Poesia

Ma come si legge una poesia?

Se leggere è l’atto di ‘legare’, ‘raccogliere’, ‘raccogliere’ per comporre in unità, la lettura implica già un’azione, spesso compiuta dagli occhi e dal cervello che elabora ciò che si vede. Mentre quando guardiamo un film siamo spettatori perché il nostro occhio è mosso dalla telecamera, quando leggiamo un romanzo o un racconto siamo attori perché siamo noi a muovere i nostri occhi e ad attivare la nostra immaginazione. E leggere una poesia?

Okuma: Come si legge una poesia

La lettura di una poesia non può accontentarsi dell’aspetto semantico, poiché cerca di beneficiare del ritmo e della fonetica insiti nell’eufonia di parole e versi. Una poesia può essere letta quando la ascolti, poi quando la reciti a te stesso. L’intonazione, le pause e il ritmo sono gli elementi essenziali della declamazione, che deve appartenere alla lettura stessa. Il lettore di una poesia è molto più un attore di qualcuno che legge qualsiasi altro tipo di testo; Attore in almeno due sensi: primo, nel senso di agente-utente, poiché per beneficiare della poesia deve agire sulla poesia, e per la poesia, in altre parole, deve agire sul testo poetico in ordine per farlo avere una poesia; in un secondo senso il lettore è attore nel senso di interprete. In quest’ultimo significato, più familiare, il lettore deve fingere di non leggere, ma di pensare a ogni parola e frase come “nata” nel momento stesso (o poco prima) in cui viene pronunciata. Sebbene l’occhio del lettore abbia già visto le frasi che seguono, il lettore-attore deve ignorare questa visione per poter esprimere quelle frasi che aspettano la giusta pausa: quella pausa e quel silenzio che avrebbero rispettato chi avesse visto quelle frasi per la prima volta pensare .

Okuma: Come si legge una poesia

Ayrıca bakınız: Ngỡ ngàng siêu phẩm “Người lạ ơi” đạo thơ – Báo Người lao động

Per chiarire cosa sto cercando di esprimere, posso presumere che leggere una poesia sia come suonare uno spartito musicale. Un testo poetico è infatti come una partitura musicale che deve essere eseguita: il testo poetico deve essere declamato per poter essere letto. In questo modo il lettore agisce sul testo e gli dà un significato proprio, condensando la propria esperienza e conferendo unicità alla sua interpretazione. Insomma, quando si legge una poesia, l’azione ha il suo valore massimo -poeta.jpg “alt =” Ma come si legge una poesia? ” />

Okuma: Come si legge una poesia

Tuttavia, non riesco a leggere una poesia sull’autobus o in sala d’attesa perché non riesco ad ascoltarmi mentre leggo lì. Leggere una poesia è un momento di meditazione e di intimità tra il lettore e il testo, perché la poesia sarà il frutto di questa lettura. Questo è il punto e anche la domanda: è la poesia il testo di cui è composta, o questo testo è solo la sua codifica, mentre la poesia è il risultato della decodificazione di questo testo? Per continuare la metafora della partitura, una sonata non è la partitura ma la sua esecuzione. Se la metafora è corretta, un sonetto non è il testo poetico ma la sua lettura-declamazione. Quindi alla domanda: come si legge una poesia? bisognerebbe rispondere riformulandola dicendo: ma come si legge un testo poetico per farne una poesia? ha il suo valore massimo, poiché il testo e la sua lettura producono la poesia.

Okuma: Come si legge una poesia

Ayrıca bakınız: Quando muore un cane: la poesia da recitare – Eticamente.net

Se ho voluto scrivere e condividere questa riflessione è perché penso spesso a ciò che diceva un caro amico, il pianista : La musica continuerà ad esistere se qualcuno è disposto e in grado di suonarla. Forse questo vale anche per la poesia, che continuerà ad esistere se qualcuno la vorrà e potrà leggerla.

Okuma: Come si legge una poesia

Acireale, 25 agosto 2017

Okuma: Come si legge una poesia

Antonio Leotta

Ayrıca bakınız: 2 novembre, le poesie da dedicare a chi non cè più

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button