Come

Bonus 200 euro a chi spetta e come ottenerlo

Il gruppo dei beneficiari del bonus da 200€ si allarga per includere dipendenti, pensionati, disoccupati, lavoratori della società civile, colf, lavoratori stagionali, co.co.co. e liberi professionisti con reddito basso e con requisiti speciali.

Il provvedimento introdotto con il decreto aiuti è stato nuovamente rivisto dal > decreto aiuti su a , che includeva anche i neo pensionati, i borsisti di ricerca e gli studenti laureati, il personale atletico e altro personale.

Okuma: Bonus 200 euro a chi spetta e come ottenerlo

In questa guida spiegheremo in modo chiaro e dettagliato chi ha diritto al bonus di 200 euro , come funziona e come utilizzarlo con tutte le novità introdotte, secondo all’INPS ufficiale – Informazioni ricevute.

CHE COS’È IL BONUS DI 200 EURO

Il bonus di 200 euro è un contributo “una tantum” per pensionati, dipendenti e lavoratori autonomi , co.co.co., lavoratori domestici e stagionali, disoccupati e percettori di reddito di cittadinanza. La misura mira a contrastare l’aumento dei prezzi in tutti gli ambiti della vita quotidiana e interessa generalmente coloro che nel 2021 avevano un reddito inferiore a 35.000 euro, con esigenze progressivamente differenziate in base ai gruppi di stakeholder. La base normativa è il Decreto Aiuti 2022, che è stato trasformato in legge modificata dal Decreto Aiuti bis, che ha ampliato il gruppo dei destinatari al fine di eliminare le disuguaglianze create nella prima versione. Con Circolare n. 73 del 24/06/2022 e relativo comunicato INPS, unitamente alla Comunicazione n. 2559 del 24/06/2022, l’INPS ha chiarito in dettaglio le condizioni e le modalità per ottenere il compenso una tantum.

CHI È

Il bonus di 200 euro previsto dal Decreto Aiuti di Stato 2022 si applica alle seguenti categorie disciplinari:

  • Funzionari e privati ​​;
  • pensionati
  • lavoratori domestici;
  • Lavoratori stagionali nel turismo e spettacolo;
  • Lavoratori autonomi e liberi professionisti;
  • Percettori di Reddito di cittadinanza ;
  • Responsabile delle vendite di case.
  • Titolari di rapporti di cooperazione coordinati e continuativi;
  • disoccupati beneficiari di NASpI, DIS-COLL e disoccupazione agricola.

Con Decreto o Aiuti a si aggiungono anche:

  • Personale sportivo;
  • Dottorandi e assegnisti di ricerca.

Per ricevere il bonus, i membri di queste categorie devono soddisfare determinati requisiti che vedremo in dettaglio di seguito.

I REQUISITI

Il Decreto Aiuti 2022 ha poi stabilito i requisiti necessari per le diverse categorie disciplinari, ovvero:

  • Per i lavoratori, che hanno percepito benefici per almeno una mensilità di stipendio fino al 23 giugno dall’esenzione contributiva ITS 0,8% “sulla quota a carico del dipendente dei contributi previdenziali per invalidità, vecchiaia e superstiti”. Inizialmente il periodo di riferimento era il quadrimestre gennaio-aprile 2022, ma poi tale termine è stato prorogato dalla Circolare n. 73 del 24/06/2022 al giorno precedente la pubblicazione del medesimo documento (23 giugno per la precisione ). Tale esenzione è riconosciuta a condizione che la retribuzione imponibile, parametrizzata su base mensile per tredici mesi, non ecceda l’importo di 2.692 euro che, moltiplicato per tredici, è pari a 34.996 euro (4 centesimi in meno) superiore al limite massimo di 35.000 euro). Ma attenzione, anche grazie al decreto aiuti bis, rientrano nel servizio anche i lavoratori che non hanno beneficiato dell’esenzione perché colpiti da eventi figurativamente coperti dall’INPS (es. malattia, maternità, esuberi). Per ulteriori informazioni e per verificare se sei idoneo, ti invitiamo a leggere questa analisi dettagliata.
  • Per i pensionati, percepire la pensione Italia. da ogni forma di previdenza obbligatoria, previdenziale o assistenziale, pensionistica o assistenziale per disabili civili, non vedenti e sordomuti, e trattamenti pensionistici di accompagnamento, con decorrenza fino al 1 giugno 2022 (nella prima versione del Decreto Assistenza, il requisito “entro il 30 giugno”). In questo caso il prerequisito è un reddito personale soggetto a imposta sul reddito nel 2021 (esclusi oneri previdenziali e previdenziali) di massimo 35.000 euro. Puoi trovare tutti i dettagli su come funziona il bonus di 200€ per i pensionati nel nostro articolo dettagliato.

