Come

Shabby chic: come decapare. Idee fai da te, video tutorial e guida pratica

Non riesco a contare quante volte mi è stato chiesto “Barbara, mi dici come ottenere l’effetto shabby chic sul legno?”. «Barbara, come faccio l’effetto decapaggio?».

Lo shabby chic è uno stile di interni molto popolare: fa sembrare i mobili usati malandati ma in un certo senso, per così dire, attraenti e interessanti.

Okuma: Come fare lo stile shabby chic

È perfetto se ti piacciono i e vintage. Ha le sue origini in Gran Bretagna e in un certo senso assume lo stile delle case di campagna.

È passato molto tempo da quando il termine shabby chic è stato utilizzato per la decorazione e l’arredamento , da quando è stato codificato dalla rivista The World of Interiors negli anni ’80.

E in effetti, come dicevo, è ancora una delle tecniche di decorazione che più mi vengono richieste. . Pertanto, ho preparato due video tutorial per una migliore illustrazione.

Cosa significa “shabby chic”?

La traduzione letterale di “shabby chic” è shabby chic indossato con eleganza. Mostra perfettamente cosa vuoi ottenere con questo tipo di decorazione.

Cosa si può fare in stile shabby chic?

Puoi realizzare mobili, sedie, cornici shabby chic, puoi realizzare una credenza, un letto, un bagno, lampade da parete, decorazioni di ogni tipo.

In generale si presta a tutti i tipi di arredamento se ti piace il genere, ovviamente.

>

Per illustrare le diverse tecniche, lavoro su pannelli di legno per semplicità. Puoi replicare il procedimento su qualsiasi superficie in legno e utilizzare quello che ti mostro per tutti i tipi di idee shabby chic fai-da-te.

Shabby chic fai-da-te: il video tutorial “semplice” h2>

Cos’è lo shabby chic?

Con lo shabby chic o il decapato, il risultato finale è, come detto, un oggetto o un mobile consumato dal tempo.

È più difficile da fare (bene) di quanto potrebbe sembrare a prima vista.

Richiesto:

  • vernice lavabile in almeno due colori diversi
  • pennelli
  • carta vetrata
  • cera

Come funziona?

Pittura e pennelli

Idealmente, scegli un oggetto o un mobile con una superficie irregolare. Questa tecnica può essere utilizzata ovunque, ma se lo sfondo è perfettamente liscio, il risultato sarà un po’ meno affascinante.

Prendere il primo colore puro e stenderlo bene con un pennello asciutto su una tavola, non stendere su tutta la superficie e lavorare principalmente nel senso della venatura del legno.

Lascia asciugare e inizia con il secondo colore, sempre con un pennello asciutto. Questa volta lavora in modo tale da evitare di coprire le zone del legno lasciate nude dalla prima mano e le zone dove si trova la prima pittura. Devono sovrapporsi un po’, ma ti fanno sempre vedere cosa hai sotto.

Se vuoi, puoi continuare a strati con altri colori, sempre con un colore molto granuloso, e lasciare asciugare tra uno strato e l’altro.

Carta vetrata

Quando sei soddisfatto del risultato, leviga i bordi e le parti che si sarebbero consumate di più nel tempo con la carta vetrata. Verificare il risultato e, se necessario, ritoccare alcune zone con pennello e vernice. La migliore stratificazione si traduce in uno shabby più grande

La cera

Spolvera tutto e proteggi con uno strato di cera. Per questi lavori preferisco la cera al protettivo a base d’acqua in quanto il risultato è meno “plastico”.

Se vuoi accentuare l’invecchiamento puoi usare la cera bituminosa al posto della normale cera

Info: Quando dico “scarica il pennello”, intendo che dopo aver immerso la vernice, devi posizionarla su un piatto o vassoio per rimuovere la vernice in eccesso. Deve lasciare un’impronta asciutta e granulosa sulla superficie da trattare e non deve ricoprirla ermeticamente. A volte al posto del piatto utilizzo uno straccio su cui pulisco leggermente il pennello prima di usarlo.

