Come

Come lavorare sulle piattaforme petrolifere: la Guida

Ci sono circa 1.470 piattaforme petrolifere in tutto il mondo, il che significa che lavorare su una piattaforma petrolifera può portarti ovunque: dalla Norvegia all’Australia > > al Golfo del Messico e al Medio Oriente .

Le piattaforme petrolifere sono tra gli ambienti di lavoro più estremi, ma anche tra i più attraenti. Certo, la vita di coloro che oggi lavorano su una piattaforma petrolifera è migliorata grazie ai progressi nelle tecniche di perforazione, alle connessioni Internet e ad altre comodità che mancavano in passato, ma il lavoro è ancora fisicamente impegnativo e potenzialmente pericoloso.

Okuma: Lavorare sulle piattaforme petrolifere come operaio

Se stai considerando un lavoro su una piattaforma petrolifera e ti piace l’idea di lavorare all’estero, è importante capire tutti gli aspetti di quel lavoro per assicurarti che sia la scelta giusta per te. In questo articolo ti forniamo informazioni e consigli su lavorare su una piattaforma petrolifera: dai requisiti alle opportunità di lavoro.

Com’è lavorare sulle piattaforme petrolifere

Le piattaforme petrolifere lavorano sia onshore che offshore > e sebbene il lavoro della piattaforma sia lo stesso, le condizioni di lavoro e l’ambiente differiscono notevolmente. Il lavoro in quest’area è ulteriormente differenziato sia nella perforazione in acque basse che in acque profonde.

Dalle più grandi alle più piccole, spesso si tratta di mini-città galleggianti con tutti i servizi necessari per vivere e lavorare in mare. Indipendentemente da dove si trovi l’impianto, funziona 24 ore al giorno, sette giorni alla settimana, anche in condizioni meteorologiche avverse. Ciò significa orari di lavoro lunghi e condizioni talvolta molto pericolose per le persone che lavorano sugli impianti.

I lavori più richiesti sulle piattaforme petrolifere

Le piattaforme petrolifere si dividono in due tipologie: fisse e galleggianti . I primi possono raffinare, i secondi solitamente effettuano perforazioni di prova.

Entrambi richiedono la presenza di professionisti diversi che non sono necessariamente legati alla produzione di petrolio. In sintesi, possiamo identificare 2 categorie principali di lavoratori che lavorano su piattaforme petrolifere:

  1. Logistica : cuochi, addetti alle pulizie, camerieri, infermieri, dipendenti delle agenzie di viaggio da/per la piattaforma;
  2. Tecnici : saldatori, operai, meccanici, ingegneri, impiantisti, geologi, ecc.

Quelli della prima categoria appartengono agli esterni società, mentre che sono altri dipendenti della società proprietaria della piattaforma (es. ENI, ESSO, SHELL, ecc.). I tecnici esterni sono spesso incaricati da società di lavoro interinale o di collocamento (es. Adecco, Michaelpage, Radstadt).

Le persone più richieste sono: esperti impiantistici, meccanici, piloti di elicotteri, cuochi e assistenti di cucina, operatori sanitari > (medici e paramedici), subacquei e molte altre personalità come ingegneri meccanici, geologi marini, chimici e marinai .

Lavorare sulle piattaforme petrolifere: quanto guadagni

Ayrıca bakınız: Come Cucinare il Fegato: tutte le ricette più saporite e sfiziose | Galbani

Come in ogni settore, il stipendio di un lavoro sulle piattaforme petrolifere dipende dal ruolo svolto in la compagnia petrolifera. Il numero di anni influisce anche sullo stipendio. In media, un lavoro sulla piattaforma paga da 2 a 4 volte di più rispetto allo stesso lavoro in loco.

I ruoli spaziano da lavoratori senza esperienza e formazione specifica a geologi altamente qualificati e ingegneri petroliferi con diversi anni di esperienza. A titolo di esempio possiamo dire che un assistente di perforazione può guadagnare 3/3.500 euro al mese, un cuoco, un idraulico o un meccanico circa 1.000 in più. , mentre un ingegnere si avvicina a 10.000 euro .

Inoltre, è una richiesta che comprende attività trasversali molto diverse: dalla ricerca alla produzione, dalle attività di logistica e trasporto alle attività legate alla lavorazione e commercializzazione dell’olio. Oltre, ovviamente, tutti gli strumenti necessari.

Anche se inizi dal primo livello, hai molte opportunità di raggiungere posizioni più remunerative lavorando su una piattaforma petrolifera.Poiché le posizioni di primo livello in genere richiedono poca o nessuna esperienza o formazione, lo stipendio è relativamente alto rispetto ad altri lavori con requisiti altrettanto bassi.

Requisiti per lavorare sulla piattaforma petrolifera

Ci sono solo pochi requisiti minimi per un lavoratore inesperto. Queste posizioni generalmente non richiedono alcuna formazione o istruzione, è sufficiente avere una buona manualità o tecnica. Si tratta di personale generico addetto alla pulizia, raschiatura coperta, attrezzature e aree di lavoro. Soprannominato il “Roustabout“, è solitamente responsabile del carico e scarico delle merci sulle imbarcazioni di rifornimento, che poi sistema nei magazzini, e assiste nella manutenzione delle piattaforme.

