Come

Generatore di Nomi per Brand & Guida Completa per Trovare un Nome di Brand GRATIS

Come trovare un marchio

Ehi, sono Ashley (esperta di branding) e ti sto mostrando come trovare il nome perfetto per il tuo marchio!

Trovare un marchio richiede molto più di un’idea brillante. In questo articolo, analizzeremo tutto, dagli obiettivi del marchio agli obiettivi di mercato, al posizionamento del marchio desiderato e al modo in cui gli interessi demografici influenzano il processo di denominazione. Analizzeremo ciò che serve per costruire un buon marchio, guarderemo alcuni dei migliori esempi di branding, faremo un brainstorming e ti daremo ispirazione per il tuo nome. Decidere su un marchio richiede molte ricerche. Non deve solo essere connesso al prodotto, ma contenere anche un significato più profondo che coglie l’essenza dell’azienda; deve identificarsi con il messaggio complessivo di quest’ultimo ed essere facile da ricordare. Quando le persone vedono il marchio, dovrebbe essere facilmente riconoscibile e suscitare una risposta emotiva positiva.

Okuma: Come creare un nome per un brand

Qualità essenziali che un marchio dovrebbe possedere:

  • Essere unici e distinguersi dalla concorrenza;
  • Facile da pronunciare, ricordare e identificare.
  • Dovrebbe in qualche modo riguardare il prodotto e trasmettere un’idea dello scopo, dell’utilità e della qualità dei prodotti dell’azienda.

Quando crei il nome per il tuo marchio, devi anche tenere conto di come quest’ultimo verrà tradotto in altre lingue. Si può tradurre correttamente e come cambia il suo significato?

Come dare un nome a un marchio

Quando arriva il momento di dare un nome al tuo marchio, devi pensare a qualcosa di più del semplice nome. Considera gli obiettivi del tuo marchio e il mercato di riferimento. Quali sono i tuoi concorrenti di successo e come puoi fare di meglio?

  1. Innanzitutto, crea un elenco di parole che si riferiscono all’idea generale che vuoi dare al marchio. Considera le connotazioni e le implicazioni di queste parole per ciascuna di esse. Si adattano al tuo scopo? Ci sono altre parole, sinonimi o contrari che potrebbero funzionare meglio?
  2. Se hai un elenco esaustivo di parole, elimina quelle che potrebbero avere una connotazione negativa. Quindi rimuovo le parole insolite e difficili da pronunciare.
  3. Quindi scegli i tuoi preferiti e fai un lungo elenco di idee per i nomi.
  4. Scorri l’elenco tenendo a mente i tuoi obiettivi. il tuo marchio Sii determinato a rimuovere le parole dall’elenco e assicurati che tutti i nomi siano legali, univoci e ottenga tutti gli strumenti social e i domini pertinenti.
  5. Ora vuoi scoprire cosa pensano le persone dei nomi rimasti . La ricerca sui consumatori sarà di grande aiuto a questo punto.
  6. Considera anche come apparirà il marchio, quali strategie di marketing puoi utilizzare per raggiungere i tuoi obiettivi e come tutto si adatta al nome.
  7. Ripeti questo processo finché non trovi un nome che ti convince, potrebbero volerci settimane o alcune ore. Non avere fretta, chiedi pareri e quando sei pronto puoi registrare il tuo nome.

Suggerimenti per trovare un nome per il tuo marchio

Un grande marchio dovrebbe essere pertinente, coinvolgente, unico e stimolante. Dovrebbe contenere attributi e associazioni che creano l’identità del tuo marchio.

1. Cosa definisce il tuo marchio?

I marchi sembrano promesse. Sono garanzie che i prodotti fabbricati da questa azienda soddisferanno le aspettative. È una promessa di qualità e design, molto più di un semplice prodotto.

Un marchio funziona attraverso associazioni che comunicano diversi tipi di caratteristiche. “Le persone usano i marchi per classificare le loro scelte”. Un marchio forte è in grado di rendere le persone consapevoli di ciò che l’azienda rappresenta e quali sono le sue offerte. Nel tempo, un marchio rende il processo decisionale di acquisto più facile per i clienti e semplifica il processo di acquisto.

