Come

Ghiandola pineale: ecco perché è la ghiandola magica (o sacra) – greenMe

Produce melatonina e regola il corretto ciclo sonno-veglia, ma perché la ghiandola pineale è considerata una ghiandola magica? Scopri come attivarla e mantenerla

La ghiandola pineale è una ghiandola del cervello che è principalmente necessaria per la produzione di melatonina e quindi per il giusto ritmo del sonno, necessario per il nostro benessere. Ma perché è considerata una ghiandola magica o sacra?

Okuma: Ghiandola pineale o terzo occhio come attivarla

Cos’è la ghiandola pineale

Conosciuta anche come epifisi, la ghiandola pineale è una ghiandola endocrina del cervello responsabile della produzione di melatonina. un ormone che agisce soprattutto quando è buio per favorire il sonno. È una piccolissima ghiandola a forma di pigna (lunga solo un centimetro e larga mezzo centimetro), ma è fondamentale per il benessere del nostro organismo perché agisce sul ritmo circadiano e quindi sul vengono determinate le fasi di veglia e di riposo.

Questa ghiandola può facilmente subire alcuni cambiamenti, come il jet lag durante i viaggi molto lunghi quando si attraversano fusi orari diversi. Chi viaggia sa che ci vogliono alcuni giorni per adattarsi alle nuove condizioni di luce e buio e tempi diversi per riprendere il giusto ritmo del sonno. È proprio la ghiandola pineale che deve adattarsi alle nuove condizioni, ripristinando un nuovo equilibrio.

La ghiandola pineale come sede dell’anima

Fu in particolare Cartesio, filosofo francese del Seicento per dare maggiore rilievo alla ghiandola pineale e possiamo dire che è “metafisica”. Infatti in alcuni trattati descrisse la ghiandola pineale come sede dell’anima umana.

Infatti scrisse:

Sono convinto che l’anima non può avere altra localizzazione in tutto il corpo che questa ghiandola , in che svolge immediatamente le sue funzioni, perché ho osservato che tutte le altre parti del nostro cervello sono doppie, come abbiamo due occhi, due mani, due orecchie, poiché infine tutti gli organi dei nostri sensi esterni sono doppi. Ora, poiché abbiamo un pensiero unico e semplice su una cosa in un dato momento, deve esserci necessariamente un luogo dove le due immagini provengono dai due occhi, o altre doppie impressioni dello stesso oggetto attraverso i doppi organi degli altri sensi raggiungere l’anima può essere unito in modo che due oggetti non siano presentati invece di uno; ed è facile immaginare che queste immagini o altre impressioni si raccolgano in questa glandula attraverso gli spiriti che riempiono le cavità del cervello; In effetti, non c’è altro posto nel corpo in cui possano essere così riuniti se la riunione non ha avuto luogo in questa ghiandola”.

Ayrıca bakınız: Calcolo contributi ENPAM per medici | TaxMan

Descartes si è concentrato essenzialmente su questa piccola area del cervello è l’unico che non ha un duplicato, infatti tutti i diversi componenti di questo organo hanno una parte sinistra e una parte destra, eccetto appunto la ghiandola pineale, sarebbe proprio questa caratteristica a renderlo unico e speciale, così Descartes avanzava l’ipotesi che questo luogo fosse responsabile della centralizzazione di tutte le informazioni e poiché l’unica parte fissa del cervello in questa ghiandola fosse anche la sede del pensiero.

Ghiandola pineale e terzo occhio

Terzo occhio della pineale

La pineale corrisponde a ciò che è nello specifico religioso o mistico Tradizionalmente indicato come il terzo occhio o sesto chakra, situato tra le sopracciglia. La conoscenza della ghiandola pineale e del suo potenziale metafisico esiste fin dall’antichità, ad esempio gli egizi rappresentavano questa piccola parte del nostro corpo come un occhio (la sua forma ricorda un occhio se vista di lato).

Secondo la tradizione il terzo occhio è fondamentale in quanto sarebbe un’area del cervello quasi sempre sottoutilizzata che andrebbe appresa ad attivarsi e ad utilizzare al meglio. Vale a dire, avrebbe la capacità di vedere cose che non “appaiono” agli altri due occhi, quindi percepire le frequenze del mondo degli spiriti ed essere in grado di migliorare la sua intuizione su se stesso e sugli altri, specialmente di notte attraverso i sogni quando la ghiandola pineale è più attivo.

La ghiandola pineale produce anche la dimetiltriptamina (DMT), una sostanza psichedelica in grado di esercitare effetti molto speciali sulla nostra percezione delle cose espandendo lo spazio e il tempo.Tutto questo è possibile soprattutto durante la fase del sonno REM.

