Guida

Esame di guida… Quando il gioco si fa duro. – Guida e Vai

Suggerimenti e strategie per affrontare al meglio la prova pratica della patente B.

Se hai superato il Minister Quiz e quindi l’Esame di teoria delle licenze b, ce l’hai quasi fatta! È molto vicino a poter guidare la tua auto quando vuoi. Insomma, dopo molte ore di apprendimento e pratica quiz, non ti resta che affrontare l’ultima tappa del tuo viaggio per prendere la patente o superare il prova pratica per patente B

Okuma: Come affrontare l esame di guida

Ayrıca bakınız: Come diventare guida alpina | LA LEGGE

Ayrıca bakınız: Chi elabora le linee guida citate dalla legge gelli

Quando sostenere l’esame di guida

Attualmente la normativa italiana prevede che per sostenere la prova pratica patente di guida devi essere maggiorenne. In passato, tuttavia, il regolamento prevedeva l’ammissione all’esame di guida solo per i candidati di età pari o superiore a 18 anni e 1 mese. Se superi l’esame di patente teorico, acquisisci il cosiddetto “foglio rosa” per gli esercizi da svolgere con te, l’autorizzazione all’esercizio degli istruttori di guida accompagnati e allo stesso modo con coloro che hanno scelto di essere formatori. L’esame pratico di guida può essere sostenuto un mese dopo la data della nota rosa (art. 121). Ricordiamo inoltre che tale autorizzazione ha validità 6 mesi.

Ayrıca bakınız: Come diventare guida alpina | LA LEGGE

Ayrıca bakınız: Chi elabora le linee guida citate dalla legge gelli

Preparazione all’esame di guida

Nei giorni che precedono l’ esame di guida è bene esercitarsi quanto possibile. Imparare a guidare non è facile, ma sicuramente più eccitante che studiare la teoria del StVZO e gli esercizi per il quiz. In alcuni casi, il test pratico della patente può essere molto più complesso di quello teorico, ma ancora una volta solo la pratica aiuterà. Se sei iscritto a una scuola guida, puoi farti accompagnare dall’istruttore di guida nei tour e acquisire gradualmente fiducia nel veicolo. Se invece sei un privato che affronta il test è fondamentale trovare un amico o un familiare che abbia una patente valida da almeno dieci anni e sia a tua disposizione per svolgere con costanza i tuoi esercizi e dedizione. Inoltre, ti eserciti Più grande è la pratica, maggiore è la percentuale di successo. Guidando molto si acquista confidenza e dimestichezza con i dispositivi dell’auto e si raggiungono pian piano i requisiti che caratterizzano un buon guidatore: senso di responsabilità, concentrazione e prudenza. Sottolineiamo che è importante esercitarsi anche in condizioni meteo non ottimali, il giorno dell’esame può essere piovoso o soleggiato, non è possibile prevedere le condizioni meteorologiche, ma è auspicabile essere preparati ad ogni evenienza sorriso.

Sostenere l’esame di guida come privato

Come già segnalato, il privato può prepararsi solo per l’esame di teoria, mentre svolge l’esame di guida c’è l”obbligo di iscrizione ad una scuola guida; solo per svolgere le 6 lezioni di guida obbligatorie con un istruttore di guida autorizzato. È importante sapere che l’esame di guida deve essere necessariamente superato con a bordo un veicolo a due ruote e un istruttore di guida, questo richiede al proprietario privato che ha superato l’esame di teoria e ritirato il foglio rosa di pagare un ulteriore preavviso per modificare questo foglio, che passerebbe dalla proprietà privata all’autoscuola; Trova una zona adatta con strade tranquille per le prove di guida. procurati un’auto adatta per il test della patente. Quindi il foglio rosa viene rubato al privato per alcuni giorni fino alla stampa di quello nuovo. Oltre alle obbligatorie lezioni di guida con l’istruttore, è consigliabile esercitarsi in piena autonomia con una persona di fiducia e paziente che avete scelto come tutor.

Ayrıca bakınız: Come diventare guida alpina | LA LEGGE

Ayrıca bakınız: Chi elabora le linee guida citate dalla legge gelli

Patente b: la prova pratica

Il raggiungimento del foglio rosa consente al candidato di sostenere la prova di guida in una qualsiasi delle la disponibilità a prenotare sessioni. La normativa vigente prevede che la prova sia svolta alla presenza di un istruttore e di un esaminatore in un “veicolo a doppia armata”. Quest’ultimo potrebbe porre domande ai futuri automobilisti su argomenti generali, come il significato delle spie sul pannello e il controllo del funzionamento dei dispositivi chiave, tra cui clacson, luci e indicatori di direzione. È importante rispondere alle stesse domande con chiarezza e certezza.

Ayrıca bakınız: Come diventare guida alpina | LA LEGGE

Ayrıca bakınız: Chi elabora le linee guida citate dalla legge gelli

Iniziare bene è a metà strada

Uno dei fondamenti Si comincia con le procedure di base per la sicurezza stradale . Il candidato deve dimostrare all’esaminatore la propria capacità di prepararsi per una guida sicura prima dell’inizio della partenza.Deve regolare il sedile in base alle sue caratteristiche fisiche, allacciare le cinture di sicurezza, regolare la posizione degli specchietti e controllare la chiusura delle porte. L’esecuzione di queste azioni in modo naturale ti fa sentire pieno di energia, in controllo della situazione e, soprattutto, pronto per partire.

L’accensione del motore avvia il test, che dovrebbe durare circa mezz’ora. L’esaminatore valuta le capacità del potenziale pilota di: coordinare frizione, freno e acceleratore al decollo; muoversi nel traffico, rispettare la precedenza e la segnaletica stradale; eseguire varie manovre a caso o su specifica richiesta.

