Come

Come scrivere un articolo di giornale

La prima caratteristica che distingue un articolo di giornale da qualsiasi altro tipo di testo scritto è lo stile, detto giornalistico, che non è solo impersonale (ad eccezione di recensioni e opinioni), segue regole precise. Esistono numerosi tipi di articoli, variano anche in base allo stile e alla lingua: notizie, interviste, articoli culturali, reportage, ecc.

L’articolo deve comunque essere entrambi per il lettore oltre che piacevole per lo scrittore . A differenza di un romanzo, un articolo si consuma in pochi minuti, ma ciò non significa che possa permettersi di essere inconcludente, poco interessante o superficiale. Molti articoli di grandi giornalisti sono passati alla storia. Se non sei entusiasta delle notizie che realizzi, è probabile che l’articolo non catturi nemmeno il lettore.

Okuma: Come si scrive un articolo di giornale

Ecco alcuni suggerimenti generali su come creare un buon articolo di giornale.

La regola delle cinque W

In altre parole, un articolo, soprattutto un articolo di cronaca, deve assolutamente rispondere a queste cinque domande, possibilmente nelle prime righe: Chi? Che cosa? Dove? Quando? Come mai? (ovvero “chi, cosa, dove, quando e perché”) . Quando rileggi la tua bozza, è necessario verificare di aver risposto a tutti e cinque i punti essenziali per un messaggio esauriente.

La pianificazione

La scrittura di un articolo è il primo l’ultimo fase di un lungo e intenso lavoro preparatorio di raccolta di dati e idee. Prima di iniziare a scrivere il tuo articolo, è bene raccogliere alcuni elementi e identificare gli aspetti che ci permetteranno di sviluppare un buon articolo. Ecco gli elementi chiave da considerare:

  • Il tipo di giornale destinato
  • Il destinatario , questo è il lettore ideale. È importante dare un volto al lettore. Che tipo è? Cosa gli interessa? Quanti anni ha? Cosa ti piace sapere? Non c’è giornalismo senza pubblico.
  • Raccogli più informazioni possibili sul fatto che desideri affrontare, che ovviamente deve essere temporalmente vicino al momento in cui stai scrivendo, per attirare l’attenzione del lettore; Un buon giornalista sa che non c’è niente di più prezioso delle fonti, quindi è fondamentale studiare e valutare al meglio le proprie fonti, esaminandone caratteristiche, somiglianze, contraddizioni, ecc.

La scaletta

L’articolo di giornale consiste in un brevissimo cappello di apertura (o indizio) che riassume la notizia in poche righe, seguito da una parte principale che dettagliava la notizia, e una riassunto che dava informazioni sullo sviluppo della vicenda e alcuni commenti sul fatto di l’

L’Elaborazione

Ayrıca bakınız: Disturbo bipolare (bipolarismo): sintomi e cura – IPSICO, Firenze

Una volta raccolti i dati e le idee di cui sopra, si passa all’elaborazione vera e propria, il momento in cui iniziamo questa annotazione le informazioni che hai raccolto e metti insieme le parti e gli elementi che hai ottenuto dalle fonti. Il corpo dell’articolo deve raccontare fatti, cose senza le quali si ferma il vero scopo di scrivere un articolo. Si può iniziare fornendo gli elementi base della notizia, nel rispetto della regola delle 5 W, per poi sviluppare i dettagli in modo molto dettagliato per trasmettere a tutti i lettori il significato della notizia che stiamo raccontando.

Molti giornalisti , o sono percepiti come tali, inventano storie piacevoli ma non raccontano notizie . Il dovere di un buon giornalista è attenersi a fatti e fonti. Non c’è altro che le fonti. I fatti devono essere presentati in modo che parlino da soli, come se non ci fosse un narratore. Potresti non essere in grado di identificare o riprodurre correttamente fatti degni di nota all’interno del materiale raccolto. Se non riesci a trovare i messaggi, dovrai ricominciare da capo. Ecco un piccolo trucco per i giornalisti alle prime armi che pensano di non poter dare la notizia per iscritto: fai finta di scrivere una lettera a tua madre o a un amico, iniziando con “Cara mamma, ho scoperto che…”. elimina la “Cara mamma” e molto probabilmente hai creato una buona schema di un articolo.

Il titolo

Il titolo gioca un ruolo fondamentale nell’efficacia dell’articolo, in quanto serve a dare interesse , attrarre e incuriosire il lettore, oltre a fungere da guida in relazione al fatto raccontato.

