Come

Cancello in ferro fai da te | Tutti i passaggi illustrati – Bricoportale

Destinato agli amanti del metallo che sanno affrontare anche la muratura, questo cancello in ferro fai-da-te comanda con eleganza il passo carraio

Il cancello in ferro fai-da-te si propone con due ante per un’apertura totale di poco più di settantadue iarde, con porte incernierate su pilastri in muratura appositamente eretti su un confine senza muri né cancelli. Va da sé che la presenza di recinzioni preesistenti e/o pilastri non destinati alla demolizione richiede una riduzione o un aumento della larghezza delle porte per adattarle all’apertura di ingresso. Costruirlo da soli è sicuramente un ottimo modo per evitare di acquistare un cancello in ferro economico che è facile per il tuo portafoglio… ma di certo non dura a lungo!

Va ​​da sé che l’altezza della spalla del cancello autocostruito, qui di circa un metro e quaranta, può essere aumentata a piacimento senza variazioni significative (se non estendendo gli altri elementi verticali per la lunghezza delle spalle) fino a 1,60 e aggiungendo un’altra coppia di traverse orizzontali se la pendenza supera i 30 centimetri.

Okuma: Come costruire un cancello in ferro

Le dimensioni indicate nell’elenco dei materiali sono quindi da intendersi come indicazione delle proporzioni tra i vari elementi e non come dati obbligatori, ad eccezione della tipologia e delle sezioni dei vari profili, sufficienti a garantire robustezza e stabilità anche per cancelli di dimensioni maggiori rispetto al modello. L’unica vera difficoltà operativa nella realizzazione del cancello in ferro sta nel piegare tagliando e martellando le quattro cimosse delle porte. Se non pensi di poterlo fare, puoi far piegare i pezzi in un’officina, oppure rinunciare a un tocco di eleganza e semplicemente inclinare le cimosse, dritte dalle spalle al centro.

Le colonne di mattoni per quel cancello di ferro

La costruzione, composta da due belle colonne in arenaria, rinforzate al centro da una colonna metallica e lateralmente da vele quadranti, il cui peso contrasta con quello delle porte, completa la costruzione. È più facile ed economico costruire colonne con elementi scatolari in calcestruzzo, che fungono da cassaforma per un getto interno in calcestruzzo armato.

Materiali

Riservato a stoccaggio – per la produzione è disponibile un certo assortimento di profili in ferro e, ormai da qualche anno, elementi ornamentali come volute, barre tornite o forgiate (in realtà quelli che sembrano manufatti lavorati sull’incudine – sono colpi di martello sempre lavorato alla stampa), proiettili e punte di lancia; A meno che non si tratti di un lavoro molto piccolo, in cui la comodità di trovare materiale disponibile di dimensioni ragionevoli supera la convenienza finanziaria, i prezzi non consigliano di farne scorta.

Tutti i profili, salvo alcune eccezioni, sono barre di 6 metri che possono essere facilmente ed a costo contenuto tagliate alle dimensioni finali del prodotto da realizzare, sia quadrato che angolare. In questi magazzini tutto il ferro viene venduto a peso. Per maggiori informazioni, consulta questo articolo sui diversi tipi di ferro

L’attrezzatura per costruire il cancello in ferro

Ayrıca bakınız: Istruzioni compilazione bollettino F35

Per lavorare il ferro occorrono un martello, una sega, una lima, un trapano e una rettificatrice e saldatrice; In molti casi, questo può essere sostituito da collegamenti meccanici come chiodi (più precisamente, rivetti), viti e bulloni. Indispensabili per un lavoro di precisione sono anche gli strumenti di misurazione (squadra e squadra a cappello, righelli, goniometri, ecc.) e strumenti di marcatura come punte e bulini, il primo per segnare le linee di taglio e l’altro per centrare i fori.

Per i più appassionati non sono da escludere la forgia e l’incudine , con tutti gli strumenti, tenaglie, tenaglie, aste e quant’altro che fanno lavorare scintille, sudore e fatica gli antichi ferri alla moda. Con il nostro cancello in ferro fai da te, invece, la dotazione di base è più che sufficiente.

