Come

Crampi muscolari: le cause, come affrontarli e curarli

Cosa sono gli spasmi muscolari

“Gli spasmi muscolari sono contrazioni improvvise, brevi, involontarie, dolorose di un muscolo o di un gruppo muscolare – spiega il dott. Bass -. È molto condizione comune, che può verificarsi in persone sane di qualsiasi età, ma colpisce over 50 nel 40% dei casi.

Crampi notturni alle gambe h3>

“ Le forme più comuni di crampi agli arti inferiori – prosegue l’esperto – sono i cosiddetti crampi idiopatici benigni (cioè senza una causa precisa) alle gambe, che si caratterizzano per manifestarsi tipicamente di notte.

Okuma: Come far passare un crampo al polpaccio

Questi colpiscono circa il 73% della popolazione e possono:

  • colpire i vitelli;
  • causare la flessione plantare del piede o del dito”.

Crampi muscolari da attività fisica

” Quindi i crampi muscolari sono associati all’attività fisica, che invece si manifestano durante o subito dopo l’attività fisica.

Ayrıca bakınız: Aprire un Supermercato / Discount in Franchising – Info e Guida

Sebbene sia una condizione generalmente innocua e spesso non segnalata al medico, può causare dolore interno per impedire l’uso del muscolo interessato, che può durare da pochi secondi a alcuni minuti”, aggiunge il dott. Basso.

Le cause dei crampi muscolari

Ci sono molti fattori diversi che possono aumentare il rischio e la gravità dei crampi:

  • muscoli del polpaccio contratti a causa di mancanza di allungamento , inattività o talvolta edema (gonfiore) della parte inferiore della gamba;
  • Disidratazione
  • Alterazioni elettrolitiche con bassi livelli di potassio o magnesio
  • Anomalie muscoloscheletriche inclusi muscoli del polpaccio ristretti , ad esempio a causa di posizione seduta più lunga disturbi strutturali, come piedi piatti o ginocchio ricurvo
  • neurologico disturbi ( neuropatie periferiche, plessopatie, radicolopatie, motoneuroni, miopatie) o metaboliche (alcolismo, ipotiroidismo);
  • Assunzione di alcuni tipi di farmaci o sostanze (inibitori del recettore dell’angiotensina II, cisplatino, clofibrato, diuretici, donepezil, farmaci con effetti beta-adrenergici inclusi broncodilatatori e alcuni beta-bloccanti, lovastatina , contraccettivi orali, pirazinamide, raloxifene, stimolanti ad esempio anfetamine, caffeina, cocaina, efedrina, nicotina, teriparatide, tolcapone, vincristina);
  • Sospensione di alcuni tipi di farmaci o sostanze (alcool, barbiturici, benzodiazepine, farmaci sedativi-ipnotici o alcune tossine);
  • Gravidanza.

Patologie che possono essere confuse con gli spasmi

“La valutazione clinica degli spasmi muscolari si concentra sull’identificazione di ciò che può essere trattato. Spesso, la condizione che contribuisce all’insorgenza delle convulsioni è già nota e di solito sono condizioni più gravi. La fase di valutazione clinica consente inoltre l’esclusione di patologie che simulano spasmi muscolari e possono essere confuse con esse , ad esempio:

  • claudicatio intermittente “sindrome della finestra”, che si presenta come dolore crampiforme quando si cammina che ti costringe a fermarti;
  • Distonia, che sono contrazioni e spasmi muscolari involontari, contrazioni e tremori che portano a posture fisiche anormali o movimenti insoliti;
  • sindrome delle gambe senza riposo, che provoca gambe irrequiete per cui senti il ​​bisogno urgente di muoverle”.

Come vengono diagnosticati gli spasmi

Per identificare chiaramente la causa della malattia, è necessario registrare tutte le informazioni che possono caratterizzare gli spasmi, tra cui:

  • Durata ;
  • Frequenza;
  • Posizione delle conseguenze di
  • sospetti fattori scatenanti (punti dolorosi) ed eventuali sintomi associati.

Ayrıca bakınız: Micosi alle unghie di mani e piedi (onicomicosi): sintomi e rimedi

In particolare, è importante tenere conto di tutti quei fattori che possono essere la causa dell’insorgere dei crampi , quali:

  • Rigidità muscolare, debolezza, dolore e perdita di sensibilità che possono essere correlate a disturbi neurologici o muscolari;
  • Vomito, diarrea, esercizio fisico e sudorazione eccessivi, dialisi recente, uso di diuretici che possono portare a disidratazione, squilibrio elettrolitico o dei fluidi corporei;
  • amenorrea o irregolarità mestruali che causano crampi alle gambe durante la gravidanza;
  • Intolleranza al freddo con aumento di peso e alterazioni cutanee che sono sintomi di ipotiroidismo;
  • Debolezza che potrebbe essere associata a disturbi neurologici;
  • Dolore o perdita di sensibilità, che può essere sintomo di neuropatie periferiche o radicolopatie.

Inoltre, la valutazione clinica dovrebbe anche considerare completamente la anamnesi farmacologica, compreso l’uso o l’abuso di alcol.

Una volta identificati tutti i sintomi, dovrebbe essere eseguito l’esame fisico, che dovrebbe includere:

  • l’esame della pelle , alla ricerca di stigmate da alcolismo, edema (gonfiore), perdita delle sopracciglia (indice ipotiroideo) e alterazioni dell’umidità/turgore;
  • un esame neurologico con valutazione dei riflessi tendinei profondi;
  • Misurazione della pressione sanguigna in tutti gli arti : un polso debole o un basso rapporto caviglia/pressione sanguigna polso possono indicare un’ischemia di questo arto.

In caso di riscontri clinici anomali, lo specialista può quindi valutare se è necessario effettuare ulteriori esami diagnostici”, spiega il neurologo.

Ayrıca bakınız: Manicure e pedicure: come tagliare le unghie di mani e piedi correttamente – The Wom Beauty

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button