Come

Lago di Braies: come arrivare e dove si trova – Dove Viaggi

Il Lago di Braies in Alto Adige è uno smeraldo tra le cime delle Dolomiti. Uno dei luoghi della Val Pusteria, a 28 chilometri da Brunico, che non dimenticherete presto: acque dai toni verde-turchesi, barche di legno che sembrano quasi galleggiare sull’acqua affiorano dall’ acqua e tutt’intorno boschi di abeti e montagne maestose, tra cui i Dodici Apostoli e la Croda del Becco.

Lago di Braies, dove si trova situato

Situato a 1.496 metri sul livello del mare nel Parco Naturale Fanes-Sennes-Braies, il Lago di Braies è davvero un luogo unico nel suo genere, di abbagliante bellezza. Abbastanza per attirare milioni di visitatori ogni anno. Secondo le ultime stime, circa 15.000 turisti al giorno (in estate).

Okuma: Come arrivare al lago di braies

Tutto grazie (o biasimo) per la popolarità acquisita grazie alle foto virali su Instagram e alla fiction Rai con protagonista Terence Hill, A un passo dal cielo ha scelto come location (ora la produzione si è spostata in Veneto, in il bellunese del Lago di Misurina).

E così il segreto ben custodito della Valle di Braies, meta di ciclisti e appassionati di Trekking, si è via via trasformato da oasi di tranquillità in una calamita per folle di turisti in cerca dell’ultimo selfie da pubblicare sui social media.

LEGGI ANCHE: Cosa fare in Alto Adige, la guida turistica

Lago di Braies, accesso riservato: le regole per l’estate 2020

Un problema che non è stato da ultimo il sovraturismo che ha costretto il comune altoatesino ad intervenire per proteggere l’ecosistema (e quei visitatori che vogliono davvero godere di questo fascino) in un luogo magico): Il Lago di Braies è ora accessibile su prenotazione e in numero limitato .

Questo è tanto più vero quest’anno in quanto sono in atto misure di distanziamento sociale per evitare il contagio dal coronavirus. Inoltre, secondo l’ultimo decreto del sindaco dell’8 maggio 2020, quando si visita il Lago di Braies è obbligatoria una maschera o una protezione per bocca e naso.

Lago di Braies, arrivo entro auto e prenotare un parcheggio online

Raggiungere il Lago di Braies in auto è molto semplice. Basta prendere la SS49 in direzione Brunico, fino al bivio Freni.

Una volta arrivati, potete lasciare il Parco la vostra auto in uno dei vari parcheggi della Valle di Braies. Il più vicino, il P3 per sole auto accanto allo storico hotel, è abbastanza grande e praticamente a due passi dalla riva del lago.

Ma attenzione. Dal 10 luglio al 10 settembre 2020 la strada che porta al Lago di Braies resterà aperta al traffico automobilistico purché ci siano parcheggi liberi nella valle.

Ayrıca bakınız: Come fare il formaggio pecorino in casa – Bindi Enzo Pienza

Puoi prenotare e pagare il parcheggio online collegandoti al sito web braies.bz (seleziona l’icona P per il parcheggio). Il biglietto giornaliero costa 10 euro.

 a piedi intorno al Lago di Braies
Puoi passeggiare intorno al Lago di Braies seguendo l’Uferweg (Istock)

LEGGI ANCHE: Dolomiti, cosa c’è da vedere e da vedere

Lago di Braies, arrivo con il bus navetta prenotabile online

L’alternativa, ecologica e sostenibile, è invece con Shuttle gli autobus dai comuni di Monguelfo ( linea 439 ) e Dobbiaco (linea 442 ) arrivano su Lago di Braies. Il biglietto dell’autobus deve essere prenotato e pagato in anticipo online (si esauriscono rapidamente) e indicare nell’apposito modulo il numero di persone e animali da trasportare, la fermata e l’orario di partenza. Per il viaggio di ritorno è sufficiente esibire il biglietto di sola andata già pagato. Per info e prenotazioni, vai sempre su braies.bz.

Se i posti nelle navette non sono più disponibili, non sarà più possibile raggiungere il lago con i mezzi pubblici. Ma puoi raggiungere il Lago di Braies sempre a piedi o in bicicletta. I permessi di transito vengono invece rilasciati per i pernottamenti nelle strutture della Val di Braies e per chi ha la prenotazione in uno dei ristoranti della zona.

