Come

&quotRimedi della nonna&quot contro le emorroidi – THD Salute e Benessere

Chi non ha provato uno dei classici rimedi casalinghi della nonna per febbre, naso che cola o mal di gola? Sicuramente hai avuto i risultati che volevi.

Quanto alle emorroidi, invece, quali sono queste “pozioni” per alleviare il dolore?

Okuma: Come alleviare il dolore delle emorroidi

Nel quiz “Emorroidi: quali cibi è meglio mangiare?“, ti abbiamo chiesto quali rimedi hai usato e quali sono stati i benefici per aiutarti un proctologo per capire se possono effettivamente avere una base scientifica o se il beneficio è “accidentale”, ad esempio attraverso l’uso del rimedio in un periodo di indebolimento fisiologico di i Problemi.

Ci sono molti rimedi per le emorroidi che già conoscevamo, ma ci hai dato altri spunti molto interessanti.

Tuttavia, una breve introduzione è d’obbligo: nei casi peggiori non è possibile affermare di aver risolto il problema e tornare “come nuovo” solo grazie alle soluzioni fornite da essere tramandato di generazione in generazione. Infatti, nelle fasi più avanzate della malattia, è opportuno rivolgersi alla chirurgia, che negli ultimi anni ha fatto grandi progressi anche grazie al metodo THD Doppler, l’intervento mininvasivo con cui si può risolvere il problemadelle emorroidi .

Dopo questa piccola parentesi, ecco il primo rimedio della nonna che, sentendo l’udito è mangiare bene e muoversi. È nuovo per te? Certamente no. In effetti, molti di voi hanno suggerito questi due trucchi tanto semplici quanto efficaci.

Molte delle tue risposte al quiz “Emorroidi: quali cibi è meglio mangiare? “Basta “bere molta acqua”, “mangiare sano” e “fare una passeggiata”. strong> apporta benefici sia per il corpo che per la mente Per chiunque soffra di emorroidi, ci sono cibi da consigliare e cibi da evitare se vuoi sapere cosa sono e perché mangiarli fa bene o in caso contrario, vi rimandiamo a questo articolo “Emorroidi e dieta: miti da sfatare” per spunti utili su cui riflettere La prossima volta, scegli il tuo menù pranzo e cena.

Tra i rimedi che hai sulla nostra pagina Facebook e nel quiz “Emorroidi: quali cibi è meglio mangiare?” I più apprezzati sono stati i seguenti:

Acqua e limone

Molti hanno consigliato di aggiungere un po’ di succo di limone in un bicchiere di acqua calda con alcune variazioni a seconda dei casi, come ci raccontano Anna Stella, Maria Teresa e Roberta.

In realtà, l’acqua e il limone assunti a stomaco vuoto al mattino e prima dei pasti principali aiutano a regolare i movimenti intestinali e quindi forniscono un sollievo immediato dalle emorroidi.

Lavare e fare il bagno ai semicupi

Acqua fredda o acqua calda? È uno di quei dubbi amletiani che tutti si sono posti almeno una volta nella vita. Il nostro fan di Facebook Carmine si dice sicuro dell’acqua fredda, o meglio “fredda fredda” per usare le sue parole. Avrà ragione?

Comment Carmine

Ayrıca bakınız: Play-off Mondiale, come funzionano e quali squadre si giocano i 15 posti rimasti per il Qatar – la Repubblica

Contrariamente a quanto suggerisce Carmine, immergersi in acqua ghiacciata non è appropriato; sarebbe meglio fare un bagno in acqua tiepida, rimanere immersi per circa 20 minuti e ripetere l’operazione dopo ogni evacuazione se possibile . L’immersione prolungata in acqua fredda, invece, causerebbe la contrazione dei muscoli anorettali e aggraverebbe la situazione.

