Come

Metodi Insegnamento Matematica Scuola Primaria: Quale Adottare?

Se non riesci a spiegare una cosa semplicemente, significa che non la capisci bene. Albert Einstein

Tutti gli studenti avrebbero amato Einstein come insegnante di matematica perché era molto chiaro che memorizzare frasi e argomenti non è sufficiente. Bisogna capirli, interiorizzarli, per poterli spiegare in modo semplice e conciso.

Okuma: Come insegnare matematica nella scuola primaria

Tuttavia, spesso ci si inciampa: non sempre si riesce a sviluppare la propria argomentazione logica!

Alcuni studenti hanno una capacità più sviluppata di comprendere, interpretare e applicare la matematica e possiedono una mente analitica e cartesiana perfettamente adatta alle esigenze della disciplina interessata.

Altri faticano a capire, ma cercano – a volte invano – di risolvere un’equazione, un teorema e una formula.

La matematica non è facile per tutti… quindi se sei un insegnante, come ti assicuri che tutti possano farcela? La prima cosa da capire è che esistono stili di apprendimento diversi e che non tutti gli studenti rispondono agli stessi stimoli. Abbiamo anche creato un quiz per scoprire il tuo stile di apprendimento e capire meglio di cosa stiamo parlando.

Ecco qualche altro consiglio di Superprof per insegnare la matematica a tutti gli studenti!

Matematica in prima elementare: partire con il piede giusto!

La matematica è come una lingua straniera: ha il suo vocabolario, i suoi codici, il suo modo di pensare e le sue propria cultura.

Chiunque può memorizzare un immenso elenco di formule o padroneggiare il vocabolario specifico e tecnico della matematica, ma non necessariamente sa applicarlo da solo… e quindi c’è il rischio di dimenticare tutto in fretta . Ecco perché è importante avere una buona pedagogia, che è anche il segreto per far appassionare gli studenti alla matematica!

Allora come si fa a insegnare la matematica in modo proficuo? Ecco due idee per iniziare:

  • La prima cosa da fare è lavorare metodicamente, che si può ottenere con la pratica, l’allenamento e le ripetizioni dello stesso esercizio, gli stessi Teoremi, .. .
  • Un altro punto fondamentale che permette di migliorare in modo rapido e sicuro è rappresentare o sostituire un concetto astratto con uno concreto.

Quest’ultimo punto è fondamentale perché ci permette di vedere la matematica come qualcosa di vivo, qualcosa di significativo e non di arte astratta, una scienza oscura che non ha nulla a che fare con la vita di tutti i giorni.

Oggi tanti bambini vengono a scuola con una certa conoscenza… tutto grazie a cartoni animati e giochi educativi! (chissà, potrebbero non esserti utili…)

In effetti, non c’è niente di meglio che insegnare la matematica in prima elementare attraverso il gioco.

Metodi di insegnamento della matematica nelle scuole elementari: fare le carte

La matematica non si pratica solo, si impara!

Quando si tratta di imparare la matematica, c’è un modo efficace per trattenere le idee: creare carte.

p>

Preparali per i tuoi studenti.

Su ogni foglio, riassumi una lezione con definizioni, proprietà, teoria, teoremi, formule, equazioni, grafici, ecc.

Scrivendo fogli di metodo, i tuoi studenti apprendono i loro contenuti quasi inconsciamente.

Puoi auto-organizzare il modo in cui impari queste note, come le riassumi e le trascrivi, ricorrendo generalmente ad un uso specifico dei colori di scrittura.

Scopri anche tu qual è la visione di un vero insegnante di Matematica 2.0!

Ad esempio, digita “matematica online” e scopri subito tutto ciò che il web ha da offrire!

Metodi didattici in matematica

Padroneggiare la matematica significa porsi le domande giuste e trovare le risposte giuste.

Certo è importante avere delle idee e soprattutto un metodo chiaro!

Ripeti gli esercizi

Alcuni hanno bisogno di ripetere, ripetere, ripetere ciò che hanno imparato e letto perché la matematica è praticabile.

Per sapere se un argomento è ben compreso, deve essere applicato direttamente attraverso esercizi: solo così può essere interiorizzato.

Risolvere un sistema di equazioni per due incognite non è una conclusione scontata. Solo dettagliando ogni passaggio – isolando l’ignoto, sostituendolo con un altro, eventualmente cambiando il segno – si può ottenere il risultato corretto.

