Come

Indennità di disoccupazione e calcolo NASpI | Adecco

Trova tutto quello che c’è da sapere sulle indennità di disoccupazione in questo approfondimento di Adecco: requisiti, novità, come fare domanda e calcolare l’importo.

Indennità di disoccupazione: cos’è la NASpI

Il termine disoccupazione non si riferisce solo a una condizione sociale associata alla mancanza di legato al lavoro, ma anche alla relativa compensazione denominata NASpI (Nuova Assicurazione Sociale per l’Occupazione), destinata a persone che hanno perso involontariamente il lavoro e hanno dichiarato la loro immediata disponibilità a intraprendere un nuovo lavoro.

Okuma: Come ottenere l assegno di disoccupazione

Sono richiesti requisiti minimi per richiedere questo tipo di indennità di disoccupazione. Inoltre deve essere presentata domanda all’INPS, che esaminerà la domanda e, se necessario, concederà il indennità di disoccupazione.

NASPI: Quando verrà corrisposta ? Forte >

La NASpI viene corrisposta mensilmente e prevede un importo variabile in funzione dell’evoluzione della retribuzione del dipendente, a partire dalla retribuzione media percepita nei quattro anni precedenti la domanda di disoccupazione.

Nello specifico, la NASpI addebita al lavoratore:

  • dall’ottavo giorno successivo alla data di cessazione del lavoro (con presentazione della domanda di disoccupazione entro l’ottavo giorno) o dal giorno successivo al deposito della domanda di disoccupazione e nei termini di legge;
  • dal trentottesimo giorno successivo alla cessazione per giusta causa (fino al trentottesimo giorno se è stata presentata domanda di indennità di disoccupazione) o dal giorno successivo o fino la domanda di indennità di disoccupazione è resa disponibile e nei termini di legge.

Calcolo NASPI 2021: quanto ha diritto il lavoratore?

Per scoprire qual è l’indennità di disoccupazione nel 2021, puoi fare riferimento alle informazioni fornite qui:

  • per la disoccupazione beneficio legato ad una retribuzione media mensile inferiore al limite di 1.227,55 €, il lavoratore ha diritto ad un assegno per il 75% della retribuzione
  • per i dipendenti con stipendi superiori al 75%, alla differenza tra lo stipendio medio mensile e l’importo di € 1.227,55 va aggiunta una quota aggiuntiva del 25%.

Per il calcolo NASPI 2021 È bene sapere che dal 1° gennaio 2021, con la pubblicazione della Circolare n. 7 del 21 gennaio 2021, l’INPS ha sostituito il massimo limite di € 1.335,40 al mese fisso. Per il calcolo dell’indennità di disoccupazione, l’INPS mette a disposizione dei cittadini anche un servizio di simulazione per calcolo NASPI 2021 online sul proprio sito ufficiale. Inoltre, è importante sottolineare che l’importo di riferimento stabilito dalla legge viene rivalutato ogni anno sulla base delle oscillazioni dell’indice Istat e viene pubblicato annualmente attraverso una circolare dell’INPS.

Ayrıca bakınız: Come cambiare lo stato su Whatsapp | nigiara.it

Infine, Adecco ti ricorda che in caso di cessazione del rapporto di lavoro hai sempre diritto al trattamento di fine rapporto oltre al NASpI. Il TFR viene inoltre pagato anticipatamente dal datore di lavoro su richiesta del lavoratore. Per saperne di più è sufficiente contattare il team Adecco, presente in tutta Italia, pronto a supportare tutti i collaboratori con professionalità e competenza.

Calcolo NASpI: novità per il 2022

Nel calcolare la nuova previdenza sociale per il lavoro lucrativo (NASpI), bisogna anche tener conto che le indennità di disoccupazione verrà pagato dal primo giorno di utilizzo del quarto mese è ridotto del 3% al mese.

