Come

Come provare che un garage non produce rifiuti

La tassa di igiene comunale è dovuta in relazione ad ogni locale potenzialmente idoneo a generare rifiuti.

Hai un garage ma non usi esso. Ogni anno ricevi un avviso di pagamento della tassa sui rifiuti e vuoi evitare di pagare tale tassa vista la mancata fruizione dell’immobile. Ti chiedi cosa puoi fare per evitare questo peso.

Okuma: Come dimostrare che un box non produce rifiuti

La gestione della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti comporta costi molto elevati per le amministrazioni locali, che finanziano questo onere economico attraverso le entrate della tari, l’imposta comunale sui rifiuti. Anche se molto pochi, ci sono alcuni casi in cui un proprietario può evitare questa tassa. Ma come si dimostra che un’officina non produce rifiuti? La posizione della magistratura sulla possibilità di non pagare il pedaggio è piuttosto rigida, ma in ogni caso ci sono alcuni trucchi per evitare di pagare la tassa sui rifiuti. Ma uno dopo l’altro.

Tassa sui rifiuti: che cos’è?

Ayrıca bakınız: BRUFEN ® – Foglietto Illustrativo

Chiunque possieda o possieda immobili o terreni sfitti atti a produrre rifiuti solidi urbani è tenuto a versare all’amministrazione comunale o al responsabile del servizio igienico-sanitario comunale una tassa comunale che il Finanziamenti per la raccolta e smaltimento dei rifiuti.

Dal 2014 [1] la tassa sui rifiuti si chiama Tari e a differenza della precedente Tarsu, il gettito di questa tassa deve coprire l’intero costo di quella causato dal servizio di copertura comunale per la gestione dei rifiuti.

Tari: come si calcola?

Come dicevo, il reddito di Tari deve coprire l’intero costo dei rifiuti raccolta e smaltimento. Ne consegue che, per determinare l’ammontare dei corrispettivi gravanti su ciascun utente, occorre prendere come punto di partenza il costo stimato del servizio nel piano economico e finanziario annuale. Una volta determinati i costi da sostenere, si deve decidere quale percentuale dei costi deve essere sostenuta dagli utenti domestici e quale percentuale deve essere sostenuta dagli utenti non domestici Tasse basate su due componenti di l’imposta:

  1. una parte fissa determinata dalla superficie dell’immobile e dal numero dei familiari;
  2. una parte variabile, determinata dai coefficienti di produzione dei rifiuti di ciascun utente.

Comuni che hanno introdotto la misurazione puntuale dei rifiuti da parte dei singoli utenti per determinare la parte variabile della tassa in modo preciso e non generalizzato e sono anche favorevoli a un cambiamento dalla Tari (che ha carattere di imposta) alla tariffa selettiva, che ha carattere di canone.

Tari: paghi anche i garage?

Ayrıca bakınız: 6 consigli pratici per non ingrassare in gravidanza | VitaVi

La Tari viene pagata anche per attrezzature , come garage, scantinati , box auto. Il presupposto per l’applicazione dell’imposta è il potenziale di spreco teorico del bene. La possibilità di non pagare il tributo esiste quindi solo se è dimostrato che il bene non può produrre rifiuti per le sue condizioni oggettive di inagibilità perché non utilizzabile dal proprietario o detentore. .

Ma come si può dimostrare che è improbabile che un’officina produca rifiuti? La giurisprudenza richiede tradizionalmente, al fine di far scattare la premessa applicativa di Tari, la presenza alternativa di uno dei seguenti elementi:

  • la presenza di almeno un’utenza attiva (luce, gas, telefono);
  • Presenza di mobili.

Al fine di provare l’incapacità dell’immobile di generare rifiuti, si potrebbe quindi dimostrare che all’interno della stessa Das non esistevano strutture o utilities attive. Tuttavia, la Suprema Corte sembra essere giunta di recente a conclusioni in parte più restrittive [2], dopo aver ritenuto che il criterio per determinare se un bene sia o meno assoggettato a imposta è il fatto che sia frequentato da persone , indipendentemente da altri elementi. Secondo tale criterio, l’esenzione dall’imposta si potrebbe affermare solo per i garage inagibili o non sicuri, in quanto totalmente inadatti ad essere frequentati da persone.

In ogni caso i Comuni, all’interno del regolamento tariffario comunale possono meglio precisare i criteri in base ai quali è possibile escludere l’obbligo di pagamento della tariffa, mediante identificare il presunto Specificare gli indici che attivano l’applicazione dell’assunzione di controllo.

Ayrıca bakınız: Come Capire se Piaci ad Una Ragazza Fidanzata: I Segnali da Captare

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button