Come

Lettera di Dimissioni 2022: Modulo online – TiConsiglio

La lettera di recesso deve essere presentata online se hai un contratto di lavoro subordinato (a tempo determinato o indeterminato) con una società privata e tu desidera smettere.

Cosa significa? Ciò significa che per disdettare e risolvere di comune accordo un rapporto di lavoro non ci si può limitare a inviare una lettera cartacea al datore di lavoro, come è avvenuto in passato . È necessario inviare la lettera di disdetta in formato elettronico, ovvero compilando un modulo online.

Okuma: Come si danno le dimissioni online

Ma come va inoltrato il modulo di disdetta volontaria? E come si completa? In questa utile guida spieghiamo come recedere da un contratto di lavoro e come compilare il modulo online della lettera di recesso 2022.

COS’È LA LETTERA DI RISOLUZIONE

La lettera di licenziamento è il documento utilizzato dal lavoratore per comunicare al proprio datore di lavoro la propria volontà di recedere dal contratto di lavoro. Viene utilizzato per la risoluzione volontaria e la risoluzione reciproca del rapporto di lavoro.

LETTERA DI RISOLUZIONE ON LINE 2022

La lettera di disdetta online è stata introdotta con l’obiettivo di ridurre il fenomeno delle “cessazioni a vuoto” , pratica diffusa in quale Dipendente che firma una lettera di dimissioni al momento dell’assunzione, vuota e senza data. In questo modo, il datore di lavoro potrebbe utilizzare tale lettera per lasciare il lavoratore a casa in un secondo momento.

Con la legge 17 ottobre 2007 n. 188, la depositazione elettronica dei licenziamenti introdotti attraverso il portale web del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, la cui procedura è stata poi disciplinata dalla Riforma Fornero (Legge 28 giugno 2012, n. 92). A seguito delle novità introdotte dal Codice del Lavoro, dal 12 marzo 2016 è stato introdotto un nuovo modulo online per il licenziamento volontario, di cui al Decreto Legislativo 14 settembre 2015, n. art. 151, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 221 del 23 settembre 2015. L’articolo 26, paragrafo 1, prevede che le dimissioni volontarie e la cessazione reciproca del rapporto di lavoro nel settore privato debbano essere effettuate esclusivamente per via elettronica. Il nuovo modulo online deve essere compilato e inviato secondo le modalità indicate nel DM 15 dicembre 2015 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Pertanto, la compilazione del modulo di risoluzione online è l’unico modo ai sensi della legge applicabile per recedere dal contratto di lavoro in caso di invalidità la risoluzione. Vediamo chi può presentare elettronicamente la nuova lettera di dimissioni 2022 e come farlo.

CHI PUO’ COMPILARE LA LETTERA DI RISOLUZIONE ONLINE?

Il modulo di dimissioni online per dimissioni e revoca del rapporto di lavoro può essere presentato a lavoratori del settore privato, titolari di un contratto di lavoro. I lavoratori possono compilarlo di persona o con l’aiuto di parti responsabili.

La compilazione può infatti essere effettuata nei due seguenti modi:

  • direttamente dal dipendente interessato;
  • da soggetti qualificati , quali CAF, patronati, sindacati, enti bilaterali, commissioni di certificazione, consulenti del lavoro e competenti uffici di zona dell’Ispettorato nazionale del lavoro, che sono quindi incaricati dal lavoratore, creare e trasmettere il fascicolo per suo conto.

Nel caso di lavoratori minorenni, la presentazione delle risoluzioni elettroniche deve essere effettuata con l’aiuto di un genitore, tutore legale o qualcuno legalmente in loro vece .

Quindi, se sei un lavoratore privato con un subappalto e vuoi recedere, puoi scegliere di continuare in autonomia o se ti affidi a un ente che ha il modulo a tuo nome.

COME COMPILARE IL MODULO DI CANCELLAZIONE ONLINE?

Puoi presentare le tue dimissioni elettroniche attraverso un apposito modulo servizio online messo a disposizione dal Dipartimento del Lavoro e delle Politiche Sociali o tramite le App per >smartphone e tablet che consentono di effettuare la procedura con dispositivi con sistema operativo iOS o Android.

Se decidi di compilare tu stesso il modulo, dovrai essere in possesso di credenziali SPID o di una carta d’identità elettronica (CE SONO).

