Come

Pescare calamari e totani 2 3 consigli segreti trucchi

Molto spesso nei negozi di pesca puoi sentire la domanda su come pescare calamari e calamari dalla riva. La pesca a terra di questi cefalopodi sta diventando sempre più popolare sulle nostre coste. Le esche per la pesca del calamaro possono portare grande piacere sia dalla riva che dai porti e dalle scogliere e dalle barche.

Per prima cosa vediamo le differenze e come distinguere le seppie dai calamari.

Il calamaro

  • Il calamaro ha un corpo allungato e appuntito.
  • Le due pinne rombiche ai lati della parte terminale del corpo la fanno sembrare una punta di lancia.
  • Gli occhi sono quasi laterali.
  • I due i tentacoli più lunghi hanno ventose di diverse dimensioni e sono parzialmente retrattili.
  • Gli otto tentacoli, più corti, non tutti di uguale lunghezza, hanno ventose regolari disposte su due file.
  • Colore rosa con macchie rosse e marroni.
  • Il calamaro può pesare fino a 10 kg ed essere lungo 1 m.

Il calamaro

  • Il calamaro sembra abbastanza simile al calamaro, con le due pinne triangolari più corte.
  • I due lunghi tentacoli e tuti non retrattili sono costituiti da quattro file di ventose.
  • Gli otto tentacoli più corti hanno la stessa lunghezza e la metà della lunghezza.
  • Ha un colore viola cangiante.
  • Il suo peso può variare da 1 a 15 kg per una lunghezza di oltre un metro.

Questi cefalopodi vivono entrambi in profondità, in zone fangose, ma il polpo ama anche le distese di posidonia ei coraligeni dei fondali.

Okuma: Come pescare i calamari da terra

Scopri di più sulla pesca di calamari e seppie.

La pesca di calamari e calamari è possibile sia con esche naturali che artificiali chiamate calamari o Egi. L’attrezzatura utilizzata per la pesca di calamari e calamari è la stessa utilizzata per la pesca dei calamari. In commercio ci sono canne ideali per la pesca, ma puoi usarle anche per lo spinning leggero. Le canne devono essere Pesca di calamari e calamari Sii morbido con una potenza da 10 a 30 gr Inoltre i mulinelli ideali sono dai 2500 ai 4000. Infine le esche variano molto per forma, dimensione, peso e soprattutto colori.

I mulinelli sono con treccia sottile da 0.06 a 0.10 ideale per imbobinare la pesca di totani e totani. È necessario preparare la lenza per la pesca del calamaro collegando la treccia di lunghezza 50-70 cm con filo mono 0,25/0,30.

L’ultimo pezzo è necessario per avere una sorta di ammortizzatore a cui è attaccata l’esca per la pesca del calamaro. Evitare di collegare l’esca ad un eventuale girella e moschettone che possa cambiare la posizione dell’Egi in acqua. Un semplice nodo direttamente sull’esca è molto meglio.

Anche se durante il giorno hai catture occasionali ad alta salinità, le ore migliori sono dal tramonto all’alba. Proprio per questo, nella pesca notturna, è fondamentale utilizzare esche fosforescenti. Ma vedremo tutto questo in dettaglio più avanti.

Eging azione di pesca per la pesca di calamari e calamari.

  • Una volta che l’esca entra in acqua, aspetti che si depositi sul fondo.
  • Vengono eseguiti due jerkate, quindi il thread viene recuperato sotto l’incantesimo.
  • Quindi attendi da 5 a 10 secondi (il tempo impiegato dall’esca per recuperarla di seguito).
  • Questa azione di pesca viene ripetuta fino a quando l’esca non atterra sulla riva.
  • Generalmente vengono effettuati tre lanci e poi spostati di 10 yarde se non si ottiene alcun risultato.

Quando il calamaro e il calamaro attaccano, l’esca mette in tensione la treccia e il segnale trasmesso alla punta della canna non è altro che una tensione da essa. Quando ci riprendiamo, lo facciamo costantemente e con calma per non strappare i tentacoli del cefalopode.

Le esche artificiali per la pesca di calamari e calamari.

