Come

Agevolazioni assunzioni donne 2022: esonero del 100%

Anche nel 2022 è possibile applicare le agevolazioni per l’assunzione di donne a favore di aziende che assumono disoccupati .

Si tratta di un esonero contributivo del 100%, fino a un massimo di 6mila euro annui, a favore dei datori di lavoro che impiegano donne disoccupate nel biennio 2021 – 2022 per 6, 12 o 24 mesi. Il provvedimento è stato introdotto dalla Legge di Bilancio 2021.

Okuma: Incentivi assunzioni donne: come ottenere l’esonero contributivo

Qui puoi scoprire come funziona, chi ne è responsabile, i requisiti, come richiederlo e la guida al download con tutte le informazioni e i chiarimenti Inps.

BONUS ASSUNZIONE DONNA 2022, ESENZIONE CONTRIBUTO 100%

Tra i bonus per la promozione dell’occupazione finanziati dalla Legge di Bilancio 2021 (Legge 30 dicembre 2020, n. 178) le agevolazioni per Sono inclusi anche gli atteggiamenti delle donne. Consistono nella esenzione contributiva a favore dei datori di lavoro che assumono donne lavoratrici nel biennio 2021-2022. Pertanto, i beneficiari hanno diritto a una riduzione del 100% sui contributi dovuti dal datore di lavoro, fino a un massimo di 6.000 euro annui.

Il provvedimento si inserisce nel pacchetto di stimolo messo in atto dal governo per fronteggiare la crisi economica e il calo occupazionale conseguente all’emergenza epidemiologica da Covid-19, nonché le misure adottate a livello nazionale per combattere il contagio. In sostanza, la performance è progettata per incoraggiare l’assunzione di lavoratrici da parte delle aziende.

Il finanziamento nell’ambito del quale rientra nel Quadro Temporaneo per gli aiuti di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza COVID-19 (c.d. Quadro Temporaneo) è quindi soggetto all’approvazione della Commissione Europea. L’INPS, che gestisce il provvedimento, ha comunicato con la Comunicazione n. 403 del 26/01/2022 che la Commissione Europea ha prorogato fino al 30 giugno 2022 il bonus per l’assunzione delle donne. Può quindi essere richiesto anche per assunzioni effettuate tra il 1 gennaio 2022 e il 30 giugno 2022 . La Commissione Europea ha anche aumentato l’importo massimo degli aiuti che possono essere concessi.

CHI È

Il premio assunzioni per le donne è amministrato dall’INPS, che, con circolare 32 del 22/02/2021, ha fornito chiarimenti sui beneficiari della struttura e sui i rapporti di lavoro sostenuti da incentivi. In particolare, ha precisato che l’esenzione dai contributi prevista dal nuovo bonus assunzione femminile può essere concessa per l’assunzione di donne svantaggiate che rientrino nelle seguenti categorie:

  • donne anziane di almeno 50 anni disoccupate da più di 12 mesi;
  • Donne che vivono in regioni ammissibili al sostegno dei Fondi strutturali dell’Unione Europea e che non hanno un lavoro regolare da almeno 6 mesi, indipendentemente dall’età;
  • Dipendenti che svolgono occupazioni o attività in settori caratterizzati da un marcato divario occupazionale di genere e che non svolgono un’attività lavorativa regolare da almeno 6 mesi, senza limiti di età;
  • Donne di tutte le età, indipendentemente dal luogo, senza un lavoro regolare da almeno 24 mesi.

Ayrıca bakınız: Faccia Gonfia da Cortisone Rimedi: Come Sgonfiare il Viso? – Curarsi Naturale

La condizione dello svantaggio del lavoratore deve sussistere al momento dell’evento (ci o assunzione) per il quale si intende il per richiedere la prestazione.

CHI PUO’ RICHIEDERE IL CONTRIBUTO AD

Datori di lavoro I datori di lavoro possono accedere ai vantaggi per l’assunzione di donne strong> dal lavoro privato , anche non imprenditori, nel biennio 2021-2022 assunzione di lavoratrici. Il riconoscimento dell’esenzione è subordinato al requisito di aumento netto dell’occupazione, determinato dalla differenza tra il numero dei dipendenti registrati ogni mese e il numero medio dei dipendenti occupati nei 12 mesi precedenti.

Questi includono datori di lavoro nel settore agricolo e coloro che rientrano nelle seguenti categorie:

  • enti pubblici economici
  • istituti di edilizia pubblica autonoma unità, che sono state convertite in enti pubblici economici secondo le diverse leggi regionali;
  • Enti convertiti in società per azioni a seguito del processo di privatizzazione, pur essendo interamente di proprietà pubblica;
  • ex IPAB convertite in associazioni o fondazioni di diritto privato in quanto non qualificabili per ASP e iscritte nel Registro delle persone giuridiche;
  • Società speciali costituite anche in consorzio ai sensi degli articoli 31 e 114 del decreto legislativo Ivo 18 agosto 2000, n.267;
  • consorzi di bonifica;
  • consorzi industriali;
  • corpi morali;
  • organismi ecclesiastici.

