Come

Oralee | la tua clinica dentale a Vicenza

Quando l’igiene orale è corretta e costante, la bocca è sana e profumata. Le gengive sono rosa, non fanno male e soprattutto non sanguinano, i denti sono puliti, non ci sono residui negli spazi interdentali. E non capita spesso di avere l’alitosi.

Se si trascura di lavarsi i denti, le macchie di sangue possono essere viste ore dopo l’ultimo pasto. Ci sono avanzi di cibo tra i denti e spesso si verifica l’alitosi.

Okuma: Come fare la pulizia dei denti a casa

In questi casi è consigliabile una visita dal dentista

È importante che l’igienista spieghi le tecniche per una corretta igiene orale, poi sarà tuo compito esercitarle per buono per prendere l’abitudine.

Perché le buone abitudini di igiene orale sono importanti?

Avere tutti i denti sani ci permette di masticare correttamente, avere una buona fonetica ed essere più belli. In generale, la salute orale è importante per l’intero organismo.

Gli strumenti per lavarsi i denti sono:

  • lo spazzolino,
  • dentifricio,
  • il filo di seta (non cerato) ,
  • Spazzola

Una volta al mese le pastiglie per la rilevazione della placca, il collutorio con la frequenza prescritta dall’igienista, almeno due volte l’anno la visita dal dentista.

Ci sono alcune semplici misure che puoi adottare per ridurre il rischio di carie, gengiviti e parodontiti.

Come lavarsi i denti tre volte al giorno

La placca batterica che aderisce ai denti ed è la principale causa di molte malattie orali può essere rimossa con uno spazzolamento adeguato.

Spazzolino elettrico o manuale? Per i nostri medici è importante che il paziente sappia come usare uno spazzolino manuale. In questo modo siamo sicuri che l’igiene orale sia garantita anche in “situazioni di emergenza” o quando lo spazzolino elettrico è vuoto.

Bisogna però riconoscere che l’uso di uno spazzolino ad ultrasuoni è molto efficace nel permetterne il mantenimento, in molti casi migliora l’igiene dentale e garantisce un’ottima protezione delle gengive e del tessuto dentale.

Lo spazzolino da denti è uno degli strumenti più importanti per l’igiene orale in quanto rimuove la placca dai denti.

La tecnica dello spazzolamento è stata sviluppata da alcuni dentisti/autori come Charters e Bass.

In generale, muovi lo spazzolino lentamente, assicurandoti di raggiungere ogni angolo della bocca. p>

NON fare movimenti eccessivi Forza o con spazzole orizzontali: potrebbero consumare lo smalto e danneggiare le gengive.

Lavati i denti due o tre volte al giorno dopo aver mangiato, circa quattro minuti.

Come lavarsi i denti correttamente.

Le superfici da pulire sono: il solco gengivale, la superficie esterna del dente, la superficie occlusale e la superficie interna.

  • Ruotare lo spazzolino in modo che le setole con un’inclinazione di 45° per appoggiarsi sul solco gengivale °.
  • Spazzolare dalla gengiva al dente senza spostare la testina dello spazzolino per rimuovere la placca dal bordo gengivale.
  • Spostare con un movimento di torsione il spazzolino da denti tra il rosa tonifica le gengive al bianco della superficie masticatoria.
  • Ripeti gli stessi movimenti all’interno della bocca, sia in alto che in basso, lavorando a gruppi di 2 o 3 denti.
  • Spazzola tutte le superfici da masticare dirigendo le setole tra i denti.
  • Pulisci la lingua e il palato.

Quando si pulisce la superficie interna dei denti anteriori e inferiori, utilizzare lo spazzolino perpendicolarmente alla bocca.

Seguire un percorso preciso per non perdere nessun dente: dividere l’arcata dentale a in quattro quadranti (in alto e in basso a destra, in alto e in basso a sinistra) e pulirli singolarmente.

