Come

La displasia dellanca nel cane: cosè, sintomi, cause e cura

La displasia dell’anca è una malattia che si manifesta durante la fase di crescita del cane e consiste in una malformazione delle articolazioni che provoca dolore e rende difficile per il cane colpito lo svolgimento della normale vita quotidiana.

>

Se il tuo cane ha displasia o mostra sintomi che ti insospettiscono, in questo articolo ti aiuteremo ad identificare i sintomi per intervenire per tempo, le cause, le razze predisposte e la cura del cane con l’anca displasia.

Okuma: Come si siede un cane con displasia

p>

Displasia dell’anca nel cane: che cos’è?

La displasia dell’anca è una malattia congenita del cane costituita da una malformazione dell’anca o dell’articolazione dell’anca

In particolare, la testa del femore non si adatta perfettamente alla cavità pelvica, detta anche acetabolo, determinando un’incoerenza che porta a instabilità e usura della cartilagine che può degenerare in artrosi degli arti posteriori, zoppia e lussazioni.

Questo tipo di malattia è ereditaria e si manifesta nella fase dello sviluppo, ma il suo sviluppo e gravità possono essere influenzati da diversi fattori: attività fisica molto intensa, alimentazione scorretta o peso corporeo eccessivo.

Displasia dell’anca: quali razze sono predisposte?

La displasia dell’anca di solito colpisce cani di grossa taglia, giganti, mediani e molossi, ma i cani meticci non fanno eccezione. Vediamo quali razze di cani sono più colpite:

  • Pastore tedesco
  • Ottimo Danese
  • Labrador Retriever
  • Mastino napoletano
  • Corso
  • Bovaro
  • San Bernardo
  • Rottweiler
  • Dogue de Bordeaux
  • Setter
  • Bulldog
  • Terranova
  • Golden Retriever
  • Cane pastore maremmano
  • Lupo cecoslovacco
  • Doberman Pinscher

Displasia dell’anca nei cani: quali sono le cause?

La displasia è una malattia multifattoriale , cioè una malattia causata da diversi fattori: ereditari, ambientali e dietetici.

Ayrıca bakınız: Come sintonizzare i canali tv HD con e senza decoder: la guida 2022

Può manifestarsi in modo grave o meno grave durante i primi 6 mesi di vita, periodo in cui il cucciolo sta crescendo e quindi più vulnerabile a fenomeni nutrizionali o ambientali esterni.

Ma la causa che più contribuisce a determinare la patologia è genetica.

Causa genetica della displasia canina

Si tratta quindi di una causa genetica ereditaria che viene trasmessa dai genitori ai figli al fine di prevenire influenzando la manifestazione della displasia.

La probabilità che i genitori nascano con displasia, cuccioli affetti dalla stessa malattia è molto alta, ma può verificarsi anche se il genitore è portatore sano e non ha displasia dell’anca ha.

Cause nutrizionali e condizioni ambientali della displasia nel cane

Un’alimentazione scorretta con eccesso o carenza di nutrienti chiave come calcio, fosforo e proteine ​​può predisporre al malattia e la sua gravità cambiano.

Alto livello di attività fisica su terreni irregolari o su pavimenti scivolosi, movimenti improvvisi e incontrollati e aumento di peso possono causare stress alle articolazioni.

Questi le cause possono, tuttavia, influenzare negativamente il decorso della malattia influiscono se il cane non ha una predisposizione genetica, quindi già i ttori non sono responsabili della manifestazione della malattia.

Quali sono i sintomi della displasia dell’anca nei cani?

Ayrıca bakınız: Inviare messaggi da WhatsApp ad una email – Webnews

I sintomi che si manifestano in un cane affetto da displasia dell’anca sono andatura rigida, postura anormale, difficoltà a sedersi, alzarsi o salire le scale, movimento e riluttanza a giocare, dolore nelle zampe posteriori.