Profili in ferro

Per lavori con un certo utilizzo è meglio rivolgersi al ferro negozi per l’edilizia, dove non solo i prezzi sono meno della metà di quelli di Brico, ma la gamma è molto più ampia, con solidi profili che vanno da una sezione trasversale di 1×3 mm a un mostruoso 50×200 è. forte>. In tondo si va da un diametro di 1 mm a quello di 300; in esagono da 2 a 100 e in pannello da 2×2 a 200×200 (che per curiosità pesa più di tre quintali per metro lineare).

La scelta dei profili è pressoché infinita: quadrato , Ferri a L, con spigoli vivi o arrotondati, ferri a T, travi a I, ferri a U e Z, forgiati (sono i più spessi) o formati a freddo, tutti i tipi di tubi, tondi, quadrati, rettangolari e nelle sezioni “strane” ” per creare finestre.Ovviamente non mancano gli elementi decorativi, visti sopra, ma sempre in gamme molto più ampie e complete di quelle che si trovano nei nostri punti vendita.

Artigiano di cancelli in ferro o fai da te? Una delle attività dove la manodopera è maggiore per il costo finale del prodotto è la lavorazione del ferro e dell’acciaio: in una semplice ringhiera in ferro piatto che nessun fabbro chiederebbe a meno di 120/150 euro (e oltre) il costo dei materiali non supera i 20/30 euro; il resto è lavoro. D’altra parte, l’artigiano deve vivere del suo lavoro. Pertanto, è la più grande comodità realizzare il cancello di ferro con le proprie mani.

DIFFICOLTÀ “Alta: I punti più impegnativi sono la piegatura del ferro e le numerose saldature richieste TEMPO 4 ore per la ricerca del materiale, due giorni per la costruzione e due per la muratura e il montaggio, un giorno per la finitura COSTO circa 200 euro per il ferro

Cosa serve per costruire un cancello in ferro fai da te :

  • Tubo quadrato 30x30x2 mm: 2 spalle da 1170 mm; 2 montanti da 720 mm
  • Piastra 8 × 30 mm : 8 traverse inferiori da 1308 mm;
  • 4 traverse superiori (da piegare) di 1600 mm
  • Piatto 5 × 80 mm : una barra centrale di arresto di 1000 mm
  • Quadrato 15 × 15 mm : 10 aghi per giavellotti da 1065, 955, 875, 815 e 782 mm (2 per misura);
  • 12 aghi per palline da 895, 785 , 700, 635, 595 e 575 mm (2 per misura)
  • 1 pallina Ø 100 mm
  • 12 sfere Ø 40 mm ;
  • 10 punte di diamante;
  • 1 serratura con piastra portante di spessore 3 mm;
  • 4 cerniere maschio da murare;
  • 4 cardini femmina da saldare ;
  • 1 bullone verticale ;
  • 58 rivetti in ferro testa tonda deformabile Ø 6 × 40 mm;
  • Smalto antiruggine

The Iron Gate Project

Ayrıca bakınız: Come usare i profumatori dambiente

Il cancello di ferro, così com’è, è più di quant’altro decorativo e non presenta grossi ostacoli all’intrusione di individui malintenzionati. Per renderlo più sicuro è necessario inserirlo in una vera recinzione e realizzarlo con i pilastri in ferro ad almeno un metro dalla parte più bassa della traversa curva per renderne difficoltoso il scavalcamento. Prima di fissare definitivamente le cerniere, è necessario verificare l’orizzontalità delle ante.

Come costruire un cancello in ferro

Ayrıca bakınız: Come usare i profumatori dambiente

  1. Anche se il seghetto manuale con lame di alta qualità e con un il minimo di abilità permette di tagliare materiale spesso, l’utilizzo di una macchina, lama o nastro, sempre muniti di pinza, rende il lavoro più veloce, più preciso e meno faticoso.
  2. Le coppie di Traverse orizzontali e curve sono saldati in bocchette aperte nelle pareti del rispettivo stand. Si consiglia di aprire le finestre con due tagli a sega e poi togliere il “coperchio” agendo sui bordi con la mola di sbavatura. È necessaria una mano leggera per non scavare i muri più del necessario.
  3. Il lavoro più difficile per realizzare il cancello in ferro è piegare tagliando i quattro elementi superiori con un raggio di 2140 mm. Il lavoro può essere eseguito martellando su un binario a forma di U o con un ferro piegante, premendo contro di esso un binario.

