Come

➡️ Costruire un POLLAIO con BANCALI e PALLET in legno di recupero

Come si costruisci un pollaio usando pallet e pallet? Di cosa hai bisogno e quali strumenti puoi utilizzare? Realizzare un pollaio fai-da-te con legno riciclato è una buona idea per coloro che vogliono utilizzare il legno di scarto e le loro abilità artigianali. Non è sempre un processo facile che richiede pianificazione e alcuni strumenti, ma non è tutto ciò di cui possiamo essere molto soddisfatti.

Il principale vantaggio offerto dalla costruzione autonoma di un pollaio utilizzando i componenti dei bancali è la possibilità di scegliere la dimensione e la forma della pensilina in base alle nostre esigenze e preferenze, ma anche in base al numero di polli, che devono essere ospitati.

Okuma: Come costruire un pollaio in legno

In questo articolo su “Costruire un pollaio con pallet e pallet in legno riciclato” abbiamo selezionato i video di costruzione passo dopo passo di alcuni dei modelli fai-da-te più popolari di pollaio. Sotto ogni video abbiamo riassunto le informazioni più utili e le procedure da seguire. Prima di girare i video, di seguito alcuni punti focali essenziali per sapere tutto ciò che serve per costruire un pollaio con le tue mani da bancali e scarti di legno >

✅ Pollaio con bancali e bancali: dimensioni e materiali

Ci sono una varietà di materiali che possono essere usati per costruire un pollaio in legno fai-da-te. Le più adatte sono le seguenti:

pallet o pallet/pallet

Il pannet è una struttura piana sollevata da terra su cui vengono depositate le merci e lo stoccaggio e la movimentazione mediante carrelli elevatori e pallet di spedizione facilitato che possono sollevare appoggiandolo sulla base. Il materiale principale con cui è realizzato è il legno per via del suo basso costo e della possibilità di non essere riutilizzato.

Sono in circolazione pallet di varie dimensioni, ma i modelli principali sono l’Euro pallet (1.200 x 800 mm) e il Philips pallet (1.200 x 1.000 mm). Di seguito l’elenco delle parti che possiamo ottenere dallo smontaggio di un europallet standard europeo con dimensioni (lunghezza x larghezza x spessore):

  • 4 tavole 1.200 x 100 x 22 mm
  • 7 tavole 1.200 x 145 x 22 mm
  • 6 blocchi 145 x 100 x 78 mm
  • 3 blocchi 145 x 145 x 78 mm

Il tutto tenuto insieme da 60 viti per legno a testa svasata o chiodi filettati.

Oltre a utilizzare i pallet nella loro interezza e le tavole che vengono smontate, possiamo considerare anche l’utilizzo di altri materiali, i principali sono utili per creare velocemente pannelli e ripiani livellati:

– Compensati e Multistrato

Sono “pannelli lamellare” realizzati sovrapponendo diversi strati di semilavorati di legno con venature disposte ortogonalmente a volontà. Il compensato di solito ha uno spessore minore perché è composto da 3 strati, con lo strato intermedio più grande. I multipli strati sono invece dati da 5 o più strati di legno.

– OSB “Oriented Strand Board”

OSB indica in inglese il materiale che traduciamo come “Oriented Strand Board”. Si ottiene incollando e compattando trucioli e lamelle irregolari. Dal 1963, anno della sua invenzione, il suo utilizzo in vari campi è in aumento.

– MDF “pannello di fibra a media densità”

MDF, o “pannello di fibra a media densità”. ” è un derivato del legno che trova impiego con successo soprattutto nel settore del mobile. Nasce dal riutilizzo di scarti di lavorazione, principalmente legni teneri. Garantisce superfici omogenee, compatte e prive di ondulazioni.

Con pallet, compensato e multistrato, OSB e MDF realizziamo la struttura e il telaio portante. Le parti da sigillare possono essere provviste di rivestimento:

– manto impermeabilizzante bituminoso

Questo tipo di impermeabilizzante è costituito di una superficie flessibile, molto resistente allo strappo e al danneggiamento (spessore 4 mm), che garantisce un’immediata tenuta ermetica all’acqua e alla pioggia battente. Per le superfici in legno una delle migliori soluzioni è il rivestimento autoadesivo in ardesia, che facilita i lavori di posa. I quattro colori più comuni (verde, nero, bianco e grigio) sono anche esteticamente gradevoli. Il prezzo varia da circa 6 euro/mq di superficie a 10 euro/mq per le migliori tipologie.