  • Per i disoccupati che hanno percepito NASpI, DIS-COLL e TFR per il mese di giugno 2022.
  • Per i lavoratori domestici che hanno uno o più rapporti di lavoro alla data del 18 maggio 2022 (data di entrata in vigore del Decreto Benefici). Non c’è limite di reddito per l’accesso.
  • Per i titolari di rapporti di collaborazione coordinati e continuativi (co.co.co.) :
  1. hanno contratti attivi da 18 maggio 2022 (data di entrata in vigore del decreto aiuti);
  2. essere iscritti in amministrazione separata e non in altre forme obbligatorie di previdenza sociale;
  3. hanno un reddito da lavoro dipendente fino a 35.000 euro nel 2021.
  • Per i lavoratori temporanei :
  1. hanno prestato servizi per almeno 50 giorni
  2. hanno un reddito dai rapporti specificati non superiore a 35.000 euro per l’anno 2021.
  • Per i lavoratori e gli operatori dello spettacolo :
  1. Essere iscritti al Fondo Pensione Lavoratori dello Spettacolo
  2. hanno versato almeno 50 contributi giornalieri
  3. hanno un reddito dai rapporti specificati che non supera i 35.000 euro per 202 1.
  • Per i lavoratori autonomi senza partita IVA non iscritti in altre forme soggetti a contributi previdenziali:
  • erano titolari di lavoratori autonomi occasionali contratti basati sulle disposizioni dell’articolo 2222 del codice civile (contratto di lavoro);
  • fino al 2021 deve essere accreditato almeno un contributo mensile;
  • ha effettuato l’accesso all’account separato già il 18 maggio.
    • Non sono ancora noti i requisiti specifici per i lavoratori autonomi e i professionisti soggetti ad IVA. Il decreto si limita alla costituzione di un fondo ad hoc a copertura delle prestazioni loro assegnate. Per loro deve intervenire un decreto del Ministero del Lavoro, che viene emanato di concerto con il Ministero dell’Economia. Vi terremo aggiornati a questo punto.
    • Per i lavoratori stagionali dei settori del turismo e delle terme, dello spettacolo e dello sport che sono già stati beneficiari degli aiuti per l’emergenza Covid del decreto sostegno bis (bonus 2400 euro INPS ).
    • Per i venditori di case:
    1. hanno un reddito da attività di vendita di case di oltre 5.000 euro nel 2021;
    2. avere una partita IVA attiva
    3. essere registrati nel conto separato dal 18 maggio;
    • Per i dipendenti sportivi che rientrino in almeno uno dei soggetti di cui all’articolo 96 del decreto legislativo 17 marzo 2020, n. 18 (Decreto Cura Italia);
    • Per assegnisti di ricerca e dottorandi:

    1. hanno contratto attivo dal 18 maggio, 2022;
    2. Essere iscritti all’amministrazione separata INPS e non essere iscritti ad altre forme pensionistiche obbligatorie;
    3. non andare in pensione.

    QUANTO IMPORTO

    Ayrıca bakınız: Sos lievito madre! Ma è morto veramente? – Stile Naturale

    L’importo del nuovo compenso è lo stesso per tutti i beneficiari ed è 200 euro . Solo per i lavoratori autonomi e liberi professionisti l’importo esatto non è ancora certo. Il prossimo decreto ministeriale dovrà chiarire anche questo aspetto e su questo vi terremo aggiornati.

    COME FUNZIONA IL BONUS DA 200 EURO

    Funziona il bonus da 200 euro in parte in modo diverso a seconda che siano pensionati, dipendenti, autonomi, disoccupati o percettori di reddito di cittadinanza. Può essere corrisposto:

    • direttamente con la pensione nel mese di luglio se ne beneficia un pensionato;
    • nella busta paga di luglio se lavoratore dipendente. Con messaggio n.2505 del 21 giugno 2022, l’INPS ha precisato che l’indennità sarà corrisposta sulla retribuzione effettivamente corrisposta a luglio, che secondo le regole di ogni rapporto di lavoro potrà essere a carico di luglio, ma anche da giugno;
    • su espressa richiesta per i lavoratori autonomi con o senza partita IVA, i lavoratori stagionali, le colf e badanti, il personale di animazione, gli addetti alle vendite di abitazioni;
    • con sovrapprezzo sull’assegno NASPI, DIS-COLL o disoccupazione agricola nel mese di ottobre in caso di disoccupato;
    • con integrazione del sussidio da luglio per quanto riguarda i percettori del reddito di cittadinanza.