Ayrıca bakınız: Rose di feltro 6 modelli facili senza cuciture – manifantasia

Cosa sono? La Carta di Identità Elettronica (CIE) è un documento di riconoscimento che ha sostituito la carta d’identità nella Repubblica Italiana. Il Pubblico di Identità Digitale (SPID) dall’altro è il nuovo sistema di login che permette a cittadini e imprese di accedere a tutti i servizi online delle pubbliche amministrazioni e delle imprese aderenti con un’unica identità digitale.

Accesso al modello di uscita volontaria da Internet, è necessario sceglierne uno dei due da avere. Ricorda che per ottenere l’identità SPID devi farne richiesta rivolgendoti a provider di identità digitale o soggetti privati ​​accreditati da AgID (Agenzia per l’Italia Digitale) per ottenerne il rilascio. Puoi trovare maggiori informazioni in questa pagina.

Una volta in possesso delle credenziali per il portale INPS, devi accedere al modulo online per inviare e compilare la notifica in >. Se decidi di contattare una persona autorizzata, compilerà i dettagli e li invierà al Dipartimento del Lavoro.

PROCEDURA

Per compilare il modulo online è necessario procedere come segue:

  1. Accedere al portale web di Lavoro Servizi del Dipartimento del Lavoro e fai clic su ‘SPID ‘ o ‘CIE’ per autenticarti con le tue credenziali e procedere con la compilazione autonoma del form;
  2. segui le istruzioni per andare alla Pagina Cancellazioni Elettroniche, clicca sull’icona Cancellazione Volontaria e seleziona Invio per essere reindirizzato alla pagina della compilazione;
  3. Clicca su ‘Inserisci nuovo licenziamento’, accedendo alla schermata in cui vengono visualizzati i report di lavori attivi;
  4. clicca sull’icona blu sotto la voce ‘Scegli’, in corrispondenza dell’impiego a cui desideri rinunciare, verrai indirizzato al modello online di compila, che si articola in 4 sezioni : – La prima sezione è destinata all’inserimento dei dati del dipendente (codice fiscale, cognome, nome, E -Posta); – la seconda sezione è destinata alla raccolta dei dati del datore di lavoro (codice fiscale, nominativo, email/PEC, indirizzo di lavoro, comune e cap) – la terza sezione è riservata al rapporto di lavoro e quindi alla data di inizio e tipo di contratto; – la quarta sezione è dedicata alla tipologia di richiesta formulata: recesso volontario, revoca per giusta causa o risoluzione reciproca, con il relativo termine e motivazione;
  5. Una volta compilate tutte le sezioni, controlla che le informazioni siano corrette, poiché il sistema non conterrà alcuna modifica dopo il salvataggio consente e strong> fai clic su ‘Salva’ per inviare il messaggio , per confermare i dati inseriti, oppure fare clic su “Annulla” per eliminare tutte le modifiche apportate. In caso di convalida, verrà visualizzato un messaggio di avviso, che ti informa che la richiesta è stata elaborata correttamente e che è stata inviata una email di notifica al datore di lavoro;
  6. chiudi la finestra (pop up) dicendoti di essere reindirizzato automaticamente alla home page contenente l’elenco dei prelievi inviati da cui puoi ricevere <strong Puoi visualizza e scarica il licenziamento appena inviato cliccando sull’icona sotto la voce Download PDF. Il modulo scaricabile contiene una quinta sezione relativa ai dati dell’invio che contiene il codice identificativo del modulo e data della trasmissione.

Se ti iscrivi all’app corrispondente del Deciding online annullare Per inviarli dal tuo smartphone o tablet, puoi scaricare l’applicazione direttamente da questa pagina.

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E L’INVIO DEL MODULO

Se il lavoro che desideri annullare non è nell’elenco visualizzato dal sistema > strong> , puoi procedere con inserire la cessazione facendo clic sul pulsante “Inserisci risoluzione per rapporto di lavoro non quotato”.

Per il rapporto di lavoro rapporti da dal 2008, il sistema di comunicazione obbligatorio è automatico le informazioni relative alla sezione 1 (dipendente) e alla sezione 2 (datore di lavoro).Quindi, se sei stato assunto dal 2008 in poi, non devi compilare queste parti,

i dipendenti che hanno iniziato il rapporto di lavoro prima del 2008 , invece, devono compilare in parte i dati nel modulo personalmente. Quindi, se rientri in questo caso, devi inserire le informazioni richieste.