“Un marchio si crea nel tempo, dalle impressioni che si hanno dell’azienda, dei suoi prodotti o servizi e viene confermato (o distrutto) dall’esperienza.”

In a The il sondaggio ha rilevato che “più del 50% dei partecipanti al sondaggio sceglie prodotti e servizi di un determinato marchio”.

Questa concezione del marchio è costruita attorno a una rete di associazioni veicolate al consumatore. Ad esempio, molti consumatori sono influenzati dalle implicazioni etiche dell’acquisto da un particolare marchio. Un marchio noto per utilizzare il lavoro minorile nella fabbricazione dei propri prodotti, indipendentemente dal fatto che i loro prodotti siano più economici, soffrirà rispetto a un marchio con un processo di produzione etico ben definito.

Il marchio è il volto, la personalità ritratta di un’azienda e un buon marchio è qualcosa con cui il consumatore si collega emotivamente.

2.Considera il posizionamento del tuo marchio

Ayrıca bakınız: Oro vero: come riconoscerlo? 5 1 Metodi infallibili fai da te

Il posizionamento del marchio gioca un ruolo chiave nella tua strategia di marketing. Devono considerare costantemente le esigenze dei clienti e vogliono “creare un marchio competitivo”.

“Nel mercato al dettaglio di oggi, i clienti sono inondati di marchi e prodotti”, quindi è importante assicurarsi di aver identificato la tua nicchia e messo in evidenza le somiglianze e le differenze tra te e i tuoi concorrenti per distinguerti distinguersi dalla massa, stabilire e sviluppare la fedeltà al proprio marchio. Con il posizionamento intelligente, puoi raggiungere attivamente il tuo gruppo target e guadagnare credibilità.

Pensa alla nicchia che hai scelto e alle tendenze attuali. Quindi pensa a tutte le associazioni che ne derivano. Ad esempio, per la nicchia del cibo biologico, potresti pensare a cibi e ricette salutari. Ti stai chiedendo quali sono gli interessi del mio mercato di riferimento? E quali tipi di marchi riconoscono oggi e perché?

Il marchio Disney è un ottimo esempio di posizionamento. Il loro logo ha subito numerosi cambiamenti ma una cosa è rimasta per ognuno di loro, sono tutti belli e bizzarri. Evocano la meravigliosa animazione e le fiabe per cui sono conosciuti. Questo bizzarro talento artistico è rivolto ai bambini, ma la sua identità definita e unica ispira nostalgia anche nelle generazioni più anziane. Evidenzia anche la loro nicchia specifica: l’animazione. Ad esempio, se avessero adottato un logo più rigoroso basato semplicemente su una tipografia noiosa, avrebbero avuto molte più difficoltà a raggiungere il mercato di riferimento e suscitare la stessa risposta emotiva da parte del pubblico.

3. Tieni a mente l’identità del tuo marchio

In breve, l’identità del marchio riflette ciò con cui un’organizzazione si identifica ed è l’identità costruita attraverso associazioni che mettono in evidenza le caratteristiche e le caratteristiche uniche del marchio . Anche l’identità del marchio dovrebbe essere facilmente identificabile, poiché è stato riscontrato che “lo stimolo mentale associato all’auto-presentazione può aumentare la probabilità che il cliente acquisti effettivamente quando si tratta di un marchio”.

L’identità Un marchio rappresenta l’immagine che un’organizzazione vuole adottare sul mercato. Può essere identificato con la loro qualità o con uno scopo caritatevole.

Discende da Odino, ad esempio, un piccolo marchio di abbigliamento che ha costruito la sua identità sfruttando il tratto dei Vichinghi, la loro forza. Ciò consente al loro abbigliamento sportivo di distinguersi in un mercato affollato e hanno sostenuto quella percezione sul loro nome e l’hanno supportata con una campagna di marketing intelligente con testimonial di alto profilo. Ben Mudge è un esempio, un personal trainer che è un modello ispiratore per molti nella lotta contro la fibrosi cistica. L’associazione che ne risulta è quella dell’identità di un marchio in prima linea nella lotta alle avversità.

