Come

Come educare un cane a fare i bisogni fuori

Come addestrare un cane - Insegna al cane ad andare in bagno

Ayrıca bakınız: Cambiare la cinghia della lavatrice: come fare e costi

Okuma: Come educare un cane a fare i bisogni fuori

Il cucciolo e le sue esigenze: frequenza, comportamento e segnali

Come si addestra un cane a svolgere i suoi affari all’aperto? Insegnare al cucciolo a “gestire” il momento del bisogno è sicuramente uno degli aspetti più delicati della convivenza: In questa prima fase il cane deve infatti adattarsi a urinare e defecazione durante l’abituarsi alle passeggiate quotidiane fuori casa o in casi particolari nelle zone dell’ambiente domestico da noi riservate .

Per fare questo è fondamentale che il padrone conosca i meccanismi che regolano questi processi fisiologici, così come i segnali che il cucciolo usa per esprimere il bisogno. Un fattore molto importante da tenere sempre presente è la limitata possibilità di sigillatura che caratterizza la vescica e l’intestino del cucciolo:pur trattenendosi da adulto per un periodo abbastanza lungo di tempo (anche 10-12 ore), da bambino la sua resistenza non supera quasi mai le tre ore.

Ci sono alcuni momenti della giornata in cui il cane ha un bisogno più urgente di fare: subito dopo il risveglio, dopo aver mangiato e dopo aver bevuto. Alcuni comportamenti del genere segnalano chiaramente l’urgenza del bisogno: il cucciolo annusa vigorosamente il pavimento, si rotola su se stesso o piagnucola senza una ragione apparente

Con questi dati è molto facile stabilire quando è opportuno portare il cucciolo nel luogo più adatto alle sue esigenze. Se il cane è molto piccolo colo, questo posto è solitamente una traversa sul balcone, in giardino o in una zona di servizio della casa: è importante scegli una posizione che non sia troppo distante dalla cuccia o dal punto di ristoro , in modo che il cucciolo possa raggiungerli in tempo.

Il passaggio ai bisogni fuori casa deve essere graduale ma costante, per evitare che il piccolo diventi una vera e propria dipendenza dal Il latte può svilupparsi. Quest’ultimo, che può essere sostituito anche da giornali o asciugamani, è una misura indispensabile se il cucciolo non ha ancora avuto le vaccinazioni necessarie.

Come allevare un cucciolo di cane - in attesa di vaccinazioni

In attesa di vaccinazioni

Fino al quarto mese di vita , cioè nel periodo precedente la vaccinazione, l’organismo del cucciolo non è sufficientemente protetto dalle malattie ; inoltre, a causa di un sistema immunitario ancora debole, mostra una significativa suscettibilità a tutte le influenze esterne. Pertanto, se lo porti fuori all’aperto , potresti esporlo a cambiamenti climatici dannosi e al contatto con batteri di ogni tipo > marciapiede o altri cani.

Ayrıca bakınız: Come Capire Se Il Tuo Iphone Sta Caricando Da Spento?

Se il tuo piccolo amico non è stato ancora vaccinato , è quindi consigliabile abituarlo a fare i suoi affari all’aperto solo su giornate più miti e in uno spazio esterno igienicamente sicuro. Evitare la socializzazione con altri cani aiuterà in particolare a evitare la possibilità che il cucciolo entri in contatto con soggetti malati o portatori sani di malattia. In alternativa la soluzione è allestire un “WC” per te in casa, in giardino o sul balcone utilizzando il giornale , Salviette o uno dei classici “sonniferi” disponibili in commercio.

All’ora del giorno in cui il bambino urina normalmente o defeca, va indossato immediatamente sul dormiente; non una volta che soddisfa i suoi bisogni, viene ricompensato con una sorpresa . Questa tecnica di “rinforzo positivo” è molto più vantaggiosa di qualsiasi punizione perché addestra il cane in modo non traumatico e quindi più efficace. Se il piccolo continua a fare i suoi affari altrove in casa, basta “prenderlo sul fatto”, con un secco “No!” interrompi e portalo immediatamente nel dormiente.Dopo le vaccinazioni, il passaggio dalla “toilette” di casa all’andare a fare una passeggiata va effettuato in modo graduale e con la massima cautela. Giorno dopo giorno, il dormiente deve essere spostato sempre più verso l’ingresso fino a quando non viene spinto davanti alla porta d’ingresso. A questo punto basta ridurre il dormiente a poco a poco finché il cucciolo non ne sente più il bisogno.

