Come

Far addormentare i bambini: tecniche e metodi | Sitly Blog

Mamme stanche nel mondo, unitevi! È ora che il tuo piccolo si addormenti nella culla. Trascinandomi come uno zombi dalla camera da letto al soggiorno in cucina con un bambino in braccio, solo correndo in macchina (appena accendo il motore crolla!), abbastanza ninne nanne cantate ai bambini con gli occhi spalancati nel nel mezzo della notte. Lascia che i bambini si addormentino a letto e velocemente puoi. voglio sapere come Continua a leggere!

Le situazioni quotidiane appena delineate sono così comuni che esistono centinaia di modi per far addormentare i bambini. Alzi la mano chi non ha comprato almeno un libro sulla solita “tecnica impeccabile per far addormentare i bambini” in 5 minuti. Anche Youtube trabocca di video per insegnare a genitori sfiniti metodi per far addormentare i bambini con insonnia: musica, rumore bianco, trucchi vari.

Okuma: Come si fa addormentare un neonato

Sei stanco e hai bisogno di aiuto? Cerca una baby sitter su Sitly. La registrazione è gratuita!

Trova una baby sitter

Abbiamo un esperto, il dottor a letto, silenzioso e veloce. Abbiamo anche consultato un esperto perché, in alcuni casi, la difficoltà ad addormentarsi può essere correlata alle paure dei bambini. Vediamo cosa ci ha detto. Alla fine troverai anche una sezione dedicata specificamente al sonno del neonato.

Far addormentare i bambini da soli: 8 strategie che funzionano

Rituali consolidati

L’ora della nanna deve essere incorporata in un rituale tranquillo da ripetere ogni notte. Ad esempio, può essere strutturato come segue: gioco tranquillo, bagno, pigiama, camomilla, lettura di una storia. I rituali sono fattori che forniscono sicurezza e fiducia, soprattutto per i bambini molto piccoli. Il bambino sa cosa aspettarsi, quindi è calmo e non ha particolari richieste che vadano oltre il rito concordato con i genitori. (Il rituale serale può anche essere un buon momento per le filastrocche che piacciono ai bambini.)

Non avere fretta

Cerca di prestare attenzione al tempo necessario per completare le varie azioni attuare chi compone il rituale, affrettatevi a rinunciare. I tempi del bambino sono diversi da quelli dell’adulto. È molto importante osservare i – diversi – tempi genitore/figlio. Come abbiamo visto, questa è spesso la base dei capricci di un bambino.

Coccole e baci

Ayrıca bakınız: Come capire se il tuo ex ti ha dimenticata

Il momento delle coccole, dei baci, delle carezze e dello scambio di sguardi, magari anche durante la lettura o il bambino Per raccontare favole. Questo sarà il momento dell’intimità autentica, esclusiva, confortevole e rilassante, in cui i genitori dimostreranno al bambino che lo amano.

Voce calma e calma

Mantieni un tono calmo e calmo nella voce che infonde calma nel bambino. Un tono di voce nervoso o incerto può trasmettere una sensazione di disagio. Con l’effetto di ostacolare il rilassamento necessario per addormentarsi. (Se puoi, osserva come si comporta una brava babysitter con i bambini e con quanta calma e dolcezza parla loro.)

Un ambiente favorevole al riposo

La differenza tra lo stato di veglia ( giorno, luce) e lo stato di riposo (notte, buio) devono essere contrassegnati. Quando metti a letto il bambino, la stanza deve essere in penombra. Inoltre, la temperatura ideale per dormire per i bambini è compresa tra 20 e 23 gradi: né fredda né troppo calda. Ed è un’ottima idea per il tuo bambino trovare la sua bambola addormentata nel lettino, un ottimo regalo soprattutto per i bambini di 2 anni.

