Come

Come pagare il canone RAI a maggio 2022? | SosTariffe.it

Il canone RAI verrà detratto dalla bolletta della luce, ma non immediatamente. Infatti, secondo gli impegni assunti nel PNRR e le indicazioni fornite dall’UE, il governo sta predisponendo una soluzione alternativa per il pagamento del canone RAI, abolendo l’addebito automatico della bolletta, che da diversi anni è il sistema prescelto ad esso Consentire ai contribuenti italiani di pagare tale imposta alla scadenza. La notizia del canone RAI non è immediata. Pertanto, per il mese di maggio 2022, il pagamento del canone RAI continuerà a seguire il meccanismo tradizionale.

Come si paga il canone RAI da maggio 2022?

Il canone RAI dovrebbe essere gradualmente eliminato nel 2023. Di conseguenza, per il mese di maggio 2022 non si hanno notizie in merito al pagamento del canone RAI, che continuerà ad essere incassato in fattura, secondo il meccanismo che da diversi anni prevede il pagamento automatico del tributo con rata sistema. Il canone RAI per il 2022 è di 90 euro. Tuttavia, l’importo totale dell’imposta non viene fatturato al contribuente in un’unica soluzione.

Okuma: Come si paga il canone rai 2022

Il meccanismo attualmente in vigore (che resterà in vigore fino a dicembre 2022 salvo proroga) prevede la riscossione di 10 rate mensili , da gennaio a ottobre, con un importo di 9 euro al mese , da sommare al totale della bolletta (IVA inclusa). Di conseguenza, se il fornitore emette fattura per i mesi di maggio e giugno, all’importo totale (calcolato sulla base dei consumi di energia elettrica e dei costi dell’energia elettrica) verranno aggiunte due rate del canone RAI per un ulteriore importo di 18

Ayrıca bakınız: Diarrea nei bambini, rimedi naturali – Cure-Naturali.it

Tale meccanismo si conferma per tutto l’anno 2022 con le ultime rate del canone, che verranno addebitate in bolletta dei consumi del mese di ottobre. Il pagamento del canone RAI continuerà quindi ad essere legato al pagamento della bolletta elettrica. I contribuenti che hanno attivato l’addebito diretto vengono automaticamente addebitati sul proprio conto corrente. Chi, invece, paga la bolletta tramite bollettino o tramite un canale online predisposto dal proprio fornitore, può pagare il canone al momento del pagamento della bolletta.

Come non pagare il canone RAI

Spesso ci si chiede come evitare di pagare il canone, una tassa che in passato è stata spesso evasa. Il canone RAI è un’imposta sugli immobili ed è a carico di tutte le famiglie che “possiedono uno o più dispositivi idonei o adattabili alla ricezione di programmi televisivi”. Di conseguenza, chi possiede uno o più apparecchi di questo tipo deve pagare il canone RAI e continuerà a pagarlo dalle utenze anche dopo l’esenzione da tale imposta.

Si segnala inoltre che il canone è dovuto una sola volta per tutti i dispositivi di proprietà dei membri della stessa famiglia anagrafica e indipendentemente dal numero di nuclei familiari in cui sono presenti televisori e altri dispositivi in ​​grado di ricevere programmi televisivi. Chi ha una seconda casa deve quindi pagare il canone RAI una sola volta. Ci sono due modi per non pagare il canone RAI. Il primo è semplicemente che non esiste un dispositivo “adatto o adattabile” per ricevere i programmi televisivi.

Ayrıca bakınız: Pentagramma: come si legge e come funziona – Luca Ricatti

In questo caso la domanda va presentata dall’anno all’anno di esenzione. La seconda possibilità di non pagare il canone RAI è rappresentata da tutti quei casi in cui è prevista l’esenzione dal canone. Infatti, chi ha più di 75 anni con un reddito annuo non superiore a 75 è esonerato dal pagamento della quota. a 8mila euro e che non convivono con soggetti con reddito proprio (esclusi i dipendenti domestici). Si segnala che l’esenzione è prevista anche per i diplomatici e il personale militare stranieri, i funzionari stranieri di organizzazioni internazionali e il personale civile di nazionalità non italiana appartenente alla NATO.

Come verrà pagato il canone RAI dal 2023? ?

Come abbiamo visto, il pagamento del canone RAI resta attivo con lo stesso meccanismo. Pertanto, anche nel mese di maggio, verrà addebitata in bolletta la rata mensile del canone RAI, che continuerà ad essere pagata così fino al prossimo ottobre, con il pagamento dell’ultima rata del 2022. 2023 invece un deve essere definito un nuovo sistema di pagamento. Fino al 2016, anno di introduzione del pagamento in bolletta elettrica, il canone RAI veniva pagato tramite vaglia postale o tramite pagamento online.

Dal 2023 ci sarà probabilmente essere essere un altro sistema per la contabilizzazione di questa imposta .Tra le ipotesi da definire nei prossimi mesi c’è la possibilità di convertire il canone RAI in tassa sulla casa o di dichiarare il pagamento di tale aliquota in dichiarazione dei redditi. Maggiori dettagli su questo argomento saranno annunciati nei prossimi mesi. Naturalmente il canone non sarà più contabilizzato in fattura a partire dal prossimo gennaio 2023.

Resta anche da vedere se ci saranno o meno cambiamenti di altitudine. L’uscita dal disegno di legge potrebbe aumentare l’evasione fiscale riducendo le entrate che solo in parte vanno alle casse della Rai. Maggiori dettagli su questo argomento potrebbero arrivare nei prossimi mesi. C’è sempre un supplemento per le famiglie che dispongono di un dispositivo adatto o adattabile per guardare i programmi TV.

Ayrıca bakınız: Un calciatore minorenne: &quotVoglio un procuratore, ma non devono saperlo papà e mamma!&quot – Cataliotti Football Workshop

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button