Come insegnare al cane a soddisfare i bisogni outdoor per realizzare: il metodo giusto

Come in ogni aspetto del percorso educativo di un cane, l’apprendimento è il risultato di un metodo “gentile” i cui pilastri sono il ritmo, Pazienza e Coerenza. Il “rinforzo positivo” in particolare gioca un ruolo importante come incentivo, in quanto abitua il cane all’associazione con l’azione giusta grazie al “posto ricompensare correttamente” principio ad una reazione positiva . Secondo questo principio il piccolo amico a quattro zampe deve essere premiato con una chicca ogni volta che svolge i suoi affari all’esterno. Una lunga unità di gioco dopo la passeggiata è una ricompensa aggiuntiva.

Anche l’atteggiamento del conduttore è di grande importanza in questo senso: Il tuo cane deve capirlo immediatamente. Ti hanno reso felice, quindi goditi grida di gioia, complimenti, coccole e coccole . Se si sente coccolato e lodato, il cane tenderà a ripetere l’azione corretta e imparerà ad andare in bagno molto più velocemente a camminare.

Quando il cane è molto giovane, il suo raggio d’azione è molto limitato: per questo motivo le prime passeggiate devono essere molto > molto frequenti (ogni tre o quattro ore) per poi ridursi gradualmente a tre volte al giorno in età adulta. La regolarità è comunque importante: il cane deve poter contare su passeggiate ogni giorno a orari specifici che gli consentano di regolare al meglio le sue funzioni fisiologiche. A questo scopo è molto utile organizzare delle passeggiate in concomitanza con i pasti; oltre a fornire un valido punto di riferimento , questa procedura facilita il più possibile il cane perché gli permette di soddisfare i suoi bisogni quando il corpo ne ha più bisogno , cioè dopo aver mangiato e dopo potabile.

Quanto alle ore notturne, il cane adulto è in grado di trattenere urina e feci fino al mattino successivo e quindi, salvo casi particolari, non sente il bisogno di andare in giro la sua attività da perseguire. La vescica e l’intestino del cucciolo, invece, hanno poca resistenza in questo senso: per questo motivo può capitare spesso che il piccolo senta il bisogno di urinare o defecare durante la notte >. In questo caso, è importante ucciderlo immediatamente e premiarlo con le solite prelibatezze , ma privarlo di un “vantaggio” come la sessione di gioco . strong> al ritorno o coccole per aiutarlo a distinguere il giorno dalla notte. Se il tuo cucciolo sente il bisogno di urinare frequentemente durante la notte, rimuovere la ciotola dell’acqua durante la notte può essere una buona soluzione.

Ayrıca bakınız: Cambiare la cinghia della lavatrice: come fare e costi

Okuma: Come educare un cane a fare i bisogni fuori

Errori da evitare

Ancora oggi è diffusa la convinzione che le maniere “forti” diano al cane un segnale educativo immediato con un effetto duraturo. Quindi, se il cucciolo si sporca nel posto sbagliato , molti proprietari mostreranno un comportamento aggressivo che può causare traumi e avere l’effetto opposto.

Con questo in mente, vediamo come addestrare un cucciolo per evitare gli errori più comuni.