Le esche per calamari e calamari hanno prezzi compresi tra 1 euro e 15 €. Sicuramente, oltre ad un mantello di seta e un colore migliore e una maggiore resistenza, i calamari più costosi hanno il principale vantaggio di essere equilibrati. Inoltre, con il calamaro per pochi euro, devi prestare molta attenzione alla vertebra della testa, che può staccarsi in modo da poter fare un piccolo foro e infilarci il filo. Per quanto riguarda la scelta del colore, non ci sono determinate regole, è bene avere un numero ragionevole di totanars di diversi colori e provarli

Le esche naturali per la pesca di calamari e calamari.

Le esche naturali sono solitamente costituite da piccoli pesci come boghe, sugarelli, sardine e menoles. Il cosiddetto ciuffo o calamaro si usa per morto. È costituito da una gabbia metallica in acciaio che racchiude il pesce esca o con un ago al centro su cui si ferma il pesce esca. Sotto la testa sono presenti robusti ganci senza artigli a formare una corona, che può essere singola o doppia.

Ayrıca bakınız: Trattamenti antitarlo travi e soffitti a confronto: qual è il migliore

Le esche naturali sono preferibili alle esche artificiali nelle fasi iniziali della pesca di calamari e calamari, quando l’acqua non ha ancora raggiunto le temperature più fredde, le esche artificiali sono preferibili anche in presenza di luce artificiale o presenza della luna gamberetti fosforescenti o illuminazione di calamari.

Non molte persone sanno che in alcune zone calamari e calamari vanno a riva per cibo e riproduzione e possono anche essere pescati dalla riva durante questo periodo.

Il periodo migliore per pescare calamari e seppie dalla riva.

Il momento migliore per pescare polpi o calamari dalla riva è sicuramente inferiore a quello dalla barca. Con la barca possiamo muoverci verso il mare e cercare acque più profonde e più fredde. Dalla riva, dobbiamo sfruttare il momento in cui i calamari si avvicinano alla riva per riprodursi. Indipendentemente dal fatto che tu stia pescando nei porti dalle scogliere o dalle coste, è una buona idea provare a pescare i calamari in un mare calmo e senza vento. Solo in assenza di vento e onde nei mari piatti si cacciano calamari e calamari.

I mesi e il periodo migliore per pescare calamari e seppie dalla riva alla coda.

I mesi autunnali e invernali sono i migliori per la pesca di calamari e calamari perché, come già accennato, si avvicinano alla riva con l’intento di riprodursi. Durante questo periodo, possono essere minate in vari punti caldi. Gli spot come le zone di pesca influenzeranno il momento migliore per avere maggiori possibilità di successo, questo è dovuto alle correnti e al fondale.

La temperatura stagionale influisce anche sul tempo di pesca del calamaro, accorciando il periodo quando è superiore alla media e allungando il periodo quando è inferiore. In conclusione, possiamo riassumere che i mesi migliori vanno da fine ottobre a inizio marzo.

I periodi migliori per pescare calamari e seppie dalla riva alla coda.

I periodi migliori per pescare I calamari vanno tenuti in considerazione che sono facilmente attratti dalla luce fosforescente dell’esca. Per questo motivo, dal tramonto all’alba sono i momenti migliori della giornata per pescare calamari con egis, calamari e gamberetti fosforescenti. Naturalmente, quando si pescano i calamari, ad esempio, si dovrebbero utilizzare esche di ottima qualità che brillino più intensamente e più a lungo. Sicuramente le torce UV come quelle nel link sono ideali per caricare le esche per la pesca del calamaro.

Grazie alla lunghezza d’onda della luce UV, le esche si caricano di più in un tempo molto più breve e restituiscono luce più a lungo anche le ore l’uso del sole basso prima del tramonto e dopo l’alba crea un interessante gioco di luci e ombre per la pesca dei calamari.

Normalmente le ore centrali della giornata per la pesca del calamaro sono meno redditizie, tranne nelle giornate nuvolose anche quando piove, quando i raggi del sole non penetrano le nuvole e quindi la superficie dell’acqua. In genere i periodi migliori per pescare calamari e calamari sono dopo il tramonto per tre o quattro ore.

