Come

Entrare nelle Forze Armate italiane | Informagiovani Roma

Le Forze Armate Italiane

Le Forze Armate sono al servizio della Repubblica e la loro missione primaria è la difesa dello Stato. Operano per il raggiungimento della pace e della sicurezza nel rispetto delle regole del diritto internazionale e delle decisioni delle organizzazioni internazionali di cui l’Italia fa parte. Contribuiscono alla tutela delle libere istituzioni e svolgono specifici compiti in caso di pubbliche calamità e altri casi di eccezionale necessità e urgenza (Legge 14 novembre 2000, n. 331, art. 1) Fanno parte dell’Esercito Italiano Armato Forze armate (FF. AA.):

  • Esercito Italiano
  • Marina Militare
  • Aerea Forza

A questo si aggiunge l’Arma dei Carabinieri, che dal decreto legislativo 5 ottobre 2000 n servizio di sicurezza.

Okuma: Come fare per entrare nell esercito

Esistono diverse possibili vie di accesso alle forze armate: concorsi pubblici aperti a tutti purché in possesso dei requisiti necessari e concorsi interni per il personale militare, in servizio o meno, che intenda migliorare la propria posizione o ruolo di competenze. Dopo aver superato una competizione, inizia un certo tempo di allenamento. Con l’approvazione della Legge n. 380/1999, le donne possono partecipare alle competizioni proprio come gli uomini per qualificarsi in esercito, aria forza e Corpo dei Marines.

Torna all’inizio

Volontari delle truppe

Attualmente, le forze armate sono di tipo professionale e volontario organizzato a livello di base, a partire dal 1° gennaio 2005 (Legge 23 agosto 2004, n. 226), è stata introdotta la sospensione del servizio militare e le seguenti categorie di volontari dell’Esercito, della Marina e dell’Aeronautica, anche chiamati volontari delle truppe, sono stati presentati:

  • Volontari di stanza per un anno (VFP1);
  • Volontariato a tempo indeterminato per quattro anni (VFP4).

Volontariato permanente di un anno (VFP1) I volontari temporanei di un anno vengono reclutati tramite bandi del Ministero della Difesa, pubblicati quattro volte l’anno in la Gazzetta Ufficiale. L’accesso alle prime carriere nelle forze armate inizia con questo ruolo. Oltre ai requisiti generali relativi al possesso della cittadinanza italiana, al godimento dei diritti civili e politici, agli eventuali procedimenti penali o disciplinari, attitudinali psico-fisici, esami diagnostici e requisiti morali e comportamentali che interessano tutti i livelli di carriera nelle Forze Armate, per la Partecipazione al reclutamento di VFP1 richiesta in possesso dei seguenti requisiti specifici:

  • Età non inferiore a 18 anni e non superiore a 25 anni;
  • Completamento dell’istruzione secondaria inferiore.

VFP1 può essere ammesso a un periodo di riesame di un anno su richiesta. I volontari con un limite di tempo di un anno e un tempo di residenza annuale possono raggiungere il grado di sottufficiale (nell’esercito) o Comu, o di 1a classe (in marina) o pilota eletto (nell’aviazione) al più presto tre mesi dopo l’integrazione e dopo una valutazione attitudinale A volontari selezionati viene affidato l’incarico dopo una fase di formazione. A seconda del livello di preparazione raggiunto, i VFP1 possono essere utilizzati su schieramenti sia all’interno che all’esterno dei confini del territorio nazionale, in attesa del completamento del personale nei dipartimenti alpini. Al termine della stazione, i volontari in sosta Fissa A di un anno possono proseguire il loro percorso professionale nelle Forze Armate o nelle competizioni nel Corpo Militare della Croce Rossa Italiana, nella Polizia di Stato, nei Carabinieri (che comprendeva anche la ex Corpo Forestale dello Stato, ora Carabinieri-Comando Unito, partecipano per la tutela forestale, ambientale e alimentare), nella Guardia di Finanza, nella polizia penitenziaria.

