Come

Come pulire la carta da parati – Cartilla

Vuoi rimuovere macchie, polvere, sporco e grasso dalla tua carta da parati e non conosci il modo migliore per farlo? Hai paura di rovinarlo? Ecco tutto ciò che devi sapere sulla pulizia della carta da parati.

Durante i lavori di pulizia più importanti, anche le persone prudenti possono dimenticare di pulire la carta da parati, pensando di non essere sporchi. Infatti sporco e polvere si depositano sul rivestimento , quindi è importante pulirlo di tanto in tanto. Fortunatamente, sul mercato sono disponibili diversi prodotti per la pulizia che consentono una pulizia accurata senza danneggiare la carta.

Okuma: Come pulire la carta da parati

Leggi i nostri suggerimenti e impara a pulire lo sfondo.

PULIZIA DELLA CARTA DA PARATI: COME

È davvero molto facile mantenere la tua carta da parati pulita e priva di polvere da tenere. Nonostante sia come un tessuto, non è possibile immergerlo direttamente in acqua. Infatti la pulizia della carta va fatta tenendo conto del tipo di imbottitura e utilizzando prodotti adeguati.

Infatti, prima di pulire la carta da parati, è necessario determinare quale tipo di rivestimento verrà utilizzato . Ogni tipo di carta ha il proprio processo di lavaggio.

Ayrıca bakınız: Candida intestinale: sintomi, test, cura e dieta

La prima cosa da fare è determinare se il rivestimento è lavabile o meno. Infatti la carta da parati in vinile lavabile si può dividere in due tipologie:

  • una più leggera e sottile con fondo in carta,
  • l’altro più resistente e uniforme con un tessuto non tessuto. Questo tipo viene utilizzato in ambienti in cui è presente vapore acqueo, ovvero nei bagni e nelle cucine.

Effettivo:

  • Carta in vinile o lavabile ad es. B. realizzato in tessuto o acrilico, è più facile da pulire. Pulisci semplicemente con un panno umido non abrasivo con acqua calda e sapone liquido.
  • carta comune, al contrario, non deve bagnarsi in nessun caso. Va infatti pulito solo nella zona in cui è presente la macchia. Oppure strofinando con un panno asciutto.

Una carta da parati lavabile è quando lo sporco può essere rimosso in sicurezza dalla sua superficie con una spugna umida a base di acqua e sapone neutro .

Un gesto molto semplice che richiede comunque un po’ di attenzione. Ci sono molti prodotti per la pulizia sul mercato progettati per questo tipo di carta. Quello a cui devi prestare attenzione è la selezione dei prodotti da utilizzare. Devono infatti essere realizzati con una formulazione non troppo aggressiva. Questo perché si corre il rischio di danneggiare le pareti.

Quindi prima di procedere con una pulizia profonda:

  • diluire il prodotto prescelto in acqua calda;
  • applicalo sulla superficie con l’aiuto di un panno umido;
  • strofinare lentamente senza eccedere la forza;
  • Quindi asciuga la carta con un altro panno completamente asciutto.

Ecco come pulire i diversi tipi di carta da parati:

  • Vinile , il più comune per i suoi costi minimi un “artificiale ” aspetto, che ricorda in qualche modo la plastica o l’imitazione della pietra, del legno e di altre superfici naturali. È molto resistente e progettato per durare dai 10 ai 20 anni, quindi viene utilizzato principalmente in cucine e bagni poiché resiste ai danni dell’acqua e dello sporco. Proprio per questo li rende resistenti alla pulizia profonda;
  • in fibra di vetro , detta anche carta da parati in “tela di vetro”, è un’imbottitura molto resistente e può essere anche ignifuga per rappezzare crepe o rivestire soffitto e parete con motivi decorativi sono usati. Ha una durata massima di 30 anni e, come il vinile, è resistente all’acqua e al sapone, ma anche ai liquidi detergenti non abrasivi;
  • in cellulosa è la tradizionale carta da parati vintage realizzata con fibre vegetali derivate dalla pasta di legno. L’acqua sbiadisce i colori di questo tipo di carta da parati. Le carte da parati a base vegetale, infatti, non devono essere pulite con prodotti chimici ed esposte all’umidità;
  • realizzati in tessuto sono i più usati oggi. Possono essere goffrati e strutturati. Hanno un costo molto alto, soprattutto se realizzati con materiali di alta qualità come seta, lino, velluto o rafia. A seconda del tipo di tessuto, la resistenza all’acqua varia, quindi è necessario prestare molta attenzione quando si pulisce la carta da parati in tessuto.Per lo spolvero si può utilizzare un aspirapolvere a secco e per le macchie permanenti è meglio rivolgersi al produttore o ad un esperto;
  • su bambù su base vegetale, è sostenibile ed ecologico. Abbastanza resistente a determinati microbi e permette alle pareti di respirare. Tuttavia, può essere danneggiato dall’acqua, quindi è importante una pulizia accurata senza usare acqua.
  • Hybrid è una miscela di fibre naturali e sintetiche. Permette la traspirazione delle pareti ed è ecologico. Non è lavabile e richiede una cura quotidiana e una semplice spolverata.

Ayrıca bakınız: Punti neri sul naso: ecco come toglierli senza fare danni!

Quindi, se la carta da parati è di cellulosa, tessuto, bambù o ibrida, basta spolverare le pareti. Infatti fibre e tessuti naturali possono essere danneggiati dall’acqua e dai detersivi chimici.

Le carte da parati in vinile e fibra di vetro sono invece più resistenti e si puliscono con detergenti.

CARTA DA PARATI LAVABILE: quali prodotti utilizzare?

Se la carta è lavabile, quali sono i prodotti migliori?

  • Se la tua carta da parati è in pura cellulosa ed è quindi non bagnabile, usa semplicemente un piumino per rimuovere la polvere che si deposita su cade .
  • Se la tua è carta da parati in tessuto non tessuto , passa semplicemente un panno inumidito con acqua e detersivo direttamente sulla superficie

I detersivi migliori per pulire il rivestimento sono quelli senza candeggina (che potrebbero rovinare il design), come il classico sapone di Marsiglia. Ma anche detersivi per la casa sgrassanti ma delicati che servono per pulire tutte le superfici

Se preferisci qualcosa di più ecologico, puoi usare un po’ d’acqua per fare il tuo detersivo, sapone vegetale in scaglie, lievito in polvere e olio essenziale .

PULIZIA DELLA CARTA DA PARATI: consigli pratici

Ecco alcuni pratici consigli per pulire la carta da parati.

Ayrıca bakınız: Come aggiustare un rubinetto che perde

  • Utilizzare un aspirapolvere o pulire periodicamente la carta da parati con un panno per evitare che lo sporco si accumuli nel tempo;
  • Utilizzare i guanti per evitare il contatto tra i detersivi e la pelle delle mani
  • Pulire accuratamente la carta abrasiva con una spugna. In caso contrario, utilizzare un panno liscio.
  • Non rimuovere la muffa dalla carta da parati. In effetti, è necessario rimuovere prima il rivestimento e poi lo stampo sottostante.
  • Usa un po’ di sapone perché potrebbe appiccicare le pareti.
  • Non usare candeggina perché è troppo aggressiva.

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button