Come

Il grasso sulle braccia: da cosa è causato?

Noti un’evidente, sgradevole e spesso dolorosa presenza di grasso sulle braccia, dalla spalla al gomito? Sembra che questo tessuto grasso non possa andare via, non importa quanto ti sforzi di dieta e palestra? Questo grasso si è fatto sentire durante o subito dopo la pubertà?

Non sei obeso o sovrappeso, ma molto probabilmente soffri di una specifica condizione patologica localizzata chiamata lipedema brachiale.

Okuma: Come eliminare il grasso dalle braccia

Questa pagina è stata creata dal Dott. ed è stato scritto per aiutarti a capire perché, nonostante i tuoi migliori sforzi, le tue braccia non perdono peso.

Perché accumuliamo grasso nel corpo?

Grasso (chiamato anche grasso, obesità o tessuto adiposo in gergo tecnico) è un tessuto tipico dei mammiferi (compreso l’uomo) composto principalmente da trigliceridi. Questi trigliceridi sono essenzialmente una riserva energetica che l’organismo immagazzina utilizzando cellule chiamate adipociti.

Gli adipociti, che vengono prodotti in grandi quantità fino alla pubertà che hanno una tendenza a ammassarsi proprio accanto al tessuto connettivo, sopra la fascia muscolare.

Il Pannicolo in formazione adiposo , composto da un gran numero di queste cellule, costituisce un vero e proprio “scudo” del nostro organismo, che ha un triplice scopo:

  • È una riserva di energia naturale , poiché i trigliceridi possono essere convertiti in zuccheri (quando necessario) grazie al meccanismo della chetosi più facile;
  • Ha una funzione termoregolatrice , isolando efficacemente il nostro organismo ed evitando dispersione del calore nei periodi freddi o ec eccessivo assorbimento di calore nei periodi caldi;
  • Protegge lo strato muscolare e le zone più sensibili del nostro corpo ed evita (o assorbe) gli shock meccanici

Per questi motivi il nostro corpo ha una naturale tendenza ad accumulare grasso e utilizza parte del nostro cibo per garantire che gli adipociti sempre, in misura diversa, formino un pannicolo pressoché uniforme appena sotto lo strato di pelle.

Questo accumulo cambia in modo significativo in base a una varietà di fattori: stile di vita, alimentazione e predisposizione genetica sono i tre fattori chiave che influiscono enormemente su quanto e come ognuno di noi accumula grasso nel corpo.

Senza la protezione naturale del grasso, il nostro corpo non avrebbe modo di immagazzinare riserve di energia, né funzionare efficacemente per resistere alla perdita di calore o sarebbe troppo vulnerabile anche a livello puramente meccanico

Vuoi toglierti il ​​grasso dalle braccia? Posso aiutarti: contattami ora

Perché accumuliamo grasso solo in alcune parti del corpo?

Il pannicolo adiposo, in un soggetto sano, di forma normale, coinvolge l’intera struttura del corpo, dalla testa ai piedi. Tuttavia, lo spessore di questo pannicolo non è uniforme: cambia a seconda della zona. Ad esempio, il grasso retroorbitale che tutti noi abbiamo, sopra e sotto gli occhi, ha uno spessore diverso da quello che abbiamo naturalmente sulla nostra pancia. Così come quello dell’addome ha spessori medi differenti rispetto al cuoio capelluto, ecc.

Il corpo umano tende ad immagazzinare le proprie riserve di energia il più possibile in modo approssimativamente omogeneo : Infatti, quando non soffriamo di patologie specifiche, tendiamo a farlo nel suo insieme, in ogni parte del corpo.

che non sempre corrisponde alla realtà , e questa omogeneità può variare drasticamente a seconda dell’età, del sesso e tuttavia anche per la predisposizione genetica del materia.

Ora è un argomento ben noto nella scienza come uomini e donne accumulano grasso in modo diverso a causa della predisposizione di genere . Questa diversa predisposizione produce spesso una sproporzione di forme corporee armoniose, soprattutto nelle persone anziane.Ad esempio, gli esseri umani maschi tendono ad accumulare grasso principalmente sull’addome e fascia lombare, mentre le femmine (ancora di più se sono di origine mediterranea) hanno una predisposizione naturale ad accumulare grasso su cosce, gambe e glutei.

