve essere incentrato sul cane, per fargli capire che il gatto domestico non tende ad essere inseguito e rosicchiato.

Anche le esperienze precedenti sono importanti per sviluppare l’abitudine alla convivenza. . Questo perché se il gatto ha avuto esperienze negative con i cani, la convinzione della minaccia sarà radicata e sarà più difficile abituarsi al nuovo cane.

Allo stesso modo, se il cane ha sempre visto i gatti come prede, è improbabile che smetta di tormentare il gatto domestico. Per questo motivo è meglio unire due cuccioli sotto lo stesso tetto, in questo modo non ci sono precedenti convinzioni sull’uno e sull’altro, possono crescere insieme e imparare a capirsi senza l’influenza delle rispettive convinzioni negative.

Purtroppo questo non è sempre possibile, a volte c’è la necessità (o la volontà) che il gatto adulto adotti un nuovo cane. Questo è certamente possibile, ma come detto prima è importante procedere con la conoscenza dei fatti: vediamo come si fa.

Adeguare il gatto al nuovo cane: preparare l’ambiente

Innanzitutto è necessario preparare l’ambiente in cui i due animali vivranno insieme. Questo è importante perché il gatto non deve rinunciare alla sua territorialità e deve mantenere il pieno controllo su alcune aree per lui estremamente importanti.

Queste aree sono:

  • il posto dove mangia
  • il posto dove dorme
  • l’area di sosta
  • li>

Per il gatto, questi sono tre luoghi sacri dove inizialmente non sono ammessi intrusi, per non parlare dei cani. Per questo è necessario proteggere queste aree da eventuali incursioni del nuovo cane. Un’ottima soluzione è quella di spostare in alto sia le ciotole del cibo che le eventuali cucce dove riposa il gatto.

Può andar bene una mensola installata ad un’altezza di sicurezza, il gatto non avrà problemi a saltare sopra l’area a lui riservata e data l’altezza irraggiungibile per il cane, sarà protetto a livello territoriale e ” sentirsi “invulnerabili”.

Ayrıca bakınız: Si può fare la doccia con il ciclo? Sfatiamo alcuni miti | Pazienti.it

Se non hai la possibilità di mettere una mensola della giusta altezza, puoi anche dedicare una uno al Dai spazio al gatto per dargli il proprio territorio, sicuro e intoccabile.Naturalmente il cane può entrare nella stanza senza problemi e non puoi costringere il gatto a stare nella stanza tutto il giorno.

La soluzione a questo Il problema è un cancello per bambini rimovibile che si attacca alla porta d’ingresso della stanza, grazie al quale si limita l’accesso per il cane, e il gatto di casa ha il suo posto dove mangiare, giocare e rilassarsi senza indesiderato

Il Cane è bandito dalla stanza ma non il gatto, che vi salta sopra senza problemi. Questo, oltre a limitare l’accesso al cane, permette ai due animali di guardarsi e annusarsi senza particolare stress, un altro fattore importante nel problema dell’assuefazione scarsa convivenza.

La gomma per bambini ni è un oggetto essenziale quando si tratta di presentare il gatto al nuovo cane. Puoi acquistarlo in offerta su Amazon, questo è il più venduto e il più votato con 5 stelle:

Abituare il gatto al nuovo cane: odori e suoni del futuro inquilino

Il secondo passo è far abituare il gatto ai suoni, agli odori e ai rumori del nuovo cane. Questo è un passaggio che aiuta il gatto a capire che l’ambiente non è solo il suo dominio esclusivo e, introducendo gradualmente queste variabili in casa, lo stai preparando per la novità.

Una settimana prima dell’arrivo del nuovo cane, porta in casa una coperta e alcuni giocattoli (palline, ossicini di gomma o peluche) con l’odore del cane. Lasciateli in casa e avvicinateli gradualmente alle aree che saranno gli spazi comuni del vivere insieme.

Non posizionarli mai vicino alle tre aree sacre del gatto. Evita di posizionarli vicino a luoghi in cui il gatto mangia, dorme o si rilassa poiché è visto come una minaccia alla sua territorialità associando gli odori a una potenziale intrusione nel campo.

Inoltre non mancate di far giocare il gatto con la palla del gatto intrisa dell’odore del cane, anche questo sarà un mezzo per avvicinarsi all’incontro.

Un’altra azione è quella di far sentire al gatto i rumori del cane. Può sembrare un po’ “fuori dal comune”, ma vi assicuriamo che a questo punto ogni cosa ha il suo significato e nulla va lasciato al caso.

Inizia a riprodurre i suoni interni dei cani con il tuo dispositivo. Riproduci una traccia audio di un cane che abbaia, prima a basso volume e poi aumentandolo gradualmente. Ripetere l’operazione per alcuni giorni, questo aiuterà il gatto ad abituarsi ai suoni dell’inquilino che sta per venire.

Presentazione del gatto al nuovo cane

Ebbene, dopo aver seguito i passaggi precedenti, siamo finalmente arrivati ​​alla fase di presentazione, la parte più delicata e critica. Questo primo incontro getta le basi per la convivenza del gatto e del nuovo cane, quindi devi fare tutto il possibile per assicurarti che il primo approccio sia il più sereno possibile. Dopotutto, anche la prima impressione conta per loro.

