Come

Herpes labiale (simplex): rimedi, cause, sintomi, cura

Introduzione

L’herpes labiale è una malattia infettiva causata dal virus dell’herpes simplex (HSV), di cui esistono due tipi:

  • Il tipo 1 è quello che colpisce più comunemente le labbra,
  • Il tipo 2 è la causa principale dell’herpes genitale.

Se alcune persone non hanno sintomi dopo l’infezione, altre sviluppano vesciche dolorose sul bordo delle labbra o in aree adiacenti appena fuori dalla bocca. Possono anche comparire in bocca, al palato o sulle gengive. Si noti, tuttavia, che è una condizione completamente diversa dalle afte, che non sono contagiose.

Okuma: Come si cura l herpes labiale

Purtroppo non esiste una cura definitiva per debellare il virus dall’organismo, quindi una volta infettati sarete inclini a sviluppare herpes labiale più o meno frequentemente, o in alcuni casi mai; Cioè la manifestazione può essere ciclica, con periodi di malattia attiva seguiti da periodi asintomatici basati su fattori di stress (fisici e non). Il primo episodio è spesso più serio.

Sono disponibili farmaci antivirali che

  • accelerano il processo di guarigione,
  • possono prevenirne l’insorgenza in pazienti selezionati.

Lo specialista che si occupa di questa infezione è in genere il dermatologo.

Foto

Cause

Virus

Le tipiche vesciche dell’herpes labiale sono causate dal virus dell’herpes simplex, da cui principalmente sono di due tipi:

  • HSV-1,
  • HSV-2.

In passato, le riacutizzazioni delle labbra erano causate quasi esclusivamente dall’herpes simplex di tipo 1, mentre il tipo 2 era responsabile di quasi tutti i casi di herpes genitale; dopo i cambiamenti di vasta portata nei comportamenti e nelle abitudini sessuali, oggi la separazione non è più così netta, poiché l’infezione può verificarsi in entrambe le direzioni durante il rapporto orale-genitale.

Contagio

Il virus dell’herpes simplex è altamente contagioso e si trasmette attraverso il contatto diretto tra le persone, attraverso lesioni da herpes, o meno comunemente attraverso la saliva di portatori sani.

La trasmissione avviene principalmente attraverso il contatto diretto con la mucosa infetta; Il soggetto è più contagioso nel momento in cui si manifestano le vescicole, ma purtroppo è possibile che la trasmissione dell’herpes avvenga anche nei giorni precedenti la sua insorgenza.

È possibile andare incontro ad autoinfezione, cioè ad infettare altre parti del corpo come naso, occhi o genitali; Si raccomanda pertanto di non toccare le vesciche e di seguire una buona igiene generale e di lavarsi frequentemente le mani, soprattutto prima di maneggiare oggetti e alimenti condivisi.

È meno comune ma possibile la trasmissione attraverso agenti infettivi (asciugamani, rasoi, bicchieri, posate, …), ma il bacio è probabilmente la modalità di contagio più comune.

Il contagio può avvenire sia a livello delle labbra che, nel caso di rapporto orale-genitale, a livello genitale; in altre parole, è possibile che la trasmissione avvenga in entrambe le direzioni attraverso il contatto da:

  • bocca a bocca,
  • bocca-genitali,
  • Genitali -genitali.

A seconda del caso, si sviluppa la forma labiale o genitale.

Fattori scatenanti

Non appena vieni infettato B. da virus, questo trova rifugio nei gangli nervosi della pelle per riattivarsi periodicamente e manifestarsi sotto forma di vescicole.

Un’esacerbazione può essere innescata o promossa da:

  • Malessere o altra infezione in atto (raffreddore, influenza, …),
  • stress fisico o psicologico,
  • stanchezza,
  • traumi nell’area interessata l’infezione,
  • mestruazioni o altre fluttuazioni ormonali,
  • esposizione al sole o al vento,
  • perdita dell’immunità.

In molti casi, tuttavia, i sintomi compaiono senza motivo (almeno apparentemente). f.

Sintomi

Ayrıca bakınız: Come Si Fanno le Rose con la Panna [Guida Semplice] | Chef

L’infezione primaria da HSV-1 è spesso asintomatica, la maggior parte degli adulti è infatti portatrice di anticorpi senza aver avuto episodi conclamati della malattia; Nei casi sintomatici l’infezione ha numerose possibili forme cliniche, ma la più comune è sicuramente la comparsa di vesciche dolorose in prossimità delle labbra.

