Come

Polmoni: come si proteggono con i rimedi naturali più efficaci

COME PROTEGGERE IL POLMONE

Non solo il Covid-19 mette in pericolo la nostra salute attraverso l’attacco frontale alle vie respiratorie. Purtroppo i tumori del polmone e delle vie respiratorie in generale sono la quarta causa di morte in Italia. E quando parliamo di polmoni che rischiamo di sprecare, ci riferiamo al fumo, all’inquinamento e all’aria che respiriamo. Ma anche su altri stili di vita che vanno dalla dieta all’attività fisica.

CHE COS’È LA BPCO

BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva) è una condizione molto comune con cui vi è una capacità respiratoria progressivamente ridotta > . Ci può essere bronchite o enfisema polmonare o entrambi alla base. In ogni caso, con la BPCO, le sacche d’aria nei polmoni perdono la loro elasticità, si espandono e l’aria rimane intrappolata nei polmoni. La BPCO è una malattia progressiva ma non irreversibile e la respirazione tende a peggiorare dopo un’ostruzione prolungata delle vie aeree.

Okuma: Come aumentare le difese immunitarie per i polmoni

I polmoni sono molto sensibili e devono essere protetti da una prevenzione efficace. Anche molto facile. Lo stile di vita arriva con alcuni segnali premonitori da non sottovalutare mai e che se persistono, è bene parlare con il medico e alcuni test non invasivi.

LEGGI ANCHE: Vitamina D, i benefici per la salute. Previene l’osteoporosi e aiuta il cervello a lavorare meglio

RIMEDI NATURALI PER PROTEGGERE I POLMONI

Ma andiamo uno per uno e ricostruiamo il quadro intero intitolato Protezione dei polmoni Polmoni con diverse forme di infezione.

Vietato fumare. I fumatori in Italia sono ancora un esercito: 11 milioni e 600mila, praticamente un cittadino su cinque. E rischiano molto perché le sigarette sono in aumento e molta esposizione alle infezioni respiratorie. Il fumo infatti danneggia il tessuto bronchiale, rendendolo più vulnerabile.

Ayrıca bakınız: Cotechino Precotto Cottura – Come Cucinare il Cotechino Precotto

In generale, i polmoni dei fumatori sono in condizioni molto peggiori di quelli che non toccano le sigarette e hanno gli alveoli, dove avviene lo scambio di ossigeno tra Aria e Sangue, gonfio e danneggiato: da qui il fatto che un fumatore ha ancora molte più difficoltà a rispondere all’assalto batterico o virale.

Riduci lo smog. Dopo il fumo, lo smog è una delle cause che mettono in pericolo i polmoni. Sotto le spoglie di particolato e concentrazioni di biossido di azoto. Dovresti quindi evitare anche le strade trafficate in auto. Verifica se il tuo impianto di riscaldamento non è troppo vecchio e dannoso per l’ambiente. E prima di tutto, frequenta il più spesso possibile gli spazi verdi, dove puoi fare una passeggiata e far entrare aria pulita nei tuoi polmoni per pulirli. Per la tua igiene personale cerca sempre di dare la preferenza a prodotti naturali, come B. quelli che specificiamo in questo articolo; lo stesso vale per detersivi e detergenti per la casa, come nel caso dell’aceto . E dai un’occhiata alle piante che possono aiutarti a ridurre l’inquinamento domestico.

Sovrappeso. È quasi un’equazione: se diventi sovrappeso, respiri sempre peggio nel corso degli anni. Al contrario, chi riesce a tenere sotto controllo il proprio peso vede che il processo di invecchiamento respiratorio rallenta. Conclusione: i polmoni si proteggono anche a tavola. Per non parlare degli obesi: la loro gola voluminosa fa chiudere la glottide quando sono sdraiati, causando mancanza di respiro.