Il titolo è composto da tre parti: occhiello, titolo principale e sottotitolo.Molti giornalisti impostano il titolo solo dopo che l’articolo è completo, tranne nei casi in cui sia già fornito con la consegna. Altri scelgono invece di iniziare con il titolo, immaginarne uno preliminare e poi sviluppare il corpo.

Una tecnica spesso usata nei titoli è l’ellisse, i. H. sopprimere il verbo o l ‘ Usa questo nel participio passato.

Ricorda che nelle redazioni ci sono persone che si occupano esclusivamente di testate.

Il corpo

Il La prima parte del corpo dell’articolo è rappresentata dal piombo, queste sono le poche righe che riassumono il fatto e si rivolgono al lettore cercando di rispondere al cinque domande (chi, dove, cosa, come e quando) all’istante. Un buon indizio dovrebbe contenere una dichiarazione, una situazione, una dichiarazione o una domanda. Le notizie vengono prima e dovrebbero essere raccontate in modo da fornire quante più informazioni possibili. L’attacco deve catturare l’attenzione del lettore, incoraggiarlo a continuare a leggere e quindi essere libero da informazioni superflue. In breve, il protagonista deve essere importante ma coinvolgente, deve informare e intrigare allo stesso tempo.

Ayrıca bakınız: Come eliminare le formiche in casa – Fatto in casa da Benedetta

Segue poi il corpo reale del testo che sviluppa la notizia annunciata la guida. In questa parte si tracciano delle linee sulla natura dell’articolo

Per un articolo intervista, ad esempio, è bene optare per una breve introduzione che serva a chiarire il contesto dell’intervista e per una centralità panel, finalizzato ad uno scambio di domande e risposte, possibilmente centrato su argomenti di potenziale interesse per il lettore. In questi casi, l’inferenza non è necessaria perché le regole di cortesia richiedono che sia l’intervistato ad avere l’ultima parola.

La conclusione

La parte finale di un articolo contiene una sorta di saluto o di addio che deve essere tradotto giornalisticamente in professionalità e cortesia. Ci sono diverse scuole di pensiero su questo. Gli americani, ad esempio, sono piuttosto pragmatici e di solito finiscono gli articoli con elementi di sfondo , fatti secondari ma comunque importanti. Nel mondo anglosassone gli articoli sono strutturati a piramide, con in fondo i fatti meno importanti e meno urgenti.

Le righe di chiusura meritano un po’ di attenzione, poiché aiutano a trasmettere il significato generale dell’articolo. Fondamentalmente, deve essere un finale notevole che non sembra necessariamente sensazionalistico, ma merita sicuramente l’attenzione del lettore. La conclusione è l’ultima cosa che il lettore saprà del nostro articolo prima di passare a qualcos’altro. Nel giornalismo italiano si dice spesso che le cose più importanti in un articolo sono all’inizio e alla fine, due momenti che da soli valgono mezzo articolo, un po’ come la fine di un film, che molto spesso influenza l’opinione generale dello spettatore. Un film avvincente, ma con un finale inconcludente che potrebbe rovinare l’apprezzamento generale. Lo stesso principio deve essere applicato quando si scrive un articolo.

Revisione

Questa fase prevede un’approfondita rilettura della bozza, comprese tutte le modifiche, correzioni, revisioni e aggiustamenti.

La lunghezza

L’unità di misura per la lunghezza degli articoli di giornale è la cosiddetta “cartella“: solitamente è il cliente dell’articolo di dare indicazioni in tal senso, indicazioni che devono essere assolutamente seguite, poiché non si tratta di una scelta personale ma dettata dalle esigenze del giornale.

Linguaggio e stile

Linguaggio e stile dipendono interamente dal tipo di giornale, dal pubblico e dall’articolo. L’articolo di cronaca adotta spesso la cosiddetta “storia doppia”, per cui le informazioni essenziali vengono sviluppate all’inizio, mentre i fatti vengono poi riassunti in modo più dettagliato. Lo stile dell’articolo di giornale deve essere snello, chiaro, impersonale e disinvolto, possibilmente contenendo termini del gergo quotidiano, in modo da essere comprensibile per un pubblico ampio ed eterogeneo. Per articoli specialistici o di opinione, il lessico può diventare più elevato e specifico del settore.

Ayrıca bakınız: Come ritardare il ciclo mestruale. – Il Dottore Risponde

Libri consigliati

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button