Come

Come studiare le materie che non piacciono? I nostri 6 super consigli!

Capita spesso che gli studenti mi contattino e mi chiedano: “Cristiano, ma come dovrebbero studiare le materie che non gli piacciono?”.

Per superare questo ostacolo e fare quelle famose prove che ti porti dietro da mesi, ci sono diverse soluzioni, vediamole ora.

Okuma: Come studiare una materia che non ti piace

Trova una persona o più persone “giuste”

È una delle cose migliori che puoi fare. Cosa intendo con “la persona giusta“? Intendo una persona a cui piace la materia, una che ha già superato e superato l’esame, o un “esperto” nel settore. Se lo trovi e segui un consiglio, sarai più sicuro di quello che studierai (che è già un grande passo avanti).

” Va bene Christian, ma dove dovrei trovare la persona giusta? ”

Bene, se vai all’università sarà facile (vedi i tuoi coetanei quasi ogni giorno). Se non vai a lezione, potresti trovare qualcuno nei gruppi del corso su Whatsapp o Facebook.

Avere qualcuno al tuo fianco che ha già sostenuto la condivisione dell’esame è un vantaggio perché può darti molte informazioni utili! Ad esempio, quali sono le materie che il prof chiede di più e i concetti base che bisogna conoscere “meglio” di altri, pur tralasciando le materie poco o mai affrontate durante l’esame e solo allora si può studiare, se uno lo fa, ha il tempo e una motivazione sufficiente.

Il bello di questo aiuto è che ti fa risparmiare molto tempo e può essere dedicato allo studio di altre materie o a vari impegni e divertimenti (perché ricaricare le batterie serve sempre a sollevare il morale durante la sospensione dello studio 🙂 ). loro. Se è così, ricorda il gesto gentile e cerca di restituire l’aiuto in futuro perché l’unità è forza! 🙂

D’altra parte, se trovi che lo studente sia “invidioso” del suo materiale (e in un ambiente universitario a volte succede), considera di pagargli qualcosa in riconoscimento del suo lavoro.

Va ​​bene, ma rendiamo le cose più difficili: diciamo che non prendi lezioni, non usi Whatsapp e non vuoi pagare qualcuno per darti le informazioni. Anche in questo caso (estremo) c’è una soluzione, si chiama Internet! 🙂

Ayrıca bakınız: Bonus cultura 2022: cos&039è, a chi spetta, come richiederlo

Se proprio non trovi una persona fisica, ricorda che è il Internet ! Su YouTube ci sono centinaia di persone altamente qualificate che tengono discorsi, conferenze e video didattici. Veri appassionati della materia che in questo modo possono aiutare anche voi.

Pensa che di recente ho visto un video sulla fisica quantistica e l’ho trovato molto interessante! Solo io, che qualche anno fa ho avuto la nausea al solo accenno di formule e teoremi 😉

Tieni presente che trovare la persona giusta è sicuramente un vantaggio, ma da solo non basta per fare questo Problem solving con gli esami che non ti piacciono. Il passaggio successivo consiste nel cercare di accontentarti con la questione. Vediamo cosa puoi fare al riguardo.

Il segreto (top secret) per imparare materie che non ti piacciono? Cerca di rendere lo studio interessante!

“Ok Christian ma è questo il problema, volevo studiare per liberarmi di questo esame che mi sta deprimendo il prima possibile.”

p >

Se si togliesse un cerotto, basterebbe trattenere il respiro e piangere: pochi secondi ed è finita. Ma lo studio non è questione di secondi o minuti. Parliamo di giorni. Quindi la verità è che se ti avvicini a te stesso e cerchi di dedicare meno tempo possibile, potresti non superare mai l’esame.

Quindi ti svelo il segreto: trova un modo per rendere l’argomento interessante (o almeno non deprimente!).

Diamo un’occhiata ai vantaggi di questo consiglio:

  1. Risparmia più facilmente . Ti faccio un esempio: ho amici che hanno bisogno di ore per imparare certe materie, ma se chiedi loro chi ha vinto il torneo di Wimbledon 2007, ti risponderanno subito. Questo accade perché è interessato alla “roba”;
  2. Ti annoierai meno e potrai passare più tempo a leggere libri senza provare quella stanchezza assonnata.