Informazioni: La maggior parte del lavoro viene eseguita con un pennello, non smettere di toccare la superficie finché non sei soddisfatto. La carta vetrata è uno dei passaggi, ma sicuramente non il più importante.

Stile shabby chic e chippy: 6 tecniche avanzate

Questo secondo video tutorial è in un certo senso la mia enciclopedia dello shabby chic, il mio corso avanzato in cui ho mostrati 6 tecniche alternative alla tecnica standard per ottenere il maggior numero possibile di effetti di invecchiamento del legno, shabby chic e chippy.

Richiesto:

  • vernice lavabile
  • spatola
  • pennello
  • vaselina
  • straccio
  • carta vetrata
  • candela
  • spugna abrasiva
  • vernice spray
  • vernice al latte

Shabby chic con detersivo e vaselina

Ayrıca bakınız: Come Guadagnare 5-10 Euro al Giorno: Migliori Metodi Online

La prima tecnica alternativa che propongo è applicare un primo strato di detersivo.

Quindi stendi una mano di vaselina.Puoi farlo con un dito o con uno straccio.

La vaselina diventa una protezione per la mano colorata che ho dato. L’ho fatto, diciamo, senza un ordine particolare. L’idea è sempre la stessa: voglio ottenere un effetto da indossare. Quindi lavoro sui bordi, sui bordi, sui punti che voglio proteggere.

La vaselina non ha bisogno di asciugare – ecco perché è usata per proteggere i pennelli – beh, a questo punto posso in questo momento passa al secondo colore. Non riesco a dargli troppo compatto. Dove c’è vaselina, anche la vernice non si attaccherà, il che ci aiuterà in seguito.

Lascia asciugare. A questo punto con una spatola tolgo il secondo colore dove ho applicato la vaselina (si vede perché è traslucida).

Questi effetti di colore scheggiato, che si adattano perfettamente allo shabby chic, sono molto difficili da ottenere con la sola carta vetrata.

Per aumentare l’effetto usurato, puoi aggiungere un effetto con carta vetrata facendolo scorrere nelle zone meno compatte. Uso carta vetrata a grana 180 (è tutto scritto sulla carta vetrata qui se segui il link).

Il risultato finale è molto simile alla pittura scheggiata, rimuovendo interi ritagli di vernice.

La stessa procedura può essere eseguita anche sul mobile grezzo, applicare la vaselina, applicare una prima mano di pittura, poi ancora la vaselina, quindi una seconda mano di pittura. A questo punto si ottiene un layup a tre strati. E così via, anche con quattro o cinque colori.

Shabby chic con candela

Anche in questo caso do prima una mano di lavabile e lascio asciugare (si può fare anche se si preferisce).

La procedura è identica a quella con la vaselina, ma io uso invece una candela.

Nei punti dove vuoi più usura o meno colore, passa la candela premendo.

La cera aderisce al legno, è ben visibile in controluce e agisce proprio come vaselina, cioè protegge la vernice sottostante. Naturalmente, sia la candela che la vaselina devono essere pulite solo in pochi punti.

Quindi applico una seconda mano di un secondo colore. Lavoro con un pennello asciutto.

Lascia asciugare. Quindi corrispondo e insisto sui punti in cui ho passato la candela.

Il secondo strato di vernice si stacca molto rapidamente. Ancora una volta, io uso carta vetrata a grana 180. Il risultato è abbastanza diverso dalla tecnica della vaselina.

Quello che ottengo è molto più simile allo shabby chic “tradizionale”.

>

Potrei applicare una seconda mano molto compatta e poi carteggiare: in questo caso otterrei un effetto di usura leggermente diverso: è questione di gusti e di prove. Se lo desideri, c’è un video tutorial in cui spiego i diversi tipi di pennellate.

Anche in questo caso potrei sovrapporre più colori diversi.

Shabby chic con vernice al latte sopra Lacca Legno

Esiste un tipo di vernice chiamata pittura al latte a base di caseina, una proteina del latte. È perfetto per lo shabby chic.

