Come

Come scrivere la tesi: Referenze e citazioni

La citazione consiste nel citare in modo completo e chiaro una fonte (2.1). È un atto fondamentale di precisione metodica e correttezza tecnica e come tale deve essere sempre chiaramente segnalato. Rappresenta uno dei parametri principali per la valutazione scientifica di una tesi.

6.1 Come riportare i dati bibliografici

Questi metodi devono essere seguiti per poter indicare nella bibliografia estesa gli elementi citato per citazione dell’autore (6.3.1) sia per citare i testi nelle note sia per riportarli in bibliografia al momento della scelta della citazione estesa (6.3.2).

Okuma: Come fare le citazioni in una tesi

Ayrıca bakınız: Espressioni Giapponesi: Come Stai? – Gokigen ikaga

Ayrıca bakınız: Come Collegare il Telefono alla TV [senza problemi]

6.1.1 Libri e articoli (vedi tabella riassuntiva)

6.1.2 Fonte citata in altra fonte

È possibile , per citare le fonti utilizzate, d. H. fonti non disponibili trovate citate in un altro autore. In questo caso occorre citare il primo autore e da dove proviene la successiva citazione.

Il commento di un recensore, “È tutto finito al Savoy in tre ore” 1 mostra quanto devono essere state goffe le produzioni precedenti.

____________________________________

1 The Nation, 23 novembre 1912, citato da G.Ll. Evans, Shakespeare sotto i riflettori, Londra, Dent, 1968, p. 115.

Ayrıca bakınız: Espressioni Giapponesi: Come Stai? – Gokigen ikaga

Ayrıca bakınız: Come Collegare il Telefono alla TV [senza problemi]

6.1.3 Edizioni

Indicare sempre l’edizione utilizzata. Di norma, dare la preferenza a quest’ultimo e indicare tra parentesi quadre le date della prima edizione: luogo, editore, anno di pubblicazione

Ernst Robert Curtius, Europäische Literatur und latine Mitte Alter. Tradotto dal tedesco da Willard R. Trask, Princeton, University Press, 1990 [1. Ed. Londra, RouledgeHumphy House, ad esempio, afferma “che per Coleridge non c’era un’associazione così stabile ed esatta tra chiaro di luna, penombra, luci e ombre mutevoli, ecc.” Le fonti del potere divino”, ma il chiaro di luna è esso stesso luce solare riflessa di pura Immaginazione: un esperimento di lettura”, rept. in Saggi selezionati, New York, Random House, 1958, pp. 35-41. 2 Humpriy House, Coleridge, Londra, Hart-Davis, 1953, pp. 111-12. 3 Marshall Suther, La notte oscura di Coleridge, New York, Columbia University Press, 1960, p. 113, citando Warren, “A Poem of Pure Imagination”, p. 37.

Ayrıca bakınız: Espressioni Giapponesi: Come Stai? – Gokigen ikaga

Ayrıca bakınız: Come Collegare il Telefono alla TV [senza problemi]

6.3 I due modi di citare le fonti bibliografiche

Si possono utilizzare due modi di citazione: citazione per autore e citazione estesa. Consulta l’oratore per la tua scelta. Qualunque sia il tipo scelto, deve essere utilizzato in modo coerente durante tutto il lavoro.

6.3.1 La citazione dell’autore

La citazione dell’autore (o citazione chiave, o americana) riporta:

Cognome dell’autore in latino stampatello, anno di pubblicazione dell’opera, seguito dal numero di pagina (o numero di pagina separato da un trattino)

La bibliografia è riportata direttamente nel testo e poi spiegata in bibliografia (vedi 8.1). Di solito questo si traduce in un risparmio di spazio.

La figura di Eolo nel dipinto di Piero da Cosimo diventa così «completamente intelligibile […] dopo una di quelle numerose rappresentazioni precedenti che corrispondono alla descrizione omerica» (Panofsky 1999: 58).

Ayrıca bakınız: Espressioni Giapponesi: Come Stai? – Gokigen ikaga

Ayrıca bakınız: Come Collegare il Telefono alla TV [senza problemi]

6.3.2 La citazione estesa

La citazione estesa fornisce

il nome dell’autore (solitamente abbreviato) , Cognome dell’autore in latino, Titolo della Monografia, Luogo di Pubblicazione, Editore, Anno di Pubblicazione, Pagina o Pagine

La raffigurazione di Eolo nel dipinto di Piero da Cosimo è reso così “completamente comprensibile […] secondo una di quelle numerose rappresentazioni precedenti che corrispondono alla descrizione omerica”.1

____________________________________

1 E. Panosky, Studi in Iconologia, trad. esso. Studi di Iconologia, Torino, Einaudi, 1999, p. 58.

Ayrıca bakınız: Espressioni Giapponesi: Come Stai? – Gokigen ikaga

Ayrıca bakınız: Come Collegare il Telefono alla TV [senza problemi]

Per gli articoli, solo il “titolo” è riportato tra virgolette, il nome della rivista in corsivo, l’anno della rivista separato da due punti da quello del prossimo numero, l’anno tra parentesi, i numeri di pagina sono stati sillabati.