Quando pensi alla tua identità di marca, ci sono diverse cose da considerare. Dove vuoi andare tra 5 (o anche 10) anni? Ricorda che l’identità di un marchio si riflette non solo nelle campagne di marketing, ma anche sul posto di lavoro. Questo ti aiuterà a stabilire linee guida per il tuo tono, posizionamento e relazioni.

Pensa a come presentare tutte queste idee in un modo che costruisca l’identità del tuo marchio attraverso l’associazione, garantendoti sia una luce familiare per il consumatore che una chiara differenziazione dalla concorrenza.

Un’identità forte dovrebbe racchiudere tutto ciò che un marchio vuole percepire di sé, non solo nel nome, ma anche in un logo, motto, identificazione e colori registrati.

p>

4. Dare forma all’immagine del marchio

L’immagine del marchio risiede nei consumatori, è la loro percezione del marchio e di ciò che rappresenta. Per questo l’immagine di un brand non si costruisce solo su un nome o un logo. I tre aspetti principali da valutare durante la creazione dell’immagine di marca sono:

  1. il logo
  2. uno slogan che delinea sinteticamente i punti di forza del marchio
  3. Identità visiva: deve essere interessante, attraente, esclusiva, unica e soprattutto coerente in tutte le strategie di marketing utilizzate per rafforzare la sua immagine.

Un marchio dovrebbe essere facilmente riconoscibile da questi tre punti e i suoi valori, posizionamento e identità dovrebbero essere impliciti.

Ayrıca bakınız: Focus – Niente è come sembra – Film (2015) – MYmovies.it

“Le caratteristiche del marchio che sono facilmente riconoscibili ma non ne trasmettono vantaggi funzionali e simbolici o non offrono soddisfazioni estetiche, non gli consentono di realizzare il suo pieno potenziale.” La conclusione è che un un’immagine forte del marchio deve essere coerente con il suo scopo.Un’immagine di marca dovrebbe consentire ai consumatori di associare facilmente i marchi alla soluzione di un problema. Un’immagine di marca è l’associazione immediata che le persone creano con uno stimolo visivo.

L’immagine del marchio Disney, ad esempio, riguarda il divertimento ma ha anche un’eredità. L’immagine del marchio Apple si riferisce ai suoi prodotti unici e innovativi.

5. Definisci la personalità del tuo marchio

La personalità del marchio è il tono della voce, il volto umano, l’associazione antropomorfa che evoca una risposta emotiva. “Creare un legame emotivo con il marchio è una questione chiave nel mondo del marketing di oggi. Un modo per farlo è allineare la personalità del marchio con quella del cliente”.

Dyson, ad esempio, adotta un approccio innovativo, scientifico e intelligente alla progettazione e produzione di aspirapolvere. Attraverso il loro marchio, creano un oggetto quotidiano altrimenti monotono pieno di personalità ed eleganza, e noi consumatori lo adoriamo.

Henry Hoovers è un altro esempio di produttore di aspirapolvere. Hanno dato ai loro prodotti un nome personale e hanno letteralmente dato loro un volto umano. Ciò consente alle persone di creare un legame profondo con il marchio. L’associazione umana rende il marchio memorabile e rende di nuovo divertente un monotono articolo per la casa.

La differenza tra l’immagine del marchio e la personalità è che la prima riguarda le associazioni fisiche, tangibili e di marca, mentre la personalità è più indicativa della risposta emotiva.

Riferimenti

  1. Chovanová, H.H., Ivanovich A.,In origine, i fondatori Bill Bowerman e Phil Knight volevano chiamare l’azienda Dimension 6. Non ha preso il nome attuale fino al 1971. Nike è la dea greca della vittoria e puoi immediatamente capire come si adatti perfettamente al mondo dello sportswear. È breve, facile da ricordare e significa letteralmente vittoria per le persone che lo indossano. Il caratteristico tick o swoosh di Nike è un tentativo di trasformare il movimento in design.

    Amazon

    Jeff Bezos voleva chiamare il suo servizio di consegna Cadabra nel 1995. Era però convinto che suonasse troppo come “cadavere”, così per evitare connotazioni negative scelse l’Amazzonia: il fiume più grande del mondo. Il motivo per cui è stato scelto questo nome è che i fiumi e l’acqua in generale sono stati tradizionalmente il metodo più efficiente per trasportare le merci.

