Come

Colloquio con il capo: come affrontarlo, senza stress

Il colloquio di lavoro è sempre un momento delicato. Quando la persona che ti chiama è il tuo capo (o futuro capo), non è sempre facile affrontarlo emotivamente.

Dalla nostra esperienza possiamo affermare che il rapporto con il tuo manager è fondamentale per farlo funzionare bene ed essere ancora più produttivo. Non tutti, però, sanno come affrontare con calma un confronto con un capo.

Okuma: Come chiedere un incontro con il capo

Se è il tuo caso, non devi metterti a disagio: ognuno affronta i momenti stressanti in modo diverso, ma ci sono Modi per ridurre l’ansia e prepararsi a un confronto produttivo. In questo articolo, abbiamo identificato 4 passaggi chiave per padroneggiare il colloquio con il tuo capo. Seguili uno per uno e non vedrai l’ora di testarne l’efficacia al prossimo incontro!

Ayrıca bakınız: Come fare la è maiuscola e le lettere accentate sulla tastiera PC e Mac

1. Prepara un elenco di punti da toccare

Ayrıca bakınız: Come fare la è maiuscola e le lettere accentate sulla tastiera PC e Mac

Dopo tutti gli sforzi che hai fatto per conquistare un pubblico, vuoi perdere l’occasione di arrivare finalmente ad alcune conclusioni utili? Anche se il tuo capo convoca la riunione: non lasciarti prendere alla sprovvista. Prima pensa a cosa vuoi dirgli e cosa vuole chiederti.

Il concetto più importante Ti invitiamo al tuo è che un colloquio non è mai una condanna a morte. Spesso è un’opportunità di cui devi approfittare, sia che l’hai organizzata tu o il tuo manager. Usa il tempo che hai per fare un’analisi delle tue esigenze di colloquio, esaminando le tue azioni e, secondariamente, quelle degli altri.

Se non hai idea del motivo per cui sei stato chiamato per un colloquio, correggi ora! Non c’è niente di sbagliato nel chiedere quali argomenti sono trattati, fallo bene. Giustifica questa richiesta spiegando che vuoi venire preparato, nessuno si rifiuterà di risponderti.

Infine, se questo incontro è particolarmente emozionante, non fare affidamento sulla tua memoria. È sempre una buona idea preparare un elenco scritto dei punti che vuoi affrontare (o che sai che affronterai) e annotare su carta i pro ei contro di ogni punto. In questo modo, hai già eliminato una preoccupazione: dai una rapida occhiata ai tuoi appunti prima di entrare nella porta per concentrarti sul passaggio successivo.

Ayrıca bakınız: Come fare la è maiuscola e le lettere accentate sulla tastiera PC e Mac

2. Metti al lavoro la tua intelligenza emotiva

Ayrıca bakınız: Come fare la è maiuscola e le lettere accentate sulla tastiera PC e Mac

Il colloquio di lavoro di solito crea uno stato di allarme perché non sai mai cosa aspettarti. Questo può valere sia per te che per quelli dall’altra parte: anche i boss più duri soffrono lo stress di un incontro appiccicoso.

Quello che puoi fare per sentirti meglio e ravvivare l’atmosfera .cheaper è sfruttare la tua intelligenza emotiva. Se non ne hai mai sentito parlare, sai che è un ottimo alleato in tutte le relazioni sociali, ancor di più quando è problematico. È la maggiore o minore capacità di ciascuno di noi di riconoscere e affrontare le proprie emozioni e quelle degli altri.

Mettiti nei panni del tuo capo, cerca di capire le sue posizioni e il comportamento ti aiuterà ad essere più magistrale nel dialogo. Inoltre, punti a tuo favore!

Quante volte la lingua e la scelta delle parole fanno la differenza? Se usi la tua intelligenza emotiva, puoi valutare quando e come ti esponi. Ad esempio, sostituisci qualsiasi “ma” che ingombra i discorsi con un semplice “e”. Una sfumatura, ovviamente, che, però, cambierà il risultato del confronto! Mentre il “ma” indica contrasto, la congiunzione “e” crea una connessione che non è solo verbale ma anche emotiva.

