Come

Funghi porcini: come pulirli e tagliarli – Misya.info

Una delle cose più belle che l’autunno porta con sé ogni anno è il suo frutto. In questo periodo dell’anno, subito dopo le prime forti piogge, spuntano i funghi. Molte varietà per un ingrediente appena consumato hanno un sapore decisamente più intenso di quello che si acquista il resto dell’anno.

I funghi porcini sono tra i funghi più profumati che ci siano. Riconoscere i migliori esemplari in commercio è un’operazione che va eseguita seguendo quel particolare particolare: l’odore! Quindi non aver paura di essere troppo coscienzioso e schizzinoso agli occhi del fruttivendolo, la fase dell’acquisto è la più importante. Quindi avvicina i funghi al naso e, se sono quelli giusti, sentirai subito un caratteristico profumo legnoso.

Okuma: Come si puliscono i funghi porcini

Ricorda che questi funghi hanno un’altra qualità: la delicatezza! Pertanto, maneggiarli con cura per non danneggiarli, sarebbe un vero peccato.

Come pulire i funghi porcini

Per le diverse fasi di pulizia avrete bisogno di un foglio di giornale, un coltello affilato, un panno di cotone morbido .

Ayrıca bakınız: Coltivare il rosmarino in vaso – aromatiche sul balcone

Passaggio 1: Tieni presente che i funghi possono contenere parassiti. Un modo molto semplice per sbarazzarsene è metterli a testa in giù su un pezzo di giornale. Infastiditi dall’odore che ne fuoriesce, eventuali parassiti tenderanno a risalire il fungo e in questo modo potrete trovarli ed eliminarli tagliando direttamente la parte terrosa.

Ayrıca bakınız: Coltivare zucchine: come, dove e quando piantarle

Passaggio 2: Con un leggero movimento di torsione, le teste si staccano dagli steli. Usando un coltello affilato, raschiare l’interno e l’esterno di ciascuna testa. Rimuovere le varie ammaccature se presenti.

Ayrıca bakınız: Coltivare zucchine: come, dove e quando piantarle

Fase 3: Questi funghi molto spugnosi perdono tutto il loro sapore e diventano molli. Non cercate di lavarli sotto l’acqua corrente o, peggio, metteteli in ammollo! È meglio pulire i funghi porcini con un panno di cotone umido e strofinarlo con molta attenzione su tutta la superficie del fungo.

Ayrıca bakınız: Coltivare zucchine: come, dove e quando piantarle

Come tagliare i funghi porcini

Ora che i vostri funghi sono puliti, potete procedere all’affettatura. Ci sono due modi per tagliare i funghi porcini:

Taglio 1: Appoggia la parte superiore della testa sul tagliere (quella arrotondata per intenderci) e con tagli paralleli ricava il fette. Ora passa ai gambi tagliandoli orizzontalmente in tanti giri. Se i tuoi funghi sono piccoli, è preferibile affettarli invece verticalmente.

Taglio 2: Tenere il fungo intero senza staccare la testa dal gambo e tagliare verticalmente nel senso della lunghezza. Questo tipo di potatura prevede una fase di pulizia molto più ruvida (il cespo non si può separare dal gambo), ma il fungo risulterà senza dubbio esteticamente più gradevole.

Come preparare i funghi porcini

Protagonisti assoluti della cucina autunnale, i funghi porcini sono molto versatili in cucina e possono quindi essere utilizzati in diverse preparazioni. Nei primi piatti vengono utilizzati principalmente nei risotti, ma spesso li troviamo anche nei sughi per la pasta. Come antipasto o secondo piatto non mancano di certo e molto spesso vengono cotti in padella, al forno o saltati in padella con prezzemolo tritato, aglio e ovviamente olio.

Ogni taglio è adatto per una ricetta ben specifica.

Se hai dei funghi interi, la ricetta migliore è Gustare li include certamente la cottura al forno. Sono perfetti prezzemolo tritato, aglio, sale, pepe, pangrattato e olio.

Se invece avete i funghi tagliati a dadini , è consigliabile accompagnarli con piatti di carne o con la polenta, che è sempre popolare.

Se i funghi affettati, abbiamo una più ampia varietà di ricette per accompagnarli. Ideali per pasta e risotti, ma anche per contorni, i funghi affettati hanno meno acqua degli altri e quindi hanno un sapore più intenso.

I funghi porcini sono freschi, surgelati ed essiccati

strong>.

Ayrıca bakınız: WhatsApp, come nascondere una chat senza archiviarla – Donna Moderna

Porcini freschi: i porcini si gustano al meglio se usati freschi.Probabilmente una delle migliori ricette è quella in cui le trovi scottate in padella a fuoco basso con sale, pepe e prezzemolo, dopo aver fatto soffriggere olio e aglio.

Funghi porcini surgelati: Si prestano a tante ricette, devi solo conoscere una regola fondamentale e cioè: non lasciarli mai scongelare completamente prima di cuocerli! Infatti, una volta scongelati, questi funghi rilasciano molta acqua, perdendo consistenza e diventando pastosi.

Funghi porcini secchi: Secchi e reperibili nei supermercati in pratiche buste, riacquistano la loro consistenza naturale dopo averli immersi in acqua tiepida per circa 30 minuti. Se vuoi usare l’acqua di ammollo per intensificare il sapore della tua miscela, ricorda di filtrarla accuratamente per rimuovere eventuali residui terrosi.

Comunque tu scelga di cucinare i tuoi funghi porcini, stai certo che non deluderai!

Come conservare i funghi porcini

Una corretta conservazione dei funghi porcini è fondamentale se non si vuole perdere qualità, ma soprattutto gusto. Ci sono tre modi principali per conservarli:

Asciugati: Per conservarli in questo modo, devono essere puliti (vedi procedura sopra) e tagliati a fette spesse. A questo punto vanno stese su un canovaccio pulito, coperte con una garza e fatte asciugare al sole.

Nota: I funghi vanno girati di tanto in tanto per evitare che si diffondano muffe

Surgelati: Per congelare funghi ci sono due metodi a seconda della loro dimensione. I più piccoli devono essere asciugati bene e posti direttamente su una teglia in congelatore ad ampia spaziatura. I più vecchi, invece, vanno passati prima nell’uovo e poi nel pangrattato per poterli friggere nell’olio extravergine di oliva. A questo punto vanno adagiate anche su una teglia, facendo attenzione a non farle attaccare tra loro. Piccoli o grandi che siano, i funghi porcini sono pronti dopo circa 12 ore per essere confezionati e conservati per diversi mesi.

Sott’olio: una volta puliti, i porcini vanno conservati affettati e fatto cuocere per qualche minuto in padella con aceto e vino bianco secco, chiodi di garofano e sale. Dopo averli scolati, devono riposare per un’intera notte su un canovaccio di cotone pulito, quindi versarli in barattoli sterilizzati. Per insaporire è necessario aggiungere grani di pepe e foglie di alloro, coprendo il tutto con olio extravergine di oliva.

Ayrıca bakınız: Coltivare il rosmarino in vaso – aromatiche sul balcone

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button