Posizioni più avanzate, come ingegneri e geologi, richiedono una laurea e potrebbe essere richiesta anche un’esperienza specifica nel settore. In generale, le posizioni sulle piattaforme petrolifere, sia a terra che in mare, richiedono molta resistenza a causa dei lunghi orari di lavoro. In generale, i potenziali lavoratori delle piattaforme petrolifere devono soddisfare i seguenti requisiti :

  • avere almeno 18 anni
  • nel poter lavorare 12 ore di fila;
  • essere fisicamente in forma per soddisfare le richieste di lavoro
  • avere resistenza mentale per far fronte alle assenze prolungate da casa;
  • Capacità di imparare velocemente e prendere ordini con atteggiamento positivo;
  • Abitur o equivalente.

Se hai già esperienza nei mestieri o in alto mare, potresti trovare subito un lavoro come manovale. Anche l’esperienza tecnica come meccanico, saldatore, elettricista o attività simile può essere sufficiente per assicurarsi un lavoro su una piattaforma petrolifera. Dopo aver ricevuto un’offerta di lavoro, devi superare un pre-check e sostenere un test attitudinale fisico. La maggior parte delle aziende richiederà anche di superare un test antidroga e alcol prima di assumere.

Conoscenza dell’inglese

Certo, per trovare lavoro in questo settore è importante avere sufficiente conoscenza dell’inglese perché anche se le aziende sono italiane, il petrolio è attivo Le piattaforme impiegano una forza lavoro internazionale con cui è possibile comunicare solo in inglese.

Sebbene sia possibile lavorare nel nostro Paese, la limitata presenza di installazioni rende molto difficile trovare lavoro in Italia, molto più facile trovare offerte di lavoro all’estero, soprattutto nel Continente africano dove la domanda di lavoro sulle piattaforme petrolifere è maggiore.

Come trovare lavoro sulle piattaforme petrolifere in Italia e all’estero

Ayrıca bakınız: Linfoma di Hodgkin: sintomi, sopravvivenza, diagnosi, terapia

Ci sono due opzioni, ovvero le “percorsi” che devi seguire se vuoi lavorare sulle piattaforme petrolifere in Cerca in Italia o all’estero. Il primo è contattare direttamente le compagnie petrolifere, il secondo è ricevere offerte di lavoro tramite agenzie specializzate.

Le principali compagnie petrolifere dove trovare lavoro

Certo, la ricerca di un lavoro sulle piattaforme petrolifere non può che passare attraverso le sedi delle grandi compagnie: a cominciare dalle più famose, sia italiani che esteri. Diamo un’occhiata alle principali:

  1. Eni : la più importante compagnia petrolifera italiana, lavorare per le piattaforme petrolifere Eni è un’opportunità molto ambita. I posti vacanti sono regolarmente pubblicati sul sito web della Società sui suoi impianti.
  2. Erg : Avviata negli ultimi anni nella produzione di energia sostenibile, Erg pubblica anche offerte di lavoro e annunci sul proprio sito alla pagina offerte di lavoro
  3. Total : la filiale italiana di Total, coinvolta nello sviluppo di numerosi progetti tra cui Tempa Rossa, uno dei giacimenti petroliferi più importanti d’Europa, si sta sviluppando rapidamente e aprendo le porte alla diversità dei percorsi del gruppo. Sul “sito” le offerte più interessanti.
  4. Shell: azienda energetica che ricerca, produce e commercializza petrolio e prodotti chimici, gas e combustibili. Puoi trovare lavoro qui
  5. Api : il gruppo Api è spesso anche alla ricerca di personaggi diversi da usare sulle loro piattaforme petrolifere.

Oltre a questi, ce ne sono ovviamente altrettanti importanti, anche se probabilmente meno conosciuti, come la britannica Marske Site Services Limited, il Golfo , la “Chevron Corporation o Exxon Mobil e Kuwait Petroleum Corporation (KPC).

Agenzie per l’impiego

Le principali agenzie di collocamento per le piattaforme petrolifere sono:

  1. Energyjobline: offre un’ampia panoramica del mondo dell’industria petrolifera e del gas con profili professionali e agenzie di reclutamento Nella pagina “Trova lavoro” puoi cercare offerte di lavoro per parametri professionali e geografici
  2. Oilandgasjobsearch: con offerte di lavoro ricercabili sia da

Per i lavori su piattaforme offshore la candidatura si fa sia in Italia che all’estero inviando un CV in lingua inglese.

Lavori su piattaforme petrolifere in Norvegia

Negli ultimi anni le persone interessate a lavorare su piattaforme offshore all’estero sono soprattutto la Norvegia , che rimane il maggior produttore europeo di gas e petrolio è. Al largo della costa norvegese del Mare del Nord, dozzine di piattaforme petrolifere gestiscono migliaia di persone, per lo più ingegneri. Questo crea un grande bisogno di lavoratori qualificati.

Puoi trovare le offerte di lavoro più importanti sulle piattaforme petrolifere in Norvegia sul quotidiano norvegese Energi24.no, che copre tutto ciò che riguarda il settore.

Lavori sulle piattaforme petrolifere: consigli finali

La domanda di manodopera nel settore petrolifero è elevata a causa della costante necessità di carburante. Il mondo fa molto affidamento sul petrolio per tutti i tipi di attività quotidiane, quindi le compagnie petrolifere continueranno ad aver bisogno di dipendenti per le loro piattaforme.

È vero, i progressi nelle trivellazioni petrolifere hanno automatizzato molte attività, ma ci sono ancora molti aspetti del lavoro che sono fisicamente molto impegnativi. Quindi se non ti dispiace stare lontano da casa anche per diversi mesi all’anno, se viaggiare per il mondo è sempre stato il tuo desiderio e vuoi metterti alla prova, lavorare sulle piattaforme petrolifere potrebbe fare per te!

Ayrıca bakınız: Ghiandola pineale: ecco perché è la ghiandola magica (o sacra) – greenMe

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button