In questo modo possiamo rimuovere i blocchi matematici.

Sarà quindi sempre importante suggerire agli studenti gli esercizi e le domande appropriati affinché possano mettersi alla prova e capire se – in pratica – hanno davvero un’idea.

Capire la matematica

A rischio di ripeterci, ricorda che non basta imparare la matematica, devi capirla davvero.Questo significa essere in grado di spiegare qualsiasi ragionamento.

Metti alla prova i tuoi studenti in modo che capiscano che lo stai facendo nel loro migliore interesse.

3 è solo il numero perfetto quando non si tratta della voce della domanda! Fai capire ai tuoi studenti che li stai testando per il loro bene.

Mai guardare le soluzioni

Sembra ovvio a prima vista, ma è senza dubbio uno dei fondamenti fondamentali dell’apprendimento della matematica.

Ayrıca bakınız: Dread Capelli rasta: come si fanno in casa e come si lavano

Per ricordare senza usare le soluzioni:

  • Non fermarti a metà mentre la scintilla ti permette di risolvere un compito non innescato,
  • leggi la matematica appunti delle lezioni più e più volte,
  • prova compiti più semplici,
  • aumenta gradualmente la difficoltà,
  • confronta quelli vecchi Errori per vedere quali progressi sono stati fatti ,
  • Prova a dimostrare tutto, cioè esamina ogni elemento del problema per capirlo meglio,
  • Prova , comprendi ogni elemento, comprendi che ogni elemento appartiene a un tutto , consolidare le proprie basi matematiche,
  • Spiegare il problema risolto a una persona vicina che mostra i risultati per verificare se l’esercizio è stato ben compreso.

Assicurati che i tuoi studenti abbiano l’opportunità di seguire questo percorso e avrai studenti molto forti nella tua materia!

Insegnare la matematica in prima elementare: consigli metodologici da un professore

A Stanford, un’insegnante di educazione, Jo Boaler, presenta un metodo alternativo per insegnare la matematica ai bambini: leggere libri di testo di matematica è stato in giro per non un buon metodo di apprendimento da molto tempo.

Tuttavia, è necessario insistere su due diverse tecniche:

  • I pensieri positivi: il cervello dei soggetti nel fase di sviluppo crescono notevolmente a causa degli errori commessi rispetto a soggetti con mente fissa. Le scansioni MRI di giovani studenti mostrano la convinzione che un potenziale illimitato porta a un apprendimento efficace;
  • Un altro modo per chiedere.

Boaler offre diversi suggerimenti alternativi:

  • Poni domande aperte,
  • Incoraggia la creatività e la visualizzazione,
  • conta con le dita,
  • lascia che i bambini costruiscano il problema da soli.
Contare con le dita: ai piccoli studenti non dovrebbe mai essere vietato farlo.
Il conteggio delle dita è un modo efficace per imparare l’aritmetica per i più piccoli… vietato vietarlo!

Il Boaler afferma inoltre che le pressioni della velocità, dei test a tempo e della memorizzazione alla cieca rendono più difficile l’apprendimento della matematica.

Una tale visione si scontra con molte convinzioni riguardanti l’insegnamento accademico delle materie scientifiche e persino la matematica e la geometria ai bambini!

A cosa stai pensando invece? Qual è la tua opinione in base alla tua esperienza?

Lezioni di matematica divertenti: può funzionare?

Capire dietro a tutto

Facciamo un passo indietro: come sosteneva Einstein, qualcosa non può essere insegnato se prima non viene pienamente compreso. Naturalmente, lo stesso argomento vale per la matematica. Come spiegare uno studio funzionale se non è stato studiato e praticato per mesi, anni? Impossibile!

Attenzione, però: la necessità di comprendere vale per tutti i livelli di matematica da insegnare. Ciò significa che si applica non solo a concetti più complessi come logaritmi, derivate, ecc., ma anche alle operazioni di base.

Beh, anche se addizione, sottrazione, divisione e moltiplicazione sono concetti che sono entrambi nostri ha integrato e metabolizzato per anni o decenni sin dai primi mesi delle elementari, non significa che possa essere spiegato a qualcuno che è completamente privo di concetti matematici.

