Come

Come si determina il parametro “g”, grado di complessità, di

Calcolo dei corrispettivi nei lavori pubblici: come definire i corrispettivi secondo le nuove regole con un esempio pratico

Il Calcolo dei corrispettivi è sempre stato un tema delicato : in In den Negli ultimi anni la normativa è cambiata più volte, modificando il ruolo delle tariffe e dei parametri per la determinazione delle tariffe. Per questo, utilizzare un software è la soluzione migliore per non perdere aggiornamenti normativi e rischiare errori Calcolo dei compensi professionali, scaricalo ora, gratis per sempre.

Okuma: Come si determina il parametro “g”, grado di complessità, di

In questo articolo analizziamo:

  • il processo normativo degli ultimi anni
  • Calcolo, con un esempio pratico, della retribuzione professionale nei lavori pubblici

Calcolo della retribuzione professionale: il processo normativo

h2>

Decreto Legislativo “Bersani” n.223/2006, art. 2, comma 1, lettera a) ha abrogato le disposizioni di legge e regolamentari che, in materia di attività professionali e intellettuali, prevedevano l’obbligo di introdurre tariffe fisse o minime.

Il provvedimento ha dato il via libera per la prima volta a addebitare compensi liberamente concordati tra il commercialista e il cliente

Fanno eccezione i seguenti casi alle Casi del Decreto Bersani:

  • Liquidazione onorari giudiziali: Il giudice può regolare onorari giudiziali e professionali sulla base dell’onorario professionale.
  • Lavori pubblici: le stazioni appaltanti possono applicare tariffe quando ciò sia ragionevolmente ritenuto sufficiente come criterio o riferimento per la determinazione della remunerazione delle prestazioni professionali

Tuttavia, le tariffe hanno e i parametri continuano ad essere una funzione fondamentale per il professionista per determinare il proprio compenso in modo corretto ed equilibrato, nonostante la possibilità prevista dalla legge di concordare liberamente il compenso con il cliente. 163/2006 dopo l’emanazione del correttivo (D.lgs 152/2008)

Dal 2011 sono seguiti ulteriori interventi legislativi, in merito alla riforma degli ordinamenti professionali fino al cd “decreto parametro”.

Decreto parametro

Il decreto parametro è stato introdotto dal DM 140/2012 (riforma del compenso professionale). Poi è stata la volta del DM 143/2013, che ha fissato i corrispettivi da addebitare come base per le gare negli appalti pubblici di servizi di architettura e ingegneria.

Infine, il DM 17 giugno 2016 di attuazione dell’art. 24, comma 8, del D.Lgs. 50/2016 (nuova Legge sugli Appalti).

La nuova Legge sugli Appalti, nella sua versione originaria, prevedeva la possibilità facoltativa di utilizzare le tabelle del D.M. 17 giugno 2016 di cui sopra; A seguito delle modifiche del D.Lgs. 56/2017 (Codice Correttivo Appalti Pubblici), viene introdotto l’obbligo di utilizzare le tabelle sopra riportate per il calcolo dei corrispettivi dei lavori pubblici.

new Il testo è il seguente:

Il Ministro della Giustizia, d’intesa con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, autorizza l’emanazione con apposito decreto entro e non oltre 60 giorni dalla data di entrata in vigore del presente Codice, i tariffari corrispondenti al livello qualitativo dei servizi e delle attività di cui al presente articolo e all’articolo 31, comma 8.

I canoni di cui sopra sono utilizzati dai partner contrattuali delle stazioni come criterio o base di riferimento per la determinazione dell’importo da utilizzare come base per la gara.Fino alla data di entrata in vigore del regolamento di cui al presente comma, si applica il comma 6 dell’articolo 216

In particolare, occorre fare riferimento alle tabelle per il calcolo delle seguenti attività :

  • Progettazione (di fattibilità tecnica ed economica, definitiva ed esecutiva)
  • Coordinamento della sicurezza (in fase di progettazione ed esecuzione)
  • Gestione del sito
  • Collaudo
  • Ordini di supporto tecnico-amministrativo alla Rup e al dirigente

Calcolo della retribuzione professionale: DM 17 giugno 2016

Per determinare la retribuzione , valgono i seguenti parametri (che puoi facilmente calcolare con Comensus-LP puoi trovare e compilare):

  1. Parametro “V”, dato dai costi delle singole categorie da cui deriva la remunerazione composto significa lavoro
  2. parametro “G”, relativo alla complessità del servizio
  3. parametro “Q” si riferisce alla specificità del servizio
  4. parametro base “P ” si riferisce al costo economico di ciascuna categoria che compone l’opera

Il parametro V definisce il valore dell’opera in termini di costo di ciascuna categoria ed è determinato dal budget di progetto o dal consuntivo lordo delle fasi di gestione e collaudo, sulla base dei criteri elencati nella Tabella Z-1. Per i servizi relativi a opere esistenti, tali costi corrispondono all’importo totale delle opere esistenti e nuove oggetto del servizio.

