Come

Macchie Solari: come si manifestano e rimedi per eliminarle

L’esperto spiega le cause delle lenti solari, la differenza con melasma e cheratosi seborroica e i trattamenti disponibili per eliminarle.

Le “macchie solari”, comunemente denominate “macchie cutanee” o “macchie solari”, sono fastidiosi inestetismi che si manifestano come macchie di forma irregolare non ben definite, tipicamente a vista quelle aree al sole. Il loro colore può variare dal nocciola al bruno rossastro al marrone scuro, mentre le dimensioni possono variare da pochi millimetri a uno o più centimetri.

Le aree più colpite sono il viso, il décolleté, le spalle, il dorso delle mani, gli avambracci e tutte le zone che sono state più colpite nel corso della nostra esistenza siamo stati esposti al sole.

Okuma: Come eliminare le macchie della pelle

Scopriamolo insieme al Dott. Nicolò Rivetti , dermatologo presso l’Istituto Clinico Beato Matteo di Vigevano (Pavia), le cause della loro formazione, come riconoscerli e come curarli.

Le cause della formazione delle macchie solari

Il sole è la causa principale della loro formazione. I raggi ultravioletti, infatti, interrompono la melanogenesi, cioè il meccanismo che porta alla sintesi della melanina (il pigmento che colora la nostra pelle), con un aumento della produzione di quest’ultima e la comparsa del lentigo solare.

Le persone più colpite

Le lentigo solari si verificano allo stesso modo nei maschi e nelle femmine . La popolazione di età superiore ai 60 anni è quella più colpita, sebbene le lentigo solari possano verificarsi anche prima dei 40 anni, in particolare come conseguenza di ripetute scottature solari > io.

Cos’è il melasma e in che cosa si differenzia dalle macchie solari

Il melasma è l’iperpigmentazione acquisita del viso che colpisce più comunemente le donne in età fertile. A differenza delle lentigo solari, che appaiono ben circoscritte rispetto alla cute circostante, il melasma si diffonde e interessa simmetricamente la regione centrofacciale, ovvero:

  • fronte
  • naso
  • guance
  • labbro superiore
  • mento

Le cause di questa condizione sono sconosciute, tuttavia è il melasma può essere osservato più spesso:

  • durante la gravidanza
  • con un uso prolungato di pillola anticoncezionale

Questa osservazione suggerisce che il percorso fondamentale è una stimolazione ormonale in grado di aumentare la sintesi di melanina da parte dei melanociti.

Cheratosi seborroiche: cosa sono e come riconoscerle

Spesso dopo il 50°/60° Anno di vita “cheratosi seborroiche” che, a differenza delle lentigo solari, non sono piatte ma rialzate e hanno un aspetto verrucoso simili > hanno (in realtà sono anche chiamate “verruche seborroiche”) . Le cheratosi seborroiche possono insorgere tal quali o possono derivare da un lentigo solare che si riconosce da piatto e diventa verrucoso.

Le cheratosi seborroiche sono formazioni di diversi colori dal rosa al color carne al marrone in tutte le sfumature e possono apparire sul viso così come sulla tribù . Si tratta di lesioni benigne, prive di potenziale maligno, ma spesso causano disagio estetico nei pazienti, soprattutto quando sono presenti sul viso, e per questo possono essere curate efficacemente con terapie che vedremo più avanti.

Come eliminare le macchie solari

Ayrıca bakınız: Come trattare gli altri e farseli amici: riassunto in italiano [PDF gratis]

Le macchie solari, come il melasma o la cheratosi seborroica, possono essere eliminate con trattamenti come:

  • Peeling
  • sostanze sbiancanti
  • crioterapia
  • terapia laser
  • dermoabrasione
  • diatermocoagulazione.

Peeling

Il peeling (dall’inglese to peel = to peel) è una tecnica dermocosmetica che consiste nell’applicare una o più sostanze chimiche attive per poco tempo (minuti) da applicare sulla pelle. , la cui azione è quella di rimuovere gli strati superficiali della pelle e ottenere la rigenerazione cutanea.

I peeling più utilizzati per il trattamento del lentigo solare sono quelli a base di acido tricloroacetico a bassa concentrazione o di acido glicolico ; a volte vengono utilizzati peeling con acido piruvico o retinoico.

