Come

Perché la Ever Given si è incagliata? – Il Post

Dopo che la nave Ever Given, rimasta bloccata per giorni nel Canale di Suez, in Egitto, è stata sbloccata e ha ripreso a muoversi, le indagini sono iniziate per capire la causa dell’incidente. Il capitano della nave e le autorità del Canale di Suez hanno accusato il forte vento (raffica fino a 40 nodi, circa 70 km/h) per aver fatto slittare la barca fino all’attraversamento, occupando l’intero canale. Questa tesi, basata sui dati meteorologici di martedì scorso, giorno dell’incidente, non è del tutto convincente e l’indagine deve chiarire se vi siano stati anche errori umani o tecnici.

Le autorità di Canale di Suez hanno smentito qualsiasi coinvolgimento nell’incidente: “Il Canale di Suez non ha interruzioni. Siamo stati danneggiati nell’incidente”, ha detto Osama Rabie, capo dell’agenzia che gestisce il canale.

Okuma: Come ha fatto la nave a incagliarsi

Tuttavia, vi sono alcuni dubbi sul ruolo che le autorità egiziane hanno svolto o avrebbero dovuto svolgere. Infatti, quando una nave entra nel Canale di Suez, deve imbarcare due piloti delle autorità egiziane, che non hanno il compito di guidare la nave, ma solo di supervisionare il lavoro del capitano e consigliare le manovre da svolta nello stretto.

Ayrıca bakınız: Oroscopo – Come reagiscono i segni alle delusioni? – Wattpad

Come mostra la ricostruzione della rotta Ever Given, la nave aveva iniziato a sbandare a destra e a sinistra quando entrava nel canale, inizialmente a una velocità di 8-9 nodi (circa 16 km/h h) , fino a 13 nodi (ca. 25 km/h) – e poi lasciare che la prua si incagli sul terrapieno roccioso e sabbioso. Secondo Paul Foran, capitano veterano che ha attraversato 18 volte il Canale di Suez, il capitano della Ever Given avrebbe tentato (da solo o su consiglio dei due piloti egiziani) di aumentare la velocità per contrastare la forza del vento e riguadagnare controllo della Nave: Tuttavia, secondo Foran, ciò avrebbe solo peggiorato la situazione viste le dimensioni della nave e l’avrebbe resa praticamente incontrollabile.

Un pilota che lavora per l’Autorità del Canale di Suez ha detto al Washington Post che i due piloti a bordo di Ever Given avevano ciascuno oltre 30 anni di esperienza e che il problema non aveva colpito i piloti tanto quanto avevano fatto la produzione le navi che attraversano il canale, che negli ultimi anni sono diventate sempre più grandi e difficili da gestire: “Le navi sono oggi più grandi di prima. È qualcosa di nuovo che non è mai stato visto prima”, ha detto, sostenendo che con venti di 30 o 40 nodi è facile per le navi così grandi incagliarsi.

La nave Ever Given è gestita dalla compagnia di navigazione taiwanese Evergreen, di proprietà della compagnia giapponese Shoei Kisen Kaisha Ltd. ed è registrato a Panama, una pratica comune a causa di vantaggi fiscali e legali. Poiché batte bandiera panamense, l’indagine sull’incidente è stata affidata all’Autorità marittima panamense, ma le autorità del Canale di Suez hanno annunciato di aver avviato anche una propria indagine.

Ayrıca bakınız: Pesca dagli scogli: esche, canne, montature e tecniche

Secondo il New York Times del capitano John Konrad, fondatore del sito di informazioni marittime gCaptain.com, è possibile che anche il National Transportation Safety Board degli Stati Uniti, la US Federal Transportation Safety Administration, lanci il suo propria indagine sull’impatto che l’incidente ha avuto sull’economia mondiale, compresa quella degli Stati Uniti.

– Leggi anche: Perché siamo affascinati dalla nave nel Canale di Suez

Dopo aver ripreso a muoversi, la Ever Given giaceva nel Great Bitter Lago all’ancora, uno degli spazi aperti del Canale di Suez dove le navi si alternano nella sosta nel passaggio. Martedì, la compagnia Shoei Kisen Kaisha ha dichiarato che ora che la nave è ferma, indagherà sulle cause dell’incidente e dei danni e se è necessario riparare la Ever Given in Egitto o fare il viaggio verso il suo originale per continuare la Destinazione : Olanda.

Ayrıca bakınız: &039Come una fenice risorgerò dalle mie ceneri&039: la mitologia mostra il lato ateo della resurrezione – Il Superuovo

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button