L l’aumento di volume delle cellule adipose è causato dalla alimentazione, determinata dallo stile di vita ma anche dal proprio DNA, sia di genere che di soggetto. Alcune condizioni fisiologiche, come l’obesità localizzata (la cosiddetta cellulite), sono caratteristiche di un’intera specie e, a parte il malessere estetico, non causano alcun problema funzionale.

Alcune patologie, invece, come il lipedema o il lipolinfedema, conferiscono alle forme di grasso corporeo un accento dismorfico drastico e spesso causano un vero e proprio problema funzionale nella donna.

Vuoi togliere il grasso dalle tue braccia? Posso aiutarti: contattami ora

Cos’è il lipoedema?

Lipoedema è una condizione patologica che colpisce solo il genere femminile relativo all’avere come un sintomo un accumulo sproporzionato (spesso anomalo) di grasso, solo in parti ben definite del corpo. Viene quindi descritto in campo medico come iperaccumulo locale di grasso ed è una patologia di origine genetica.

Si manifesta come un accumulo di grasso del tutto proporzionale al resto del corpo, localizzato in luoghi specifici a seconda della natura della malattia.

I punti noti di questo iperaccumulo sono:

  • I fianchi,
  • I glutei;
  • Le cosce;
  • Le caviglie;
  • Le braccia

Queste zone di accumulo determinano anche il tipo di lipedema classificato come segue:

  • Lipedema di tipo I (Culotte de Cheval) L’accumulo di grasso colpisce i fianchi e i glutei della donna e genera un’apparente sproporzione chiamata popolarmente ‘culotte de cheval’;
  • Lipedema di tipo II (lipedema quadricipite) L’accumulo di grasso si estende su tutta l’area della coscia fino al ginocchio;
  • Lipedema di tipo III (lipedema degli arti inferiori) L’accumulo di grasso si estende su tutta la gamba, dalla coscia alla base del piede;
  • Lipoedema di tipo IV (lipoedema brachiale) L’accumulo di grasso copre l’intera gamba e si diffonde anche nella zona della parte superiore del braccio, cioè le braccia;
  • Lipedema di tipo V (lipedema popliteo o caviglia) L’accumulo di grasso copre solo la caviglia, dalla parte posteriore del ginocchio fino all’appoggio del piede

Indipendentemente dal tipo di copertura, va notato che il lipedema è sempre una malattia bilaterale. Ciò significa che l’anormale accumulo di grasso è sempre simmetrico negli arti e ha la proprietà di non interessare mai mani e piedi.

Vuoi togliere il grasso dalle tue braccia? Posso aiutarti: contattami ora

Lipedema brachiale: quando il grasso invade le braccia

Si definisce lipedema di tipo IV, brachiale in gergo tecnico, in quanto l’accumulo è adiposo non focalizzato esclusivamente su fianchi e gambe, ma interessa anche le braccia, dalla spalla alla transizione del gomito. Il risultato è un’estetica sproporzionata delle braccia, con il braccio vero e proprio di grandi dimensioni e l’avambraccio invece di volumi normali.

Ayrıca bakınız: Depilazione intima in casa fai da te | PianetaDonna.it

Il paziente affetto da lipedema brachiale non cerca solo di sentire vergogna delle proprie braccia (spesso coperte di vestiti, anche d’estate), ma spesso è compromessa da difficoltà a muoversi e da una sensazione di pesantezza > e frequenti dermatite (risultato di eccessiva sudorazione e costante sfregamento della zona della parte superiore del braccio con il resto della parte superiore del corpo).

Si tratta di una condizione che, oltre all’evidente disagio estetico, ha anche gravi ripercussioni a livello psicologico: il paziente non vede solo la parte inferiore del corpo sviluppato in modo disarmonico ma anche come le loro braccia aumentano di dimensioni sproporzionatamente , provocando frequenti colpa ng> (immotivati, ma comunque presenti) che spesso portano a > Guida all’autodiagnosi dell’obesità.

Vuoi rimuovere il grasso dalle tue braccia? Posso aiutarti: contattami ora

Quanto può essere grave il lipedema alle braccia?