Ayrıca bakınız: Come diventare guida alpina | LA LEGGE

Ayrıca bakınız: Chi elabora le linee guida citate dalla legge gelli

Come verrà svolto l’esame di guida

In particolare al candidato verrà chiesto di eseguire alcune manovre, ad esempio le almeno due in ordine inverso . Tra le richieste potrebbero esserci: invertire il veicolo utilizzando sia la marcia avanti che la retromarcia; Fare retromarcia dritto o con una svolta a destra oa sinistra; parcheggio, ovvero entrare e uscire dal luogo prescelto; frenatura precisa rispetto ad un punto di arresto programmato.

Ayrıca bakınız: Come diventare guida alpina | LA LEGGE

Ayrıca bakınız: Chi elabora le linee guida citate dalla legge gelli

Test di guida: manovra di parcheggio

Nel valutare la manovra di parcheggio l’esaminatore può chiedere al candidato di mostrargli il posto auto : motivo a spina di pesce (parallelo); L o in pendenza (necessario per i parcheggi in cresta); a S (retromarcia); in piano o in pendenza.

L’irrequietezza non contribuisce al successo della performance in uscita dal parcheggio; Evitare di girare il volante a vettura ferma; misura la frizione per avanzare molto lentamente; Manovre di parcheggio complete con le ruote dritte.

La buona notizia è che se il candidato supera con successo l’esame riceverà immediatamente la patente, che dovrà firmare in loco.

Ayrıca bakınız: Come diventare guida alpina | LA LEGGE

Ayrıca bakınız: Chi elabora le linee guida citate dalla legge gelli

Guida all’esame della paura … nessun problema

È risaputo che il panico e la paura sono i nostri potenti nemici sotto tutti circostanze ostacolano i nostri studi e soprattutto le nostre prestazioni nell’esame della patente di guida. Per questo motivo, è importante sostenere la prova pratica solo se ci si sente davvero sicuri di bandire dalla testa i pensieri negativi e le paure immotivate. La paura è infatti un’emozione che si prova di fronte a una potenziale minaccia, in altre parole è la paura che possa accadere qualcosa di brutto. In quest’ottica, proponiamo alcuni consigli per calmare la mente e concentrarci sull’obiettivo da raggiungere:

  • Durante gli esercizi di guida, non scoraggiarti dalle critiche dell’istruttore di guida, ma prendi è il suo consiglio che tengono seriamente a mente il giorno dell’esame;
  • eliminare l’idea che l’esaminatore possa e possa intenzionalmente ostacolarci poiché è solo un tecnico incaricato di rilasciare la patente di guida;
  • non ascoltare critiche e luoghi comuni di amici e/o conoscenti che sono stati respinti. In molti casi la responsabilità dei propri fallimenti è delegata ad altri perché non si osa ammettere i propri errori;
  • pratica di portare a bordo due persone per abituarsi allo stato in cui ti trovi il giorno stesso dell’esame;
  • abbi fiducia, convinciti che la prova pratica è una guida come le altre e l’esaminatore ti chiederà di ripetere cose che hai fatto almeno due volte.

Se il giorno dell’esame ti sei fatto prendere dal panico, fermati per cinque secondi e fai un respiro profondo, prova a riflettere sui nostri pensieri, la paura si placherà.

Ayrıca bakınız: Come diventare guida alpina | LA LEGGE

Ayrıca bakınız: Chi elabora le linee guida citate dalla legge gelli

Errori nell’esame di guida: il numero non conta

A differenza dei quiz, dove il quinto errore viene definitivamente bocciato, l’esame di guida si basa sul il numero di errori non conta. Il fattore critico per l’esaminatore è la gravità dell’errore commesso, in base al quale deve decidere se il candidato è idoneo alla guida o meno.

Ayrıca bakınız: Come diventare guida alpina | LA LEGGE

Ayrıca bakınız: Chi elabora le linee guida citate dalla legge gelli

Suggerimenti per evitare di essere bocciati all’esame di guida

  1. Rispetta la precedenza e ricorda che entrando in strada rallenti un altro in arrivo il veicolo sarà considerato privo di priorità;
  2. È considerato rischioso girare la testa prima di mettersi in strada, limitarsi a guardarsi allo specchio;
  3. Dai sempre la priorità ai pedoni;
  4. Non cambiare corsia all’improvviso perché ti rendi conto che stai andando nella direzione sbagliata (meglio rimanere dove sei senza muoverti);
  5. Non attraversare linee continue o guidare su isole spartitraffico;
  6. Controlla sempre gli specchietti prima di svoltare, usa sempre l’indicatore di direzione per segnalare la manovra agli altri automobilisti;
  7. Mantenere il controllo del veicolo ed evitare che l’istruttore interferisca con i comandi.

Ayrıca bakınız: Come diventare guida alpina | LA LEGGE

Ayrıca bakınız: Chi elabora le linee guida citate dalla legge gelli

Esame di guida fallito

In caso di bocciatura, hai la possibilità di ripetere l’esame dopo un mese e un giorno. Se la foglia rosa è ancora valida in questo periodo, è auspicabile esercitarsi il più possibile senza arrendersi o drammatizzare. Il fallimento dell’esame di guida è semplicemente un’affermazione che non sei completamente pronto per guidare un’auto. Dandoti un po’ più di tempo per esercitarti alla guida, potresti sviluppare le abilità del veicolo adeguate e ammettere che non eri ancora pronto per guidare da solo.

La cattiva notizia è che se raddoppi il rifiuto sei costretto a ripetere nuovamente tutti i pagamenti e ripetere tutta la procedura per il conseguimento della patente b compresa la prova di teoria.

Ayrıca bakınız: Se non dichiaro chi era alla guida quanto pago

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Check Also
Close
Back to top button