DATORI DI LAVORO ESCLUSI

Sono esclusi dal beneficio :

  • le amministrazioni statali, compresi Istituti e scuole di ogni ordine e grado, accademie e conservatori statali nonché istituzioni educative;
  • le imprese e le amministrazioni dello Stato con un sistema autonomo;
  • le Regioni, i Paesi, i Comuni, le Città Metropolitane, gli Enti d’Ambito, le Unioni di Comuni, le Comunità Montane, le Comunità insulari o dell’Arcipelago ei loro consorzi e associazioni;
  • Università;
  • gli istituti autonomi per l’edilizia popolare e l’ATER a qualunque titolo, che non sono classificati dall’Anstaltsgesetz come enti pubblici non economici;
  • le Camere di Industria, Commercio, Artigianato e Agricoltura e loro associazioni;
  • a livello nazionale, regionale e locale enti pubblici non economici;
  • Amministrazioni, aziende e istituzioni del Servizio Sanitario Nazionale;
  • l’Agenzia di Rappresentanza per la Negoziazione delle Pubbliche Amministrazioni (ARAN);
  • le agenzie di cui al decreto legislativo 30 luglio 1999, n seguenti tipologie di impiego:

    1. lavoro interinale
    2. lavoro a tempo determinato a tempo indeterminato
    3. Conversioni a tempo indeterminato di un precedente rapporto di lavoro, agevolato o meno;
    4. Rinnovi del lavoro interinale.

    L’incentivo si applica anche ai rapporti di lavoro part-time e subordinati che si instaurano per la realizzazione della joint venture o per finalità amministrative. Sono esclusi il lavoro interrotto, occasionale e domestico e gli apprendistati.

    AGEVOLAZIONI PER L’ASSUNZIONE DELLE DONNE

    L’incentivo all’assunzione delle donne comporta la detrazione totale strong> ovvero 100% del totale dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro. Il beneficio è concesso fino ad un massimo di 6.000 euro annui.

    DURATA DEL BENEFIT

    Il periodo preferenziale con il bonus assunzione donne è disponibile:

    • 12 mesi, in caso di lavoro interinale o di proroga del rapporto di lavoro;
    • 18 mesi, in caso di assunzione a tempo indeterminato e conversione a tempo indeterminato di un rapporto di lavoro a tempo determinato già instaurato o meno.

    CUMULO DEGLI INCENTIVI

    Ayrıca bakınız: Come dimagrire su cosce e fianchi in due settimane

    I benefici per le aziende che assumono donne possono essere cumulati con altre esenzioni o riduzioni dei tassi di finanziamento che non prevedono il divieto di cumulo con altri benefici, nell’ambito del contributo previdenziale dovuto. Ad esempio, la rendimento non è cumulabile con il premio per l’animazione socioeducativa, in quanto tale misura non è cumulabile con altre indennità.

    SPIEGAZIONI DEI REQUISITI Svantaggiati

    INPS con comunicazione n.1421 del 06/04/2021 chiarimenti sulla portata del provvedimento. In particolare, ha precisato che al momento dell’evento deve sussistere il requisito di svantaggio del lavoratore (stato di disoccupazione da più di 12 mesi o adempimento, unitamente ad altre disposizioni, del requisito di “disoccupato”). per cui si desidera richiedere il beneficio. Pertanto, se si intende richiedere il beneficio per un rapporto di lavoro a tempo determinato, il requisito dello svantaggio deve essere soddisfatto al momento dell’assunzione e non al momento dell’eventuale proroga o trasformazione del rapporto a tempo indeterminato. Se invece si intende richiedere il beneficio per una conversione a tempo indeterminato senza averlo richiesto per la precedente cessazione, il requisito deve essere soddisfatto il giorno della conversione.

    COME RICHIEDERE?

    Con messaggio n.3809 dell’11 maggio 2021, l’INPS ha comunicato che i datori di lavoro interessati possono richiedere l’esenzione contributiva tramite il portale web dell’istituto. Per fare domanda il datore di lavoro deve utilizzare il Modulo “92-2012” che si trova nel cassetto Previdenza Sociale e deve essere compilato e inviato con le modalità dettagliate nella comunicazione INPS 3809 del 2021 È necessario inviare un unico messaggio all’INPS per ogni evento che può essere promosso (assunzione, rinnovo o conversione).

    Coloro che hanno già utilizzato il modulo “92-2012” per richiedere l’esenzione del 50% dei contributi del datore di lavoro di cui ai commi da 8 a 11 dell’articolo 4 della legge n.92/2012, non è necessario fare nuova richiesta per le assunzioni/proroghe/conversioni effettuate nell’anno in corso. L’avviso precedentemente inviato vale, infatti, per beneficiare dell’esenzione del 100 per cento.

    Si precisa che le modalità indicate dall’INPS per accedere alla struttura si applicano solo alle assunzioni/trasformazioni effettuate nel periodo 1 gennaio 2021 – 31 dicembre 2021. Sono arrivate le disposizioni Inps previsto per gli adeguamenti/conversioni effettuati dal 1 gennaio 2022.

    REGOLAMENTO

    LEGGE DI BILANCIO (Pdf 4.04 MB) – Legge 30 dicembre 2020, n.178, art.1, commi 16, 17 e 18. CIRCOLARE INPS n.32 (Pdf 234Kb) del 22/02/2021 (Guida operativa INPS). MASSAGGIO INPS n.1421 (Pdf 97Kb) del 04/06/2021. AVVISO INPS n.3809 (PDF 226Kb) del 05/11/2021. AVVISO INPS n.403 (Pdf 86Kb) del 26/01/2022.

    ALTRI ASSISTENZA E AGGIORNAMENTI

    Per conoscere gli altri benefit disponibili puoi visitare la nostra sezione riservata ai dipendenti e alle famiglie e questa pagina dedicata all’assistenza aziendale. Ti forniamo anche questa analisi approfondita di tutti i bonus introdotti dal Budget Act e questa guida agli incentivi alle assunzioni.

    Continua a seguirci per essere sempre aggiornato su tutte le novità iscrivendoti alla nostra newsletter gratuita e al nostro canale Telegram.

    Ayrıca bakınız: Tumore alle ossa: sintomi, fattori di rischio e sopravvivenza

    .

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button