Esiste una scala di valutazione precisa per la gravità dell’accumulo di grasso, che è suddivisa in sei gradi di gravità. Questa scala si applica sia al lipedema degli arti inferiori che a quello localizzato nella zona delle braccia:

  • Lipedema di stadio I L’obesità è una entità moderata e l’aspetto dismorfico non è immediatamente evidente. L’accumulo di grasso, seppur moderato, può premere sulla microcircolazione superficiale e rivelare piccoli capillari, che il paziente spesso scambia per vene varicose;
  • Lipoedema di stadio II L’obesità comincia a diventare chiaramente visibile, così come i piccoli grumi di grasso sotto la pelle che iniziano ad assumere la tipica forma a “buccia d’arancia”. Iniziano a comparire piccoli edema (lividi) che insorgono spontaneamente, che il paziente non può spiegare;
  • Lipedema di stadio III Il tessuto adiposo pannicolo rende l’arto dismorfico e sproporzionato rispetto al resto del corpo. La pelle assume una “morbidezza” innaturale chiamata “materasso” ed è insolitamente fredda al contatto. Sio apprezza noduli adiposi, a volte molto duri, sparsi per tutto il lipedema, anche di grosse dimensioni;
  • Lipedema di stadio IV Il pannicolo adiposo, è così voluminoso da rendere l’intero arto anormale e deformato. Il paziente lamenta spesso dolore estremo anche al semplice contatto e apprezza la costante formazione di lividi ed ematomi spontanei. Gli arti diventano pesanti e difficili da muovere;
  • Lipoedema di stadio V L’accumulo di grasso ha ora completamente deformato l’arto, che perde ogni traccia della sua forma originaria. La pelle è costantemente rossa e più frequentemente soggetta a dermatite, mentre i noduli adiposi sottostanti diventano fibrotici, estremamente duri e quasi sempre dolorosi. Il paziente ha difficoltà ad eseguire anche i movimenti più elementari in quanto il peso delle gambe e delle braccia diventa stancante;
  • Lipoedema al 6° stadio Come il 5° stadio, ma con la complicazione aggiuntiva congestione linfatica. L’enorme peso della massa grassa comprime i vasi linfatici, che non riescono più a drenare efficacemente la linfa quando vengono schiacciati, il che porta al cosiddetto limphedema. La pelle, che ora viene costantemente tesa all’estremo, si strappa facilmente e si sviluppa un linfonodo che, se non trattato, porterà presto a un’infezione batterica . strong> o fungo

Vuoi rimuovere il grasso dalle tue braccia? Posso aiutarti: contattami ora

Perché le braccia grasse fanno male alla palpazione?

Lipoedema brachiale, come quello delle gambe, ha una caratteristica speciale che spesso il medico aiuta nella diagnosi: può essere dolore (a volte molto doloroso) per toccare e palpare. Questo perché la coppa di grasso “intrappolata” tra la pelle e lo strato muscolare comprime le terminazioni nervose superficiali, causando dolore alla palpazione.

In alcuni pazienti, questo dolore raggiunge livelli elevati (anche 10 sulla scala VAS ), compromettendo ancora di più il lipedema e spesso non sono normali interazioni sociali o intime.

Vuoi liberarti del grasso dalle braccia? Posso aiutarti: contattami ora

Ma brachiallipoedema significa obesità?

Assolutamente no. Il lipedema è una malattia che non ha nulla a che fare con la condizione di obesità e non va mai confuso con quest’ultima situazione clinica. L’obesità è una condizione patologica di eccessivo accumulo di tessuto adiposo omogeneo che interessa tutto il corpo indipendentemente dal sesso ed è solitamente causata da un’alimentazione scorretta e da un’attività fisica insufficiente.

Lipiedema, On dall’altro è una malattia genetica che colpisce solo il sesso femminile ed è caratterizzata da un accumulo localizzato di grasso che non rende il corpo armonioso.Il lipedema brachiale di tipo IV è un perfetto esempio di “grasso localizzato”: interessa solo la zona dalla spalla al gomito, risparmiando il resto della parte superiore del corpo.

Purtroppo la comunità scientifica in L’Italia soffre ancora di un colpevole e gravoso ritardo nella patologia del lipedema: sono infatti pochi i medici in grado di diagnosticarlo con precisione e ancor meno i clinici sono in grado di distinguerlo dalla condizione generica

Ciò induce la paziente affetta dalla malattia a cambiare costantemente specialista per trovare una diagnosi certa della sua condizione, oltre che un valido percorso terapeutico.

Vuoi sbarazzarti del grasso delle braccia? Posso aiutarti: contattami ora

Come rimuovere il grasso del lipedema dalle braccia?