Il dermatologo applica il peeling esclusivamente a Solar-Lentigo, con un’applicazione su un ambiente cutaneo sano è evitato.Durante la seduta il paziente può avvertire una leggera sensazione di bruciore che corrisponde alla successiva comparsa di arrossamento, ma che scomparirà nei successivi 4-5 giorni. La ripresa del lavoro e degli impegni quotidiani è istantanea, senza bisogno di pause.

L’effetto è assicurato fino a quando non ci si espone nuovamente al sole, quindi è importante proteggersi adeguatamente dai raggi UV.

Buono a sapere che il peeling non va effettuato :

  • in caso di infiammazione cutanea
  • durante la gravidanza e l’allattamento

Inoltre si non esporti al sole o alle lampade UV per tutta la durata del trattamento .

Se il peeling non viene eseguito da un dermatologo esperto, i brufoli possono diventare più pronunciati o lasciare cicatrici.

Sostanze schiarenti

Potrebbero essere presenti sostanze depigmentanti utilizzate con discreti risultati sia nel melasma che nel lentigo solare.

Le creme cosmetiche schiarenti che si trovano in profumeria e farmacia, spesso a base di resorcina e acido glicirretico, agiscono discretamente bene e con risultati generalmente osservato dalla seconda alla terza settimana di trattamento, anche se questo deve essere continuato per mesi affinché i risultati diventino più evidenti.

Infine, ci sono sostanze che possono essere utilizzate solo con prescrizione medica, come l’idrochinone, molecola storica nella cura del lentigo solare.

Crioterapia

Ayrıca bakınız: Cane paralizzato: cosa fare per prendersene cura? | Wamiz

La crioterapia prevede uso di azoto liquido , un gas che viene raffreddato a una temperatura di -196ºC.

L’azoto liquido, posto a contatto con la pelle con un apposito dispositivo, permette di generare una vera e propria bruciore da freddo che favorisce l’eliminazione del lentigo solare. Questo tipo di trattamento è molto efficace anche per il trattamento delle cheratosi seborroiche.

Nella zona trattata compare un rossore, a volte seguito da una vescica e poi da una crosta. Dopo la guarigione (circa 10 giorni), il lentigo solare non è più visibile.

Laserterapia

I laser più comunemente usati per eliminare le lentigo solare e le cheratosi seborroiche sono:

  • il Laser Q-switched: caratterizzato da un impulso di elevata potenza ma di breve durata, colpisce il bersaglio senza danneggiare il tessuto circostante.
  • Laser CO2: agisce sul contenuto d’acqua delle cellule, facendole evaporare senza danneggiare i tessuti circostanti.

Spesso servono più sedute per eliminare l’esposizione al sole lentigo, soprattutto quando è grande.

Anche in questo caso, come con la crioterapia, è normale che nelle 24 ore successive compaiano arrossamenti, gonfiori e croste, ma gli effetti sono completamente reversibili.

Diatermocoagulazione

h3 >

Il diatermocoagulatore è un bisturi elettrico che viene utilizzato per rimuovere le macchie solari e le cheratosi seborroiche.

Questo strumento genera onde radio che colpiscono la pelle , facendo vibrare le molecole d’acqua presenti nelle cellule. Questo brucia la lesione e distrugge superficialmente il tessuto senza danneggiare il tessuto circostante.

Sebbene questa tecnica non sia molto invasiva, richiede comunque l’uso di anestesia locale e dovrebbe essere eseguita solo da medici specialisti.

Gli effetti collaterali di questa procedura possono includere dolore lieve, arrossamento e formazione di croste nell’area trattata, ma questo diminuirà nella settimana successiva all’intervento.

Dermoabrasione

La dermoabrasione è una tecnica che permette la rimozione meccanica e controllata degli strati superficiali della pelle , conferendole un aspetto più levigato e regolare. Questa tecnica è generalmente utilizzata per il trattamento di cicatrici e rughe facciali più superficiali, oltre che per i risultati dell’acne, ma può essere utilizzata anche per curare le lentiggini solari, sebbene non sia la prima scelta terapeutica.

Ayrıca bakınız: Come eliminare la muffa dai muri? Ecco i migliori rimedi per la muffa

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button