Come

Magnete Contatore Luce: le pene per Furto di Energia Elettrica

Il magnete sul contatore elettrico ti permetterebbe di compensare i consumi misurati e ottenere una bolletta più “leggera”. L’operazione è una manipolazione illecita del contatore assimilabile al furto ed è quindi punibile. Ecco cosa rischi installando un magnete e le sanzioni per farlo.

Nel tempo, i metodi per rubare energia sono diventati più sofisticati: a cominciare dal collegamento illegale tramite cavo a l’innovativa modifica software dei più moderni contatori.

Okuma: Come manomettere contatore del gas elettronico

Il furto può essere a carico del distributore se allacciato alla rete elettrica pubblica, oppure a danno di un privato se allacciato al privato rete elettrica, cioè dopo il contatore, segue. Vediamo cosa succede.

L’energia elettrica è considerata una “cosa mobile” e quindi utilizzarla senza regolare contratto o manomettendo cavi o contatori costituisce reato penale ai sensi dell’art. . 624 c.p..

Trucchi per manipolare il contatore di energia elettronico

Dai collegamenti abusivi, ai collegamenti “fantasma” alla rete elettrica, alle ultime tecnologie con computer e magneti: sono tanti trucchi per rubare elettricità . I contatori di elettricità erano meccanici e avevano un disco nero che ruotava continuamente per registrare i consumi. In questo caso il posizionamento del magnete, che fungeva da freno magnetico, ha rallentato la ruota, risultando quindi in minori consumi rispetto a quelli reali.

Un’altra soluzione era un negativo fotografico all’interno del bancone. sempre allo scopo di bloccare la ruota. Successivamente gli esposimetri sono stati sostituiti dai nuovi modelli elettronici e anche quelli smart si sono adattati ai progressi tecnologici.

Una delle possibili manipolazioni è l’inserimento di un resistenza strong> interna, che modifica l’amperaggio e quindi il consumo effettivo. Il suo funzionamento non è così semplice, poiché è necessario aprire il contatore, che ora è dotato di un sensore che segnala al distributore l’eventuale manipolazione. Per questo motivo è necessario prima disattivare questo sistema di allarme per poter intervenire successivamente inserendo la modifica nel dispositivo. Il magnete, invece, funziona dall’esterno e deve essere posizionato in un certo modo sopra il bancone. Il magnete sul contatore è una truffa a tutti gli effetti, dove si rischia la pena.

Anche aprire il contatore del gas è un reato penale! La sanzione per la manomissione del contatore del gas è la reclusione da 6 mesi a 3 anni e la multa da 103 euro a 1032 euro.

Come funziona il magnete del contatore elettronico?

Ayrıca bakınız: Il filtro della macchina da caffé: manutenzione e pulizia – MarketCaffe

Il magnete è un vecchio trucco per indurre il fornitore a pagare meno energia di quella effettivamente utilizzata. Basta mettere un magnete, cioè un magnete sul contatore elettrico, e i consumi registrati saranno inferiori ai consumi effettivi. Il trucco del magnete funziona anche con i contatori di energia elettronici modificandone il consumo.

Senza addentrarci troppo nella teoria fisica, il magnete riesce a bloccare il funzionamento del trasformatore all’interno del contatore. Per fare ciò, è necessario utilizzare un magnete molto potente di forma adeguata, che porta alla saturazione del nucleo del trasformatore. In alcuni modelli di contatori con telelettura, gestiti da remoto, cioè telecomandati, sono stati installati anche sensori che segnalano anomalie del campo magnetico e smascherano immediatamente il tentativo di sabotaggio.

Quali sono le penalità per i Magneti sul contatore di energia?

Oltre al fatto che la fornitura viene subito tagliata, chiunque venga individuato rischia sanzioni molto severe, vediamo quali sono. L’alimentazione viene interrotta dalla interruzione dell’energia elettrica e spesso il contatore viene rimosso e portato per i necessari controlli. I rischi affrontati da coloro che eseguono tali manipolazioni sono:

1. Una causa civile del provider

Innanzitutto, il truffatore rischia una querela civile da parte del fornitore di servizi. Il fornitore può pretendere il pagamento sia della fattura che del danno subito e anche la fattura finale può essere molto elevata. Con l’analisi storica dei consumi, l’azienda può pagare l’energia sottratta in quel periodo.

2.Una denuncia penale

La persona che commette questo atto illecito con il magnete sul contatore presenta una denuncia penale per furto per uso di mezzi fraudolenti. Il furto di energia elettrica mediante manipolazione del contatore è, infatti, reato punito dagli artt. 624 e 625 cp. La sanzione per il furto dell’energia elettrica è la reclusione fino a 6 anni e la multa.

