Come

Test salivari per COVID: tipologie, affidabilità e funzionamento

Che cos’è un test della saliva per COVID-19?

Un test della saliva per la rilevazione del COVID è un test volto a rilevare la presenza del virus in un campione di saliva, un approccio che lo rende meno invasivo e quindi più accettabile per il paziente rispetto ai tamponi tradizionali.

Esistono due tipi di test della saliva con proprietà fondamentalmente diverse:

Okuma: Come si fa il tampone salivare

  • test della saliva antigenico , cioè test che, in caso di una reazione con le proproteine ​​caratteristiche dell’involucro del virus diventa positiva. Di solito sono destinati al fai-da-te e sono quindi venduti direttamente al pubblico. La precisione è limitata, ma è possibile ottenere il risultato in tempi estremamente brevi (circa 15 minuti).
  • Test salivari molecolari, ovvero quelli che ricercano la presenza di materiale genetico mediante PCR in un campione di saliva; Questo approccio beneficia di un campionamento meno invasivo (al contrario del tampone nasale) ma richiede laboratori specializzati per l’analisi. Tempi e costi aumentano in modo significativo, ma anche la precisione è notevolmente superiore.

Per saperne di più sulla differenza tra test antigenici e molecolari, clicca qui (ne parliamo facendo riferimento al campione ottenuto dal tampone nasale, ma la tecnica di analisi successiva si sovrappone in modo significativo). alt = “Polonord Adeste 5 kit per il test rapido salivare per L” />

È affidabile?

Secondo il SSN in Inghilterra, “Poiché ciò che il COVID-19 infetta per prima cosa le ghiandole salivari, il test della saliva è un test efficace per identificare le persone più contagiose prima della comparsa dei sintomi”.

Sfortunatamente, garantiscono che i test sul mercato per il pubblico non abbiano tutti lo stesso livello di accuratezza nel rilevamento, quindi è ragionevole presumere che anche le prestazioni possano variare significativamente tra i marchi. Tuttavia, due aspetti influiscono in modo determinante sul risultato:

  • Tipo di test: quello molecolare è drasticamente più sensibile dell’antigene rapido,
  • Campionamento, che è solo corretto quando Aderendo alle specifiche del produttore, può garantire le prestazioni ideali nominalmente attese.

Ayrıca bakınız: Aggiungere, modificare o rimuovere barre di errore in un grafico

Date queste condizioni necessarie e consapevole dei suoi limiti intrinseci, il tampone salivare molecolare si distingue come strumento diagnostico strumento con un ottimo rapporto tra accuratezza e praticità, che lo rende un test particolarmente utile per le campagne di screening (ovvero il controllo rapido di un gran numero di persone potenzialmente infette) in pazienti asintomatici, come ad esempio: B. la campagna ministeriale svolta nelle scuole nell’autunno 2021.

Sulla base di precedenti fonti ministeriali “secondo le ultime conoscenze scientifiche, i test molecolari della saliva hanno mostrato valori di sensibilità compresi tra il 77% e il 93%” ( La sensibilità è la capacità di identificare correttamente i soggetti veramente infetti e che i test con tampone nasale spesso garantiscono valori nominali prossimi a 100 nei primi cinque giorni dall’esordio dei sintomi e di essere più sensibili ad elevate cariche virali.

To data, tuttavia, il campione molecolare dei tamponi naso/gola rimane comunque il gold standard tra i test disponibili.

È possibile ottenere risultati diversi eseguendo nuovamente il test?

A parte da eventuali errori nella procedura, devi essere consapevole che il test della saliva per COVID:

  • Un unico test registra la carica virale (la quantità di virus che può essere presente) al momento del campionamento , quindi è mö equiparato ad essere positivo in un test di follow-up, ad es. B. il primo è stato effettuato durante la fase d’ incubazione, cioè quando la quantità di virus presente nella saliva non era ancora sufficiente per essere rilevata.
  • Il test della saliva, come tutti i tamponi, è in grado per rilevare la presenza di materiale virale SARS-CoV-2 potrebbe essere rilevato solo nel campione analizzato (saliva), ma è noto che la quantità di virus circolante varia nel tempo e nelle parti del corpo.
  • Qualsiasi errore relativi al campionamento possono ovviamente influenzare l’esito del test.

Come viene prelevato il campione?

Ayrıca bakınız: Svezzamento e uovo: utili consigli e facili ricette ⚕️Periodo Fertile

Le esatte modalità di campionamento differiscono significativamente tra i diversi kit e si consiglia pertanto di fare riferimento alle istruzioni fornite dall’operatore sanitario (screening molecolare) o allegate al test rapido (screening antigenico fai-da-te ), poiché la composizione della saliva (così come la carica virale) può variare notevolmente a seconda del sito di campionamento (lingua, gola, …) e nel caso di campioni mucosi/viscosi, ciò rappresenta un ulteriore ostacolo all’analisi.

In generale, è preferibile rimuoverli al mattino prima di sciacquarsi la bocca, lavarsi i denti, mangiare o bere.

Sono previsti due approcci principali:

  • raccolta diretta della saliva in un contenitore sterile (Figura 1),
  • utilizzo di un lecca lecca (lecca lecca ) spugnoso per tenerlo in bocca per un periodo di tempo per impregnarlo di saliva (Figura 2).

Conclusioni

L e le conclusioni su una relazione tecnica preparata dall’ECDC sono le seguenti:

Ayrıca bakınız: Come fare i capelli ricci: i 2 metodi che funzionano

  • Sebbene la sensibilità dei test molecolari l’uso della saliva come campione diagnostico per rilevare la SARS-CoV-2 è spesso inferiore rispetto ai campioni nasofaringei (tampone convenzionale) In diversi studi, i vantaggi del test della saliva possono superare la perdita di sensibilità, rendendolo un’alternativa interessante come strumento di screening, soprattutto quando la raccolta tradizionale dei campioni può rappresentare un problema (bambini, anziani, diversamente abili…).
  • Il campionamento nasofaringeo dovrebbe essere sempre preferito nei pazienti sintomatici o ad alto rischio.
  • Nel complesso, i test della saliva nei pazienti sintomatici e la necessità di test ripetuti appaiono nel tempo.
  • I test antigenici rapidi, a prescindere, hanno generalmente una sensibilità inferiore rispetto ai test molecolari l ed è ragionevole presumere che l’uso della saliva come test possa ridurre ulteriormente l’affidabilità.

Fonti e riferimenti

  • Programma di test della saliva dell’Hampshire e dell’Isola di Wight

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button