Le fasi chiave dell’herpes labiale ricorrente sono fondamentalmente quattro.

  1. Fase prodromica, durante la quale il soggetto può manifestare sintomi specifici come prurito, prurito, bruciore e dolore. Questa fase dura da poche ore a un giorno ed è potenzialmente contagiosa anche prima che si siano formate le vesciche. Riconoscere questi sintomi predittivi è di grande aiuto, poiché l’uso di antivirali topici riduce l’entità delle lesioni cutanee.
  2. Fase delle vescicole che possono avere una dimensione compresa tra 2 e 5 mm e riempirsi di liquido giallastro
  3. Fase ulcerosa in cui le pustole scoppiano e si fondono in un’unica grande piaga ulcera di colore grigio. Il liquido che ne fuoriesce è ancora molto contagioso.
  4. Fase di crosta dura, durante la quale la crosta molle già formata si indurisce gradualmente e acquista un colore rosso scuro. In questa fase il soggetto può lamentare prurito e dolore dovuti all’emorragia della crosta. A questo punto il soggetto non è più contagioso.

In generale, lo sviluppo si completa in 7-10 giorni senza trattamento senza lasciare cicatrici .

La frequenza di insorgenza e la gravità dei sintomi varia in modo significativo da paziente a paziente, ma la tendenza generale è una riduzione del numero di episodi e della gravità nel corso degli anni.

Prima Manifestazione

È difficile determinare un periodo di incubazione, poiché la prima manifestazione può manifestarsi anche molto tempo dopo l’infezione ed è spesso particolarmente grave ed evidente (soprattutto nei bambini) con la comparsa di gengivostomatite erpetica:

  • Irritazione e gonfiore delle gengive,
  • Vesciche in bocca (soprattutto nei bambini più piccoli) e sulle labbra,
  • Mal di gola,
  • dolore muscolare,
  • linfonodi ingrossati,
  • aumento della salivazione,
  • febbre,
  • nausea,
  • alito cattivo,
  • Mal di testa.

Oltre ai sintomi più gravi, la durata del primo episodio è anche più lunga delle successive riacutizzazioni.

Quanto tempo ci vuole?

Il periodo di guarigione dell’infezione secondaria da HSV-1 è in genere di circa 9-11 giorni; a volte rimane una macchia rossastra che svanisce nel tempo, mentre l’infezione da HSV-2 ha un tempo di guarigione leggermente più lungo e la lesione può essere più pronunciata, soprattutto nelle donne.

L’applicazione topica di creme antivirali ai primi sintomi può accelerare il decorso.

Quando consultare un medico

Se hai precedenti sintomi che indicano herpes labiale, è normale aspettarsi nuove riacutizzazioni, ma dovresti contattarli Consulta il tuo medico se:

p>

  • sintomi dubbi o atipici,
  • comparsa di vesciche in aree diverse (ad es. sul torace o vicino agli occhi),
  • nessuna guarigione dopo 7-14 giorni,
  • sintomi particolarmente gravi,
  • ricadute troppo frequenti.

Pericoli

Generalmente, l’infezione da herpes simplex provoca manifestazioni che si risolvono spontaneamente e senza complicazioni entro 1-2 settimane; tuttavia, ci sono alcuni casi specifici, come un sistema immunitario compromesso, in cui possono insorgere rischi significativi.

L’HSV-1 può interessare anche le dita (Patereccio erpetico) e causare una dolorosa infezione che spesso si verifica a livello del pollice e pollice / o indice in alto; è particolarmente comune negli operatori sanitari che vengono a contatto con il virus, presente, ad esempio, nelle secrezioni orali dei pazienti.

L’herpes simplex dell’occhio è una delle cause più comuni di cecità infettiva nel mondo, quindi è necessario prestare attenzione per evitare l’autoinfezione.

Può eventualmente colpire la pelle in altre aree del corpo, specialmente nell’eczema.

Molto raro Il virus può causare un’infiammazione del cervello (encefalite), una condizione grave che richiede un trattamento ospedaliero immediato per evitare il rischio di complicazioni permanenti o addirittura la morte.

Gravidanza e allattamento

h3>

Durante la gravidanza, l’herpes sulle labbra generalmente non è un problema.

Il virus dell’herpes simplex (HSV) può essere grave nei bambini, quindi è necessaria una maggiore attenzione durante la gravidanza: le madri con HSV possono continuare ad allattare se non ci sono lesioni sul seno e se le vescicole in altre parti del corpo sono accuratamente e completamente ricoperti.