Ayrıca bakınız: Come usare i profumatori dambiente

  1. Le barre verticali sono collegate alle due traverse orizzontali con rivetti. La regola richiederebbe un foro di circa 0,1 mm di diametro più grande del rivetto.
  2. Le capriate, dopo la foratura, vengono saldate negli sbocchi aperti dei montanti con una interasse di 104 mm, i fori per rivetti (da aumentare o diminuire proporzionalmente se le dimensioni del cancello essere cambiato). Per garantire una foratura accurata, si consiglia di forare contemporaneamente tutte e quattro le traverse di ciascuna porta, tenute insieme da morsetti in modo che i fori siano perfettamente allineati.
  3. I rivetti, preferibilmente a testa tonda, devono essere abbastanza lunghi da sporgere all’altezza della testa. La foto è puramente indicativa; I rivetti, infatti, devono essere inseriti dal basso, con la testa appoggiata su un’incudine o un pezzo di ferro, per prenderne il posto.
  4. Nella parte superiore dei pali, aprire l’uscita di appoggio delle traverse su entrambe le facce, preferibilmente con il seghetto, per poter utilizzare quattro degli sfridi come tasselli per i fori superiore e inferiore
  5. le uscite realizzate nei pali devono corrispondere all’estremità delle traverse. Lo scarico è leggermente inclinato sulle traverse superiori e curve.
  6. Le estremità delle tre coppie di traverse si inseriscono tutte a una profondità di 7,5 mm negli sbocchi aperti dei montanti, in modo da drenare esattamente lo spazio per le travi verticali (30 -7,5-7,5 = 15). Una piccola levigatura leviga i bordi delle barre, che sporgono di 0,5 mm.

Accessori e montaggio

Ayrıca bakınız: Come usare i profumatori dambiente

cancello in ferro molato

  1. La pallina più grande deve essere saldata alla sommità della fascia di arresto centrale dopo essere stata a forma a clessidra per decorarne la linea.
  2. Per chiudere il cancello in ferro è necessaria una serratura robusta in grado di resistere alle intemperie. Puoi scegliere un modello con una semplice serratura a leva (in un cancello entro i limiti) oppure una serratura a tre punti, manuale o con telecomando.
  3. La serratura rimane sempre ben salda su una base stabile: per il modello a lato è stata utilizzata una piastra spessa 3 mm, che viene saldata alla barra di arresto.
  4. I perni sulle cerniere sono nelle colonne murate e prese saldate ai pali. Per una maggiore sicurezza, seppur con più lavoro, sarebbe opportuno montare i perni superiori capovolti per evitare che le ante scivolino fuori.
  5. La levigatura dello sbalzo delle traverse si effettua con la smerigliatrice.
  6. I distanziali in legno consentono il corretto distanziamento delle barre verticali.
  7. il punzone permette di rendere semisferica l’estremità del rivetto.
  8. La piastra del cardine è saldata allo stipite del cancello in ferro: è necessario che i due cardini di ciascuna anta siano perfettamente in asse.
  9. Piastra saldata al palo, asportare la parte superflua con la smerigliatrice.

Supporto in muratura adatto al peso del cancello in ferro

Ayrıca bakınız: Come usare i profumatori dambiente

  1. il pilastro, a pianta quadrata base, è suddivisa in quattro parti costruite su supporti temporanei attorno ad un tubo quadrato, 50×50 mm, al quale è saldato un braccio orizzontale sporgente verso l’esterno.
  2. Intorno al braccio che sporge di mezzo metro oltre il muro della colonna di sinistra si trova il Quartier – muro circolare, che con il suo peso aiuta a mantenere in posizione la colonna e a contrastare il peso delle ante
  3. il rivestimento con intonaco; Si vedono testimoni dall’interno. A testimonianza della parte tonda, si consiglia di utilizzare listelli di masonite o MDF da 5 mm

Per saperne di più su tutta la lavorazione del ferro, vi consigliamo di leggere “The Great Libro del Ferro” edito da Edibrico.

Ayrıca bakınız: Sintomi gravidanza: quali sono i primi – PianetaMamma.it

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button