Volontario per 4 anni alla stazione base (VFP4) Il volontario per 4 anni alla stazione base è un soldato di carriera proveniente esclusivamente dal VFP1. I volontari con contratto a tempo determinato di un anno o su base annuale, in servizio o in ferie, possono effettivamente partecipare a concorsi di assunzione per un periodo di quattro anni.A tal fine, devono possedere i requisiti già menzionati per il reclutamento di volontari nella stazione base per un anno e inoltre:

  • Attitudine fisio-psico Attitudine al dispiegamento nelle forze armate della Wehrmacht come volontario permanente;
  • non più vecchio di 30 anni.

Ayrıca bakınız: Come fare un succhiotto sul collo

VFP4 può essere ammesso a due periodi di sospensione consecutivi di due anni ciascuno su richiesta. Possono assistere le truppe in servizio permanente nello svolgimento di operazioni all’interno e all’esterno dello stato. del diciottesimo mese dall’ingresso in azienda. Al termine del quadriennio del festival (o di ogni anno di riconferma biennale), i volontari ritenuti idonei e utili inseriti nelle graduatorie annuali di merito sono promossi a ruoli di volontario a tempo indeterminato.

Volontari a termine quadriennale – Atleti (VFP4 – Atleti) C’è anche una competizione speciale per atleti militari come volontari a tempo determinato quadriennale (VFP4 – Atleti). I potenziali atleti devono possedere risultati agonistici almeno di livello nazionale nella disciplina/specialità prescelta certificati dal CONI o dalle Federazioni Sportive Nazionali o, per gli sport non associati o affiliati al CONI, dal Comitato Sportivo Militare. I partecipanti al concorso devono aver compiuto i 17 anni di età e non devono aver superato i 35 anni.

Volontario in servizio permanente (VSP) Sì, puoi diventare un volontario in servizio permanente superando un processo di selezione riservato ai volontari di breve durata e ai volontari permanenti di 4 anni che hanno prestato servizio presso almeno tre anni o che non sono stati in aspettativa per più di due anni nella specializzazione prescelta nell’Aeronautica, nell’Esercito o nella Marina. L’assunzione è prevista fino all’età di 60 anni.

Torna su

Caporali

Caporali Il personale addetto al ruolo di caporale del reclutamento di caporali dell’Aeronautica, dell’Esercito e della Marina è del Servizio volontario permanente attraverso un processo di selezione interna che viene pubblicizzato ogni anno e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Gli aventi diritto possono iniziare la formazione per diventare sergente e devono completare un corso di aggiornamento professionale, al termine del quale ottengono il grado di sergente. Il personale con grado di caporale, previa presentazione di un diploma di scuola media superiore, può essere promosso competitivamente al grado di maresciallo o ufficiale, superando un concorso di esame pubblico bandito dal Ministero della Difesa e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Il concorso è aperto a tutti i cittadini italiani che, oltre ai requisiti generali, siano in possesso dei seguenti requisiti specifici:

  • di età compresa tra i 17 e i 26 anni (28 anni per coloro che hanno già prestato servizio in i militari);
  • Certificato scolastico reale.

Gli eleggibili devono completare un percorso formativo triennale, al termine del quale sono nominati allievo e sono nominati al grado di Maresciallo e di Prima Classe. Personale addetto al ruolo di Maresciallo dell’Aeronautica, Esercito e Marina

Torna su

Ufficiali

L’ingresso nel ruolo di ufficiali nelle forze armate avviene attraverso vari tipi di gare possibili, che si svolgono ogni l’anno con pubblicazione in Gazzetta Ufficiale può essere sia interno che pubblico. In particolare, è possibile diventare ufficiali attraverso un concorso pubblico:

  • accedendo ai corsi di un’accademia militare;
  • Su appuntamento diretto: in questo caso i candidati ufficiali provengono dal mondo civile e sono laureati in discipline di particolare interesse per le forze armate.

