Come

Come si diventa volontario di Protezione Civile

La Protezione Civile è una comunità di uomini e donne preparati e attrezzati per rispondere rapidamente in caso di emergenza. La normativa di settore garantisce il massimo coinvolgimento degli aspiranti volontari richiedendo i requisiti di moralità, affidabilità, buona volontà, disponibilità e spirito di squadra. Il servizio offerto è del tutto volontario e gratuito.

Ayrıca bakınız: Cistite: cos&039è, come riconoscerla, come prevenirla e curarla

Ayrıca bakınız: Come guadagnare 20 euro subito: 10 idee e modi innovativi

Okuma: Come si entra nella protezione civile

PERCHÉ VOLONTARIARE

  • Per aiutare la tua comunità
  • Per aiutare proteggere il territorio in cui vivi
  • Far parte di un gruppo
  • Aiutare nelle emergenze nazionali.

Ayrıca bakınız: Cistite: cos&039è, come riconoscerla, come prevenirla e curarla

Ayrıca bakınız: Come guadagnare 20 euro subito: 10 idee e modi innovativi

Okuma: Come si entra nella protezione civile

CHI È IL VOLONTARIO DELLA DIFESA CIVILE

È colui che, attraverso l’organizzazione in cui serve, è iscritta nei registri del volontariato esistenti nei pertinenti registri regionali e/o nazionali di protezione civile. È consentito svolgere attività di supporto al personale dell’amministrazione statale o locale coinvolto nel soccorso solo su direzione e nei limiti delle istruzioni (anche temporanee) dei soggetti pubblici (polizia, vigili, ecc.) preposti per l’uso degli stessi. /p>

Tuttavia, ci sono molti compiti che possono essere svolti all’interno di un’organizzazione di volontariato della protezione civile in base alle proprie capacità, come ad esempio: B. Autista (patente B o C), segretario temporaneo, magazziniere ausiliario, cuoco/assistente cuoco, meccanico, esperto di computer o comunicazione e altro.

Ayrıca bakınız: Cistite: cos&039è, come riconoscerla, come prevenirla e curarla

Ayrıca bakınız: Come guadagnare 20 euro subito: 10 idee e modi innovativi

Okuma: Come si entra nella protezione civile

REQUISITI PER L’ISCRIZIONE COME VOLONTARIO DELLA DIFESA CIVILE

Ayrıca bakınız: Cistite: cos&039è, come riconoscerla, come prevenirla e curarla

Ayrıca bakınız: Come guadagnare 20 euro subito: 10 idee e modi innovativi

Okuma: Come si entra nella protezione civile

strong>

Qualsiasi cittadino italiano o straniero regolarmente residente in Italia che:

  • abbia compiuto 16 anni . I minori di 18 anni devono avere il consenso di un genitore o tutore legale compilando una domanda di ammissione rilasciata dall’organizzazione a cui desiderano appartenere. I volontari minorenni non possono essere coinvolti in operazioni di emergenza e soccorso che richiedono un’età minima di 18 anni.
  • non vi sono procedimenti penali pendenti né condanne penali a loro carico che impediscano loro di esercitare un servizio pubblico
  • non è portatore di malattie o disabilità che potrebbero pregiudicare la propria incolumità nel l’attuazione delle misure di protezione civile potrebbe mettere in pericolo.

Ayrıca bakınız: Cistite: cos&039è, come riconoscerla, come prevenirla e curarla

Ayrıca bakınız: Come guadagnare 20 euro subito: 10 idee e modi innovativi

Okuma: Come si entra nella protezione civile

Inoltre, nelle emergenze, i volontari lavorano tutto l’anno in varie forme: prevenzione, diffusione di buone pratiche tra i cittadini e in scuole, conoscenza e controllo del territorio, tutela dell’ambiente e della fauna, diffusione di informazioni utili, manutenzione dei mezzi e delle attrezzature.

Un cittadino che intenda diventare volontario di protezione civile deve iscriversi ad una delle organizzazioni di volontariato (associazioni o gruppi comunali operanti nel territorio lombardo a) della Elenco Territoriale dei Volontari della Protezione Civile in Lombardia allegato come PDF in fondo a questa pagina. Sono oltre 900 le organizzazioni di protezione civile in Lombardia, tra associazioni e gruppi comunitari.

Puoi scegliere un’organizzazione in base alle tue capacità, abilità o professionalità. L’adesione ad un’organizzazione iscritta all’albo regionale dei volontari consente di avere garanzie sulla serietà dell’associazione stessa e di beneficiare delle tutele previste dalla legge.