È POSSIBILE RITIRARE LA RISOLUZIONE?

Sì, entro 7 giorni dalla data di invio del modulo di cancellazione online. Per procedere alla revoca del recesso o alla risoluzione reciproca del contratto è sufficiente recarsi nell’elenco delle dimissioni volontarie della propria area riservata e cliccare sull’icona “Revoca” se appare colorata. Se invece è grigio, significa che il termine entro il quale si poteva revocare la dimissione online è scaduto (sono trascorsi cioè più di 7 giorni) e che quindi non è più revocabile.

Il sistema visualizza automaticamente una maschera di riepilogo con i dati di dimissione e per inoltrare la revoca è necessario selezionare la voce ‘Esegui revoca di dimissione’. A questo punto compare una finestra pop-up con il messaggio “Risultato revoca”, che conferma la corretta elaborazione della richiesta e l’invio della Notifica per posta al datore di lavoro. Chiudendo il pop-up tornerai alla home page, dove troverai l’elenco dei prelievi e degli opt-out, che include anche la data di invio del modulo di recesso volontario nel campo Data di invio.

Se lo desideri, puoi visualizzare e stampare l’Avviso di Revoca in formato PDF cliccando sull’apposita icona clicca essere rosso. Anche in questo caso il documento ha una quinta sezione che contiene il codice identificativo del modulo cancellato e la data della cancellazione indica /strong>.

COME FUNZIONA LA PROCEDURA SE SI RICHIEDE A UNA PERSONA IDONEA?

Se decidi di avvalerti del supporto di un ente qualificato (CAF, organismi bilaterali, sindacati, ecc.) Non è necessario registrarsi online. Se l’invio del modulo viene effettuato da una persona autorizzata, non è necessario possedere l’identità SPID o il CIE.

Come funziona la procedura? La persona autorizzata stabilisce la tua identità, si collega al portale web per il lavoro del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, dove deve essere registrato, e accedi con i tuoi dati di accesso. Quindi seleziona il modulo, compilalo per te e invialo.

Ayrıca bakınız: Come avere un Viso Perfetto – Garnier

Segnaliamo che le persone autorizzate possono anche stampare e cancellare > il modulo online per conto del Dipendente per il quale hai presentato la comunicazione. Anche in questo caso la revoca deve essere effettuata entro 7 giorni dalla data di spedizione.

COSA DEVE SAPERE SULLA DICHIARAZIONE

Un chiarimento deve essere fatto in merito alla possibilità di risoluzione. Le risoluzioni volontarie dal rapporto di lavoro sono considerate dai contratti che richiedono la risoluzione nella notifica delle stesse. La nuova procedura online non ha alcun impatto sul periodo di preavviso del dipendente.

In relazione a tale obbligo, e cioè alla disciplina del rapporto di lavoro e della sua cessazione, si applicano le norme statutarie o contrattuali in materia (è necessario rivolgersi al proprio CCNL). Pertanto, il dipendente che deve rispettare un termine di preavviso deve rispettarlo.

In questo caso, la data di inizio della cessazione è a partire dalla quale il rapporto di lavoro cessa dopo il termine di cessazione. Quindi quale data dovrebbe essere inserita nel modulo? Dal giorno successivo all’ultimo giorno di lavoro.

CHI NON DEVE INVIARE IL MODULO TELEMATICA? > H3 >

Sono esentati dall’obbligo di presentazione del modulo di risoluzione online:

  • Dipendenti del settore pubblico
  • Dipendenti che hanno svolto lavori domestici
  • lavoratori che abbiano cessato di comune accordo il rapporto di lavoro mediante accordi arbitrali stragiudiziali
  • genitori che lavorano nei casi di cui all’articolo 55 comma 4 del d.lgs. 151/2001, che prevedono per la convalida presso gli uffici provinciali competenti;
  • Titolari di contratti di collaborazione coordinata e continuativa o di tirocinio/tirocinio;
  • Dipendenti in periodo di prova;
  • Collaborazioni con codice fiscale;
  • Coloro che hanno un rapporto di lavoro marittimo.

