Come

Semi di girasole: come si mangiano e benefici – GreenStyle

I semi di girasole sono un alimento molto popolare in tutto il mondo. Consumate fin dall’antichità, per lungo tempo furono utilizzate principalmente per l’alimentazione del bestiame e in seguito trovarono ampio spazio anche nelle abitudini alimentari delle persone. Ricchi di nutrienti utili per l’organismo, tanto da essere considerati dei veri e propri superfood, sono oggi molto richiesti sul mercato. Ma quali sono le loro proprietà e, soprattutto, quali benefici apportano all’alimentazione?

La grande popolarità dei semi di girasole oggi è dovuta principalmente al loro basso costo e alla rapida produzione grazie alla rapida crescita delle relative piante. Ecco alcune informazioni utili.

Okuma: Semi di girasole come si mangiano

Cosa sono i semi di girasole

Come si può facilmente intuire, i semi di girasole non sono altro che i semi prodotti dall’omonima pianta: l’Helianthus annuus. Questa specie, appartenente alla famiglia delle Asteraceae, è nota non solo per l’altezza del gambo alto e per i caratteristici fiori gialli, ma soprattutto per il suo eliotropismo. Il girasole infatti è in grado di orientarsi verso il sole in modo da massimizzare la quantità di luce durante la giornata.

Occorre però una precisazione: quelli che comunemente vengono considerati semi sono, infatti, i frutti della pianta. La grande corolla del girasole, infatti, produce acheni che, una volta maturi, vengono raccolti per il consumo umano e animale.

I semi di girasole sono piccoli – tra 5 millimetri e centimetri – e hanno una forma a lacrima appiattita. I loro colori possono essere variabili, dal marrone al nero, anche se la specie più nota è l’achenio nero striato di bianco.

Questi semi vengono raccolti alla fine della maturazione della pianta, intorno a quando i girasoli iniziano ad appassire. Quindi il fiore viene tagliato, i petali vengono rimossi e tutti gli acheni vengono staccati dalla corona con l’aiuto di strumenti speciali.

Semi di girasole: valori nutrizionali

Girasole I semi di girasole, come i semi di zucca, hanno proprietà nutrizionali molto importanti, essendo ricchi di vitamine, proteine ​​e sali minerali. Innanzitutto bisogna rispondere a una delle domande più frequenti: Quante calorie ci sono in 100 grammi di semi di girasole?

Ayrıca bakınız: Togliere odore di muffa con 7 metodi naturali

Ci sono circa 660 calorie in 100 grammi di questi semi. Si tratta quindi di un alimento ipercalorico, anche se è difficile consumarne dosi così elevate in una sola seduta. In generale, l’assunzione giornaliera non supera i 10-20 grammi.

A parità di peso, sono 56 grammi di grassi, 20 grammi di proteine, 17 di carboidrati e 10 di fibra vegetale . Per quanto riguarda i grassi, la maggior parte di questa frazione è costituita da acidi utili per l’organismo, mentre i lipidi più dannosi sono inferiori ai quattro grammi.

In termini di altri nutrienti, questi semi forniscono sali minerali come rame, fosforo, zinco, magnesio, ferro, selenio e manganese. E sono anche un utile concentrato di vitamine del gruppo B, come B5, B6, B9 – noto anche come acido folico – a cui viene aggiunto il PP.

Benefici per la organismo del seme di girasole

L’incredibile valore nutritivo dei semi di girasole spiega anche i loro grandi benefici per l’organismo. I semi di girasole non sono solo considerati un alimento molto gustoso, ma anche un rimedio naturale. Ma quali benefici offre all’organismo?