    Ma vediamo più da vicino come funziona il bonus da 200 euro nei singoli casi

    1) COME I DIPENDENTI RICEVONO IL BONUS

    Per i dipendenti , la sovrattassa di inflazione di 200 euro verrà riconosciuta una sola volta nella busta paga di luglio 2022. La versione del decreto aiuti pubblicata sulla Gazzetta prevedeva, tra l’altro, maggiori dettagli tecnici sul funzionamento del bonus per i dipendenti e prevedeva una dichiarazione del lavoratore (quindi non d’ufficio) in cui certificava di non aver percepito l’assegno riceverlo in altra forma (ad esempio come pensionato o beneficiario di naturalizzazione). Tale onere è stato rimosso per i dipendenti pubblici dal Decreto Semplificazione Fiscale approvato dal Governo il 15 giugno 2022, per il quale la verifica dei requisiti deve essere effettuata direttamente dall’INPS attraverso le sue banche dati. Per i dettagli sulla compilazione dell’autocertificazione, vedere il relativo articolo.

    In ogni caso questi sono i seguenti passaggi:

    • se si tratta di un dipendente privato, il dipendente presenta un’autodichiarazione all’azienda dichiarando di non essere titolare di pensione o di reddito di cittadinanza o di bonus di 200 euro a seguito di qualsiasi altra attività o rapporto di lavoro subordinato.
    • il datore di lavoro verifica nelle buste paga gennaio-aprile 2022 che il lavoratore abbia usufruito dello sconto IVS o semplicemente solo aventi diritto senza beneficiarne (in attesa di chiarimenti in merito). Se la verifica va a buon fine, si procede come segue:
    • il datore di lavoro versa il contributo in busta paga di luglio ;
    • Successivamente il datore di lavoro deve dimostrare il diritto al bonus nell’avviso di contribuzione di luglio sul bilancio. Fare riferimento a questo approfondimento dedicato per le istruzioni su come segnalare un contributo;
    • qualora durante l’adeguamento si riscontri che il bonus non era dovuto, il datore di lavoro lo riacquisterà ;
    • il datore di lavoro può avviare il recupero in 8 rate uguali
    • il datore di lavoro pagherà il sostenuti Scontare il saldo con il pagamento dei 200 euro utilizzando lo strumento di compensazione fiscale.

    Si ricorda che il congedo viene accreditato una sola volta, ovvero una sola volta, il dipendente svolge anche due o più lavori. L’importo anticipato al dipendente è quindi pari a il momento del pagamento dei contributi recuperati dal datore di lavoro dalle relazioni contributive del luglio 2022, come nella comunicazione INPS n. 2397 del 13 giugno 2022.

    2) COME RICEVONO IL BONUS I PENSIONATI

    Per i pensionati, il bonus da 200 euro arriva direttamente sulla banconota di luglio, insieme al 14°

    3) COME RICEVONO IL BONUS I LAVORATI AUTONOMI

    I lavoratori autonomi/liberi professionisti (con partita IVA) riceveranno il bonus di 200 euro attraverso un’apposita procedura stabilita con decreto ministeriale. Ti terremo informato.

    4) COME RICEVONO IL BONUS I PERCETTORI DELLA RDC E I DISOCCUPATI

    Infine, i beneficiari del reddito di cittadinanza e coloro che percepiscono il NASPI, il DISCOLL > e disoccupazione agricola trova 200 euro sull’importo pagato a titolo di sussidio nel mese di luglio (per i beneficiari della RDC) e in ottobre (per i disoccupati). Quindi a causa di un aumento della loro indennità. Il disoccupato deve aver percepito l’indennità di disoccupazione nel giugno 2022. Per quanto riguarda i disoccupati e il bonus di 200 euro, vi consigliamo di leggere l’informativa di dettaglio specifica.

    5) COME OTTENERE IL BONUS COLF, CO.CO.CO, STAGIONALI E LAVORATORI SHOW

    Collaboratori domestici e badanti, lavoratori stagionali, animatori, venditori a domicilio e appaltatori hanno una collaborazione continua e continua, ricevono compensi secondo specifica richiesta attraverso apposita procedura. Vi informeremo non appena saranno note le procedure specifiche. Per i lavoratori domestici il Ministero sta attualmente predisponendo una piattaforma ad hoc e non appena sarà disponibile ve ne informeremo nello stesso articolo. L’INPS, intanto, ha chiarito con la circolare 73 del 24 giugno 2022 che il termine per la presentazione delle domande per queste categorie, ad eccezione dei lavoratori domestici, è 31 ottobre 2022. I lavoratori domestici , invece, possono presentare domanda fino al 30 settembre 2022. Per maggiori dettagli vi segnaliamo lo studio dettagliato sul bonus da 200 euro per colf e badanti.