A questo punto, vediamo cosa puoi fare nello specifico per avere un minimo interesse per ciò che devi imparare, e cerchiamo di capire come studiare materie che non conosci come . p>

Impara in gruppo

Sì, perché difficilmente troverai la motivazione per progredire (o nel peggiore dei casi per iniziare 🙂) studiando da solo.In un gruppo, invece, se è composto da persone che non vogliono perdere tempo, beneficerai di tutta una serie di vantaggi! Puoi parlare direttamente con altri studenti, porre loro domande, vedere come pensano e trarre ispirazione (repetita iuvant: l’unità è forte 😉)

Sii attivo, fai domande

“Essere o non essere”? No, dai, lasciamo in pace William Shakespeare e iniziamo con domande di studio più facili e utili. Prima di iniziare gli studi, puoi chiederti: cosa so già della materia? Cosa potrebbe interessarmi? Cosa troverò difficile? Se si a chi posso chiedere aiuto?

Fatti altre domande utili all’inizio dei tuoi studi: Cosa ho capito da quello che ho letto? Come posso semplificare il concetto? Come lo spiegherei a qualcuno che non conosce l’argomento? Così si passa da uno stato passivo a uno attivo e questo fa la differenza, si impara per curiosità e non per obbligo.

Ascolta i fan

Come ho scritto poche righe sopra, ci sono persone su YouTube che hanno passato anni della loro vita a studiare ciò che potresti trovare noioso . E non lo hanno fatto perché sono masochisti, ma semplicemente perché gli piace l’argomento e, poiché lo conoscono bene, (probabilmente) sanno come presentartelo in modo accattivante.

Avrai spiegazioni diverse rispetto al tuo insegnante, potrà raccontarti aneddoti divertenti e darti esempi chiari che spesso (purtroppo) i libri scientifici non offrono. A volte mi chiedo se lo fanno apposta, ma penso che sia più facile rispondere alla domanda “essere o non essere”, quindi lascio così 😉)

Riassumiamo. Abbiamo capito l’importanza di trovare la persona giusta con cui studiare (meglio “le persone giuste”) e i vantaggi che otteniamo dal provare a preparare (anche poco) il materiale, ma ci manca ancora un ingrediente che possiamo risolvi il problema come studiare materie che non ti piacciono: organizzazione

Come imparare 1 ora organizzata

Ayrıca bakınız: 4 rimedi casalinghi per il mal di denti | Colgate®

“Ma Christian, perché organizzare 1 ora in materie che non mi piacciono mi dovrebbe essere utile?

Ebbene, perché organizzando eviti di sbagliare così spesso e volentieri ti rendono “impossibile” l’argomento ai tuoi occhi, anche se in realtà non è così 😉

Un errore che vedo commettere molti studenti è studiare per ore senza interruzioni. Nel processo, la mente si spegne perché è bombardata e sentendosi “ciaone”… finisce per pensare a qualcos’altro mentre guardi il libro. Tra l’altro, questo è solo uno dei bug! Se vuoi conoscere gli altri, leggi l’articolo: Errori da evitare al college: gli 8 studenti più comuni. p>

Cerca di studiare per 40 minuti, poi fai una bella pausa di 10 minuti e subito dopo per 10 minuti ripeti ciò che hai imparato nei primi 40 minuti.

“Christian, lo trovo interessante, ma puoi spiegare meglio perché questa scansione del tempo può aiutarmi a studiare questi argomenti molto noiosi?”

Questa organizzazione è l’ideale perché hai appreso informazioni per ben 40 minuti (non troppi per annoiarti 🙂), non ti stancherai (ti sarai preso una pausa) e ricorderai ciò che hai imparato (hai avuto il tempo di rivederlo). In questo modo avrai completato 1 ciclo o 1 lezione di studio, che potrai poi ripetere tutte le volte che vorrai.

Ma ricorda, nel ciclo c’è un tempo per studiare, fermarsi e rivedere. Non mischiare le 3 fasi, falle bene, una alla volta 🙂

Ci tengo a precisare che organizzare 1 ora di apprendimento è un ottimo passaggio, ma è solo un tassello del grande mosaico del metodo di studio. E se sai di non averne uno solido (che ti aiuta ad imparare senza sforzo), ti consiglio di dare un’occhiata a #iostudiorapido. È il nostro metodo minimo che ti porta passo dopo passo da uno studente bloccato o lento a uno studente di successo 😉

Bene, quelli erano i miei consigli su come imparare le materie che padroneggi non le piacciono . Se li segui, puoi proseguire i tuoi studi con più interesse e serenità.

Non ti resta che annotare le parti dell’articolo che ti interessano, applicarle e superare questi famosi esami!

Ciao da Christian 😉

Crediti immagine: foto personale creata da nakaridore – www.freepik.com

Ayrıca bakınız: 7 cose da sapere per fare un orto in casa – Il Post

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button