Ghiandola Pineale e Santo Graal

Sicuramente una delle credenze più intriganti legate alla pineale è quella che la associa al Santo Graal. La coppa usata da Gesù durante l’Ultima Cena assomiglierebbe in realtà alla forma di questa ghiandola, che potrebbe apparire come un cono rovesciato se vista di fronte. Proprio come il Santo Graal veniva utilizzato per raccogliere il sangue di Gesù crocifisso (noto per essere immortale e illuminato nella tradizione cristiana), la ghiandola pineale raccoglierebbe la melatonina, vero fluido dell’immortalità (Non è coincidenza che tra le proprietà di questa sostanza c’è il suo potere antiossidante e quindi antietà.)

Atrofia della ghiandola pineale

Se non segui le buone abitudini e alleni quel terzo occhio non attraverso la meditazione, lo yoga o altre pratiche, con l’avanzare dell’età si progredisce gradualmente verso l’atrofia della ghiandola pineale, una condizione che con l’età porta fisiologicamente a una diminuzione della durata del sonno o a soffrire di insonnia, mentre su un piano spirituale livello Perdere quelle capacità che potremmo definire “psichiche” per comprendere meglio noi stessi, gli altri, il mondo che ci circonda e tutto ciò che non possiamo vedere c a d come occhio fisico.

Ayrıca bakınız: Come fare lo slime in casa senza colla e senza borace – Idee Green

Sembra inoltre che il fluoruro sia una sostanza che si accumula comunemente nella ghiandola pineale e non in altre parti del corpo, causando una possibile calcificazione a lungo termine attraverso la formazione di cristalli di fosfato. A poco a poco si produce sempre meno melatonina. Per questo c’è chi consiglia di eliminare il più possibile questa sostanza dalla propria quotidianità, ad esempio evitando i dentifrici che la contengono e scegliendo acqua con bassi residui solidi.

C’è anche chi crede che la calcificazione della ghiandola pineale sia un mezzo attraverso il quale possiamo “addormentare la coscienza” e quindi manipolare le masse.

Ghiandola pineale e dispositivi elettronici

Come dicevamo, di notte la ghiandola pineale produce melatonina, ormone fondamentale per la regolazione del ciclo sonno-veglia. L’oscurità è necessaria per favorire al meglio la sua produzione, anche una luce soffusa rallenta la produzione di melatonina. Per questo motivo è fortemente sconsigliato l’uso serale di cellulari, tablet o televisione. Tutti questi dispositivi devono essere spenti almeno 2 ore prima di coricarsi.

Come attivare la ghiandola pineale

Il corretto funzionamento della ghiandola pineale è fondamentale per il benessere psicofisico. Non solo per dormire bene, ma anche per avere un umore migliore, più energia, avere un sistema immunitario forte, combattere l’invecchiamento cellulare, avere le giuste intuizioni, ecc.

Ma come è possibile attivare la ghiandola pineale?

Yoga e meditazione

La pratica regolare di yoga e meditazione è senza dubbio uno dei modi più efficaci per attivare la ghiandola pineale. Si dice che alcuni esercizi o mantra promuovano il corretto funzionamento e il risveglio di questa ghiandola.

Dormire completamente al buio

Dormire completamente al buio è il modo migliore per favorire il corretto funzionamento di questa ghiandola pineale, che è maggiormente in grado di produrre melatonina in queste condizioni. Evita quindi di lasciare accese anche le luci fioche e, come accennato in precedenza, spegni tutti i dispositivi almeno due ore prima di coricarti. p>

Esposizione al sole

Tanto importante quanto dormire al buio di notte, è importante stare al sole durante il giorno. Questa buona abitudine favorisce la produzione di vitamina D e serotonina, ormone del buonumore, sostanza fondamentale anche per la ghiandola pineale, che ha bisogno di serotonina per la produzione di melatonina.

Disintossicazione dai metalli pesanti

I metalli pesanti danneggiano anche il benessere della ghiandola pineale e di tutto il nostro organismo in generale. Ad esempio, il mercurio, che si trova principalmente nei pesci grassi, nelle vecchie amalgame di denti, ecc. Esistono rimedi naturali indicati per aiutare l’organismo a disintossicarsi dai metalli pesanti come spirulina, clorella e zeolite.

Per saperne di più sulla melatonina , puoi leggere i seguenti articoli:

Ayrıca bakınız: Come rimuovere le extension ciglia a casa: i nostri consigli

  • Melatonina: effetti, controindicazioni e quando usarla nei bambini
  • Integratori di melatonina: lo sapevi che…
  • Cosa succede a te e al tuo corpo quando prendi la melatonina ogni giorno
  • Caffè: la sera fissa il testa dell’orologio biologico , rallentando il ciclo sonno-veglia

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button