– Lamiera grecata o ondulato in PVC

In alternativa all’impermeabilizzazione Guaia troviamo la lamiera grecata o una superficie dura in PVC ondulato. La loro forma consente una superficie molto rigida, in grado di resistere a carichi, urti e alle condizioni atmosferiche più avverse, inoltre le scanalature drenano facilmente l’acqua, consentendone una rapida rimozione dal tetto.

– Rete metallica

La rete metallica è essenziale per contenere i polli nel loro recinto e proteggerli dai predatori. Possiamo usarlo per difendere sia la bocca di erogazione che le prese d’aria sui muri di casa. In quest’ultimo caso, ha senso utilizzare una rete a maglie fini per impedire l’accesso anche ai più piccoli animali estranei.

– Piccole parti metalliche

Pollaio fai-da-te, avrai bisogno di viti per legno (meglio svasate), chiodi e alcuni cardini che possono essere usati come cardini per la porta di alcuni ingressi.

✅ Pollaio con bancali e bancali: quali strumenti usare ?

  • Sega per legno: sega circolare / sega a nastro / sega a mano e seghetto
  • cacciavite trapano e viti
  • Metro a nastro
  • Colla impermeabile da applicare lungo i bordi
  • Righello e matita in acciaio
  • Taglierino e forbici
  • Cambratrice per Legno
  • Martello e chiodi
  • Pinza

✅ Disegna il tuo progetto

È vero se hai intenzione di realizzarne uno Costruire pollaio con bancali e bancali di legno di scarto non hai problemi di costi nell’approvvigionamento dei materiali e puoi permetterti di fare qualche errore e più aggiustamenti in fase di realizzazione, ma questo non esclude che sia buona norma disegna il tuo progetto prima di eseguirlo. L’aggiunta di disegni, schizzi e misurazioni in bianco e nero al tuo progetto può aiutarti ad avere una visione completa delle differenze nei passaggi per seguire e trovare i modi migliori per ottimizzare i processi.

✅ Elementi e trucchi per la tecnica di base

Qualunque sia il modello che vogliamo per creare un pollaio in pallet, ci sono alcune conoscenze di base di cui tenere conto. Vediamoli insieme:

Prendi le tavole che ti servono dai pallet

Gli elementi base di un pollaio in legno fai da te con materiale riciclato sono le tavole. Non sempre è detto che lo smontaggio sia la scelta migliore, visto che a volte potremmo assemblare più pallet insieme senza doverli smontare inutilmente nei loro elementi base per poi rimontarli. Fondamentalmente cerchiamo di risparmiare fatica e di volta in volta controlliamo se i pallet possono essere utilizzati così com’è (es. per fare il pavimento di casa) o se è necessario staccare le singole tavole.

pollaio pallet

Ayrıca bakınız: I segreti della pasticceria: Pasta choux – Zael Bakery

Si noti che lo spessore standard delle doghe che compongono un pallet è di 22 mm. Inoltre gli angoli e i bordi superiori dei “cursori” sono arrotondati (trattamento da parte del produttore per facilitare il prelievo dei pallet durante la movimentazione). (Osservatorio Permanente sul Valore Pallet Epal) ha un valore di mercato di circa 7/8 euro.

Di quanti pallet hai bisogno? E quanta legna?

Non è facile determinare in anticipo la quantità di materiale necessaria per portare a termine il progetto. Molto dipende dalle dimensioni finali e dal livello di accuratezza e dettaglio ricercato. Bisogna poi tener conto che la qualità del legno ricavato dai bancali non è mai elevata ed era originariamente inteso come un semplice mezzo di trasporto durante una spedizione.Quando si ricevono nuovi bancali è molto probabile che il legno abbia viaggiato molto e pertanto presenta parti danneggiate e screpolate o comunque non adeguatamente riutilizzabili. che per il progetto più piccolo saranno necessari almeno quindici pallet, a meno che il piano non sia quello di utilizzare legno in parte recuperato da pallet e in parte pannelli e altri pezzi di origine mista.

Dove posso trovare pallet usati o pallet per Raccolta differenziata? ?

I pallet sono comunemente utilizzati da tutte quelle aziende che effettuano trasporti professionali o spediscono i propri prodotti. Pertanto, puoi anche contattare le piccole imprese nella tua zona nella tua ricerca. Spesso sono felici di sbarazzarsi dei vecchi pallet dei rifiuti accumulati e non riutilizzati. Anche i supermercati che necessitano di rifornimenti giornalieri possono avere pallet disponibili che possono essere smaltiti.