Inizia dalla superficie occlusale (quella che useremo per il morso). Proseguendo nell’arcata superiore, si spinge prima in superficie, toccando la guancia e/o le labbra, poi in superficie palatale. Ripeti lo stesso processo nell’arcata inferiore.

Ricorda, quando ti lavi i denti, non si tratta di forza, ma di abilità.

Dentifricio

La tua scelta è importante perché ci consente applicazioni quotidiane di fluoro.

Ayrıca bakınız: Come colorare le uova per Pasqua in modo naturale – greenMe

Le Linee guida per la prevenzione della salute orale del Dipartimento della Salute riconoscono la maggiore efficacia del fluoro topico (dentifricio) rispetto a quello somministrato con integratori alimentari (gocce o compresse).

Per i più piccoli

Clicca sul link per saperne di più sui consigli per promuovere la salute orale in età perinatale.

Fino all’età di 6 anni, i bambini hanno un riflesso della deglutizione, quindi sono a rischio di ingestione di fluoro. Per fare ciò, devi prestare la massima attenzione alla quantità di dentifricio: la quantità indicata di seguito consente al bambino di non correre rischi.

Dai 6 mesi ai 6 anni basta essere “sporchi”. lo spazzolino da denti con un dentifricio che contenga almeno 1000 ppm (parti per milione) di fluoro. Negli adulti la quantità di fluoro è di circa 1500 ppm.

Come usare il fluoro in generale: usa il filo interdentale e spazzola quotidianamente la schiuma senza risciacquare il dentifricio.

Passa il filo interdentale due volte al giorno

La sera prima di coricarti e la mattina dopo l’applicazione

Il 40% dello sporco si annida tra i denti e lo strumento migliore per la pulizia tra i denti è il filo interdentale. Il panno di seta (non cerato) è preferibile perché lo sfregamento contro il dente separa i fili e aumenta la superficie di pulizia. Utilizzare almeno le prime volte stando in piedi davanti allo specchio.

La lunghezza del filo deve arrivare dalla punta delle dita del braccio teso al collo, quindi avvolgerlo liberamente sull’unghia con il dito medio in modo che il filo possa essere sostenuto solo con il medio del mani. Questo libera le altre dita per guidare e manovrare il filo anche nelle zone più impervie della bocca. Avvolgi di più in una mano e meno nell’altra.

Quando ti lavi i denti, il filo interdentale con patina bianca si sporca: avvolgilo attorno al dito con meno filo e rilascia il filo pulito. Il filo che si insinua contro i denti non deve essere più lungo di 2 centimetri.

  • Con un lento movimento del seghetto (avanti e indietro), fai passare il filo tra i due denti, facendo attenzione a non urtarlo contro la papilla interdentale.
  • Avvolgi il dente lateralmente (prima uno, poi l’altro) con una leggera tensione su entrambe le estremità del filo, salendo e scendendo 4 o 5 volte. Ricorda che ci sono due superfici da pulire per ogni spazio interdentale.
  • Quando porti il ​​filo interdentale nel bordo gengivale, raggiunge il punto in cui senti una leggera resistenza, mai dolore.
  • Dal solco gengivale interdentale, il filo interdentale viene tirato fino al punto di contatto tra i due denti.

Se il filo è stato guidato correttamente, al 4° o 5° movimento sentirai cantare i denti: emettono un suono simile ai dischi puliti.

Dopo aver pulito tutti gli spazi tra i denti, risciacquare facendo defluire l’acqua tra di loro.

Ricorda che l’igiene orale non riguarda la quantità, ma la qualità.

Lavati i denti due volte al giorno

Se gli spazi interdentali sono troppo ampi il filo interdentale non è sufficiente

Meglio usare anche gli scovolini interdentali. Sono simili ai piumini per rimuovere la polvere, ma le loro setole sono in nylon, più rigide e sottili.

Ayrıca bakınız: Come aprire una Partita Iva e quanto costa

Ci sono diverse taglie, per scegliere quella più adatta parlane con il tuo igienista. In generale, devono essere il più grandi possibile, ma così grandi da rendere difficile il passaggio tra gli spazi interdentali.

