Come

Calabroni: riconoscerli e cosa fare in caso di avvistamento – Insectum

I calabroni appartengono al genere Vespa e alla superfamiglia Vespoidea. Si nutrono di sostanze zuccherine, proteine ​​animali e api mellifere.

Le vespe non sono facilmente distinguibili dalle api (entrambe sono gialle con strisce nere). È molto più facile distinguere una vespa da un calabrone. Il calabrone è più grande di una vespa, di colore bruno-rossastro con strisce gialle e nere, la chioma è più ampia e più rigogliosa.

Okuma: Come trovare un nido di calabroni

I calabroni sono molto pericolosi . capace di attacchi di gruppo quando minacciato, molto più aggressivo di api e vespe.

In presenza di una minaccia, possono iniettare una sostanza tossica contenuta nel pungiglione, ad alta concentrazione di acetilcolina. Hanno una maggiore quantità di veleno rispetto alle vespe. Le punture di calabrone sono dolorose e possono causare gravi reazioni allergiche negli individui predisposti. Se vieni punto da un calabrone, vai al pronto soccorso perché potresti rischiare uno shock anafilattico potenzialmente fatale.

Non prendere alla leggera gli avvistamenti di calabroni o nidi. In questa guida spieghiamo come riconoscerli, cosa fare in caso di avvistamento e come eliminarli.

Calabroni: cosa fare quando entrano in casa

I nidi di calabroni si trovano in luoghi ben protetti. Ti consigliamo di non avvicinarti troppo e di non cercare di scacciarli bruscamente con tentativi maldestri. Sentendosi minacciati, hanno attaccato con ripetute pugnalate. Pensa prima alla tua sicurezza.

Non salire sul tetto o sulle scale senza prendere tutte le precauzioni.

La cosa migliore è chiedere consiglio a un esperto , che può darti tutte le informazioni utili per il trasloco. Puoi farlo cliccando qui.

Diverse specie di calabroni: come riconoscerli

È importante sapere riconoscere le diverse specie di calabroni che si trovano in Italia, conoscere cosa fare se ne vedi una.

Abbiamo tre specie minacciose di api: Vespa crabro L., Vespa orientalis L. e Vespa velutina Lepeletier.

Ayrıca bakınız: Binge Eating: come guarire da soli online – COACH ALIMENTARE

La Vespa crabro è un calabrone distribuito in tutta Italia, caratterizzato da un colore giallo-nero dell’addome, una testa scura e un petto scuro con riflessi rossastri. Le dimensioni variano da 30 mm a 50 mm nelle regine a circa 30 mm nei maschi e negli operai. Nidificano generalmente in luoghi riparati e chiusi (cavi, burroni nei muri, pozzi), ma anche alla base degli alberi.

I nidi possono ospitare colonie di 100/300 individui. Sono predatori delle api mellifere, ma non provocano molti danni.

La Vespa orientalis si trova solitamente nel sud Italia. Ha un caratteristico colore rossastro uniforme con una fascia gialla sull’addome e una macchia gialla sulla testa. Le dimensioni sono simili alla Vespa Crabro: fino a 50 mm per le regine, circa 30-35 mm di lunghezza per operaie e maschi. Costruiscono nidi in luoghi asciutti e riparati come muretti a secco, tronchi cavi o sotterranei. Le colonie possono raggiungere diverse migliaia di esemplari. Attaccano le api mellifere fino a distruggere interi alveari.

La terza e ultima specie è la Vespa velutina (calabrone asiatico), originaria della Cina ed arrivata in Italia nel 2012. È stato avvistato in Liguria, Piemonte, Veneto, Toscana.

Il colore predominante è scuro tendente al nero con fascia gialla sul ventre e zampe giallo brillante. Le dimensioni sono inferiori rispetto alle due specie precedenti: 35 mm per le regine, 25 mm per i maschi e 20 mm per le operaie. Costruisce due tipi di nidi: primario (in primavera) in zone riparate e abbastanza elevate da terra, e secondario, man mano che la colonia cresce, costruito sugli alberi. I nidi secondari possono contenere da 6.000 a 12.000 esemplari. La Vespa velutina particolarmente aggressiva può portare allo spopolamento delle colonie di api.