Il travestimento di Viola ha, nelle parole di Woodbridge, l’effetto di interrompere la differenza sessuale: “Di tutte le commedie shakespeariane”, afferma, ” è forse La dodicesima notte, che assume i rischi più notevoli con l’identità del suo personaggio centrale”.1

_______________________________________

1 L. Woodbridge, “Towards an Unsaturnalian Twelfth Night“, Southern Review 17:1 (1994), pp. 207-8.

Ayrıca bakınız: Espressioni Giapponesi: Come Stai? – Gokigen ikaga

Ayrıca bakınız: Come Collegare il Telefono alla TV [senza problemi]

In alcuni casi (contattare il responsabile) questo altro Schema utilizzato per gli articoli: titolo, “nome della rivista”, il numero dell’anno della rivista separato dal numero da due punti, l’anno in cl ambra, i numeri di pagina intervallati da un trattino (vedi 6.1.2.1).

1 L. Woodbridge, Towards an Unsaturnalian ‘Twelfth Night’, “Southern Review” 17: 1 (1994), pp. 207-8.

Ayrıca bakınız: Espressioni Giapponesi: Come Stai? – Gokigen ikaga

Ayrıca bakınız: Come Collegare il Telefono alla TV [senza problemi]

6.4 Citazione all’interno del testo e fuori testo (in corpo più piccolo)

6.4.1 Citando meno di 3-4 righe

Se la citazione non supera le 3-4 righe , compare nel testo principale e nello stesso carattere, preceduto e seguito da virgolette doppie.

Citazione dell’autore

Orsino e Olivia languiscono malinconia fino a il mare «viene una figura ambigua, che alla fine diventa maschio per Olivia e femmina per Orsino» (Frye 1965:83)

Ayrıca bakınız: Espressioni Giapponesi: Come Stai? – Gokigen ikaga

Ayrıca bakınız: Come Collegare il Telefono alla TV [senza problemi]

Citazione estesa

Orsino e Olivia langue nella malinconia finché dal mare “esce una figura ambigua, che alla fine diventa maschio per Olivia e femmina per Orsino”.1

_____________________________________

1 Northrop Frye, A Natural Perspective: The Development of Commedia e romanticismo shakespeariano , New York, Arnold, 1965, pag. 83.

Ayrıca bakınız: Espressioni Giapponesi: Come Stai? – Gokigen ikaga

Ayrıca bakınız: Come Collegare il Telefono alla TV [senza problemi]

6.4.2 Virgolette più lunghe di 3-4 righe

Se le virgolette superano 3-4 righe , staccarle da la riga principale del testo e scrivila più piccola, cioè con un carattere più piccolo (Times New Roman 10), senza virgolette, inserendo uno spazio prima e dopo di essa e digitando più rientri sinistro e destro. Alla fine della citazione compare il rimando della nota, e se il paragrafo prosegue dopo la citazione il paragrafo non viene inserito.

Ci sono altri numeri nella commedia, ovviamente, e nessuno vorrebbe aggrapparsi a tali prove da solo, ma sembra innegabile che Shakespeare fosse disposto a giocare a stuzzicanti giochi numerologici neoplatonici con uno e tre. Helen Vendler commenta il sonetto 105 (“Che il mio amore non sia chiamato idolatria”) nel suo recente esame dei sonetti che ciò che conta prima è che il lettore riconosca la trasformazione inventiva dell’oratore della teologia e della dossologia cristiana della Trinità. Ma questo straordinario pezzo di intelligenza è accompagnato da altri. In primo luogo, il poeta contrappone alla trinità cristiana del suo accusatore un totem culturale altrettanto potente ma classico, identificando le qualità della sua amata (leale, gentile e veritiera) con quelle della triade platonica (il bello, il buono, il vero). del Divino.1

Continua notando la strutturazione del poema in termini trinitari, con l’ottava concentrata sull’unità, i primi tre versi del sestetto sulla trinità e gli ultimi tre su tre

___________________________

1 H. Vendler, L’arte dei sonetti di Shakespeare, Cambridge, Mass., Harvard University Press, 1997, p. 445.

Ayrıca bakınız: Espressioni Giapponesi: Come Stai? – Gokigen ikaga

Ayrıca bakınız: Come Collegare il Telefono alla TV [senza problemi]

6.5 Citazione di opere citate frequentemente nell’opera

Per i titoli delle opere citate frequentemente nell’opera è possibile utilizzali nell’annotazione fornisci prima i dati bibliografici completi dell’edizione utilizzata (6.1), quindi fornisci i seguenti riferimenti tra parentesi nel testo principale:

Marcel allude a una figura fondamentale: “Dans la maison que nous étions venus habiter , la grande dame du fond de la cour était une duchesse, élégante et encore jeune. C’était Mme de Guermantes” (Le Côté de Guermantes I, p. 758).

Normalmente per opere famose (classici, Bibbia, ecc.) con numerazione interna e divisione in capitoli e sottocapitoli, nonché per opere teatrali (divise in atti, scene, versi) e poetiche (divise in canti e versi) , la fonte è riportata direttamente tra parentesi nel testo principale dopo la citazione letterale (6.2.2), ma con la lungimiranza, inizialmente deutl Faccio quale output viene utilizzato. Semplici riferimenti senza citazioni testuali a brani di opere note nelle loro suddivisioni (es. Bibbia, opere classiche, ecc.) possono essere fatti senza specificare l’edizione (Genesi 1,3-5); tuttavia, se citi un passaggio di queste opere, devi indicare anche l’edizione.

Per risparmiare spazio, puoi anche fare un elenco delle edizioni utilizzate per i testi principali dell’opera, con l’avvertenza di inserirlo all’inizio dell’opera.

Ayrıca bakınız: 50 anni: come rendere indimenticabile la tua festa di compleanno

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button