Come

Cambio sequenziale: come funziona e le caratteristiche principali – Cazoo

Il cambio sequenziale non è una novità, ma nei veicoli messi su strada viene utilizzato su alcuni modelli con caratteristiche sportive o particolarmente esclusive: scopriamo insieme i suoi segreti.

Che cos’è questo? è il cambio sequenziale

Per poter capire esattamente in cosa è composto un cambio sequenziale, è necessario specificare come funziona un cambio convenzionale.

Okuma: Come si usa il cambio sequenziale

>

Il cambio di un veicolo è uno di quegli organi più o meno studiati per la prova teorica della patente: è un insieme di ingranaggi di diverse dimensioni il cui compito è quello di collegare l’albero motore a la marcia finale dell’auto (guido le onde attraverso il differenziale quando la trasmissione è anteriore e il motore è posizionato trasversalmente nel cofano, una situazione classica sulla maggior parte dei veicoli).

L’obiettivo del cambio è sfruttare le dimensioni degli ingranaggi per ridurre la velocità delle ruote rispetto a quella dell’albero motore, fino all’innesto dell’ultima marcia, anticamente detta direct drive perché il movimento sarà trasmesso al cambio con un rapporto di trasmissione 1:1, cioè senza variazioni.

Ayrıca bakınız: Come scrivere una canzone rap: La guida completa per i principianti

I rapporti inferiori sono costituiti da riduttori meccanici che consentono al veicolo di andare più piano e sfruttare al meglio la potenza sviluppata dal motore.

Il cambio sequenziale non ha nulla di diverso in questo senso, ma il cambio tradizionale presenta già una notevole differenza meccanica con la soluzione più nuova e più sportiva. Se devi passare da una marcia inferiore a una superiore o viceversa, con il cambio tradizionale devi sempre partire dal “punto morto” centrale, neutro, cioè la fascia in cui il cambio non permette la comunicazione con il differenziale (oppure l’albero di trasmissione se la trasmissione è posteriore e il motore è posizionato nel cofano anteriore).

Il cambio sequenziale invece è così chiamato perché permette di cambiare marcia secondo un ordine prestabilito, esattamente dalla marcia più bassa alla marcia più alta e viceversa. La sequenza corrisponde tipicamente a R, N, 1, 2, 3, 4, 5, 6 e così via. Se stai utilizzando un cambio sequenziale, per passare dalla quinta alla seconda marcia dovrai inserire la quarta e la terza marcia, mentre con il cambio tradizionale puoi andare in folle e inserire qualsiasi marcia, il che in realtà è comodo, anche se è così è una situazione che non è esattamente comune. Il folle nel cambio sequenziale è trattato come qualsiasi marcia e può essere raggiunto solo dalla retromarcia o dalla prima marcia. Il cambio sequenziale è quindi costituito da una tecnologia diversa, molto più simile al cambio moto.

Caratteristiche del cambio sequenziale

Il cambio sequenziale ti consente di guidare la tua auto dimenticandoti completamente della frizione, questa dispositivo, indispensabile nel cambio tradizionale, per separare i due alberi (cambio e albero motore) per il tempo di cambio marcia, evitando costosi danni meccanici. /p>

Il cambio sequenziale è gestito dall’elettronica e poiché si utilizza il paddle al volante o la classica leva, il veicolo cambia marcia e passa automaticamente alla marcia successiva; Allo stesso tempo, l’auto assume il ruolo svolto dalla frizione nelle trasmissioni convenzionali. Si può quindi affermare che il cambio sequenziale funziona con un sistema elettronico in cui la frizione è automatica.

Ayrıca bakınız: Maschere per respirare sottacqua: quale scegliere? | Impiegata Giramondo

L’assenza del pedale della frizione è uno degli aspetti più importanti che caratterizzano il cambio sequenziale. Guidare un’auto di questo tipo non solo è più facile mettere da parte le abitudini soggettive, ma diventa anche più veloce e reattiva, consentendo un miglioramento complessivo delle prestazioni sotto tutti i punti di vista.

Un’auto con il cambio sequenziale impiega meno tempo ad ogni cambio marcia, molto più in trazione, un dato imprescindibile con uno stile di guida sportivo per la tenuta di strada, che al minimo è sempre compromessa (es. anche quando la frizione è innestata). Ciò facilita la frenata, i sorpassi e la guida su pendii ripidi.

Va ​​inoltre aggiunto che tutti i modelli di veicoli attualmente prodotti sono dotati di un controllo elettronico atto ad impedire al veicolo di scalare marcia se il motore gira a un regime troppo elevato. Per questo motivo, a parte i malfunzionamenti, il cambio sequenziale è più difficile da danneggiare.

Perché scegliere un cambio sequenziale

Il cambio sequenziale è installato a destra dei veicoli ordinato; In pratica, attualmente è improbabile che te lo aspetti su un’auto che costa meno di 20.000 euro.

Questa soluzione consiste in un miglioramento tecnologico che, nel corso degli anni, andrà probabilmente a sostituire il normale cambio noto a tutti, sia esso un cambio sequenziale con paddle, a leva o completamente automatico (come negli autobus) atti. Optare per il cambio sequenziale significa optare per la soluzione più moderna e innovativa e non necessariamente interessa solo a chi ama la sportività o che guida spesso su percorsi chiusi, meno faticosi e molto più sportivi.

Ayrıca bakınız: Ricci e boccoli con la piastra: 5 metodi facili e veloci per risultati TOP

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button