Le procedure interne di selezione per l’assunzione degli ufficiali sono riservate ad alcune funzioni del personale delle forze armate. Requisiti di partecipazione e limiti di età sono dettagliati nei relativi avvisi.

Torna all’inizio

Scuole Militari

Ayrıca bakınız: Frasi sul sole: gli aforismi più belli sui suoi raggi luminosi

Un percorso speciale che permette di entrare in contatto diretto con il mondo militare è anche quello che l’addestramento avviene nelle scuole militari delle Forze Armate:

  • Scuola Militare Navale Francesco Morosini di Venezia
  • Scuola Militare Aeronautica Giulio Douhet di Firenze
  • Scuola Militare Nunziatella di Napoli
  • Scuola Militare Teuliè di Mila n.

La formazione offerta dalle scuole militari permette di conseguire il diploma di maturità scientifica dopo i corsi del Liceo classico, delle scienze naturali e del Liceo scientifico europeo (quest’ultimo presso l’esercito di Teuliè militare), a partire dal primo Ginnasio classico o dal terzo Ginnasio scientifico. I programmi corrispondono a quelli delle tre classi del liceo classico e delle ultime tre del liceo di scienze naturali e del liceo europeo di scienze naturali. Vengono insegnate anche materie militari. Durante la loro permanenza a scuola, gli studenti non possono ripetere più di un anno. Alla fine di ogni anno scolastico, gli studenti vengono valutati anche per l’idoneità militare. L’accesso alle scuole militari delle Forze Armate italiane avviene attraverso concorsi pubblici indetti annualmente dal Ministero della Difesa. Possono partecipare i giovani di ambo i sessi che abbiano compiuto i 15 anni di età e non abbiano ancora compiuto i 17 anni. I candidati sono selezionati sulla base di criteri culturali, attitudinali e fisici.Per poter partecipare alla selezione, i candidati devono essere in possesso del diritto alla frequenza del liceo classico o del terzo ginnasio di scienze naturali. i diplomati della scuola devono avere accesso a qualsiasi major o possono richiedere l’ammissione alle varie accademie militari dove gli studenti idonei possono prenotare i posti.

Torna su

Accademie Militari

Le Accademie Militari delle Forze Armate Italiane sono:

  • Accademia Militare di Modena
  • Accademia Navale di Livorno
  • Accademia Aeronautica di Pozzuoli.

I concorsi di ingresso alle accademie militari possono essere sia pubblici che interni. In genere possono partecipare a concorsi per l’ammissione degli ufficiali cadetti alla prima classe dei corsi normali delle accademie finalizzati alla formazione di base degli ufficiali dell’esercito, della marina, dell’aviazione e dei carabinieri:

  • cittadini italiani ambosessi di età pari o inferiore a 22 anni;
  • in possesso di un diploma di scuola media superiore (o in possesso entro la fine dell’anno scolastico) che consenta l’ammissione ai corsi universitari.

Per i requisiti più dettagliati, sia per i concorsi pubblici che per i concorsi interni, si rimanda ai singoli bandi per la nomina a studente ufficiale e si segue il percorso formativo previsto dalla posizione prescelta per il diploma richiesto per le competizioni per soli ufficiali. Al termine della carriera accademica, gli studenti ufficiali sono nominati per il grado di luogotenente.

Torna su

Concorsi

Sul sito del Ministero della Difesa è presente una sezione riservata alle forze armate dove sono pubblicati i relativi concorsi:

  • Reclutamento di ufficiali
  • Reclutamento sottufficiali
  • Reclutamento di volontari e truppe
  • Scuole militari
  • Gare online
  • Gare di avanzamento
  • Concorsi per il personale civile
  • Concorsi pubblici per il personale congedato

Nello specifico, attraverso i concorsi online di difesa, si accede al sistema online per la compilazione della domanda di ammissione per i concorsi del Dipartimento della Difesa per i quali è prevista tale opportunità.

Ayrıca bakınız: Pianta secca: come evitare lappassimento e come risolvere il problema

Torna a.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button