Come

Che abbigliamento serve per sciare? Bottero Ski Blog

Per poter affrontare al meglio le piste, è importante adottare un abbigliamento da sci che sia sufficientemente comodo e caldo per rendere piacevole questa esperienza sulla neve.

Se sei un principiante, sapere cosa indossare è fondamentale, poiché i diversi capi devono garantire una temperatura ottimale oltre alla necessaria libertà di movimento, senza preoccupazioni o disagi evitare dal freddo e dall’umido.

Okuma: Come ci si veste per sciare

L’abbigliamento tecnico da sci, sempre più funzionale e all’avanguardia, offre infinite possibilità e garantisce comfort qualunque siano le condizioni climatiche: ecco le giacche e >pantaloni da sci, tute, cappelli, guanti e ciaspole tecniche sono l’attrezzatura necessaria per divertirsi in quota anche se non sei un professionista.

Cosa indossare per sciare

Quando si tratta di neve ed altitudine, indossare a strati è d’obbligo, poiché questa scelta consente una vestibilità ottimale: In questo modo, l’abbigliamento da sci mantiene il corpo caldo e asciutto anche in situazioni particolarmente calde e secche condizioni climatiche avverse e inospitali.

In genere ci sono tre strati che l’abbigliamento da sci deve essere in grado di indossare: Da è innanzitutto il cosiddetto strato di base o intimo, quello che viene a contatto con la pelle. In questo caso l’obiettivo principale è la traspirabilità per allontanare il sudore dal corpo, espellendolo all’esterno e riducendo notevolmente la sensazione di freddo o intorpidimento agli arti. / p>

In generale, questo primo strato è caratterizzato da capi tecnici lunghi proposti in tessuti in fibra sintetica: meglio evitare il cotone in quanto tende ad assorbire il sudore e di conseguenza a tenerlo addosso pelle. possono preferire la lana trattata sinteticamente.

Il secondo strato deve invece essere isolante: essendo infatti uno strato intermedio, ha lo scopo di trattenere il calore all’interno del capo ed evitare che freddo. Lo strato isolante è costituito principalmente da giacche da sci, felpe e maglioni, preferibilmente realizzati in pile, poiché il materiale è tra i più isolanti e adatti a neve.

Ayrıca bakınız: Come trattare il legno tarlato definitamente e chiuderei buchi

Anche la lana è adatta per la sua forte traspirabilità, tuttavia è meglio privilegiare il comfort, tenendo presente che più sottile è lo strato isolante sarà, maggiore sarà la flessibilità che apparirà il movimento. Sono quindi da preferire i tessuti tecnici.

Il terzo e ultimo strato è quello più esterno, il cui scopo è quello di proteggere dagli elementi naturali come vento, acqua, neve o pioggia. Si tratta quindi di un vero e proprio strato protettivo, solitamente composto da giacche invernali o da neve e pantaloni da sci che offrono una protezione ottimale e consentono all’umidità di evaporare rapidamente.

Leggi anche: Maschere da sci per bambini: come scegliere quella giusta

Caratteristiche dell’abbigliamento da sci

Comfort oltre a ottima traspirabilità, idrorepellenza e protezione da il freddo sono le caratteristiche principali che l’abbigliamento da sci deve avere. Vestibilità soddisfacente e praticità pari libertà di movimento.

Per questo motivo, il Gore-Tex Stretch, un tessuto particolarmente elastico che offre un’ottima vestibilità, è uno dei materiali più utilizzati nell’abbigliamento da sci, ampiamente considerato poco ingombrante e capace accettato di assecondare i movimenti naturali del corpo, prendendone la forma e non ostacolandolo.

Traspirabilità è piuttosto la capacità del tessuto di allontanare l’umidità associata alla traspirazione e trasportarla all’esterno: in genere, il cosiddetto L’indice di sudore è misurato in G. Ciò significa che un abbigliamento da sci di ottima qualità può raggiungere facilmente i 20.000G, mentre con scarsa traspirabilità va al massimo da 3.000 a 5.000G.

Ayrıca bakınız: Come togliere via la colla Attak dalla pelle e dalle unghie

Occorre scegliere abbigliamento da sci anche e soprattutto per la sua impermeabilità o idrorepellenza, misurata in colonne d’acqua, il cui valore medio è solitamente circa 5.000 millimetri.

Un capo di abbigliamento da sci di qualità avrà uno spessore di circa 20.000 millimetri, così potrai trascorrere intere giornate sotto la neve o la pioggia senza bagnarti la pelle.

Non meno importante è la protezione dal freddo o comunque dalle basse temperature: l’abbigliamento da sci deve quindi essere in grado di trattenere il calore corporeo e tenerlo a contatto con la pelle.

Abbigliamento tecnico per Sci: quale scegliere?

Abbigliamento tecnico da sci: quale scegliere?

Quando incontri per la prima volta la neve in alta quota, non farti cogliere impreparato: giacca da sci, detta anche shell, pantalone o in alternativa un classico e intramontabile la tuta da sci , sono un must, così come gli scarponi e gli sci stessi.

Anche cappelli e guanti imbottiti sembrano indispensabili quando si va in pista: deve da ricordare, però, che con il Downhill va tolta la calotta dal casco, preferibilmente compatibile con il mascherina.

Se la giornata è particolarmente sfavorevole e la nevicata è costante, ha senso indossare un passamontagna sotto il casco, accompagnato da un comodo scaldacollo. Da non dimenticare le calze tecniche da sci che favoriscono la sudorazione dei piedi, equilibrano il calore e mantengono attiva la circolazione sanguigna.

Leggi anche: Occhiali da sci polarizzati: le caratteristiche delle lenti di qualità

Ayrıca bakınız: WhatsApp: come scoprire se qualcuno ti ha bloccato

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button