Prima di mostrare finalmente al gatto di casa il tuo nuovo cane, assicurati che sia calmo e rilassato. Portalo a cena e gioca un po’ con lui. Quando vedi che il gatto è calmo e con la pancia piena, continua con l’introduzione.

Il cane deve essere tenuto rigorosamente al guinzaglio per evitare che si avvicini troppo al gatto. Il gatto deve essere colui che prende l’iniziativa in una possibile linea di condotta, non il contrario. Infine, non dimenticare che per il gatto è il cane che invade il suo territorio.

All’inizio, il gatto potrebbe ignorare la situazione e andarsene, non preoccuparti, è normale, non forzare nulla sulla tua mano e riprova una seconda volta.

Abituare il gatto al nuovo cane: dividere per unire

Per consolidare il primo incontro, a maggior ragione se il gatto ha deciso di “fare da sé” da prendere cura delle cose”, è importante nei primi giorni tenere a distanza i due animali tenendoli separati. Abituare il gatto al nuovo cane è un processo graduale che richiede pazienza.

I due devono potersi conoscere a distanza e imparare i rispettivi linguaggi di comunicazione prima di esplorare un potenziale contatto. Il gatto ha bisogno di capire se il nuovo cane sarà una minaccia per lei, nel qual caso la gomma per bambini ti aiuterà comunque a distinguerli.

Ayrıca bakınız: Creare e formattare una partizione del disco rigido

In questa fase iniziale, un modo per distinguerli è lasciare che il gatto valuti il ​​nuovo coinquilino senza causare problemi o stress invadendo il suo territorio. La divisione del cancello sarà un ottimo strumento per un approccio graduale e sicuro.

Stai certo che la curiosità innata dei due animali li farà sicuramente studiare a vicenda in breve tempo.

Abituare il gatto al nuovo cane: la prima conoscenza

Dopo aver dato al gatto la possibilità di abituarsi gradualmente alla presenza del nuovo cane in casa e anche alla prontezza o riluttanza ad avvicinarsi al gatto, è giunto il momento del primo incontro ravvicinato.

Innanzitutto, però, due cose sono fondamentali. È imperativo camminare e divertirti con il cane per ridurre al minimo il suo umore e calmarlo per l’incontro.

Gioca con il gatto allo stesso modo prima di lasciarlo mangiare. Uno stomaco pieno è più calmo e più suscettibile a una possibile situazione stressante. Ricorda che entrambi gli animali sono consapevoli del tuo stato d’animo, quindi è importante mantenere la calma senza lasciarsi trasportare da paure incontrollate.

Se sei calmo e rilassato, trasferirai anche a loro questo stato d’animo, il che migliorerà notevolmente l’atmosfera del primo incontro e faciliterà la socializzazione.

Durante l’incontro, evitate di dare priorità a un argomento rispetto all’altro, dando uguale considerazione a entrambi per non creare gelosie dannose per la convivenza sotto lo stesso tetto.

Abituare il gatto al nuovo cane: nessun argomento ammesso

Durante i primi incontri ravvicinati tra i due animali è importante tenere sotto controllo la situazione e fare chiarezza ad entrambi che non sono ammesse in alcun modo contestazioni o liti. In caso di gioco troppo vigoroso o di attacchi veri, uno contro l’altro, è necessario chiamare subito all’ordine senza esagerare.

Un deciso “NO” seguito dalla rimozione dei due è un corretto riferimento alla disposizione che segnala il confine oltre il quale determinati comportamenti non sono ammessi. Se noti un comportamento che si addice a una pacifica convivenza, premia entrambi con un bocconcino sul tuo cibo preferito.

La merenda funge da rinforzo positivo, una gradita ricompensa attraverso la quale si comprende che il comportamento e l’atteggiamento adottato da entrambi è esattamente quello che ci si aspetta in termini di modalità di interazione.

Non perdere la nostra analisi dettagliata su questo: snack per cani fuori pasto, consigli per l’uso.

Presenta il gatto al nuovo cane: guarda e aspetta

A questo punto hai capito come presentare il gatto al cane, resta solo una cosa da fare . Il passaggio finale è osservare il comportamento del gatto per capire se si sta effettivamente adattando al nuovo inquilino.

Potrebbero volerci da alcuni giorni a diversi mesi prima che si abitui. Non è raro che il gatto accetti completamente il cane dopo un anno di convivenza. Come già accennato, è necessario armarsi di pazienza e monitorare costantemente la situazione per essere pronti ad intervenire quando sorgono problemi.

Spesso si presume che sia sempre il gatto a dover essere protetto dal cane, ma può succedere che sia esattamente il contrario.

A volte può succedere che il gatto “attacca” costantemente il cane, forse per gelosia o perché proprio non ce la fa. In questi casi puoi intervenire chiamando il gatto all’ordine e cercando di bloccarne il comportamento aggressivo.

Se così fosse, non sarà certo un compito facile, ma possiamo assicurarvi che con la giusta dose, pazienza, perseveranza e la giusta interazione potranno appianare le differenze tra i due animali domestici.

E tu, come hai fatto ad abituare il gatto al nuovo cane? Se vuoi, condividi la tua esperienza con noi nei commenti qui sotto.

Ayrıca bakınız: Come togliere le macchie di inchiostro | Non sprecare

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button