Modularità

Un altro aspetto importante per ottimizzare il lavoro è tenere conto delle dimensioni di lunghezza e larghezza delle singole tavole. La scelta migliore è sempre quella che prevede la realizzazione di un pollaio in base alle dimensioni degli elementi ricavati dai bancali.Come guida, i pallet standard di solito ci forniscono il materiale per costruire un pollaio di 1200 x 800 x 800 mm (lunghezza x larghezza x altezza della parete).Se siamo fantasiosi e abbiamo gli strumenti giusti, non c’è nulla che ci impedisca di costruire un rifugio se tu Per avere un’idea di quanto spazio occorre per ogni componente del pollaio, leggi l’articolo di approfondimento Quanto spazio per i polli? m² per pollaio e pollaio”.

Rinforzi agli angoli e alle pareti

Una volta ottenuto il numero richiesto di assi, il loro scopo principale è quello di utilizzarle per costruire le pareti e intorno per fare ciò bisogna inchiodarli o avvitarli a traverse di irrigidimento, anche di legno, poste lungo il perimetro /p>

Sigillatura di fessure

È chiaro che numerosi singoli elementi devono essere tenuti insieme tra i giunti, quelli più importanti (es. in connessione con i bordi della casa) devono formare più fessure Essere impermeabili per evitare che l’acqua piovana venga filtrata. Non crediamo che l’acqua entri solo dal tetto, basta anche l’esposizione al vento affinché l’acqua entri dai lati.Il modo più semplice per evitare questo problema den, l’uso di una colla impermeabile utilizzata tra le parti è la sola colla per tenere insieme gli elementi. Usiamo la colla per impedire l’ingresso di acqua e usiamo chiodi e viti per rafforzare la struttura.

✅ Pollaio con bancali e bancali: elementi di composizione

– Sollevamento da terra

Per tenere i polli lontani dall’umidità del terreno, ha senso spostare il pollaio da per tenere il terreno lontano. Possiamo farlo in innumerevoli modi, anche posizionando la casa su uno o più pallet accatastati a terra, oppure posizionandola su una tavola posta su alcuni mattoni o blocchi di cemento vicino agli angoli.

– Scaletta

La scala di accesso è l’elemento più semplice da realizzare e per costruirla non ci resta che prendere una tavola abbastanza larga o posizionare almeno due tavole per pallet una accanto all’altra. Cerchiamo di mantenere la pendenza morbida per non rendere la vita difficile ai polli che la devono utilizzare. Inoltre, per evitare che i polli scivolino sulla superficie levigata dal fango, posizioniamo a intervalli regolari piccole traverse, che fungono da “maniglie” per facilitare la salita della rampa.

– Porta d’ingresso

Per accedere all’interno della casa è necessario realizzare un ingresso. La tipologia costruttiva più semplice è l’apertura/chiusura a “ghigliottina” scorrevole, che possiamo ottenere abbassando o alzando un pannello di legno che scorre dall’alto attraverso le guide verticali.

– Copertura del pollaio e impermeabilizzazione

Il miglior consiglio per il tetto del pollaio è di farlo su una sola o doppia pendenza. L’obiettivo è quello di evacuare la pioggia il più rapidamente possibile ed evitare che ristagni, si infiltri o marcisca nel legno della struttura. Il modo più rapido per realizzare il tetto è utilizzare un foglio di compensato o MDF posato direttamente sopra le pareti laterali che deve essere stato tagliato superiormente per adattarsi alla pendenza desiderata Rispetto ad un tetto costruito con più tavole è omogeneo e non favorire l’ingresso dell’acqua. Per ottenere ciò, il metodo più pratico è quello di ottenere una membrana bituminosa con cui ricoprire il tetto a falde. È fissato con chiodi lungo l’intero perimetro.

– Pannello laterale da aprire

Una buona idea è non fissare tutti e 4 i pannelli laterali ma pensare che uno si possa aprire con uno sportello per facilitare l’ispezione e la pulizia degli interni. La porta è realizzata fissando una coppia di cerniere su un lato.

– Nido per la deposizione e la cova

Può essere costruito in forma di box separato, che viene posizionato all’esterno su uno dei lati del corpo della casa. Prima di ciò, dobbiamo praticare dei fori nel muro per consentire alle galline di entrare nei singoli scomparti di nidificazione dall’atrio principale della casa e il sito di nidificazione deve avere un tetto a falde per proteggere l’interno dalla pioggia. Non sono necessarie aperture verso l’esterno, poiché la fase di deposizione delle uova richiede tranquillità e riservatezza.

