Scrittura

Come si registra una scrittura privata?

La procedura per commentare il documento presso l’Agenzia delle Entrate. Quando è obbligatorio e quali documenti sono richiesti.

Il accordo privato è un documento scritto e firmato da due o più parti per regolare determinati rapporti senza pregiudicare le terze parti. Per renderlo valido è necessaria una data specifica, ottenuta autenticando la firma e l’identità degli interessati e la data stessa da parte di un funzionario. In caso contrario è necessaria la registrazione. Ma come si registra un atto privato? Quando è obbligatorio e quando conviene registrarli?

Okuma: Come registrare una scrittura privata

Un atto privato certificato si considera tale alla presenza del pubblico ufficiale al momento della sottoscrizione. Può anche essere manoscritta da un professionista (es. avvocato) o da persona autorizzata dalle parti. È importante che abbia una data specifica oltre alle firme delle parti interessate. Quindi qui come registrare una scrittura privata e quale effetto crea la registrazione.

La scrittura privata: a cosa serve?

Il accordo privato si conclude quando gli interessati in bianco e nero e con una certa data devono stabilire un certo rapporto tra loro, ad es. B. un contratto preliminare per la vendita di una casa o per l’affitto di un immobile. Si tratta quindi di un documento che ha un valore giuridico, così descritto nel Codice Civile: “Fino all’atto di falsificazione, l’atto privato è piena prova dell’Origine delle dichiarazioni del firmatario, se la persona nei cui confronti la lettera è redatta riconosce la firma o è legalmente riconosciuta »[1].

Documento privato: quando è richiesta di registrazione?

Ayrıca bakınız: Formattare Disco o Chiavetta USB protetta da scrittura | SoftStore – Sito Ufficiale

La registrazione di un atto privato rende tale atto opponibile a terzi, ovvero conferisce all’atto un valore giuridico che riguarda la collettività e non solo i firmatari e una data specifica applicata da un pubblico ufficiale. In questo modo si evita che una delle parti possa predatare o retrodatare a proprio piacimento il documento.

Oltre al pre -vendita o il Ve r contratto di locazione , il contratto tra privati viene svolto anche per la prestito di un immobile stipulato con contratto scritto o per la garanzia di un terzo. Tuttavia, per essere valide, queste voci devono essere obbligatori registrate. Negli altri casi, la registrazione dipende dalla volontà delle parti. In linea di principio, l’obbligo è innescato dalla forma e dal contenuto del documento stesso.

In generale, gli documenti privati ufficialmente certificati o un notaio sono sempre soggetti a registrazione. . Tuttavia, le parti possono optare per la registrazione al fine di avere maggiori garanzie sulla validità legale del documento.

In sintesi, la legge richiede la registrazione di un contratto privato quando si tratta, ad esempio, di:

  • locazione di un immobile a scopo residenziale o commerciale: senza registrazione il documento non ha valore;
  • il contratto preliminare per la vendita di un immobile, che deve essere registrato entro 20 giorni dalla sottoscrizione dello stesso o entro 30 giorni se determinato dal notaio;
  • il contratto di mutuo immobiliare per iscritto, sempre entro 20 giorni dalla sottoscrizione dello stesso;
  • la concessione di un mutuo;
  • la vendita di auto e moto;
  • Sentenze e altre azioni giudiziarie che definiscono parzialmente le controversie (si pensi a un ordine di sfratto);
  • il trasferimento e la locazione dell’azienda.

Ayrıca bakınız: Chi ha inventato la scrittura? 3 Curiosità che non sapevi | AddLance Blog Café

Altri documenti privati possono essere registrati solo se utilizzati, anche se non sono autenticati. Si tratta di documenti:

  • privi di natura finanziaria;
  • le cui disposizioni sono tutte soggette ad IVA;
  • che prevedono un’imposta da pagare inferiore a 200 euro (ad eccezione dei contratti di locazione o prestito di immobili, sempre soggetti a registrazione per un determinato periodo);
  • negoziazione di azioni di società o società o azioni, obbligazioni, altre serie o titoli collettivi e titoli di Stato o garantiti.

Scrittura privata: come registrarsi?

La Registrazione di un atto privato viene eseguita presso l’Agenzia delle entrate. La legge [2] prevede che l’imposta di registro sia riscossa sia sugli atti oggetto di registrazione sia sugli atti presentati volontariamente

Questi devono essere presentati agli uffici delle imposte documenti :

  • Modulo 69 compilato: questa è la Domanda di registrazione. La seconda copia, che viene restituita al richiedente, contiene tutte le informazioni utili;
  • due originali della lettera privata o l’originale più una copia;
  • i bolli elettronici per il pagamento dell’imposta di bollo (cioè i bolli fiscali) emessi non prima della data prevista da apporre su ciascuna copia. L’importo è di 16 euro ogni 4 pagine e comunque ogni 100 righe.

Al ricevimento di tali documenti, l’Agenzia delle Entrate procederà alla iscrizione nell’atto privato , alla denuncia dell’imposta di bollo riscossa, quindi alla restituzione della copia del timbrato e lettera firmata all’interessato o rilascia ricevuta indicante la data in cui la raccomandata può essere ritirata.

Ayrıca bakınız: Come modificare il font su smartphone Huawei – Navigaweb.net

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button