    Ispirazione per il marchio

    Qui ho trovato alcune idee per il marchio per diversi settori per darti un’idea di come funziona il processo.

    • Edge Technologies: un nome semplice come Edge è facile da ricordare e ha chiare connotazioni nei settori tecnologici. È una dichiarazione di prodotti innovativi avanzati che hanno un vantaggio sulla concorrenza. Non è del tutto unico, tuttavia, poiché ci sono già diversi prodotti Samsung di alto profilo, in particolare il Galaxy Edge, sul mercato. Tuttavia, una variazione di questo potrebbe essere un punto di partenza interessante.
    • Daemon: è una parola interessante. Nella mitologia greca, significa uno spirito interiore o una forza guida. Nella tecnologia, è un sottoprogramma che viene eseguito come processo in background anziché essere sotto il controllo diretto di un utente interattivo. A causa della varietà di significati, si distingue come nome.
    • Paramore: Combinando le parole parametro e altro, suggerisci una gamma sempre più ampia di possibilità. Inoltre, una persona cara è una persona amata, il che aggiunge intimità all’identità del marchio.
    • Aromi Misti: Un nome semplice per un’azienda alimentare. I sapori misti hanno connotazioni positive di sapori unici e nuovi.
    • Spumeggiante: Unisce bollicine e delizioso. Questo sarebbe un nome interessante per un’azienda di bevande gassate rivolta ai bambini. Tuttavia, la natura infantile del nome limita le opzioni su tutta la linea.
    • Attiva: Attivo, attiva. Come nome di un articolo sportivo, questo funge da comando e sembra dire alle persone di attivare il loro lato atletico. Questo apre alcune opportunità di marketing piuttosto difficili intorno all’idea che le persone raggiungano i loro obiettivi.
    • Spada e scudo: funzionerebbe come marchio di abbigliamento sportivo da uomo. Fa riferimento ad armi antiche che sono romanticizzate nella nostra società odierna Eros: il dio romano dell’amore. Per un marchio di bellezza, questo nome parlerebbe direttamente a ciò che vogliono i consumatori.
    • Mi Amor: un’estensione dell’idea di Eros, tradotta come My Love. È possessivo e sembra quasi un ordine. Come marchio di bellezza, questo a sua volta fa appello a ciò che i consumatori vogliono.
    • Avvocato: un avvocato è un amico e un sostenitore. Come marchio di abbigliamento, questo implica un messaggio interessante. Sono i tuoi sostenitori dell’abbigliamento e supportano il tuo senso della moda. Oppure sei un sostenitore del marchio. Funzionando in entrambi i modi, coinvolge sottilmente il consumatore con il marchio a un livello più profondo.

    Cose da considerare quando si sceglie un nome per un marchio

    Abbiamo analizzato le basi e ho condiviso idee che saranno utili per consolidare il tuo marchio. Ricorda che il nome del tuo marchio è più di semplici parole, anche se non sei riuscito a ottenere nient’altro. Il nome è semplicemente il punto di partenza. Costruisci la tua identità di marca su questo.

    Il nome del tuo marchio deve creare una connessione emotiva con i tuoi clienti target. Dovrebbe essere unico e facile da ricordare mentre trasmette la personalità e il messaggio dietro il tuo marchio.

    Cerca di non limitarti ad un nome troppo specifico che invece si riferisca a un solo prodotto o zona, prova a pensare ad associazioni positive. Evita nomi fastidiosi, scomodi o difficili da pronunciare.

    Infine, ricorda di considerare come il nome che scegli si tradurrà nelle diverse lingue, perché non vuoi che ti ostacoli

    Ayrıca bakınız: Valvola EGR: costo, sintomi che è sporca e come pulirla senza smontare

    Altre guide ai nomi di attività

    • 10 modi creativi per scegliere un marchio
    • Come scoprire se il nome di un’azienda è stato preso / Disponibile
    • Come proteggere il nome di un’azienda
    • >

    .

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button