Benvenuto se necessario

Se il bambino è da ist non vuole dormire e ti fa ogni sorta di domande, pensa attentamente a come reagisci ad esse. Soddisfacendo ciascuna delle sue richieste, gli stai mostrando che il suo comportamento è il modo più efficace per ottenere ciò che vuole (cioè non dormire). Tuttavia, se i requisiti sono dovuti al fatto che il bambino ha paura di addormentarsi, devi invece prestare attenzione. E in questo caso, la tua funzione è inviare il messaggio al bambino che mentre sei pronto ad aiutarlo, sei sicuro che non gli succederà nulla e che potrà farlo mentre è nel suo letto resta da superare il suo paure.

Calma, ma non restare

Se il bambino è nella sua stanza a piangere, prova a far passare 5-10 secondi prima di intervenire e torna nella stanza del bambino per mostragli che non lo hai lasciato, accarezzalo, calmalo con la tua voce ma poi non stare con lui. Importante, se vuoi far addormentare i bambini, non devi accendere la luce. Quando il bambino chiama di nuovo, puoi tornare nel suo letto dopo averlo lasciato piangere un po’ più a lungo, e aumentare gradualmente il tempo di attesa fino a quando non riesce a dormire gradualmente in pace.

come fare Fanno addormentare i bambini 2

Far addormentare i bambini: cosa c’è da sapere

Alcune delle precauzioni che riteniamo necessarie per aiutare i bambini ad addormentarsi si applicano anche ai bambini : la temperatura ambiente, la calma di cui ha bisogno la mamma, la calma e l’affetto fisico che lenisce il bambino e lo fa addormentare. Allo stesso modo, la necessità di stabilire ritmi e abitudini regolari durante tutta la giornata che devono essere rispettati da tutti coloro che si prendono cura del bambino, siano essi nonni o baby sitter.

Ayrıca bakınız: Il trucco dei Mi Piace gonfiati

Ci sono anche altre misure specifiche dovute alla diversa fase di sviluppo di un bambino di tre mesi rispetto ad un bambino di due anni, per esempio.

I ritmi dei bambini fino a 4 mesi sono indipendenti dalla luce e dal buio, ma dipendono dal bisogno di mangiare o bere o da altre sensazioni (leggi il nostro post sul pianto del bambino per saperne di più). Pertanto, la madre deve adattarsi ai ritmi del neonato. Può essere molto stancante, quindi è bene che la mamma venga aiutata, se possibile. Da una nonna o anche da una baby sitter per i bambini.

Far addormentare un bambino tra le tue braccia: sì o no

No. In realtà è meglio mettere il bambino nella culla quando ha sonno, pronto per andare a dormire ma non ancora del tutto addormentato. In questo modo imparerà a “dondolarsi” da solo, passando dal mezzo addormentato al sonno. Ideale è quindi dopo l’alimentazione e l’eruttazione. Consiglio: fategli indossare il pigiama per la notte prima di allattarlo, e quando cambiate pulite il pannolino con un panno umido anziché con acqua per evitare di svegliarlo completamente. Idem se si sveglia di notte. Un trucco per farlo addormentare prima? Non guardarlo negli occhi (se puoi). I bambini sono molto suscettibili agli stimoli, basta guardare la madre per farli andare avanti.

La posizione corretta per dormire per un bambino

Sulla pancia? Di lato per evitare che il bambino soffochi quando rutta? No, questi sono luoghi comuni. La posizione migliore per mettere il bambino nella culla è:

  • sulla schiena
  • senza cuscino
  • con i piedi sul pavimento della letto . in modo che non finisca con la testa sotto le coperte o nel sacco a pelo (leggi di più a riguardo nel nostro post sui vestiti per bambini).

Molti genitori temono che il i bambini che dormono sulla schiena hanno un rischio maggiore di soffocamento a causa del rutto. Al contrario, un neonato che dorme a pancia in giù ha un minor rischio di morte in culla. Per saperne di più, leggi il nostro post su come ridurre il rischio di SIDS Sindrome da morte improvvisa del lattante.

Un piccolo vademecum che riassume quanto detto sulle tecniche per far addormentare i bambini? Eccolo tratto dalla rivista in pdf dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma.

Vuoi condividere le tue esperienze con noi? Come sta tuo figlio (o come stava andando)?

Ayrıca bakınız: Come Vendere le Idee e vivere di rendita – Manipolando.it

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button