Ayrıca bakınız: Lettera di presentazione via email: 10 consigli per scriverla

Il parametro G, relativo al grado di complessità del servizio, è individuato per ciascuna categoria e per ciascun obiettivo funzionale utilizzando i criteri riportati nella Tabella Z-1.

Il parametro di incidenza Q, relativo alla specificità del servizio, è individuato per ciascuna categoria di lavoro nella Tabella Z-2 del Decreto.

Il parametro fondamentale P, funzione del valore dell’opera applicato al costo di ciascuna categoria costituente l’opera in base ai criteri di cui alla tabella Z-1, è dato dalla seguente espressione:

P = 0,03 · 10 / V0.4

Per importi delle singole categorie di lavoro inferiori a 25.000 euro, il parametro P può corrispondere a questo valore dell’importo del parametro P meno i costi e le commissioni, si applica la seguente formula:

CP = ∑ (V × G × Q × P)

L’Importo dei costi e delle spese accessorie I compensi sono fissati in un’unica soluzione per i seguenti importi:

  • Per importi fino a un milione di euro è fissato un massimo del 25% della remunerazione
  • uguale o superiore a 25 milioni di euro è determinato al massimo nel 10% della remunerazione
  • per importi intermedi al massimo nella percentuale determinata per interpolazione lineare Entsatz

Tabella Z-1

La tabella z-1 allegata al decreto del 17 giugno 2016 definisce il parametro G relativo a il grado di complessità del

Il parametro G è identificato secondo i seguenti punti:

  • Categorie
    • Edifici
    • Strutture
    • Impianti
    • Infrastrutture per la mobilità
    • Idraulica
    • Tecnologie dell’informazione e della comunicazione
    • paesaggio gio, ambiente, naturalizzazione, alimentazione, zootecnia, ruralità, foreste
    • territorio e pianificazione urbanistica
  • destinazioni di viaggio funzionali
  • Corrispondenze
  • Identificazione delle opere

Tabella Z-2

Dalla tabella z-2, allegata a il regolamento del 17 giugno 2016, è possibile determinare il parametro di incidenza Q secondo i seguenti punti:

  • Fasi del servizio
    • Pianificazione e programmazione ng li>
    • Attività per la predisposizione del progetto
    • Progetto (preliminare, definitivo ed esecutivo)
    • Direzione dell’esecuzione dei lavori
    • Controlli e prove
    • Monitoraggio
  • Descrizione dei singoli servizi
  • Categorie

Esempio pratico per Calcolo dei corrispettivi tramite software

Di seguito un esempio pratico utilizzando il programma Compensus-LP, il software gratuito di ACCA

Vogliamo determinare la corrispondenza in base all’aggiudicazione di appalti pubblici Appalti per servizi di architettura e ingegneria (DM17/06/2016) dopo aver ricevuto il seguente ordine:

Incarico della progettazione, direzione lavori e coordinamento della sicurezza per la realizzazione di un edificio scolastico

Il compenso complessivo delle prestazioni professionali calcolato dalla definizione delle seguenti voci:

  1. Progettazione, direzione lavori e coordinamento della sicurezza
  2. Servizi di vacante
  3. Spese e spese accessorie

Progettazione, direzione lavori e coordinamento della sicurezza

Per prima cosa definiamo:

  1. il valore dell’opera [V]: 500.000,00 euro
  2. Categoria di lavoro: EDILIZIA
  3. Definizione funzionale: salute, istruzione, ricerca

Parametro P

Possiamo definire il parametro sul valore del lavoro P con la seguente espressione:

Ayrıca bakınız: Distorsione al ginocchio come curarla – Centro Fisioterapia

P = 0 .03 10 / V0 . 4

Con questo otteniamo: P = 0.03 10 / 5000000.4 = 0.082531

Parametro ro G

Entrando nella tabella Z-1, determinare il livello di difficoltà [G] pari a 1.15, in funzione della descrizione della fase di esecuzione e della prestazione individuale: [E.09] Scuole secondarie di primo grado livello su 24 classi – Collegi su 25 classi – Case di cura