Ayrıca bakınız: Come provocare un ragazzo o un uomo a letto o via sms, instagram e whatsapp

Madri con lesioni attive al seno, cosa piuttosto rara, dovresti interrompere temporaneamente l’allattamento al seno colpito dal seno da cui non deve essere utilizzato il latte.

Bambini

Se l’herpes non è una preoccupazione generale nei bambini più grandi, i rischi aumentano quanto più giovane è il paziente è dovuto all’immaturità del sistema immunitario (oltre al Patereccio erpetico, un’infezione che colpisce le dita e che si verifica più frequentemente che negli adulti a causa dell’abitudine di succhiarsi il pollice durante la manifestazione dell’herpes).

In alcuni casi l’infezione è limitata alla bocca o alla pelle e in questi casi è prevista una completa guarigione dopo il trattamento antivirale (la situazione è più delicata ma generalmente con una prognosi eccellente se l’infezione gioca un ruolo

La condizione è molto più grave quando si diffonde agli organi del neonato, dove l’infezione è fatale in quasi un terzo dei casi; si consiglia di contattare immediatamente il pediatra con:

  • affaticamento,
  • perdita di appetito (perdita di appetito non solo associata ai sintomi delle vesciche),
  • febbre.

Contattare il pronto soccorso se:

  • letargia (sonnolenza eccessiva),
  • anoressia (il bambino rifiuta il cibo),
  • febbre alta,
  • li>

  • dispnea (difficoltà respiratoria),
  • tachipnea (aumento della frequenza respiratoria),
  • cianosi (colore bluastro) .

Si noti che in alcuni casi di infezione da herpes, la manifestazione cutanea è assente.

Trattamento e rimedi

È possibile ottenere sollievo dall’uso di creme all’ossido di zinco, ma il trattamento più efficace per questo tipo di infezione è un antivirale che blocca la proliferazione del virus e può aiutare a ridurre i tempi di guarigione. I due farmaci più comunemente usati sono l’aciclovir (generico, o come Zovirax, Cycloviran, …) e il penciclovir (Vectavir).

L’aciclovir (Zovirax®) ha dimostrato di essere efficace se usato nella fase prodromica fase è molto meno il caso se utilizzato solo nella fase vescicolare. Per una corretta terapia è fondamentale applicare uno strato di crema ogni 4 ore (tranne la sera) per un minimo di 5 giorni e un massimo di 10 giorni.

Penciclovir ( Vectavir®) dà risultati soddisfacenti indipendentemente dallo stadio di sviluppo della lesione erpetica. L’applicazione topica di penciclovir può anche alleviare il dolore e la crema deve essere applicata sull’area infetta ogni 2 ore per 4 giorni consecutivi.

Si consiglia di lavarsi bene le mani dopo ogni applicazione topica.

In caso di frequenti riacutizzazioni dell’herpes, si consiglia di ricorrere alla somministrazione sistemica di un agente antivirale su consiglio del medico.

Si consiglia di evitare il contatto con gli alimenti:

  • acidi (pomodori, agrumi, …),
  • salato,
  • duro,

che potrebbe aumentare la sensazione di dolore causata dall’herpes labiale.

Prevenzione

Per prevenire l’infezione da virus, è generalmente necessario evitare contatti ravvicinati (baci, rapporti sessuali, scambio di posate e altri oggetti, …) con persone infette ; Purtroppo spesso non basta o, più spesso, il contagio risale all’infanzia.

Ad oggi non esiste la vaccinazione contro l’herpes simplex.

Dopo il contagio è possibile per ordinarne un po’ Per intervenire sui fattori che sembrano favorire l’insorgenza dei sintomi, è quindi consigliabile:

  • prestare attenzione al proprio stile di vita, mantenere forte il sistema immunitario,
  • fai il possibile per alleviare e gestire lo stress,
  • Proteggiti dal sole e dal vento.

Evitando questi fattori scatenanti è spesso possibile prevenire o ridurre la gravità dell’herpes labiale, anche se nei casi più gravi può essere necessario ricorrere a regolari farmaci antivirali orali a rischio di auto- infezione e trasmissione dell’herpes simplex a terzi.

Ayrıca bakınız: Disdetta telefonica: procedura, costi e moduli – SuperMoney

Fonti e riferimenti

  • Herpes labialis
  • Trattamento e prevenzione dell’herpes labiale

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button