Attività fisica. Lo sport per i polmoni che è la migliore prevenzione è sicuramente il nuoto. Ma anche una passeggiata è preziosa. In generale, il tempo giornaliero per l’attività fisica senza sforzo eccessivo è di 30 minuti. Un numero raggiungibile da tutti. Basterebbe salire e scendere le scale e in mezz’ora nell’arco di 24 ore ci si arriva facilmente. Se conduci uno stile di vita sedentario per motivi di lavoro, prendi l’abitudine di alzarti dalla sedia e fare una passeggiata ogni 30-45 minuti. Anche all’interno dell’ufficio. Giardinaggio eccellente e lavori domestici efficaci.

Esercizi per una buona respirazione. Una buona respirazione è sicuramente un modo sensato ed efficace per proteggere i polmoni. Fallo seguendo i nostri consigli. Poi ci sono attività specifiche che migliorano la respirazione, come lo yoga.

COSA PROTEGGONO I POLMONI?

Piante utili, per oli e tisane. I migliori per proteggere i polmoni sono l’eucalipto, la lavanda e il timo. Puoi goderne i benefici utilizzandoli sia per preparare tisane che sotto forma di oli essenziali.

Ayrıca bakınız: Come Capire Se Un Amico Ti Vuole Bene – Tiamomolto.it – La rete dell&039amore

Cibo. L’aglio è il numero uno, una sorta di antibiotico naturale senza controindicazioni per proteggere i polmoni. Segnaliamo poi: cipolle, carote, curcuma, pomodori, zenzero. Tra i frutti non si possono trascurare arance, mirtilli e bacche in genere.

I segnali di pericolo. Da non sottovalutare sono quattro, chiare e forti. Tosse persistente che si manifesta prontamente al mattino dopo il risveglio. Flemma, un altro sintomo di malattie polmonari. Mancanza di respiro, ad esempio quando si salgono le scale o durante uno sforzo che in precedenza non causava complicazioni. Sibilo o quando viene prodotto un suono al momento della respirazione: il segnale che l’aria non scorre bene attraverso i bronchi.

Di fronte a questi segnali di distress respiratorio, i medici della domenica non dovrebbero improvvisare e non sottovalutare il valore dei sintomi. C’è solo una cosa che devi fare: parla con il tuo medico, che ti darà le giuste informazioni, a partire da alcuni test.

COME FA A SAPERE SE I TUOI POLMONI SONO SANI?

I test significativi. Dovrebbero essere eseguiti regolarmente anche dopo una certa età per fare il punto sullo stato delle vie respiratorie. Cominciamo con la spirometria, che può essere semplice o completa. Il primo misura l’aria espirata in un secondo con il massimo sforzo e quanto inspiri ed espiri al massimo, senza limiti di tempo. Una spirometria completa deve essere eseguita solo quando la spirometria semplice mostra anomalie significative: misura la quantità di aria rimasta nei polmoni dopo la massima espirazione, che indica il grado di enfisema, o compressione degli alveoli.

Un secondo l’esame va sempre eseguito in caso di problemi e secondo prescrizione medica, radiografie e TC del torace (se sono segnalati deficit respiratori mediante spirometria) e broncoscopia.

vaccini. Ce ne sono due da considerare: quelli per l’influenza e quelli per la polmonite. Secondo una recente ricerca scientifica, meno del 20% dei pazienti con BPCO riceve un trattamento antipneumococcico, che potrebbe prevenire il 40% della polmonite.

COSA BERE PER PULIRE I POLMONI

CAPACITÀ POLMONI

RIMEDI NATURALI CHE CI AIUTANO A PROTEGGERE LA NOSTRA SALUTE:

Ayrıca bakınız: Come studiare le materie che non piacciono? I nostri 6 super consigli!

  • Potassio, i benefici per il nostro organismo. Favorisce la diuresi e previene i calcoli renali
  • Beta carotene: protegge dalle scottature e favorisce la corretta crescita ossea
  • Vitamina C: tutti i benefici per l’organismo. Rafforza il sistema immunitario e aiuta a preservare la bellezza della pelle

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button