Gli adipociti che compongono il grasso del lipedema hanno una proprietà che li distingue da tutte le altre cellule adipose simili: sono essenzialmente insensibili alla dieta e all’attività fisica. Ciò significa che non rispondono alle diete (di alcun tipo, comprese quelle chetogeniche) o all’esercizio fisico, al fitness o all’esercizio fisico in generale.

Questo è un grosso problema problema in quanto è effettivamente impossibile per il paziente dimagrire in modo armonioso anche se pratica diete penali ed eccessiva attività aerobica. Il risultato di queste pratiche, indipendentemente dal tipo di persona e dall’impegno a perdere peso, porta sempre ad un solo risultato: estremo calo ponderale di tutto il corpo ad eccezione della parte del lipedema brachiale interessata dal lipedema, ovviamente il braccia.

È stato dimostrato che è impossibile ridurre il volume degli adipociti lipedema attraverso la dieta o l’esercizio, l’unica soluzione per eliminare il grasso in eccesso sulle braccia è quella in cui il tessuto adiposo viene rimosso direttamente o distrutto da trattamenti energetici.

La scelta dell’una o dell’altra tecnica dipendeva dalla gravità del lipedema , dalla costituzione anatomica della donna , dai risultati e effetti, che il chirurgo vuole ottenere e non da ultimo anche attraverso la disponibilità del paziente a curarsi (compliance) se stesso.

Vorresti liberarti del grasso dalle tue braccia? Posso aiutarti: contattami ora

Liposuzione con Brachioplastica

La liposuzione è un trattamento chirurgico nato in Italia alla fine degli anni ’70 viene utilizzato per l’aspirazione mirata del grasso, che viene prelevato direttamente dal tessuto sottocutaneo. Viene eseguito con piccole cannule di aspirazione di diverse tecnologie ( vibrazione , ultrasuoni , laser , radiofrequenza ) ) che, inseriti sotto la pelle, rimuovono gli adipociti in eccesso mediante aspirazione (da cui il nome della tecnica).

La liposuzione non è stata concepita come dieta dimagrante e non intende essere: non può essere utilizzata per ridurre il volume totale di massa grassa, ma serve solo a rimuovere il grasso in eccesso in aree selezionate. Di norma, queste sono esattamente le aree in cui il corpo non può scomporre spontaneamente il grasso attraverso la chetosi.

La moderna liposuzione può essere utilizzata su quasi tutte le parti grasse del corpo , anche sulle braccia: in questo caso si parla piuttosto di Brachioliposuzione . La brachioliposuzione consente al chirurgo di “scavare” il grasso in eccesso e anormale che forma il lipedema rimuovendo fisicamente gli adipociti ipertrofici che non vengono più rigenerati dall’organismo. In questo modo è possibile ridurre la massa grassa che opprime le braccia che altrimenti non possono essere trattate con dieta o palestra.

La brachioliposuzione è spesso accompagnata da un’altra procedura eseguita nella stessa seduta chirurgica chiamata brachioplastica. Nella brachioplastica, il chirurgo rimuove la pelle in eccesso dalle braccia, ridensando l’arto, e poi ricuci la ferita, riunendo i lembi. Il risultato è un vero “lifting del braccio”, che è quasi sempre necessario per rimuovere il rilassamento cutaneo dopo lo “svuotamento” del grasso dalla liposuzione.

La brachioplastica è tipicamente un’incisione lineare che è invasiva è eseguito da appena oltre l’ascella fino a poco prima del gomito.Tuttavia, questa incisione verrà praticata sull’area interna del braccio e quindi la cicatrice risultante sarà molto poco visibile una volta guarita.

Nella stragrande maggioranza dei casi, Una brachioplastica è sempre necessaria dopo la liposuzione del braccio, in quanto è l’unico modo per correggere il cedimento cutaneo dell’area e non lasciare il paziente con il temuto ‘pipistrello’ formatosi cedendo la pelle.

Vuoi liberarti del grasso dalle braccia? Posso aiutarti: contattami ora

Cavitazione medica

La cavitazione è un fenomeno fisico in cui un determinato liquido, quando eccitato energeticamente in brevissimo tempo, microbolle genera ( chiamate bolle di cavitazione), che a loro volta trattengono parte dell’energia iniziale. Queste microbolle implodono a contatto con una superficie solida, rilasciando energia che danneggia qualunque cosa vengano a contatto.