– Posatoi

Nei vari progetti di pollaio fai da te, i posatoi.Tuttavia, la loro presenza è fondamentale per il benessere dei polli. Ricordatevi quindi di fornirne almeno alcuni nel pollaio.Se avete bisogno di maggiori informazioni su misure, dimensioni, struttura e caratteristiche ideali del posatoio potete sempre leggere l’articolo che abbiamo dedicato all’argomento “Fai-da-te- te stesso anche quarti di gallina ovaiola. Come allestire il pollaio”.

– Corsa esterna

Altro elemento compositivo da non trascurare è la creazione della “gara”, ovvero lo spazio aperto destinato al riparo sta graffiando i polli Una volta che hai costruito il tuo pollaio ideale, considera anche un’area esterna recintata per fornire un pascolo sicuro ai polli >

➡️ Pollaio compatto costruito con pallet

Progetto: Pollaio in Pallet Autore: Uncle Bart Obiettivo: creare un pollaio utilizzando solo legno ricavato dai pallet (tranne il pavimento e lo spazio del tetto) Materiali: pallet

Fase 1: costruire la base del pollaio

h4>

Sovrapponiamo due bancali che fungeranno da base rialzata da terra per sollevare il pollaio, se spostiamo leggermente il bancale superiore rispetto a quello sottostante, possiamo ottenere automaticamente un piccolo gradino e quindi faremo dover più tardi non costruiamo una rampa separata per raggiungere il pavimento sopraelevato per i polli, prendiamo un terzo pallet da cui rimuoviamo i blocchi distanziatori. Attacciamo un foglio di compensato sopra per fare il pavimento nel pollaio. Il pavimento deve essere avvitato al prospetto già predisposto.

Fase 2: Pannelli laterali

Realizzeremo i pannelli laterali inchiodando le estremità di più assi per pallet allineate a coppie di assi verticali. La parte superiore del pannello ottenuto va tagliata secondo la pendenza che preferiamo per il tetto, poiché ci poggeremo sopra e fisseremo la pendenza. Una volta sollevato da terra, il muro poggia sulle assi che fungono da pilastri angolari.

2a fase: Pareti di fondo

La parete di fondo dovrebbe essere costituita da un foglio di tessuto omogeneo (es. come mostrato in OSB) invece di costruire da più assi, come facciamo con il lato le pareti hanno fatto. Perché sul retro dobbiamo aprire diverse aperture in modo che le galline possano passare dallo scomparto centrale del pollaio alla stanza di nidificazione dietro.

Step 3: Tetto

Anche in questo caso viene utilizzato un pannello prefabbricato, che viene posizionato e inchiodato ai bordi superiori delle pareti laterali. Si rende impermeabile incollando una manica sul lato esposto alla pioggia e capovolgendola alla gronda.

Step 4: Posa dei nidi

Procediamo a costruire la scatola che ospiterà la camera di covata. Proprio come abbiamo realizzato le pareti laterali del pollaio, ora realizziamo le due piccole della scatola, sempre facendo un taglio inclinato dal soffitto per accogliere il tetto. Il tetto non necessita di essere inchiodato, ma fissato con cardini per raccogliere le uova deposte che si trovano all’esterno del rifugio.

Passaggio 5: parete anteriore con accesso

Ayrıca bakınız: Denuncia lavoro nero: come si fa?

La parete anteriore è costruita con cerniere nella parte superiore. Volendo possiamo aprire questa porta che, da chiusa, d’estate funge anche da ombra. Lungo la parete apriamo un foro per l’ingresso e l’uscita dei polli dal pollaio, quando la porta è aperta viene tenuto Chiuso.

➡️ Pollaio rialzato in legno con corsa all’aperto

Progetto: pollaio con pallet riciclati Autore: Jeremiah Obiettivo: pollaio in pallet di recupero e giostre esterne Materiali : pallet, rete

Fase 1: Ottenere i pannelli necessari

Per facilitare la lavorazione, questi dovrebbero essere preferibilmente ottenuti da pallet della stessa dimensione Nel progetto, 1.200 x 1.000 mm sono stati utilizzati i pallet.