Certo, c’è anche la possibilità di aggravarsi se l’incidente è fraudolento o per le altre circostanze previste dall’art. 625 , comma 2 (furto e aggravanti) cp e in tal caso la pena è aumentata. L’uso di mezzi fraudolenti si verifica, ad esempio, quando viene impedita la determinazione dei consumi energetici o quando viene utilizzato un particolare escamotage per celare l’evento al proprietario del bene.

L’aggravante il Mezzo fraudolento, si verifica anche quando il collegamento avviene con un semplice mezzo visibile, non necessariamente nascosto alla vista, poiché in ogni caso si tratta di uno stratagemma per ingannare l’impresa distributrice.

Un altro punto importante è che si tratta di un atto penale d’ufficio che in ogni caso sfocerà in procedimento penale, anche se tutto quanto richiesto dall’azienda elettrica è a carico del cliente. Il pagamento delle utenze richieste dai giudici può essere considerato un’ammissione di colpevolezza, portando ad una probabile condanna.

Qualcuno ti sta rubando l’elettricità?

Ayrıca bakınız: Come capire se un televisore ha il digitale terrestre incorporato

A volte capita che il vicino si colleghi al tuo cavo , ad esempio se il contatore è in un armadietto insieme a tanti altri in un luogo accessibile a terzi. In alcuni casi, quando iniziano a rubarti energia, il display potrebbe spegnersi più spesso perché c’è una maggiore richiesta di energia. Per altri, invece, può essere difficile individuare subito il furto poiché l’unico campanello d’allarme sono le bollette alte. Se il fornitore di energia si accorge della manipolazione e non il cliente, quest’ultimo può passare dall’essere una vittima a un autore a causa del “trasferimento di energia elettrica a terzi”.

Cosa fare se pensi che la tua elettricità sia stata rubata?

Dubiti che qualcuno ti stia rubando la luce?

Quando hai un tale dubbio, la prima cosa che dovresti fare è assicurarti che sia così. Puoi eseguire un semplice test staccando gli interruttori del tuo centralino di casa o di tutti i dispositivi e dispositivi che consumano energia elettrica e andando al contatore (ricorda che alcuni dispositivi consumano una quantità minima di energia anche quando sono spenti e solo collegati alla rete). Il display del dispositivo permette di visualizzare alcuni dati, tra cui la potenza istantanea, che indica se stiamo assorbendo energia, e quindi elettricità, dalla rete in quel momento. Verificare se la potenza istantanea assorbita è zero premendo il pulsante accanto al display, nel contatore di distribuzione E (gruppo Enel) viene visualizzato con Instant Pot. In caso contrario, significa che qualcuno ha collegato inconsapevolmente i cavi dopo il contatore e stai pagando la bolletta dell’elettricità per entrambi. In ogni caso consigliamo di chiamare un elettricista esperto per accertare il furto e verificare se il contatore è stato manomesso. Contatta immediatamente le autorità preparate per un reclamo e lascia che i tecnici del rivenditore eseguano un controllo del contatore.

Se sei certo che qualcuno stia rubando l’elettricità devi:

  1. Denunciare l’accaduto alla polizia : carabinieri, guardia di finanza… ;
  2. Se il contatore è stato manomesso, chiama il tuo fornitore e chiedi come può essere verificato.

Il passo successivo è la ispezione da parte di un tecnico che verificherà il contatore e il cablaggio elettrico per determinare il furto e l’identità del ladro.

L’inquilino ha manomesso l’esposimetro?

Nel caso in cui il locatore si accorga che il contatore di energia è stato manomesso dall’inquilino, è necessario immediatamente contattare le autorità > competente . Se l’inquilino non è più raggiungibile, c’è la possibilità di sporgere denuncia a sconosciuti. Questo è l’unico modo per proteggersi da pretese finanziarie o reclami contro di te.

I metodi di furto più comuni

I metodi possibili per rubare energia sono diversi, qui elenchiamo quelli più comuni:

  • l ‘ Collegamento abusivo direttamente ai cavi di rete pubblica;
  • il collegamento al cavo di alimentazione di altro utente che paga inconsapevolmente il consumo del trasgressore;
  • Rompere il sigillo del commerciante per bypassare il proprio sportello;
  • Manipolazione del contatore utilizzando un resistore o un magnete;
  • Manipolazione del misuratore mediante modifica del software.

La manomissione di un magnete o di una resistenza

Tra i reati di furto rientra quindi anche la manipolazione del contatore con un magnete , che consiste nel prelevare un forte magnete direttamente al contatore, che rallenta il conteggio dei consumi. Questa pratica funziona anche sul contatore elettronico che agisce sul trasformatore. Il trucco inserendo una resistenza cambia la corrente e in questo modo il contatore può registrare meno della metà del consumo effettivo.

Ayrıca bakınız: Come conservare la pasta fresca fatta in casa | Cucina Tecnologica

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button