A tal proposito, la Legge di Bilancio prevede che per la NASpI 2022 l’importo venga ridotto del 3% ogni mese dal primo giorno del sesto mese di utilizzo . Questa novità è rivolta alla disoccupazione che si verificherà dal 1 gennaio 2022.

Oltre a quanto sopra per i candidati al nuovo NASPI 2022 over 50 strong> strong>, la riduzione del 3% è spostata al primo giorno dell’ottavo mese di fruizione

Come ottenere l’indennità di disoccupazione: i requisiti

Disoccupazione benefit è rivolto in prima linea alle persone che hanno perso il lavoro involontariamente.

Altro requisito prevede l’appartenenza ad una delle seguenti categorie :

  • dipendenti a tempo determinato o indeterminato della PA;
  • lavoratori agricoli temporanei o permanenti;
  • Apprendisti;
  • dipendenti artistici in subappalto;
  • soci lavoratori di cooperative con attività accessoria.

In caso di esodo collettivo, la NASpI sostituisce la vecchia indennità di mobilità con un importo che non è più destinato al fondo sociale ma a quanto stabilito fino alla NASpI stessa.

Possono presentare domanda per l’esame NASpI anche le seguenti categorie di dipendenti:

  • Dipendenti che hanno disdetto durante il congedo di maternità per giusta causa;
  • madri lavoratrici costrette a dimettersi durante il congedo di maternità;
  • Dipendenti che sono stati licenziati p per motivi disciplinari.

Ayrıca bakınız: Pianoforte Accordi: Impararli e Metterli in Pratica!

Oltre all’assenza dal lavoro e alla dichiarazione di non esercitare in alcun modo un’attività lucrativa (anche occasionale) , devi possedere i seguenti requisiti per poter richiedere l’indennità di disoccupazione:

  • aver versato contributi per almeno tredici settimane nei quattro anni prima di diventare disoccupato;
  • ha effettivamente lavorato almeno 30 giorni nei 12 mesi prima di diventare disoccupato.

Come faccio a richiedere la disoccupazione?

La domanda di disoccupazione deve essere presentata entro 68 giorni dalla perdita del lavoro. Può essere richiesto ai soci oppure puoi presentare tu stesso la domanda elettronicamente tramite il sito INPS con il tuo SPID.

La procedura online è semplice e veloce:

  • Accedi alla sezione “Servizi per i Cittadini” del sito INPS;
  • seleziona l’opzione “Invia richieste di welfare”;
  • clicca quindi sulla dicitura “”NASpI”;
  • clicca su “Compensation NASpI”;
  • compila la domanda e esamina attentamente i dati personali, il motivi del licenziamento e tutte le informazioni fornite;
  • Infine, fai clic su “Invia domanda”.

Avvisato dal 2021 nuovo servizio Notifica via SMS dell’accettazione della domanda dandone comunicazione alla persona che ha presentato la domanda.

Il disoccupato deve essere immediatamente disponibile a trovare un altro lavoro al fine di inviare annualmente i documenti richiesti al Centro Per Employment i (carta d’identità o documento di riconoscimento in corso di validità, copia del contratto di lavoro, permesso di soggiorno e indirizzo di residenza sono richiesti anche per i disoccupati stranieri) presso il CPI competente , che rilascia lo stato confermato.

Quanti mesi di disoccupazione quanto tempo hai dopo il tuo rilascio?

La durata dell’indennità di disoccupazione dipende dalla storia contributiva del dipendente e non può superare i due anni : i mesi di disoccupazione dovuti dopo il licenziamento sono infatti 24.

Il periodo massimo fissato corrisponde alla metà delle settimane in cui sono dovuti i contributi nei quattro anni precedenti il ​​giorno della perdita del lavoro.

Quanti anni di disoccupazione dopo i 50 anni?

NASpI sarà retribuito per lo stesso numero di anni di disoccupazione indipendentemente dall’età. Per gli Over 50 i mesi di disoccupazione dopo il licenziamento sono sempre due.

Ayrıca bakınız: Bacio alla francese: cos&039è e come si bacia

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button