Ayrıca bakınız: Analisi di mercato: come si fa e perché è importante

Come trovare il nido

I calabroni possono entrare in casa attraverso finestre, camini, condotti dell’aria condizionata, fessure nelle corde delle serrande. A volte il nido (a nido d’ape) si trova nei cassonetti o nei camini sul tetto. Se non trovi nulla durante l’ispezione, dovresti osservare l’edificio da terra e cercare le crepe da cui emergono i calabroni.

Stai ancora notando qualcosa? Poi bisogna controllare i camini delle case vicine entro un raggio di circa 50 metri o alberi con cavità che potrebbero ospitarli (soprattutto salici, pioppi, querce, tigli). Ti consigliamo di non accendere le luci bianche sul patio finché non trovi il nido: attira i calabroni che potrebbero accidentalmente venire verso di te e pungerti.

Quando i calabroni iniziano a nidificare (tra marzo e aprile), è difficile individuarli perché sono piccoli. Nel tempo le dimensioni del favo aumentano: un vespaio può ospitare fino a 300 esemplari. Dovresti affinare gli occhi non appena vedi alcuni esemplari in volo per intervenire in tempo prima che il nido aumenti di dimensioni.

Calabroni nel camino

I calabroni nidificano solitamente in campagna, in riva al mare, nelle zone rurali (all’interno di cavi o tronchi secchi) e in città. Nelle aree urbane nidificano solitamente tra le cavità delle pareti esterne degli edifici, sotto tetti, cornicioni, grondaie, cassonetti, controsoffitti, ma anche nei camini.

Ayrıca bakınız: Capelli mossi per uomo: come pettinarli e i tagli più adatti

Un nido di calabroni nella canna fumaria può rappresentare una seria minaccia per gli esseri umani e gli animali domestici. I pettini dei calabroni (che si realizzano masticando il legno con la saliva) possono raggiungere dimensioni notevoli (decine di centimetri di diametro) per intasare la canna fumaria, impedirne il corretto funzionamento o addirittura provocare un incendio. Se è passato molto tempo dall’ultima volta che hai acceso il camino, controlla che non ci siano nidi che potrebbero bloccare la fuoriuscita dei fumi.

Meglio prevenire che disinfestare: per evitare che si annidino, sigillare all’esterno eventuali fori esistenti, pulire e ispezionare bene l’interno e l’esterno del camino. Quando non è in uso, puoi coprire l’estremità con una rete metallica a trama fitta per tenere i calabroni fuori mano.

Come eliminare i calabroni

In Italia le api sono protette dalla legge come specie protette, ma si possono eliminare vespe e calabroni

Se sono infestati intorno a te (casa o lavoro) con i loro nidi, hai una sola possibilità: eliminali insieme al nido. Le misure di disinfestazione variano a seconda della gravità della situazione. Se il nido di vespe è abbastanza lontano da casa tua e puoi isolare il favo, puoi rivolgerti alla protezione civile o alla ASL locale.

Dovresti contattare i vigili del fuoco (115) in circostanze più gravi e difficili , ad es. B. se non puoi isolare la casa o l’area in cui si trova il nido, se il favo o sciame è molto grande, o se le persone in casa non possono camminare per qualche motivo.

Ayrıca bakınız: Analisi di mercato: come si fa e perché è importante

Se hai un’infestazione da calabroni in corso contattaci ora per assistenza professionale. Potrai agire in autonomia con la nostra guida e sconfiggere i calabroni con le nostre vespe e calabroni -, eliminare i piccoli nidi.

Ayrıca bakınız: Analisi di mercato: come si fa e perché è importante

Al prodotto

Ayrıca bakınız: Analisi di mercato: come si fa e perché è importante

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button