Usare lo spazzolino è intuitivo :

  • Inserisci delicatamente la testina tra i denti e avanti e indietro dall’esterno per l’interno da pulire.
  • Ricordati di risciacquare tra ogni passaggio.
  • Dopo aver pulito tutti i denti, sciacquare abbondantemente e coprire con il cappuccio.

Ti consigliamo di usarlo la sera e la mattina. Nei primi giorni, a causa dello sfregamento delle gengive, si può verificare un leggero sanguinamento. Se persiste, parlane con il tuo dentista.

Utilissimo anche lo spazzolino per chi porta l’apparecchio ortodontico , in quanto permette di rimuovere con una certa facilità i residui di cibo tra gli apparecchi. Lo spazzolino è indispensabile per i pazienti parodontali.

Il collutorio

L’uso di antisettici sotto forma di collutori, gel o simile Pasta, può aiutare a ridurre la carica batterica nel cavo orale in aggiunta al trattamento non chirurgico della parodontite. Anche per questo motivo se ne consiglia l’utilizzo solo su consiglio del dentista.

Compresse per il rilevamento della placca

Per verificare che la tua igiene orale sia in ordine, esegui un test una volta al mese con una pastiglia per il rilevamento della placca. In questo modo sai su quali parti della bocca concentrarti per pulirle meglio.

Dopo lo spazzolamento e la pulizia tra i denti

  • Sciogli delicatamente una compressa per 30 su
  • NON ingerire e sciacquare la bocca.

Il colore rosso indica il nuovo badge, il colore blu indica quello depositato più di 12 ore fa.

Alcuni importanti avvertenze sull’uso dei tablet rilevatori di placca:

  • I bambini di età inferiore ai 12 anni devono essere sorvegliati da un adulto .
  • ATTENZIONE: macchia! Evitare il contatto con materiali porosi, indumenti e mobili.

Perché sono necessari controlli regolari?

Carie, gengiviti e parodontiti si sviluppano lentamente e sono facili da diagnosticare. Se la diagnosi viene fatta precocemente, è possibile curarla con un costo (biologico, emotivo ed economico) contenuto e indolore.

Per questo in Oralee i check-up sono programmati in base alle capacità del paziente lavarsi i denti, suscettibilità alle malattie, alimentazione preferita, necessità di rivedere il lavoro svolto, situazione ortodontica e parodontale.

In generale, è meglio andare dal dentista ogni 5 mesi. O almeno una volta all’anno.

In questo modo è possibile stroncare la carie sul nascere, controllare lo stato di salute delle gengive, rimuovere il tartaro provvisorio e le macchie.

Conclusione

Numerose ricerche condotte negli anni ’60 e ’70 hanno evidenziato l’importanza del controllo della placca nella prevenzione delle malattie orali.

Una corretta igiene orale in casa elimina la proliferazione dei batteri presenti nel cavo orale, per questo è importante sapere come lavarsi i denti correttamente.

I principi base ed essenziali della prevenzione sono:

  • Igiene orale quotidiana.
  • Controlli periodici.
  • Ortodonzia (se indicata dal medico)

Prevenire significa contrarre malattie prima che si sviluppino o siano nella loro fase iniziale, cioè quando sono più facilmente curabili. In questo modo è possibile ridurre le sofferenze e le spese mediche associate.

In passato, il dentista veniva chiamato in caso di emergenza quando il dolore era più grave. Nel tempo, la medicina e l’odontoiatria hanno cambiato il loro approccio alla cura dei denti: oggi prediligono la prevenzione.

Ayrıca bakınız: Bucce di limone, utilizzi – Cure-Naturali.it

Lo spazzolino da denti e altri strumenti per l’igiene orale sono da considerarsi dei veri e propri medicinali in quanto servono a prevenire quasi tutte le malattie della bocca.

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button