La cavitazione è il fenomeno che provoca, ad esempio, la corrosione periodica delle eliche delle navi. Ora che questo è stato riconosciuto, è possibile utilizzare questo particolare fenomeno in campo medico per distruggere con precisione le cellule adipose (un tessuto solido). In quest’area, la cavitazione è quindi denominata cavitazione medica.

La cavitazione medica è un trattamento medico-estetico che utilizza il principio della cavitazione mediante uno speciale manipolo ad ultrasuoni. L’energia ultrasonica emessa dal manipolo penetra facilmente nell’addome spesso e grasso e raggiunge il tessuto interstiziale dove la linfa viene espulsa continuamente. p>

Lì, gli ultrasuoni trasferiscono la sua energia al liquido interstiziale, facendolo vaporizzare in un attimo. Questo crea microbolle di cavitazione che, a contatto con il tessuto adiposo, provocano la lisi degli adipociti ed essenzialmente distruggono. I detriti cellulari liquefatti possono quindi essere riassorbiti dal sistema linfatico e quindi convogliati nel circolo venoso dove vengono trattati e rimossi dagli organi predisposti ( fegato e reni ) vengono espulsi, in modo simile ad altri grassi ingeriti con il cibo.

Ayrıca bakınız: Come controllare il telefono di mio figlio gratis (e a pagamento) – GenitoriGeek

La cavitazione medica è un trattamento che può essere efficacemente utilizzato nel lipedema lieve, indicativo di stadio I-stadio II di gravità. Non necessita di incisioni chirurgiche, non è doloroso e non è invasivo: prevede solo il consenso obbligatorio del paziente, poiché il trattamento viene effettuato in sessioni individuali di circa 40 -50 minuti ciascuno da eseguire una volta alla settimana.

Il ciclo complessivo delle sessioni è determinato dal medico e di solito è adattato allo specifico caso anatomico

Una media da 10 a 14 (e più) le sessioni sono necessarie per ridurre significativamente la massa grassa delle braccia, e anche in questo caso in media i risultati variano da restringimento nell’incavo del braccio tra 1,5 cm e 3 cm.

Un risultato eccezionale considerando che il trattamento non è invasivo e non è necessario alcun intervento chirurgico.

Normalmente, la cavitazione medica viene poi combinata con altre tecniche energetiche, come B. Radiofrequenza medica e HiFu, il cui scopo è il rilassamento cutaneo dovuto al drenaggio dell’area adiposa trattata. In questo modo è possibile ottenere per il paziente un sollevamento del braccio non chirurgico, non invasivo e indolore.

Il dott. Luisella Troyer, nel suo protocollo ElastSkin, combina anche l’elettroporazione transdermica con la cavitazione medica, con un composto galenico di sua creazione costituito da vitamine essenziali (C, D, E), acido ialuronico puro ed enzimi attivanti. Iniettato direttamente con somministrazione transdermica, questo siero è tutto ciò di cui la pelle ha bisogno per ritrovare elasticità e compattezza, aiutando così a alleviare la lassità cutanea senza interventi chirurgici per combattere.

Si segnala ancora una volta che il trattamento con cavitazione medica funziona molto bene solo nei casi lievi di lipedema: nei casi importanti con un’obesità di circa 30-40 mm è spesso, è imperativo che ricorrano a tecniche chirurgiche di lipoaspirazione.

Vuoi liberarti del grasso dalle braccia? Posso aiutarti: contattami ora

Il grasso sulle braccia può essere causato dalla ritenzione idrica?

N o assoluto. Il grasso sulle braccia è sempre solo un sintomo di lipoedema che non ha nulla a che vedere con la temuta “ritenzione idrica”. La ritenzione idrica, d’altra parte, è un concetto troppo spesso paralizzato e abusato, in particolare dal marketing cosmetico.

In realtà è “ritenzione idrica”, almeno quella pubblicizzata in tutto il marketing di cosmetici Where’s From, non esiste. Il nostro corpo, quando è sano, riesce perfettamente, grazie al sistema linfatico, a riequilibrare l’equilibrio idrico di cui ha bisogno per la sua alimentazione .