D’altra parte, se vogliamo provare ad alleviare il dolore ricorrendo al freddo, viene in soccorso il ghiaccio: quest’ultimo può essere utilizzato per fare impacchi di circa 15 minuti sulla zona dolorante, ripetuti due o tre volte al giorno per ridurre gonfiore, infiammazione e dolore. Questo rimedio è molto utile soprattutto nelle emergenze quando l’emorragia emorroidaria è al di fuori del nostro controllo.

Quindi, per tutti quelli che hanno suggerito di lavarci con acqua tiepida e fare impacchi di ghiaccio, possiamo dirti che hai assolutamente ragione! Per chi, invece, ha avuto l’idea di fare impacchi termici, consigliamo di non esagerare con questa pratica, poiché applicare calore su zone già infiammate e irritate potrebbe aggravare la situazione >

camomilla

Perché non provare i lavaggi sopra descritti con l’aggiunta di un po’ di infuso di camomilla, come molti di voi ci hanno suggerito?

Camomilla, d’ora in poi dovrà davvero diventare il tuo migliore amico. Nella tua dispensa non dovrebbe mancare un bel barattolo con fiori di camomilla essiccati.

La camomilla, come molti di voi hanno detto, ha notevoli proprietà curative per le nostre emorroidi. Inumidisce e rinfresca le emorroidi, riduce l’infiammazione anale e promuove la guarigione. Per questi motivi, preparare più volte al giorno i bidet con la sua infusione è un vero toccasana. Assicurati però di portare questo infuso a temperatura ambiente prima dell’uso, in quanto l’acqua deve essere portata a ebollizione per una preparazione ottimale.

Bicarbonato

Questo è un ingrediente magico, le nostre Nonne viene utilizzato per mille scopi diversi, comprese le emorroidi. I lavaggi quotidiani con un cucchiaio o due di bicarbonato di sodio sciolto in acqua tiepida sono un vero toccasana contro infezione e prurito. Per le emorroidi interne gravemente infiammate, puoi anche provare un lavaggio interno con acqua e bicarbonato una volta alla settimana per fornire ulteriore sollievo alle emorroidi interne deboli e dolorose.

Patate

Molti di voi probabilmente storceranno il naso quando ascolteranno questo cibo, poiché le patate sono fortemente sconsigliate in caso di emorroidi, come abbiamo discusso in “Emorroidi e nutrizione: miti sfatati “. Sono contento che tu sia stato attento allora!

Ma allora perché così tanti di noi hanno risposto al quiz “Emorroidi: quali cibi sono migliori per mangiare?” ha risposto con “patate”. “? Qui vi sveliamo il perché: Questa volta le patate non sono intese come cibo, ma come “unguento curativo”. Una volta ottenuta dalle patate una purea liscia e vellutata, può essere utilizzata come rimedio casalingo per le emorroidi grazie all’azione dell’amido che contiene / p>

che in cottura e poi schiacciando le patate, applicare la purea ottenuta tiepida sulla zona perianale e lasciare in posa qualche minuto prima di risciacquare con abbondante acqua. Le patate ci aiutano a asciugare la zona e a riequilibrare la pelle ripristinando il pH normale della pelle.

Succo di melograno

Commenta Maria

In realtà, il succo di melograno ha potere sulle emorroidi grazie al suo potente effetto astringente. Tuttavia, il succo di melograno ha un sapore aspro e quindi, se lo bevi più volte alla settimana, come consigliato da Maria, c’è il rischio che ti venga mal di pancia.

Vorremmo consigliarti Immergi un batuffolo di cotone nel succo e appoggialo sulla zona interessata dal dolore , cambiando così lo scopo del Succo dall’interno verso l’esterno.

Se vuoi davvero succhi da bere tutto il giorno, ciliegie, more e mirtilli unisci parti uguali con la mela per ottenere i migliori succhi.

Ti piacerebbe sapere più cibi che fanno bene alle emorroidi? Li puoi trovare in questo post su SI e NO alimenti per le emorroidi.