È disponibile in confezioni in polvere. Si diluisce in acqua (le proporzioni sono 1 parte di acqua per 1 parte di polvere) e si può determinare la consistenza. Devi stare attento con il dosaggio perché dopo un po’ diventa inutilizzabile (prendi questo, non è come quel detersivo che puoi lasciare nei barattoli di vetro per anni). o su un mobile già dipinto (questa è una domanda che mi poni spesso: come faccio, come lo tratto?), il quadro “decide” dove si screpola.

Strano, vero? E comunque è così.

Ayrıca bakınız: Come combattere la RITENZIONE IDRICA: 3 pratici trucchi di cui non farai più a meno | Il Blog di Medìs | Medìs Centro Clinico

Lavoro su una tavoletta già verniciata e dipingo.

Quando la vernice si asciuga, si strappa facilmente. Quando passo sopra la spatola in alcuni punti ottengo esattamente l’effetto che si ottiene quando la vecchia vernice si sbriciola.

A differenza di altri pannelli, questo dipinto non si attacca con la cera: ha bisogno di una vernice più protettiva .ferma perché continuerà a staccarsi.

Shabby chic con vernice al latte su legno grezzo

L’applicazione di vernice al latte sul legno nudo immergerà completamente il legno. L’effetto è molto coprente e molto duraturo. Se la vernice è molto liquida, si possono vedere le venature del legno. Se invece è più denso, ha un effetto opaco.

Vi mostrerò due varianti. La prima è un’operazione con la vernice ancora bagnata.

Se è ancora bagnato, puoi pulirlo con il panno per ottenere effetti diversi. Non solo: se poi si passa un altro colore sul pennello senza farlo asciugare e poi si passa lo straccio, si ottiene una bella patina. Che ovviamente si può poi carteggiare.

A volte capita che nella vernice rimanga un pigmento che non si scioglie perfettamente. Puoi tenerlo o “spostarlo” un po’. L’effetto è quello di una glassa, una patina del tempo.

Quando invece lavoro su vernice asciutta, la prima operazione è la stessa: applico una seconda mano di vernice, colori diversi da a.A questo punto lascio asciugare e carteggia di nuovo. In questo caso l’effetto è proprio il “tradizionale” shabby chic.

Se continuo a carteggiare, posso solo evidenziare le vene più scure.

Stile Chippy: che cos’è?

È un effetto invecchiamento più “estremo”, simile allo Shabby ma più pronunciato. In questo stile, il legno sembra davvero traballante, con grandi trucioli.

Stile Chippy con vernice spray

Applico uno strato di smalto satinato bianco compatto, perché poi uso lo spray (quindi lavoro con lo stesso tipo di vernice).

Poi applico la vaselina, sempre “in ordine sparso”, sulla superficie.

A questo punto ho ricoperto tutto con vernice spray (ricordati di proteggere l’ambiente in cui lavori! Se possibile, lavora all’aperto o almeno in un’area ben ventilata.

Una volta che la vernice spray si è asciugata metto altra vaselina in vari punti (è molto facile vedere in controluce dove l’ho passata prima).

Ora prendo la seconda vernice spray e la vernice riempie l’intera area di nuovo.

Aspetto che si asciughi.

Poi passo la spatola.

Quando stavo provando, non ho aspettato abbastanza e iniziato a togliere la vernice con la spatola: l’effetto era ancora più evidente. Quindi questo non significa che tutto deve essere perfettamente asciutto.

Come puoi vedere, la vaselina impedisce alla vernice di attaccarsi.

p>

Posso anche usare carta vetrata o un tampone abrasivo a grana media e magari posso ritoccare un po’ le macchie di vernice Mescolare.

Poiché si tratta di smalto, è ovviamente molto più difficile da carteggiare. Per un effetto molto danneggiato, è necessario utilizzare molta vaselina in più punti.

Ecco come!

Ayrıca bakınız: Come iniziare la tesina: l’introduzione | Studenti.it

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button