In particolare possono manifestarsi sintomi più o meno diversi sia in un cucciolo che in un cane adulto serio, scopriamo cosa sono normalmente correndo o camminando, saltando sulle zampe posteriori.

  • Difficoltà ad alzarsi e muoversi: ha un movimento irregolare.
  • Stanchezza e mancanza di interesse per il gioco: Il cucciolo si stanca facilmente durante il gioco e cerca di sedersi in momenti diversi.
  • Presenta dolore intermittente e seduto: tende ad estendere o restringere le zampe posteriori nella fase di appoggio.
  • Sintomi di displasia dell’anca nei cani adulti

    • Ritenuta e difficoltà nel movimento: il cane è svogliato nel gioco e nel movimento, non può svolgere normalmente movimenti come eseguire le scale.
    • Difficoltà ad alzarsi o sdraiarsi: alzarsi o sdraiarsi con difficoltà e i movimenti non sono regolari.
    • Rigidità di movimento: ha difficoltà ad alzarsi o a muoversi senza intoppi dopo un lungo periodo di riposo.
    • Dolore: sente dolore durante un’attività che richiede uno sforzo particolare.

    Diagnosi preventiva della displasia dell’anca: quando è opportuno?

    La diagnosi dell’anca con studio a raggi X è indicata dall’età di 4 mesi nelle razze già predisposte e in tutte le razze grandi e giganti.

    Nel caso di un cane di razza predisposta è opportuno effettuare esami radiologici preventivi e, in caso di possibilità di displasia, un intervento chirurgico preventivo può garantire al vostro cane una normale qualità di vita.

    Displasia dell’anca: cura e trattamento

    Il trattamento e la cura della displasia dell’anca dell’anca possono variare a seconda del momento della diagnosi o della gravità della condizione. Il veterinario che cura il cane con displasia precoce può decidere se intervenire preventivamente o con farmaci in caso di displasia grave.

    In generale, il trattamento della displasia può consistere in:

    • Terapia preventiva: Se la displasia viene rilevata nella fase iniziale, una dieta che è troppo ricco o troppo povero di nutrienti deve essere seguito evitato e variato il più possibile ridurre o mantenere costante il peso corporeo del cane per evitare stress alle articolazioni. Va evitata un’attività fisica eccessiva, tuttavia si consiglia un’attività fisica costante e moderata per migliorare il tono muscolare.
    • Terapia farmacologica: Il veterinario può consigliare la somministrazione di farmaci nel caso in cui il cane abbia altre patologie che rendano impossibile un eventuale intervento chirurgico.

    Intervento chirurgico: se il cane ha una grave displasia dell’anca e quindi ha un’articolazione danneggiata, procedere con l’impianto di una protesi, nel caso di un cucciolo esso può essere un osso pubico -Sinfisiodesi, un’operazione minimamente invasiva indicata per evitare l’aggravamento della patologia.

    Gradi di displasia dell’anca nei cani

    Diversi gradi di displasia possono essere osservati nelle radiografie eseguite per diagnosticare la possibile presenza della malattia:

    Ayrıca bakınız: Aborto spontaneo e gravidanza: sintomi e cause

    • Grado A – nessun segno di displasia dell’anca: testa del femore e presa dell’anca sono congruenti, il bordo della presa rivolto verso la testa del femore è leggermente arrotondato, lo spazio articolare è uniforme.
    • Grado B – articolazione dell’anca quasi normale: la testa del femore e l’acetabolo mostrano una leggera incoerenza.
    • Grado C – lieve displasia dell’anca: la testa del femore e l’acetabolo sono incoerenti e potrebbero esserci irregolarità nella testa o nel collo del femore
    • Grado D – displasia intermedia dell’anca: è evidente l’incongruenza tra testa del femore e acetabolo con sublussazione.
    • Grado E – grave displasia dell’anca: lussazione o sublussazione con modificazione displastica dell’anca, deformazione della testa del femore e presenza di segni di artrosi

    <

    .

    Related Articles

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *

    Back to top button