    6) COME I DIPENDENTI SPORTIVI RICEVONO IL BONUS

    Ayrıca bakınız: Come trasferire i contatti da iPhone a iPhone | 6 Modi

    Il compenso una tantum sarà corrisposto automaticamente e senza preventiva richiesta da Sport e Salute S.p.A fino al 30 milioni di euro sono stati messi a disposizione. Si attende un documento di pratica per i dettagli sulle modalità. Ti informeremo non appena sarà disponibile.

    QUANDO VERRA’ PAGATO IL BONUS DI 200 EURO

    Il bonus di 200 euro verrà pagato:

    • nel mese di luglio 2022 ai dipendenti, ai nuclei beneficiari di Rdc, alle famiglie, ai titolari di una o più pensione cure erogate per qualsiasi forma di previdenza obbligatoria, pensionistica o assistenziale, pensione o assegno per invalidi civili, non vedenti e sordomuti e trattamenti pensionistici di accompagnamento;
    • nell’ottobre 2022 ai titolari di NASpI, DIS-COLL, alla platea dei beneficiari di disoccupazione agricola 2021 e coloro che hanno già percepito la precedente indennità Covid-2021 e lavoratori appartenenti alle categorie soggette a domanda.

    Per tutti i dettagli al momento del riconoscimento del bonus, vedi ar

    COME RICHIEDERE IL BONUS DI 200 EURO

    Il bonus sarà corrisposto ai dipendenti previa autodichiarazione e automaticamente ai pensionati e ai beneficiari di NASPI, DIS-COLL e Reddito di cittadinanza. Tutti gli altri devono presentare apposita domanda all’INPS. Per maggiori informazioni su chi deve presentare domanda e chi viene pagato automaticamente, ti consigliamo di leggere questo approfondimento. La domanda va presentata con la seguente procedura:

    • Accedendo alla sezione “Punto di accesso ad altri benefici previdenziali” accessibile dalla home page del sito INPS si accede tramite seguendo il percorso “Vantaggi e Servizi”

      RIFERIMENTI NORMATIVI

      Vi forniamo il testo coordinato del Regolamento Aiuti trasformato in legge (Pdf 877 Kb) pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n° 164 del 15 luglio 2022 in data il testo del Decreto Legislativo 9 agosto 2022 n.115 – Decreto sugli aiuti bis (Pdf 337 Kb), pubblicato in G.U. n.185 del 09/08/2022.

      Questo articolo è in continuo aggiornamento, inseriremo eventuali nuove normative previste.

      RIFERIMENTI AL REGOLAMENTO

      Circolare n. 73 del 24/06/2022 (Pdf 347 Kb) – Comunicato INPS (file PDF 107 Kb); Messaggio n° 2559 del 24/06/2022 (Pdf 67 Kb).

      MAGGIORI INFORMAZIONI E GUIDE UTILI

      Ti consigliamo inoltre di leggere i seguenti articoli:

      • 200 euro di bonus, richiesta o prelievo automatico? Tutte le regole;
      • Dipendenti e bonus 200 euro: chi ha diritto, nuovi requisiti;
      • Bonus 200 euro: quando arriverà il pagamento?
      • Docente ATA precario: bonus 200 euro con cambio;
      • Disposizioni INPS sul bonus dipendente di 200 euro per i datori di lavoro;
      • 200 euro bonus autodichiarazione: Facsimile Word e template PDF da scaricare.

      PIÙ AIUTO E COME RESTARE AGGIORNATI

      Ti invitiamo inoltre a dare un’occhiata al nuovo Fast Internet Bonus per le famiglie e il nuovo bonus da 60 euro da scoprire per i trasporti, introdotto anche dal decreto aiuti 2022. Per saperne di più su altri ausili, bonus e sconti per famiglie e dipendenti, puoi visitare la nostra sezione “Ausili per le persone”. Vi invitiamo inoltre ad iscrivervi alla nostra newsletter gratuita per ricevere tutti gli aggiornamenti e al canale Telegram per vedere in anteprima le novità.

      Ayrıca bakınız: Come avere Internet in casa senza telefono fisso: le offerte di Settembre 2021 | SosTariffe.it

      .

    Related Articles

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *

    Back to top button