Tè e decotti alle erbe

Alla domanda sui possibili rimedi della nonna contro emorroidi, molti di voi utenti hanno risposto con “tisane” e “decotti” e hanno anche fatto riferimento a diversi tipi di erbe e piante. Quelli che hai citato di più sono stati cipresso e achillea; ma anche malva, ippocastano, nocciola, amamelide, amamelide, Ippocastano, amamelide, amamelide, ippocastano arricchiscono la lista delle piante magiche strong > salvia , lavanda e ananas . Rivolgiti quindi al tuo erboristeria di fiducia, dove personale qualificato ti indicherà la miscela giusta per te.

Preparare una tisana con uno qualsiasi di questi ingredienti è molto semplice.Basta far bollire l’acqua e versarla in una tazza; quindi le sostanze selezionate devono essere immerse e ca. Macerato per 10 minuti. Infine, filtrate tutto con l’aiuto di un colino se non avete i giusti infusi, et voilà la tisana è pronta!

Igiene intima

Anche se può essere doloroso con eccessiva infiammazione, è questo il punto di partenza più importante per avviare il processo di guarigione. Si consiglia pertanto di lavare con un sapone delicato, ad esempio Deliclin Soap, risciacquare la zona con acqua a temperatura ambiente e asciugati con un panno pulito e morbido possibilmente dopo ogni movimento intestinale.

Ayrıca bakınız: Bacio alla francese: cos&039è e come si bacia

Ma se sto fuori tutto il giorno, cosa posso fare? Prova a sostituire la carta igienica, che a volte può essere scomoda e ruvida, con salviette umidificate, magari a base di ingredienti lenitivi come Deliclin. Un vero toccasana da portare comodamente con te in tutti i tuoi viaggi!

Come alcuni di voi hanno sottolineato, è bene applicare olio di iperico

sulla zona interessata dopo ogni lavaggio. strong> per aumentare il sollievo grazie alla sua azione lenitiva e astringente .

Utilizzare i cuscini a ciambella

Rita consiglia di utilizzare cuscini speciali per le emorroidi. Ma che cos’è?

In questo caso si tratta di cuscini a forma di ciambella che aiutano i malati di emorroidi che, per motivi professionali e fisici, devono stare seduti molte ore al giorno.

A questo punto è necessaria una precisazione: questi cuscini speciali sono adatti a persone con emorroidi lievi; D’altra parte, coloro che hanno problemi di emorroidi più avanzati possono vedere la situazione peggiorare davanti ai loro occhi senza avere un maggiore controllo su di essa. Infatti, l’uso prolungato di questi cuscini può interrompere il normale flusso di sangue alla zona anale e quindi aumentare la pressione, portando a un peggioramento dei sintomi .

Dato che stiamo parlando di rimedi per le emorroidi, come non proporvi la ricetta che la maggior parte di voi ci ha dato come estremamente efficace per il sollievo? Questa è acqua con le prugne.

Questo meraviglioso elisir va assunto al mattino per la stitichezza ed è utile sia per la prevenzione > / strong>, e come trattamento quando le emorroidi sono già in arrivo per promuovere i regolari movimenti intestinali.

L’acqua con le prugne deve essere preparata la sera prima mettendo a bagno una manciata di quelle essiccate le prugne in una quantità d’acqua pari al doppio del loro volume. La mattina dopo, filtra questo elisir e bevilo non appena ti svegli a stomaco vuoto. Le prugne non sono assolutamente da buttare: potete mangiarle a colazione o come spuntino.

Una vera chicca e vedrai cosa uscirà!

Grazie al Dott. Emanuel Cavazzoni dell’Ospedale S. Maria della Misericordia di Perugia per i consigli che ci ha dato scrivendo questo articolo.

Qualcuno di voi ha provato alcuni di questi trucchi? Raccontaci le tue esperienze e condividi con noi i rimedi di tua nonna che hai custodito gelosamente fino ad oggi.

Trova un centro THD vicino a te

[categoria wpsl = “Emorroidi”]

Ayrıca bakınız: Come leggere un disegno in scala | Architetto DIGITALE

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button