La didattica della matematica nella scuola elementare

C’è quindi un elemento in più da non trascurare. È più complesso insegnare a un bambino che a un adulto; l’approccio da utilizzare deve essere ottimizzato per l’età, deve tener conto che i più piccoli usano una terminologia diversa rispetto agli adulti. Il loro grado di astrazione è limitato e si riducono i riferimenti ad altri soggetti o campi che ne possono derivare.

Nei primi anni della scuola primaria, in 1° elementare, in 2° elementare e talvolta anche in 3° elementare, si possono utilizzare lezioni di matematica ludica: giochi, premi, colori, disegni, .. . sono altrettanti trucchi per aiutare i bambini a comprendere i primi e più elementari concetti di matematica.

Gli insegnanti devono quindi mettere da parte libri e mappe per usarli diversamente materiali, più o meno tradizionali, più alternativi o meno: si pensi ad esempio ai cosiddetti righelli, cuboidi di diversa lunghezza e proporzionali al numero – da 1 a 10 – che rappresentano: Sono usati per insegnare addizioni e sottrazioni nella scuola elementare. I video divertenti possono anche essere un ottimo modo per rendere divertente la matematica, così come altre attività oltre al semplice insegnamento frontale.

La scuola primaria è il metodo stabilito nella scuola elementare

Quando lo farai impara la matematica con un metodo preciso e ben strutturato, il resto del percorso sarà molto più semplice.

Questo per sottolineare che le basi della matematica si pongono nella scuola elementare: provarci Correggere alcuni errori di impostazione in un secondo momento è certamente lodevole (sia da parte dell’interessato che da parte del docente che lo farà) , ma non è detto che gli stessi livelli di eccellenza o comunque possano essere discreti

Come per la costruzione di una casa bisogna prima gettare le fondamenta. Solo allora si potrà procedere con la costruzione del resto della casa: muri, piano terra, primo piano, tetto,…

Nella scuola secondaria di primo e secondo grado il metodo sarà sempre importante , ma qui gli studenti hanno abbastanza autonomia per riconoscere ciò che devono correggere, magari con l’aiuto di un tutor, nel loro metodo, nel loro apprendimento, nella loro pratica.

Metodi innovativi per l’insegnamento della matematica: alcuni metodi basati su tecniche di memorizzazione

Spesso si incontrano tecniche per memorizzare numeri di telefono e date di nascita.

Da 1 a 100, per ogni numero c’è un oggetto o un’immagine e così ci inventiamo – spesso strane – storie per ricostruire i numeri di telefono.

Cosa c’entra questo con la matematica?

Questa procedura può aiutare coloro che hanno difficoltà con l’algebra semplice e l’aritmetica mentale.

Esempio: calcolare 248 679 potrebbe essere difficile per alcuni. Assegnando un oggetto alle sei cifre dell’operazione di addizione, si ha una storia che porta al risultato: 927!

Questa tecnica mnemonica è utile anche per:

  • memorizzare la tabellina,
  • evitare di usare una calcolatrice,
  • memorizzare la lista della spesa,
  • Memorizzare i nomi delle persone presentate a una festa,
  • Includere il proprio numero di previdenza sociale,
  • Prendere nota delle parole chiave su Internet, ecc…

Oltre all’aritmetica mentale, le lezioni di matematica includono anche molte altre difficoltà:

  • capire la scrittura matematica e aritmetica,
  • padroneggiare il massimo comun divisore, figure geometriche, prove geometriche,
  • calcolare con successo percentuali, probabilità e integrali,
  • saper derivare funzioni, creare una tabella delle variazioni ,
  • risolve i problemi con i calcoli letterali,
  • conosce prodotti degni di nota,
  • sa come sviluppare, ridurre in f act vostra, soluzione di un prodotto incrociato, fattoriali, ecc.

L’apprendimento della matematica dipende dalla scelta di un buon supporto pedagogico, …

Insegnare la matematica: metodi alternativi

h2 >

Al di fuori della scuola tradizionale, vengono generalmente proposti altri metodi per imparare la matematica…

È bene conoscerli per trarre ispirazione e/o per prendere le distanze da loro!

Metodo Assimil

Risale al 1929 ed è stato inventato dalla casa editrice Assimil.

Si basa sull’assimilazione intuitiva e su un lavoro quotidiano di 30 minuti.