Parametro Q

Usando la tabella Z-2, possiamo leggere il parametro di incidenza [Q] e ottenere per ogni articolo il relativo importo (VxGxQxP), le cui specifiche sono:

  • Relazioni, progetti, disegni [QbI.01 = 0,09] …… 4.270,98 euro
  • Calcolo riepilogativo delle spese per il quadro del progetto [QbI.02 = 0,01] …… 474,55 euro
  • Descrizione speciale e descrizione del servizio dello schema contrattuale [QbI.05 = 0,07] …… 3.321,87 euro
  • Relazione sismica [QbI.09 = 0,015] …… 711,83 euro
  • Relazione geologica:
    • Fino a 250.000,00 euro: [QbI. 11 = 0,039] …… 925,38 euro
    • Sul surplus fino a 500.000,00 euro: [QbI.11 = 0,01] …… 237,28 euro
  • Prima indicazioni e specifiche per la realizzazione dei piani di sicurezza [QbI.16 = 0,01] …… 474,55 euro
  • Relazioni generali e tecniche, grafici, esecuzione dei calcoli [QbIII.01 = 0,07] …… 3.321,87 euro
  • Dettagli costruttivi e decorativi [QbIII.02 = 0,13] …… 6.169,19 euro
  • Capitolato preventivo, quadro economico, listino ed eventuale valutazione, immagine percentuale del carico di lavoro [QbIII.03 = 0,04] ​​…… 1.898,21 euro
  • Schema di appalto, testi speciali di gara, tempistica [QbIII .04 = 0,02] … … 949,11 euro
  • Piano di conservazione dell’opera [QbIII.05 = 0,02] …… 949,11 euro
  • Progettazione olistica e coordinata – integrazione dei servizi specialistici [QbIII .06 = 0,03] …… 1.423,66 euro
  • Piano di sicurezza e coordinamento [QbIII.07 = 0,1 ] …… 4.745,53 euro
  • Costruzioni Monitoraggio, partecipazione a prove, prove di accettazione [QcI.01 = 0,32] …… 15.185,70 euro
  • Contabilità (art. 194, comma 1, d.P.R. 207/2010) – Reporting e liquidazione contabile [QcI.02 = 0,03] …… 1.423,66 euro
  • Contabilita’ di lavoro su commissione:
    • Fino a 500.000,00 euro : [ QcI.09 = 0,06 ] …… 2.847,32 euro
    • Certificato di corretta esecuzione [QcI.11 = 0,04] ​​…… 1.898,23 euro

Il valore del la retribuzione totale, meno spese e commissioni, risulta dall’aggiunta di tutte le voci sopra definite:

CP = ∑ (V × G × Q × P) = 51.228,03 euro

Servizi per posto vacante

Saranno remunerati i seguenti servizi aggiuntivi da addebitare per posto vacante:

  • all’impiegato l’importo di 75,00 euro/ora per 2 ore = 150,00 euro
  • per l’aiuto inserito nel registro l’importo di 50,00 euro/ora per 2 ore = 100,00 euro
  • al concetto di aiuto, l’importo di 37,00 euro/ora per 2 ore = 74,00 euro

Quindi quel totale Credito d’ufficio per ferie pagate pari a: 324,00 euro

Contributi e spese ssori

Spese generali di studio (forfait) sono il 25% della retribuzione per le prestazioni di libero professionista (25% * 51.552,03 euro) si presume siano: 12.888,01 euro

Riepilogo

Il compenso complessivo per le prestazioni professionali è: 51.228,03 euro 324,00 12.888,01 euro = 64.440,04 euro

più:

  • il contributo integrativo (4% ) del fondo pensione, che il 64 corrisponde a 440,04 euro a 2.577,60 euro
  • la base imponibile dell’IVA (22%), definita come = 0,22 (64.440,04 euro 2.577,60 euro ) = 14’743,88 euro

è quindi il saldo totale: 64’440,04 euro 2’577,60 euro 14’743,88 euro = 81’761,52 euro

Ayrıca bakınız: INPS – Dettaglio Prestazione: Assegno per il Nucleo Familiare – ANF

Fai clic qui, per scaricare un esempio di calcolo della tariffa in formato PDF

Fare clic qui per scaricare Comensus-LP gratuitamente

Ayrıca bakınız: INPS – Dettaglio Prestazione: Assegno per il Nucleo Familiare – ANF

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button