Come

Gravidanza: come controllare i dolori del travaglio? | Fondazione Umberto Veronesi

Il dolore durante il travaglio è un fenomeno soggettivo che dipende da diversi fattori. La risposta può essere influenzata dall’ambiente ed è stato dimostrato che la presenza di una persona di supporto durante il travaglio ascolta, rassicura o è forte > aiuto , può ridurre la richiesta di trattamenti antidolorifici. Il dolore durante il travaglio può essere alleviato con diversi metodi: naturale o farmacologico. Vediamo quali, in collaborazione con Gaetano Draisci, Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Anestesia in Ostetricia, Ginecologia e Terapia del Dolore 2 del Policlinico Gemelli di Roma.

NASCITA IN ACQUA : QUALI SONO I VANTAGGI?

ANESTESIA EPIDURALE

La soluzione più affidabile e richiesta è l’anestesia epidurale , che elimina il dolore del travaglio e parto , con tono muscolare e capacità di spingere durante la fase di espulsione che rimangono invariate. Ciò consente alla donna di partecipare pienamente al parto controllando il dolore. L’inserimento del catetere epidurale non è doloroso perché viene effettuato dopo l’anestesia locale nella area lombare. Sebbene l’analgesia epidurale sia efficace e sicura, non è ancora così diffusa come dovrebbe essere in Italia. Il problema principale è legato all’organizzazione dei servizi di anestesia ostetrica, che non sono presenti in tutti gli ospedali, nonostante siano trascorsi cinque anni dalla loro inclusione nei Livelli Essenziali di Assistenza (Lea), cioè questo pacchetto di servizi, che lo Stato deve poter garantire su tutto il territorio nazionale. Per poter offrire il servizio a 360 gradi è necessario uno staff di anestesisti che si occupi esclusivamente della sala parto. Questo spesso non è il caso in molti centri parto più piccoli, dove nel migliore dei casi viene utilizzata la reputazione dell’anestesista disponibile. Tutto ciò porta a un sovraccarico di utenti nei centri parto che offrono analgesici del parto, a cui molte donne si rivolgono quando si rendono conto che non possono sfruttare questa possibilità nell’ospedale di origine.

Okuma: Come alleviare i dolori del parto

Ayrıca bakınız: Si può aumentare il seno in modo naturale? | OK Salute

Il parto : Gli Ospedali italiani sono tra i più sicuri al mondo

COME POSSO RICHIEDERE IL PIDURAL?

La richiesta, spiega Draisci, «deve arrivare prima al colloquio con l’anestesista, che conterrà il 35 modulo di consenso informato ». Tale consenso è un prerequisito per la procedura e può essere revocato in qualsiasi momento. Non puoi partorire con analgesia epidurale se “soffri di disturbi emorragici, se stai assumendo anticoagulanti e non è trascorso abbastanza tempo dall’ultima somministrazione, se sistemico o infezioni cutanee nel sito di iniezione”. Possibili effetti collaterali? Variano da prurito durante il travaglio a un lieve dolore alla schiena colpisce circa una donna su 150 e richiede un prolungamento della degenza ospedaliera». Sono descritti casi molto rari di complicazioni neurologiche. Uno dei vantaggi del posizionamento del catetere epidurale è quello in caso di possibile >il parto cesareo consente un rapido passaggio all’anestesia ed evita l’anestesia generale Come iniettare un anestetico locale più forte o altro dolore zby nello stesso tubo dell’epidurale per ottenere un’anestesia adeguata. Tutto questo in cinque minuti e in totale sicurezza: sia per la donna che per il feto.

Ayrıca bakınız: Come togliere la ceretta dalla pelle

Induzione del travaglio per ridurre i tagli cesarei? Non è una buona soluzione

ALTERNATIVE FARMACOLOGICHE

L’anestesia endovenosa viene utilizzata ogni volta che l’anestesia epidurale è controindicata. In questo caso, “vengono somministrati farmaci oppioidi, in dosaggi comunque sicuri per il feto – continua Draisci -. Tale scelta, tuttavia, comporta una minore efficacia rispetto all’anestesia epidurale, che si riscontra anche nell’anestesia per inalazione con protossido di azoto. L’uso di oppioidi, oltre ai loro limitati effetti analgesici, può portare a depressione respiratoria , ipotensione e nausea e Sonnolenza. Inoltre, durante il parto, la donna non è del tutto vigile: ciò le impedisce di realizzare pienamente la nascita del suo bambino». Per tutti questi motivi, oltre alle ridotte controindicazioni, l’anestesia epidurale è quindi considerata lo standard più affidabile per la gestione delle doglie.

NATI SENZA ANESTESIA

È possibile partorire senza farmaci? “Ci sono donne che riescono a farlo senza problemi: non si può dire che non provino dolore, ma che lo sopportano – continua l’esperta. I multinati che hanno già organizzato una o più feste riescono a farlo meglio. Per loro le contrazioni che seguono sono più brevi e quindi meno dolorose. L’anestesia epidurale è consigliata soprattutto nei primi parti e può essere ripetuta nelle gravidanze successive». Il parto in acqua è uno dei metodi naturali più efficaci per alleviare il dolore. Anche l’utilizzo di tecniche di respirazione assistita con la guida di un’ostetrica può favorire le contrazioni e quindi l’espansione, rilasciando endorfine che possono alleviare il dolore. Gli esperti sconsigliano una posizione particolare per curare le doglie, lasciando la scelta alle donne, che in molti casi preferiscono la posizione seduta alla posizione ginecologica.

Ayrıca bakınız: Plastica o Silicone: consigli veloci per smacchiare una Cover | Fonex | Accessori per Smartphone, Tablet e tecnologia

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button