Come li usi in matematica?

Ayrıca bakınız: Svezzamento bambini: schema e ricette – PianetaMamma.it

Tutti i giorni a casa, al lavoro, durante la pausa, si leggono e si ascoltano frasi, equazioni, problemi: a ciascuno corrisponde solitamente una lezione e ogni lavoro ha dalle 60 alle 150 lezioni.

Mezz’ora di pratica alla fine di ogni lezione ti permette di imparare senza costrizioni o sforzi significativi.

A tutti i 5 o 6 capitoli viene offerta una lezione esplicativa che raccoglie i punti principali.

Il flusso di parole è lento per una migliore comprensione.

Il metodo è va bene solo se hai una memoria uditiva (non visiva) e non sei abituato a memorizzare la scrittura.

Ma la matematica non è il massimo in generale.

La matematica deve farlo essere scritto, necessita di revisione, necessita di errori e cerca di eliminare questi ultimi.

Metodo Berlitz

Usato da oltre 135 anni e basato su fatti concreti.

Ti permette di pensare concretamente alla matematica, ma funziona benissimo anche per le lingue.

Berlitz offre due tipi di apprendimento: individualmente e in piccoli gruppi.

Le lezioni sono varie e motivanti; tuttavia, richiede una visita a un centro che pratica il metodo Berlitz.

Questo metodo è compatibile anche con l’apprendimento della matematica tramite Skype?

Il metodo di Singapore

Secondo allo studio internazionale TIMSS “Trends in International Mathematics and Sciences Studies”, Singapore ha i migliori studenti di matematica.

Singapore è indipendente dal 1965 e ha posto l’insegnamento della matematica e delle scienze come una priorità.

Le commissioni governative hanno dedicato 40 anni alla ricerca di un metodo efficace che metta il Paese ai vertici delle valutazioni TIMSS e PISA dal 2008.

Singapore e la matematica, un legame indissolubile .
Singapore e la matematica hanno un rapporto molto stretto… ecco i migliori studenti di matematica del mondo!

Il Metodo Singapore incoraggia i bambini a passare dal concreto all’astratto e dal semplice al complesso.

Ogni argomento è spiegato in modo breve e chiaro; I bambini si confrontano quindi con la risoluzione di problemi matematici utilizzando il cosiddetto approccio “concreto-visivo-astratto”:

Gli studenti imparano prima l’addizione manipolando dadi, pezzi di gioco o oggetti (cemento): una matita, a Foglio di carta, due portapenne, tre gomme, ecc.

Gli oggetti vengono poi sostituiti da immagini (visivamente): una colonna di dieci gomme diventa, ad esempio, il numero 10 o un centesimo.

A poco a poco, l’insegnante porta i ragazzi a lavorare solo con simboli e numeri (astratti).

Metodo Kumon

Giapponese, qui poco conosciuto, sperimentato in Canada e negli USA: prende il nome dal suo fondatore Toru Kumon (1914-1995).

Il metodo Kumon si basa sull’apprendimento del calcolo in modo che lo studente possa padroneggiare i concetti di base nel suo ritmo integrato .

Lo studente convalida uno per uno i diversi termini ed evidenzia le proprie abilità risolvendo rapidamente i test.

L’idea è di rispettare le fasi di apprendimento mostrando la b faccio un esempio concreto per generalizzarlo a tutte le operazioni.

Un’altra soluzione: il tutoring

L’altra soluzione ricorrente per l’apprendimento della matematica è il tutoraggio di un insegnante.

Oltre al regolare accompagnamento dello studente, l’insegnante offre un metodo di apprendimento personalizzato.

Il rapporto privilegiato con un insegnante di matematica a casa consente un legame tra studente e professore: questo rafforza l’autostima, formula domande, evita l’isolamento e la paura degli altri.

Il corso a casa fornisce motivazione e fiducia attraverso lezioni personalizzate.

Se sei interessato all’insegnamento della matematica a casa o alla didattica a distanza, registrati come tutor sulla piattaforma Supeprof e trova i tuoi futuri studenti!

Bene, tutto sommato, sei pronto per affrontare questa entusiasmante sfida di insegnamento della matematica?

Buona fortuna!

Ayrıca bakınız: Cucinare i ceci – Ammollo, cottura e ricette – La guida completa – Vegolosi.it

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button