Vasi molto sottili e trasparenti (i vasi linfatici ) che attraversano tutto il nostro corpo, compreso il cervello, drenano i principali rifiuti del nostro metabolismo , vale a dire la linfa . La linfa è un fluido alcalino costituito principalmente da proteine (circa 70% -80%), lipidi e acqua esiste . Viene espulso dalle cellule nello spazio interstiziale, dove viene continuamente assorbito dai vasi linfatici che, dopo un lungo viaggio, lo convogliano nel sistema venoso.

La produzione di succo è enorme: In media si producono due litri ogni 48 ore. Grazie a questo sofisticato meccanismo, il nostro organismo elimina i residui della respirazione cellulare mantenendo l’equilibrio idrico globale.

Ed è un meccanismo automatico , che è sempre attivo.

Se si blocca, è solo perché qualcosa bloccato o corrotto: in questa situazione (e solo in questa) si parla di Congestione linfatica

La congestione linfatica non è una ritenzione idrica, ma una condizione patologica che ha come sintomo principale il linfedema. Il linfedema non ha nulla a che vedere con l’accumulo di grasso nel lipedema, a meno che questa pressione sul sistema linfatico non comporti il ​​suddetto danno. Solo allora si può parlare di lipolinfedema, che comunque non è correlato alla “ritenzione idrica”.

Vuoi rimuovere il grasso dalle braccia? Posso aiutarti: contattami ora

Creme e massaggi possono essere usati per ridurre il grasso sulle braccia?

Assolutamente no. Gli adipociti che compongono il lipedema brachiale sono cellule solide e voluminose che formano un tessuto compatto: sono quindi incomprimibili ed è inutile “massaggiarle” perché da lì non si muovono. Pertanto, non risentono della pressoterapia meccanica, nemmeno dall’attuale pressoterapia (procedura medica non esente da dubbi scientifici).

Le migliaia di creme e gel prodotte dal gigante della cosmetica e vendute come strumenti per rimuovere il grasso in eccesso sono un abuso di marketing , che dovrebbe essere effettivamente approvato dai responsabili. Lo spesso strato di pelle che ricopre il tessuto adiposo è praticamente impermeabile alle sostanze idrosolubili. Ogni crema (anche quelle molto costose) ha un assorbimento molto basso (spesso anche inferiore all’1%), e che comunque al massimo leggermente idrata la pelle (cioè reidratare) ma ​​non ha alcun effetto sul grasso sottostante.

L’unico modo per sciogliere il grasso localizzato è ricorrere a un trattamento medico chiamato mesoterapia, ma attualmente questo è stato sostituito dall’elettroporazione transdermica. Ma stiamo parlando di protocolli medico-estetici e non cosmetici: però solo in alcuni casi di lipedema (lieve o molto lieve) non efficaci nel lipedema consistente al braccio.

sbarazzarsi di grasso per rimuovere le braccia? Posso aiutarti: contattami ora

Le tue gambe sono in queste condizioni?

Avvistare le braccia del dottor Fett a Milano? Posso aiutarti

Il mio studio di Milano in Via della Moscova 60 è specializzato nella diagnosi e nel trattamento del lipedema di qualsiasi tipo e gravità. Da oltre 30 anni mi batto perché il lipedema sia considerato una vera e propria patologia e non una semplice malattia simile all’obesità (condizione con la quale non c’è connessione o analogia).

Durante il mio lavoro clinico ho costruito un team di eccellenza composto da chirurghi plastici, altri colleghi medici, Tecnici, psicologi e fisioterapisti per aiutare il paziente affetto da lipoedema a camminare insieme, a volte una strada lunga, la cui fine porta ancora alla nostra Vittoria. Questa è una migliore qualità della vita che migliora sia gli aspetti fisici che psicologici del paziente.

Ho sviluppato personalmente diversi protocolli medici non invasivi per il trattamento del lipedema nelle sue fasi iniziali, oltre a speciali tipi di lipoaspirazione per facilitare l’intervento chirurgico di rimozione del grasso localizzato, studiati insieme ai miei colleghi.

Nel mio studio nessuno ti giudicherà e saremo tutti pronti ad aiutarti: perché so benissimo come ti senti , le umiliazioni che hai passato e quella sensazione di oppressione a causa di un genuino malinteso della tua malattia.

Sono anni che lavoro per questo: per darti una migliore qualità della vita.

Ayrıca bakınız: Armocromia: il test per scoprire che stagione sei e i colori perfetti per te – The Wom Beauty

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button