Come raggiungere il Lago di Braies in bici

Pedala, goditi la natura, il turismo a ritmo lento. Fa bene al corpo e all’ambiente. E il passaggio sarà libero da un momento all’altro. Un modo per raggiungere il Lago di Braies è in bicicletta.

La Valle di Braies è attraversata da bellissime piste ciclabili che fanno del lago una degna conclusione di un’escursione su due ruote. Quindi basta prendere la pista ciclabile della Val Pusteria fino a Farra e seguire per l’ultimo tratto la statale 47. Ci vogliono circa 45 minuti per pedalare da Farra al Lago di Braies a 300 metri di altitudine; se venite dai paesi di Welsberg, perla della Val Casies, e Niederdorf, ci vuole circa mezz’ora e il dislivello si riduce a 100 metri. Unica precauzione: non si può fare il giro del lago, il sentiero è troppo stretto. Meglio parcheggiare e godersi il panorama.

Welsberg, im Val Casies
Da Monguelfo, paese della Val Casies, si può raggiungere il Lago di Braies con un’escursione a piedi o in bicicletta (Istock)

Lago di Braies, avvicinamento a piedi: il sentieri escursionistici

L’alternativa? Si arriva a piedi e si seguono i bei sentieri che si snodano tra larici e abeti. Per riempirti i polmoni di balsamo di bosco. La via più breve (e quasi pianeggiante – il dislivello è di circa 270 metri) è la via a tema dedicata a Viktor Wolf Edler von Glanvell , pioniere dell’alpinismo e primo scalatore delle vette delle Dolomiti di Braies, situato all’inizio del parcheggio Segheria di Farra . Lungo il percorso di quasi 5 chilometri, i pannelli informativi raccontano la sua storia e le sue conquiste. Si può fare anche con i più piccoli.

Se vuoi camminare, inizia dalla stazione ferroviaria di Welsberg e segui il sentiero n. 2A. Si attraversano prati e poi ecco la Val di Braies, annunciata da Farra. Da qui si prosegue sul sentiero n° 1 (sentiero tematico Viktor Wolf Edler von Glanvell) fino al Lago di Braies. Un totale di 12,5 chilometri possono essere gestiti anche in famiglia. Lo stesso è possibile se venite dalla stazione ferroviaria di Niederdorf e seguite le indicazioni per il sentiero n. 1.

Lago di Braies in estate e in autunno cosa fare: dalla spedizione a a il giro del lago a piedi

Una volta raggiunto il Lago di Braies, è difficile resistere al suo fascino. L’acqua sfuma dall’intenso smeraldo al blu a seconda dell’esposizione al sole. E poi ci sono le Dolomiti che completano il panorama.

Si vede la casa in legno su palafitta con la darsena da cui partono i filari di barche a remi partire, quasi trascurato. forte >. Si possono noleggiare, solo in estate, solitamente da maggio a ottobre, quando il livello dell’acqua lo permette e la superficie del Lago di Braies non è ghiacciata (30 minuti, 19 euro per una barca da 4 persone, info: la-palafitta . com /it).

Questo era un tempo l’unico modo per raggiungere la costa meridionale. Oggi, invece, puoi fare il giro del Lago di Braies a piedi seguendo lo stretto sentiero di ghiaia che costeggia la riva e offre sempre nuovi e suggestivi panorami sull’acqua e sulle montagne . P >

Cosa puoi fare al Lago di Braies? D’obbligo una gita sulle classiche barche di legno (Istock)

LEGGI ANCHE: Alto Adige, magia autunnale tra sentieri nei boschi e relax alle terme p>

I Il Lago di Braies è adatto alla balneazione?

Ma attenzione, non lasciatevi sedurre dalle acque dai colori accattivanti: il Lago di Braies non è adatto alla balneazione. Pertanto, le immersioni sono vietate.

Escursioni dal Lago di Braies e dintorni

Ayrıca bakınız: Anticalcare naturale fai da te per lavatrice: la ricetta facile

Poi le persone preferiscono dedicarsi all’escursionismo, che in questo paese è molto divertente senza troppo sforzo. Perfetto in estate, ancora meglio in autunno quando le sponde del lago sono deserte e la valle di Braies si colora di foglie. I prati diventano dorati, i larici brillano tra i pini sempreverdi, il cielo terso ha un’incredibile sfumatura azzurra. E il Lago di Braies avvolto dalla nebbia è davvero magico.