Pertanto, se rientri in uno di questi casi, non puoi inviare un avviso di annullamento online . È necessario utilizzare l’invio di un modulo cartaceo da notificare di persona o tramite raccomandata e seguire le procedure previste dal proprio CCNL o quelle per specifiche categorie di lavoratori. Ecco un esempio di lettere di dimissioni che puoi utilizzare per dimetterti.

PERCHÉ È STATA INTRODOTTA LA CANCELLAZIONE ONLINE?

Il primo obiettivo è quello di prepararsi alla risoluzione volontaria online e alla risoluzione consensuale del rapporto di lavoro, è stabilire una procedura uniforme che riduca ogni altro tipo di comunicazione ambigua e incompleta eliminata, nonché per definire i tempi dell’esatta archiviazione e compilazione del documento.

Ricordiamo inoltre che tale procedura è nata anche per contrastare la pratica del “avviso generale”, dove il datore di lavoro fa firmare la disdetta al lavoratore al momento dell’Impostazione di modificare la data nel caso in cui il sito debba essere lasciato libero. Si tratta di una pratica molto diffusa nei confronti delle donne, utilizzata dai titolari delle aziende per ‘coprirsi’ in caso di maternità, ma che ha colpito diverse categorie di lavoratori vulnerabili.

Con il nuovo modulo di recesso online Non è possibile modificare la data in quanto ogni lavoratore ha un codice identificativo e una data di presentazione. Perché la procedura online è così macchinosa? Per garantire un livello di sicurezza più elevato.

QUALI SANZIONI SONO AMMESSE

Nel caso di tentativi di modifica online dei moduli di licenziamento da parte dei datori di lavoro, sanzione amministrativa variabile da tra 5.000 e verranno imposti 30.000 euro imposti

MAGGIORI INFORMAZIONI, MAGGIORI INFORMAZIONI, FAQ

Per chiarimenti su come utilizzare la procedura online, mettiamo a tua disposizione la GUIDA AGGIORNATA (Pdf 805Kb) sulle modalità operative per la Trasmissione delle cancellazioni elettroniche disponibili. Ti ricordiamo inoltre che puoi avere un servizio di assistenza inserendo gli URP online a quelli indicati al punto 5 del manuale utente di contatto , e che puoi consultare la pagina web predisposta dal Ministero del Lavoro dedicata alle risposte alle domande più frequenti (FAQ).

PROCEDURA NORMATIVA

Come si è arrivati ​​alla normativa attuale? Con l’approvazione della legge 17 ottobre 2007 n.188, è stata introdotta la trasmissione elettronica dei licenziamenti attraverso una specifica procedura accessibile attraverso il portale web del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, la cui procedura è successivamente ha modificato la Riforma Fornero (Legge 28 giugno 2012 n. 92). In continuità con le strategie di contrasto al fenomeno dei “licenziamenti generalizzati”, dove vengono penalizzati i dipendenti più vulnerabili, dal 12 marzo 2016 è stato introdotto un nuovo modulo: volontario licenziamento, risoluzione amichevole del rapporto di lavoro e revoca della cessazione. Tale modifica segue le novità introdotte dal Codice del Lavoro, i. H. la riforma del diritto del lavoro, promulgata dal decreto legislativo 20 marzo 2014, n.34 e dalla legge 10 dicembre 2014, n.183. Il nuovo ordinamento introdotto dal decreto legislativo 14 settembre 2015, n.151 nella Gazzetta Ufficiale n. 221 del 23 settembre 2015, prevede che le dimissioni volontarie e la risoluzione reciproca del rapporto di lavoro nel settore privato debbano avvenire solo per via telematica.

RIFERIMENTI LEGALI LETTERA DI RISOLUZIONE

  • Decreto Legislativo 14 settembre 2015 n.151, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.221 del 23 settembre 2015.
  • DM 15 dicembre 2015, contiene le linee guida per la presentazione del modulo online per la disdetta e la risoluzione amichevole del rapporto di lavoro e per la revoca.

ALTRE ISTRUZIONI UTILI

Ayrıca bakınız: Ecco come scegliere il fondotinta giusto: colore, tono, consistenza

  • Esempi di lettere di dimissioni, modelli da scaricare.
  • Come lasciare e lasciare il tuo lavoro.

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button