Fase 2: Realizzare il pavimento

Il pavimento del pollaio viene costruito posizionando due pallet a sinistra l’uno dell’altro. Per rendere i piani un’unica superficie omogenea senza spazi tra le tavole, altre tavole su misura sono state tagliate e inchiodate nelle fessure. In questo modo il pavimento scorrevole è praticabile e non consiste nell’alternanza di pieni e vuoti lungo l’intera lunghezza della casa, su entrambi i lati lunghi, come nei pallet originali.L’intero solaio, infatti, deve poter rimanere sospeso al pavimento, appoggiandosi a blocchi di cemento agli angoli.In alternativa possiamo collegare i due pallet inchiodando diversi telai alle giunzioni tra i due pallet.Il montante isolato dal pavimento il pollaio dall’umidità e offri ai polli uno sbocco ombreggiato quando graffiano davanti alla casa.

3. Step: Cornice delle pareti lunghe

Realizziamo la cornice delle due pareti lunghe unendo agli angoli 4 assi e traverse verticali intermedie a passo omogeneo. Possiamo anche evitare di utilizzare le assi lunghe se per ognuna di esse utilizziamo due assi prelevate dai bancali e tenute insieme dalla sovrapposizione di una terza striscia inchiodata alle estremità delle prime due (ben visto nel Minuto 0:29 del video ) I due telai ottenuti vengono quindi sollevati e inchiodati in posizione verticale sui due pallet.

Step 4: Trespoli e box estraibili per la pulizia

Appena sopra il basamento, sui cortili laterali della casa, possiamo predisporre due box che possono essere rimossi dall’esterno con uno maniglia. In linea con le cassette interne, posizioniamo i posatoi in modo che il letame prodotto dalle galline durante il periodo di riposo cada nei cassetti, permettendoci di estrarli e svuotarli mentre dobbiamo stare all’aperto e senza avere accesso al pollaio . / p>

Passaggio 5: finestre di ventilazione

Apriamo una finestra su entrambi i lati corti per garantire la circolazione dell’aria interna. Al minuto 1:24 puoi vedere come due finestre aggiuntive sulla parete anteriore hanno è stata posta anche per illuminare gli interni. Se abitiamo in un ambiente con basse temperature invernali, possiamo pensare di installare una tipologia di tenda esterna che si chiude durante la stagione fredda per trattenere meglio il calore all’interno.

6 ° step: nidi per la deposizione delle uova

Sul lato lungo opposto all’ingresso del pollaio collocheremo i nidi per la deposizione delle uova a.

Varie misure

  • Il rivestimento della casa e dei nidi può essere fatto inchiodando un cartone ondulato. Poiché è realizzato in metallo, non richiede manutenzione e ha una durata praticamente eterna.
  • Davanti al muro di accesso frontale, possiamo progettare il passaggio esterno per le galline, una base composta da traverse e pali, che viene poi ricoperta da una griglia metallica protettiva che può chiudere anche la parte superiore il box.
  • Anche l’area sotto il pollaio deve essere protetta con una griglia metallica. Se lo desiderate possiamo predisporre una sorta di “gelosia” che filtri i raggi del sole per far sì che anche in estate una zona della gara sia sempre in ombra.
  • Prima di iniziare la costruzione del progetto, consideriamo l’altezza finale della casa valutando la lunghezza delle assi a disposizione e il rilievo che si può ottenere posizionando il pollaio sopra dei blocchi di cemento. Idealmente, l’altezza finale, inclusa la pendenza, è di circa due metri. In questo modo la canna potrà avere anche questa dimensione, che faciliterà il nostro accesso attraverso una porta che percorreremo il perimetro.
  • Un’ottima idea che abbiamo notato in questa soluzione è il modo in cui viene realizzato il rivestimento delle pareti esterne, che non si chiudono con semplici tavole chiodate a filo, ma quelle realizzate in bancali Le tavole ottenute sono posizionate leggermente sovrapposte come “tegola” in modo che la pioggia, se dovesse arrivare al muro e non trovare il modo di infiltrarsi nelle fessure, è costretta a scivolare a terra.
  • Quello che ci è piaciuto rispetto ad altri progetti di pollai con pallet fai-da-te è che è uno dei pochi progetti che può essere riproposto quasi interamente con legno riciclato da vecchi pallet. Per velocizzare alcune operazioni è più pratico utilizzare delle tavole più lunghe di altra provenienza, ma volendo possiamo accontentarci di quanto ricavato da semplici pallet di spedizione.