Ayrıca bakınız: Come capire se ce lha grosso? Ecco la verità

Spingi il muso verso l’interno del gabinetto Questo gesto, contrariamente alla credenza popolare, non è percepito dal cane come punizione ma (incredibilmente) quasi come una ricompensao. Infatti i cani non sono respinti dall’odore dei propri escrementi: quindi spingerlo ad annusarli equivale a dirgli che sta facendo la cosa giusta ha fatto. – Sculacciata Portare il cucciolo nel luogo in cui è stato evacuato e picchiarlo, con le mani o con il vecchio sistema del giornale arrotolato, è assolutamente controproducente: il >cane, in questo modo non comprende il vero motivo della sua punizione e finisce per mettere in relazione la punizione con il semplice fatto che ha urinato o defecato. Il risultato di questo metodo sarà un cane insicuro e ansioso o che cerca in tutti i modi di nascondere le proprie feci al proprietario. Molti cani a questo proposito evacuano solo in assenza del proprietario; altri scelgono posti nascosti in casa, altri ancora mangiano i propri escrementi. – Accuse Proprio come sculacciare, rimproverare il cane per essere andato in bagno dove non dovrebbe. lo aiuta a capire cosa ha sbagliato. Il cucciolo assocerà il rimprovero all’atto stesso o alla semplice presenza del padrone, che diventerà per lui fonte di stress e ansia e. È molto più utile a questo proposito fargli un secco “No!” ammonire. ma nel caso in cui tu venga colto alla sprovvista nel momento in cui le cose si sporcano; Subito dopo, il cucciolo deve essere portato nel dormiente o fuori casa, lodarlo e premiarlo non appena soddisfa i suoi bisogni qui. Questo è l’unico modo per insegnargli la differenza tra il posto giusto e quello sbagliato. – Lasciarlo solo in casa per troppo tempo Mentre un cane adulto può resistere anche più di otto ore senza urinare o defecare, il cucciolo ha ancora un’autonomia troppo limitata: < uscire lui a casa da solo per un giorno intero e aspettandosi di non trovare nessuna “sorpresa” al suo ritorno, è praticamente impossibile forte > . Se il cane è di piccola taglia, è quindi necessario organizzare che venga portato fuori o al suo posto letto almeno ogni tre ore. – Pulire in sua presenzaPer continuare a pulire devi chinarti sul pavimento: questo comportamento è sempre tenuto dal bambino come un invito a giocare interpretato . Pertanto, il cane non si renderà conto di aver causato disagio; al contrario, penserà di aver fornito lo stimolo per un nuovo gioco. Questo rafforzerà la sua convinzione che fare la cacca o fare pipì in casa sia un modo infallibile per rendere felice il “suo” essere umano. Il cucciolo va quindi portato fuori dalla stanza per essere pulito facendo sempre attenzione a non manifestare reazioni ostili nei suoi confronti.

Ayrıca bakınız: Cambiare la cinghia della lavatrice: come fare e costi

Okuma: Come educare un cane a fare i bisogni fuori

Come addestrare un cane - Quando lo sporco è un sintomo

Quando “sporco” è un sintomo

Nonostante l’applicazione della corretta procedura da parte del proprietario, può capitare che il cane, sia un Cucciolo adulto Continui a urinare e defecare in casa. In questo caso è opportuno esaminare la possibilità di un problema fisico o psicologico che impedisce al cane di “liberarsi” fuori casa.

Il diabete, ad esempio, fa che il corpo del cane assorba molta acqua e quindi un’eccessiva produzione di urina: Ne consegue L’animale non può trattenersi fino al momento di uscire e si sporca ovunque si trovi. Se il problema sono le feci, la causa è spesso una dieta troppo ricca di cereali o almeno di ingredienti a cui il cane ha sviluppato un’intolleranza: > Questi alimenti cambiano la flora intestinale e provocano infiammazioni e diarree

Anche la quantità di cibo ha un’influenza decisiva sulla produzione delle feci. Riducendo la frequenza di somministrazione a due pasti al giorno si ottiene un efficace effetto regolatorio sulla funzionalità intestinale: in questo modo è possibile controllare la produzione di feci limitando l’attività intestinale Frequenza della defecazione. Anche l’assunzione di alcuni farmaci può alterare la capacità del cane di trattenere i suoi bisogni. Infine, non vanno sottovalutati i fattori psicologici: un trauma , una punizione o una situazione ostile > può invitare il tuo amico ad andare in bagno in luoghi poco appariscenti della casa dove può sentirsi al sicuro.

Ayrıca bakınız: Cambiare la cinghia della lavatrice: come fare e costi

Okuma: Come educare un cane a fare i bisogni fuori

Ayrıca bakınız: Cambiare la cinghia della lavatrice: come fare e costi

Okuma: Come educare un cane a fare i bisogni fuori

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button