Le condizioni ideali non sono solo quelle con mare calmo e assenza di vento. Ma queste sono le semplici condizioni affinché le nostre esche funzionino in modo ottimale. Ciò non esclude però la possibilità di catturare, anche di giorno, non solo calamari, ma anche calamari e calamari. Molto probabilmente durante il tramonto quando il calamaro e il polpo si stanno avvicinando alla riva.

I posti migliori per la pesca di calamari e calamari.

Ayrıca bakınız: Come Educare il Gattino alla Lettiera | Purina

Per quanto riguarda i migliori spot Per la pesca di calamari e calamari sono da preferire i luoghi con luci artificiali come i lampioni vicini, che attirano piccoli pesci preda dei nostri amati cefalopodi. Il fondale da colpire e da preferire è misto a sabbia fine e ciottoli. Sicuramente i punti come moli illuminati, ingressi del porto, scogliere e spiagge profonde dovrebbero essere provati per insidiare il calamaro. Calamari e seppie amano le acque fredde e limpide, quasi indispensabili per la pesca del calamaro.

Sicuramente la pesca di calamari e calamari è una delle pesche notturne che si possono fare dalla barca.

Traina per la pesca di calamari e calamari.

La traina di calamari è sicuramente una tecnica che affascina molti pescatori. Molti pescatori da barca sono interessati a questo cefalopode non solo per la bontà di questo mollusco, ma anche per la traina con esche vive.Questo mollusco infatti è quasi indispensabile per la cattura di dentici, ricciole e cernie in alcuni periodi.

Esche artificiali per la traina di calamari e calamari.

Diversi produttori sono sul mercato con migliaia di esche che si differenziano per forma, colore e prezzo, ma bisogna stare molto attenti, solo alcune sono davvero valide. È necessario utilizzare esche ottime per il nuoto e per la qualità della lavorazione, sicuramente ottime sono le esche Rapala, Maria e Yozuri e qualche altra marca.

Si usa la regola per la scelta del colore come per le Altre tecniche che prevedono l’uso di esche:

  • Colori accesi e ologrammi forti con poca luce, luna piccola e nuvoloso acqua.
  • Mentre i colori sono simili, i veri pesci imitano i pesci da feeder in acque limpide e cristalline e nelle fasi di luna crescente o piena.

Le ore e il momento migliore per pescare calamari e calamari dalla barca a traina.

Insomma, possiamo dire che le ore migliori per pescare i calamari a traina sono solo la notte. La traina di calamari di solito ha successo in inverno da ottobre a marzo. In alcune zone, questo periodo è esteso di alcuni mesi da fine agosto a fine maggio.

Terminale per la traina di calamari e calamari dalla barca.

Come terminal, puoi utilizzare solo un pezzo di fluorocarbon da 0,30 a 0,35 di diametro e lungo circa 1 o 2 metri. L’esca da tirare è attaccata ad un’estremità e l’altra direttamente alla lenza principale del mulinello. Utilizzando un terminale a bandiera possiamo anche tirare più esche contemporaneamente con la stessa canna. Con due girelle a tre vie si può costruire una trave a cui legare i terminali per l’esca.

Terminale per la traina di totani

Come mostrato qui si costruisce una barra lunga circa due metri, con le due estremità di 60 centimetri e un metro e mezzo l’estremità lunga è collegata. L’ultima esca autoaffondante deve essere utilizzata in modo tale che quando viene trainata porti il ​​raggio con le altre esche sul fondo. In alternativa a questa esca possiamo usare un guinzaglio. Dobbiamo far scendere il terminal a circa 20 metri dalla poppa della nostra barca e rimorchiare a circa 2 – 2,5 nodi. Con una sola esca può essere utilizzata come lenza madre in monel o piombo dacron che affonderà.

Dobbiamo riavvolgere senza strappi e tenere sempre la lenza tesa per non sganciare i calamari, ma dobbiamo anche stare molto attenti a non strappare i delicati tentacoli del calamaro.

Ayrıca bakınız: Quotidiano Nazionale | Qui giace Marsala, la cavalla che portò Garibaldi a Palermo – Magazine – quotidiano.net

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button