➡️ Pollaio in legno accessibile dall’interno

Progetto: Pollaio in legno eretto da terra Autore: E. Fleming Obiettivo: Costruire un pollaio in legno a buon mercato quanto possibili Materiali: Pallet per copertura, travi 7 x 7 cm, tavole, PVC ondulato

1° fase: smontaggio e lavorazione dei pallet

(0:00 – 0:44) Dopo voi, recuperati i bancali necessari, procedete allo smontaggio nelle sue parti componenti. Se abbiamo molti pallet possiamo accelerare il processo permettendoci di tagliare parte delle tavole per ottenere tavole più corte fin dall’inizio.Al contrario, è meglio dedicare qualche minuto in più per ottenere il maggior numero possibile di tavole di lunghezza maggiore.

Step 2: Tagliare le travi

(0:45 – 2 :33) Con una sega circolare tagliamo le travi alla lunghezza necessaria, praticando gli intagli alle estremità e lungo il corpo per le connessioni successive.

3a fase: Telaio

( 2:34 – 4:52) Assemblaggio dei montanti e delle capriate mediante incastro e avvitamento

4a fase: Preparazione del terreno e Posa

(4:53 – 6:15) Utilizzando una tavola multistrato realizziamo il pavimento su cui cammineranno i polli. La superficie di contatto è a tenuta stagna Rispetto a quanto mostrato è preferibile trattare entrambi i lati del pannello per evitare possibili deformazioni del materiale Tagliando un angolo del fondo si può creare un’apertura del coperchio a vista da aperto Trovare spazio, la rampa di accesso all”interno’.

Step 5: Realizzazione del tetto

(6:16 – 8:04) La struttura di base è costituita da tre capriate da posizionare alle estremità del corto e del mezzo. Nel sottotetto sono poste alcune travi come ulteriori elementi di irrigidimento, che fungono anche da trespoli.

Step 6: Chiusura delle pareti fisse

( 8:05 – 8:59) Creeremo le pareti laterali inchiodando le tavole ottenute durante lo smontaggio dei bancali.

Step 7: Nido per la deposizione e la cova

(9:00 – 16:48 ) Serve anche una struttura di base per i nidi, che verrà poi realizzata con le doghe ottenuto dai pallet da coprire. E’ possibile realizzare due strati sovrapposti di pannelli per aumentare l’isolamento dall’ambiente esterno elevando il piccolo tetto ad una falda. In questo modo è più facile raccogliere le uova deposte.

Passaggio 8: rifinire l’esterno

(16:49 – 10:48) Finiamo di costruire le pareti laterali rimuovendo la pannellatura. le tavole dai pallet. Quindi, da un lato, apriamo un passaggio per la ventilazione e il ricambio dell’aria. La perforazione è protetta da una maschera con feritoie orizzontali che permette la circolazione naturale dell’aria e impedisce l’ingresso di acqua e animali.

Passaggio 9: costruisci la porta d’ingresso e la rampa

(10:49 – 12:44) L’accesso al pollaio è fornito da una porta scorrevole verticale a cui si accede tramite una rampa , che è costituito da una serie di tavole per pallet accoppiate. Le galline entrano nell’interno salendo la scala che porta dal pavimento a un’apertura nel pavimento del pollaio rialzato (visto alle 15:58).

Fase 10: Tetto ondulato

(12:45 – 13:21) Le falde che prima erano state inchiodate con le assi ora devono essere completate con l’installazione del tetto vero e proprio, il realizzato in lamiera o, come in questo caso, in lamiera. realizzato con una superficie in PVC rigato più facile da tagliare e modellare secondo le nostre esigenze. Li fissiamo al legno con viti e rondelle per evitare infiltrazioni. La linea di colmo è protetta da un’unica “onda” tagliata sempre dello stesso materiale.

Passaggio 11: Sportello di ispezione

(13:22 -) Su uno dei lati lunghi del pollaio è fissato un muro che può essere completamente aperto. Fondamentalmente, la parete è costituita da un’anta a un’anta con cerniere fissate sul lato inferiore. In questo modo creiamo una sorta di ribaltina che si apre verso l’esterno, permettendoci di ispezionare a fondo l’interno per verificare lo stato della pensilina ed effettuare le pulizie. Il sistema di chiusura è determinato dalla rotazione di due chiodi piegati e disposti a L a destra e a sinistra della porta. Ci sembra che possano essere sostituiti con un sistema più pratico e funzionale, costituito da un chiavistello da posizionare sopra la porta, che permette all’acqua che dovrebbe piovere dall’alto.

Ayrıca bakınız: Autismo come e cosa fare con bambini e ragazzi a scuola

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button