Per godersi lo spettacolo, la classica segue il sentiero n.19 : parte di una riva, dai piedi della Croda del Becco e sfocia nella Val Foresta . Si cammina nel bosco, con vista sul Monte Nero, fino alla Forestahütte. E si può ancora percorrere lo stesso sentiero per raggiungere la Valle dei Larici e l’Alte Kaserhütte.

In alternativa, prendi il segnavia n. 20 che dal Lago di Braies sale al Pra della Vacca. Leggermente più impegnativo, sempre nel bosco, alla fine offre un bel panorama sulle Alpi Centrali e sulla Val Pusteria.

Lago Pragser Herbst
Il Lago di Braies è uno spettacolo anche in autunno, quando i larici ingialliti e le Dolomiti si specchiano nell’acqua (Istock)

Sentieri nel Fanes-Sennes- Parco Naturale di Braies

Il sentiero sull’altopiano di Pratopiazza offre invece panorami migliori ed è più agevole, sempre nel Parco Naturale di Fanes-Senes-Braies, a pochi minuti di auto dal lago. Siamo nel parco più grande dell’Alto Adige, polmone verde con un tipico panorama dolomitico che comprende le zone dei comuni di Gader, Braies, Dobbiaco, La Valle, Marebbe e Valdaora.

Pratopiazza è il cuore del parco ed è raggiungibile a piedi lungo i numerosi sentieri che partono dal paese di Ponticello. Ma conviene anche fare qualche chilometro in macchina, parcheggiare nel parcheggio di Pratopiazza (consultare gli orari di apertura della strada, info: prags.bz/it) e da qui iniziare l’escursione. Circondati da radi boschi, dolci pascoli e montagne, si sale al rifugio Vallandro. E poi in cima al Monte Specie. Una volta lì, un altro spettacolo inaspettato: sfilano davanti ai vostri occhi le Tre Cime di Lavaredo, il profilo del Cristallo, il Monte Paterno, la Croda Rondo e la Cima Piatta. Sicuramente da vedere una volta nella vita.

Soggiornando nel parco, un’altra escursione ha come meta il Lago di Dobbiaco, un’altra perla delle Dolomiti e della Val Pusteria, insieme a Braies. Anche qui è possibile fare il giro del lago a piedi, seguire il percorso naturalistico con pannelli informativi che illustrano le particolarità dell’habitat, praticare la pesca sportiva o prendere un pedalò.

LEGGI ANCHE : I laghi più belli delle Dolomiti in vacanza in montagna

Quando al Lago di Braies

Il Lago di Braies cambia con le stagioni, regalando ogni volta emozioni e scenari diversi, rendendolo un’attraente meta di vacanza in ogni periodo dell’anno.

Anche se la sua fama ormai rende difficile, se non impossibile, visitare il lago in solitudine, anche in bassa stagione, ma il consiglio è di andare in autunno al in auto fino al Lago di Braies. E non importa se c’è una giornata di maltempo: i colori del fogliame, i fumi della nebbia e le coste deserte rendono l’atmosfera magica.

In inverno, il Lago di Braies si congela. Le coste sono innevate, le cime bianche e le temperature sotto lo zero. Uno spettacolo molto speciale. E poi ci si può dedicare alle ciaspolate e allo sci di fondo: nella vicina Val Casies ea Dobbiaco, le piste da fondo entusiasmano sia gli esperti che i principianti.

Lago di Braies, nel Parco Naturale Fanes-Sennes-Braies, ghiacciato in inverno
Lago di Braies ghiacciato, con neve (Istock)

In estate il clima è perfetto e il lago è al suo meglio. Ma è anche il periodo più affollato dell’anno. Il rischio è non godersi i grandi spazi aperti a causa della folla e dello stress del traffico intenso e dei parcheggi. Se proprio non puoi evitare agosto, è meglio visitare il Lago di Braies prima delle 9:00 e dopo le 15:00.

Ayrıca bakınız: Come scrivere un report in inglese: regole e consigli utili

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button