  • Hanno un effetto antinfiammatorio: essendo ricchi di antiossidanti, i semi di girasole possono essere considerati anche un alimento antiossidante come le mandorle con un moderato apporto di vitamina E. Contrastano quindi gli effetti dei radicali liberi, rallentano il processo di invecchiamento cellulare e aiutano i tessuti a rigenerarsi dopo le aggressioni esterne;
  • Aiutano il cuore: questi semi sono anche ricchi di minerali utili per il sistema cardiovascolare, oltre a omega 3 e omega 6.Si tratta di due elementi essenziali per il controllo del colesterolo cattivo, causa principale di tutti quei disturbi – alcuni anche particolarmente gravi, come l’infarto – che sono legati al funzionamento del sistema circolatorio;
  • Migliorano la digestione : L’alto contenuto di fibre può favorire lo svuotamento gastrico e quindi un passaggio intestinale più veloce. Possono quindi essere utilizzati per normalizzare il colon e combattere la stitichezza occasionale;
  • Migliora la mente : una fonte di vitamine del gruppo B, in particolare di acido folico, questi semi supportano il corretto funzionamento del cervello . L’uso costante migliora le prestazioni lavorative, la concentrazione e riduce la probabilità di cadere in ansia o depressione;
  • Previeni il diabete: ancora grazie agli omega 3 e 6 oltre alle fibre, i semi di girasole possono contribuire ad un corretto assorbimento degli zuccheri nell’intestino, riducendo così il rischio di tipo 2 diabete.

Semi di girasole: fanno ingrassare o dimagriscono h2> Dato l’elevato apporto calorico di questi semi, la domanda sorge più che spontanea: I semi di girasole ti fanno ingrassare o perdere peso?

Quando si analizzano le proprietà di un alimento, non dovremmo fermarci al solo conteggio delle calorie. Sebbene l’assunzione per 100 grammi di prodotto sia molto elevata, per raggiungere le 700 calorie è improbabile che quantità simili vengano consumate in un solo giorno. A 10-20 grammi al giorno, nell’ambito di una dieta sana ed equilibrata basata sulla dieta mediterranea, i semi di girasole hanno scarso effetto sul grasso in eccesso.

La discussione sulla perdita di peso sembra diversa. Poiché i semi di girasole hanno proprietà svuotanti e regolano la funzione intestinale, vengono assorbiti zuccheri e grassi meno semplici, a tutto vantaggio della linea. Certo, non è un alimento dietetico in senso stretto, ma un alleato che va abbinato a una dieta sana, esercizio fisico regolare e idratazione continua.

Come mangiare il girasole semi

Ma come si mangiano i semi di girasole? Questo alimento può essere consumato in tanti e diversi modi:

  • Crudo come spuntino contro la fame , ovviamente dopo essere stato sbucciato;
  • Crudo con altri alimenti, ad esempio in abbinamento a yogurt, cereali, muesli, formaggio e frutta;
  • Toast , sia singolarmente che come finitura per prodotti da forno come biscotti, torte e molto altro.

Quanti se ne possono mangiare al giorno

Ayrıca bakınız: Come fare per bloccare un pagamento con carta di credito

Come già accennato, non si dovrebbero consumare più di 10 o 20 grammi di semi di girasole al giorno. Determinare quanti semi dovresti effettivamente mangiare è difficile, poiché varia molto a seconda delle dimensioni, del tipo e della maturità del cibo che hai.

Puoi usare la guida per misurare un cucchiaio ogni singolo giorno.

Crudo o arrosto: quale scegliere?

Un’altra domanda frequente è come preparare questo super alimento. Quale scegliere tra semi di girasole crudi e tostati?

In generale, dovresti sempre preferire la versione cruda per sfruttarne appieno tutte le proprietà nutritive. Perché molte vitamine sono termolabili, cioè sensibili agli effetti del calore, e quindi potrebbero non essere più disponibili dopo la tostatura.

Controindicazioni dei semi di girasole

Normalmente i semi di girasole hanno nessuna particolare controindicazione , fatta eccezione per i soggetti ipersensibili o noti per essere allergici alle Asteraceae. In caso di reazione allergica possono verificarsi orticaria, eruzioni cutanee, difficoltà respiratorie e angioedema, situazioni che richiedono un consulto medico immediato.

L’abuso di questi semi, quindi ben oltre i 20 grammi al giorno, potrebbe facilitare l’aumento di peso, ma questo è molto raro. Anche in questo caso, generalmente non sono raccomandati per i bambini più piccoli poiché le loro dimensioni potrebbero aumentare il rischio di soffocamento.

Ayrıca bakınız: Come misurare la pressione. Regole e strumenti per farlo da soli

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button