Il potenziale volontario è chiamato anche a svolgere revisioni e Decisioni su una serie di elementi che caratterizzeranno la sua azienda. È possibile esprimere preferenze personali in relazione a:

  • ambito territoriale (nazionale, regionale, comunale ecc.)
  • ambito dimensionale dell’evento presso a cui si desidera partecipare
  • eventuali specializzazioni operative dell’organizzazione (subacquei, cinofili, vigili del fuoco forestali)
  • grado di partecipazione alle attività istituzionali
  • disponibilità
  • li>

  • Vicinanza della sede al vostro luogo di residenza.

È possibile entrare in contatto con la comunità di appartenenza e chiedere di entrare a far parte di un gruppo di volontariato della comunità , se esiste, o scoprire altrimenti se Nella tua zona operano associazioni di volontariato (associazioni private).

I volontari appartenenti ad associazioni o gruppi comunitari devono:

  • Garantire la disponibilità alla realizzazione delle attività previste
  • Partecipare ai corsi di funzionamento generale e di Formazione Professionale e Aggiornamento (Informazioni sul Decreto Regionale Lombardia n. 9 del 2010).

Ayrıca bakınız: Cistite: cos&039è, come riconoscerla, come prevenirla e curarla

Ayrıca bakınız: Come guadagnare 20 euro subito: 10 idee e modi innovativi

Okuma: Come si entra nella protezione civile

PROTEZIONE

I volontari sono tutelati per:

  1. Manutenzione di la posizione e la relativa remunerazione. Il volontario assente dal lavoro ha diritto alla continuazione del pagamento della normale retribuzione. Il volontario, infatti, presta gratuitamente il proprio lavoro, ma in caso di impiego nella protezione civile non perde l’indennità giornaliera, che viene rimborsata dallo Stato al datore di lavoro pubblico o privato. È possibile assentarsi dal lavoro per un periodo massimo di 30 giorni consecutivi e fino a 90 giorni all’anno. In caso di emergenze molto lunghe, i massimali possono essere raddoppiati, con apposite disposizioni del dipartimento di protezione civile.
  2. Copertura assicurativa. Le organizzazioni di volontariato devono assicurare i propri membri che prestano servizio volontario contro gli infortuni e le malattie legate allo svolgimento dell’attività stessa, nonché un’assicurazione di responsabilità civile verso terzi. L’assicurazione non copre i danni causati da atti dolosi, a condizione che non sia stata intrapresa alcuna azione volontaria intenzionalmente o per negligenza grave. In ogni caso nessuna assicurazione può “proteggere” il volontario dalle conseguenze di atti illeciti, tanto meno trasferire la responsabilità penale del volontario all’ente presso il quale è iscritto.
  3. Salute fisica. I volontari si sottopongono a regolari visite mediche (previste dal D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81 ) e, se necessario, ad alcune vaccinazioni.

La formazione del volontariato è una delle attività principali delle organizzazioni di volontariato. I volontari frequentano durante tutto l’anno corsi di formazione organizzati da Comuni, Province, Regioni e Ministero della Protezione Civile o da una propria organizzazione.

Chiunque desideri entrare a far parte di un’organizzazione di volontariato deve prima frequentare un Corso di Formazione Base per Nuovi Volontari della Protezione Civile; In seguito, affinerà la sua formazione partecipando a corsi specialistici gratuiti relativi ai compiti che possono essere svolti nell’ambito delle attività dell’organizzazione di cui fa parte.

I volontari della Protezione Civile sono muniti di tesserini di riconoscimento, corredati di fotografia attestante le proprie generalità, di appartenenza al gruppo ed eventuali specializzazioni, e sono inoltre muniti di specifica divisa conforme alle normative nazionali e regionali e consegnata al termine di ogni percorso formativo. Il distintivo e l’uniforme possono essere utilizzati solo nelle attività di protezione civile.

È possibile iscriversi ad un organismo di volontariato di protezione civile, indicando anche la propria specializzazione, che può riguardare le seguenti attività:

  • Gestione logistica
  • Amici cinofili
  • Subacquei e soccorso in mare
  • Intervento idrogeologico
  • Antincendio boschivo
  • Comunicazione telefonica e radio
  • impianti tecnologici e servizi essenziali
  • unità di equitazione

Pertanto, tenuto conto delle specifiche capacità personali, ogni cittadino che possiede i requisiti sopra descritti e parte delle sue attività di tempo libero connesse a dedicarsi alla protezione civile può scegliere l’associazione il cui campo di attività si adatta meglio alle sue esigenze.

Possibilità di partecipare ad attività o di risposta alle emergenze (a seconda delle proprie capacità e competenze). ze) è gradito, ma non obbligatorio: La partecipazione è gratuita.

Ayrıca bakınız: Come reagisce un uomo accusato di tradimento

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button