Come

Come si compone il prezzo del carburante

Come si compone il prezzo del carburante

È appena finita l’estate e sappiamo che è il periodo più caldo dell’anno, non solo per le temperature ma anche per il prezzo del gas. Nel periodo in cui gli italiani vanno in vacanza, da giugno a settembre, i prezzi di benzina, gasolio e gasolio solitamente aumentano. Piccole modifiche che incidono su un prezzo già alto e dove la tassazione italiana ha un peso molto alto. Il prezzo del petrolio è influenzato anche da fattori geopolitici difficili da prevedere, ma gli aggiustamenti di solito avvengono in concomitanza con la stagione estiva. b>, nei fine settimana dell’Esodo, quando le strade del Belpaese hanno un “adesivo nero“.

Quanto costa la benzina?

Il prezzo attuale della benzina è composto da tre parti principali : il costo netto del carburante , compreso il reddito dei distributori, accise b> e IVA (IVA) . In pratica, ogni volta che mettiamo un litro di benzina nella nostra auto, paghiamo buona parte delle tasse, compresa l’IVA e la famosa accise, cioè la tassa che va allo Stato come imposta sui consumi. Le accise pesano più di un terzo e consistono in gran parte in tasse espedienti introdotte dai vari governi per raggiungere obiettivi specifici stabiliti nel tempo. Quindi sorge spontanea la domanda, quale sarebbe il costo reale della benzina e del diesel se non ci fossero accise e IVA? Il 27% del prezzo della benzina è determinato da “platts“, che è il prezzo all’ingrosso nel mercato internazionale, fissato dall’omonima agenzia specializzata con sede a Londra. Questo definisce il prezzo del carburante a livello internazionale. Il “Platt” pesa un po’ di più sul prezzo del diesel (32%). Il margine lordo , i. H. il reddito della catena di distribuzione dell’olio, ha un piccolo impatto sul prezzo del carburante rispetto alle altre due voci: siamo intorno all’8% per la benzina e al 9% per il diesel. Infine, ma non meno importante, va presa in considerazione l’elevata percentuale di tasse. Le accise e l’IVA insieme coprono il restante 65% per la benzina e il 59% per il diesel del prezzo totale del carburante. Insomma, un bel pezzo! Se non ci fossero le accise, benzina e diesel alla fine costerebbero tra il 30 e il 40% in meno di quanto costano oggi alla pompa.

Okuma: Come è composto il prezzo della benzina

Dove vengono riscosse e le accise?

Ayrıca bakınız: Coltivare la lavanda in Italia. Caratteristiche e scenari di mercato

Come dicevamo, gran parte del costo del carburante è determinato da tasse e accise che non sappiamo nemmeno di pagare e che sono legate a fattori geopolitici , che hanno radici lontane nel tempo: dalla guerra in Etiopia del 1935-1936, attraverso i vari terremoti in Friuli, Irpinia, L’Aquila, a quella in Emilia nel 2012, attraverso la Guerra del Libano e il Decreto Salva l’Italia del 2011 prima registrato l’imposta si riferisce all’anno 1935, poi nel corso degli anni sono state aggiunte progressivamente altre accise in percentuale più o meno piccola, risultando in un totale di ben 17 accise finendo per essere per il consumatore convertito in circa 50 centesimi per ogni litro di carburante acquistato, tenendo conto delle sole accise nazionali. Dal 1999, infatti, anche le Regioni italiane hanno la possibilità di introdurre le proprie accise regionali a fini specifici. Capisci quanto del prezzo del gas che paghiamo va alle tasse? Alle accise e alle soprattasse regionali si aggiungono poi l’imposta di produzione sui carburanti e la relativa imposta sul valore aggiunto del 22%. Il costo totale comprensivo di IVA (perché l’IVA si paga anche sulle accise) è di circa un euro.

L’Italia “vanta” il dominio europeo

Pompa benzina , dopotutto, paghiamo molto per la materia prima, ma meno di quanto crediamo davvero, e se ti innervosisci un po’ ogni volta che fai carburante, è più che giustificato. Il carico fiscale in Italia sui prezzi dei carburanti è il più alto d’Europa . Guadagniamo il record con circa il 70% di ogni litro di carburante assorbito solo con le tasse (per l’esattezza, il 69,8% al netto delle accise regionali). Bene, questo è il tasso più alto in Europa, un punto sopra la media europea. Un record di cui non dovremmo essere troppo orgogliosi e che pesa molto sul nostro portafoglio di driver.

Ayrıca bakınız: Come pulire il lavello in fragranite beige? – Quareco

Indietro.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button