Hai invece un’opinione diversa dal tuo capo? Il silenzio è inutile. Valuta se ciò che hai da dire è importante per te e per il lavoro di cui parli e chiedi il tuo permesso prima di pubblicare la tua idea. Anche in questo caso si tratta di una formalità – chi ti sta parlando non ti chiederà certo di tacere – ma questo atteggiamento implica, in primo luogo, un riconoscimento dell’autorità e il rispetto delle proprie idee, anche se stai per proporle o domanda qualcosa di alternativo Aspetto supportato invece dal tuo capo.

Ayrıca bakınız: Come fare la è maiuscola e le lettere accentate sulla tastiera PC e Mac

3. Intervista al capo: proporre soluzioni, non problemi

Ayrıca bakınız: Come fare la è maiuscola e le lettere accentate sulla tastiera PC e Mac

Quello che più irrita i manager è il torrente di lamentele e problemi. Le posizioni di leadership forniscono proprio che, come pane quotidiano, il peso extra non può darti alcun vantaggio.

Quindi la prima cosa che devi fare, potenziata dal tuo elenco di argomenti da trattare, è anche pronta per essere suggerimenti costruttivi.

Ayrıca bakınız: Come mettere il silicone su sanitari, docce e vasche da bagno

L’errore più comune è tacere sulle cose critiche quando la situazione non è favorevole. Ma quando mai? Se invece hai un problema e un’idea per risolverlo, metà del lavoro è già fatto. Certo, il tuo capo non accetterà necessariamente la tua proposta su due gambe, ma sicuramente gli farà capire che sei disposto a dare un contributo positivo e che quello che gli stai presentando non è un altro peso da sopportare

Quindi non fare mai un elenco di problemi senza prima pensare a come puoi motivare il tuo capo a risolverli.

Ayrıca bakınız: Come fare la è maiuscola e le lettere accentate sulla tastiera PC e Mac

4. Cogli l’occasione per dire “grazie”

Ayrıca bakınız: Come fare la è maiuscola e le lettere accentate sulla tastiera PC e Mac

Di tutti i punti che abbiamo toccato, questo potrebbe sembrarti il ​​più strano. Forse lo è quando si pensa alle convenzioni, ma ringraziare è il modo migliore per riportare la palla al centro qualunque sia l’esito del colloquio.

Questa parolina è una presenza non comune sul posto di lavoro, lasciatela in pace negli incontri più formali con il manager. Tuttavia, ha un potere incredibile, ha la capacità di avvicinare gli interlocutori e creare un legame basato sulla sensibilità e sulla gratitudine.

Ma cosa dire grazie per a un incontro con il capo? Innanzitutto dall’opportunità che ti ha dato di avere un momento di confronto, dal tempo che ti dedica, dalle attenzioni che ha dedicato ad un aspetto che ritieni importante. Anche quando la conversazione non sta andando bene – specie in questi casi – un grazie permette di mettere in evidenza il buono del confronto, se non altro per sottolineare la tua professionalità.

Infine, ricorda che è sempre questo il momento giusto per dire grazie. Non aspettare la fine dell’incontro per ringraziare: più resterai in contatto con il motivo del tuo ringraziamento, più sarà naturale e inaspettato. Cogliere il momento per essere gentili e grati ti dà un vantaggio importante e mette in gioco il lato più umano dei rapporti di lavoro.

Adesso sarai sicuramente più pronto per affrontare la conversazione con il tuo capo. Liberati dallo stress e fai pratica ora!

Nel nostro lavoro, selezioniamo ogni mese diversi profili per le aziende clienti. Se stai valutando nuove offerte di lavoro, contattaci: visualizza le offerte di lavoro già pubblicate o carica qui il tuo CV per essere informato sulle offerte di lavoro che ti interessano.

Ayrıca bakınız: Come diventare imprenditore partendo da zero | it&039s campus

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button