Come

Prodotti per togliere la cera dai portacandele – consigli.it

La magia delle candele è sempre quella giusta per allietare una cena romantica o una serata di festa. Il calore discreto della fiamma e l’illuminazione soffusa rendono l’ambiente caldo e confortevole. Soprattutto se la candela viene collocata in un centrotavola particolarmente elegante o in portacandele e lanterne con una finitura speciale. Quello che resta dopo le belle serate, però, è il problema di come togliere la cera dai portacandele in vetro in modo che possano essere riutilizzati.

Okuma: Come togliere la cera dal vetro

Esistono molti metodi, ma i più comuni prevedono l’utilizzo di fonti di calore o, in alternativa, di freddo. La prima è quella dell’acqua bollente: consiste nell’infilare un coltello affilato nel vetro della candela per graffiare la cera e creare crepe. Quindi, senza riempire completamente il contenitore, versare l’acqua bollente e attendere che la cera si sciolga e salga in superficie. Una volta che l’acqua si è raffreddata, è sufficiente rimuovere i blocchi di cera galleggianti e pulire i bordi interni raschiando con un coltello e infine con una piccola saponetta imbevuta di acqua tiepida o olio per la pelle.

Metodo alternativo, ma simile, è riempire una bacinella con acqua bollente e posizionare al centro il candeliere sporco, attendere che la cera si ammorbidisca e rimuoverla accuratamente con un coltello tondo.

Ayrıca bakınız: Spedire negli USA: Come evitare problemi? – Marte International

Un altro suggerimento che utilizza il calore prevede l’uso del forno. È necessario foderare una teglia con un foglio di alluminio, posizionare il candeliere di vetro capovolto al centro e portare la temperatura a 100 gradi per circa 15 minuti, controllando di tanto in tanto. Quando noti che la cera si è sciolta ed è caduta sulla carta stagnola, rimuovi la padella ed elimina i residui. Ovviamente devi stare attento a non bruciarti.

Il metodo a freddo, invece, si basa sul congelamento della cera. Prima rimuovi quanta più cera possibile dai bordi con un coltello e poi riponi il portacandele nel congelatore per almeno un’ora. Il freddo dovrebbe far restringere la cera e staccarla dai bordi. Dopo averlo tolto dal congelatore, è sufficiente dividere la cera con un coltellino da burro e poi capovolgere il contenitore: la cera si staccherà in grandi quantità.

Pulizia finale

Utile per on the go Guida Dopo ogni fase di lavoro, eseguire un’accurata pulizia con le parti interessate.

Gli Spontex in microfibra sono ideali per un risultato perfetto senza aloni. Funzionano bene su tutte le superfici in vetro, anche quelle delicate. Rimuovono le impronte digitali e sono 2 volte più efficaci contro grasso e sporco rispetto a un panno di cotone.

Vileda offre anche panni in microfibra, con i quali puoi sempre ottenere prestazioni di pulizia ottimali. Oltre ad essere molto resistenti, sono anche ottime per pulire tutti i tipi di superfici senza l’utilizzo di detersivi, grazie alle prestazioni pulenti garantite dalla loro struttura in microfibra. Questi panni sono realizzati in diversi colori in modo da poter essere distinti in base al loro utilizzo: per il bagno, per l’arredamento, per il vetro, per la cucina. La confezione Multipack contiene 8 asciugamani di 30 x 30 cm. Morbidi e antistatici, questi asciugamani sono anche lavabili in lavatrice a 60°C.

Ayrıca bakınız: Pizza napoletana: la Ricetta originale passo passo (Pizza Margherita)

La spugna ceramica Vileda, invece, è una spugna creata appositamente per la vetroceramica: la sua parte abrasiva è una struttura 3D con cristalli appositamente studiata per essere efficace e, soprattutto tutto, senza graffi da pulire. Si tratta di una spugna 100% microfibra in grado di rimuovere i residui di sporco e di asciugare rapidamente le superfici per farle brillare. È una spugna assorbente in grado di sgrassare e lucidare senza lasciare graffi. Una spugna che, se lavata accuratamente, è sempre come nuova.

Candeliere tradizionale

Per chi ama i candelieri classici, la pulizia è ancora più facile grazie ai candelieri che lasciano meno cera quando vengono mangiati e sono spesso facili da staccare. In caso di residui, per i candelieri in vetro si applicano le stesse procedure sopra descritte, mentre sono disponibili alcuni prodotti specifici per la pulizia dei candelieri in metallo o argento.

Quando si parla di candelieri argento è importante utilizzare prodotti appositamente studiati per evitare effetti di appannamento o, peggio ancora, di rovinare permanentemente il metallo prezioso. La lozione detergente e curativa Hagerty per gioielli in argento o metallo argentato è adatta a questo scopo perché pulisce e ripristina la lucentezza dell’argento ossidato o degli oggetti argentati senza danneggiarli.Oltre ai candelieri, Silver Polish fa brillare anche vasi, cornici e altri oggetti in argento o metallo argentato opaco. La lozione protegge dall’ossidazione per molte settimane e rimuove lo sporco. Acquistare in crema in abbinamento ai guanti per non graffiare l’oggetto e al panno relativamente morbido.

Gli oggetti Grandi oggetti d’argento come vassoi e candelieri o oggetti con molte decorazioni e intagli inaccessibili si arrugginiranno e diventeranno opachi con i metodi di pulizia convenzionali. HG bagno d’argento per immersione è un prodotto per la pulizia di oggetti opachi o anneriti in argento o argentati senza sfregare. Una volta trattato con il bagno d’argento HG per immersione, l’argento riacquisterà un aspetto splendido, pulito e brillante. Per lucidare l’oggetto a fine bagno è sufficiente utilizzare un panno apposito.

Altri suggerimenti

Ayrıca bakınız: Come curare la pianta di limone: in vaso o in giardino, l&039importante è tenerlo irrigato e protetto | Ohga!

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button