Come

Devo dare via il mio cane come posso fare

Per consegnare il tuo cane devi presentare domanda al comune in cui vivi. Vediamo come va.

Come sapete, è un obbligo legale iscrivere il vostro cane all’anagrafe canina entro due mesi a vita o dalla data della reclusione . Il proprietario deve altresì denunciare all’anagrafe, entro quindici giorni, l’acquisizione di un cane nato e identificato fuori regione, il trasferimento definitivo o la morte del suo animale, o il suo eventuale cambio di residenza.

Okuma: Devo dare via il mio cane come posso fare

Da questi doveri nascono i doveri per il proprietario: chi possiede un cane deve prendersene cura, impedirgli di scappare o aggredire gli altri e fornirgli un posto confortevole. È ovviamente vietato abbandonare il proprio animale domestico: tale comportamento è un reato punibile con la reclusione fino a un anno o con la multa fino a diecimila euro[1].

Ayrıca bakınız: Tosse nei cani: quando proeccuparsi – Blog di AmicoVet

Tuttavia, ci possono essere momenti in cui un proprietario non può più tenere il proprio cane con sé; Questi possono essere motivi di salute, un improvviso cambio di residenza, altre difficoltà oggettive. In tutti questi casi è possibile rinunciare alla proprietà del cane. Vediamo come va.

Come rinunciare alla proprietà di un cane: il governo municipale

Il proprietario di un cane che sia gravemente incapace, per motivi sanitari o economici, di tenerlo l’animale con voi, per non esporlo affatto, ma per richiedere il permesso di consegnare l’animale alla pensione comunale animali. Prima di ciò, tuttavia, il proprietario dovrebbe occuparsi personalmente della migliore sistemazione possibile per il suo animale. In altre parole, prima di contattare il canile comunale, è opportuno consultare parenti e amici per cercare di affidarlo a persone di fiducia. Il passaggio di proprietà va in ogni caso segnalato all’anagrafe.

Tuttavia, se nessuno è disposto ad accettare il cane, l’amministrazione comunale esaminerà la domanda solo per la possibilità di posti liberi nel canile e previa verifica da parte delle autorità competenti delle condizioni che disciplinano la richiesta di deroga.

Come rinunciare alla proprietà di un cane: documentazione

Ayrıca bakınız: Bollettini online: ecco come pagarli – N26

Quello che il proprietario deve fare, quindi, è fare una dichiarazione sostitutiva di presentare un certificato di conoscenza all’agenzia ambientale del proprio comune di residenza, ove dichiara di essere il legittimo proprietario del cane (identificato dal numero di microchip), sotto la propria responsabilità penale e civile, condizioni di difficoltà oggettiva a confluire e quindi chiedere al canile comunale di accogliere il proprio animale domestico rinunciando alla proprietà. Se necessario, è possibile allegare alla richiesta documenti idonei a giustificarne le ragioni. Alcuni comuni richiedono anche un certificato sanitario del cane rilasciato dal veterinario iscritto all’Ordine dei Veterinari.

La rinuncia alla proprietà di un cane è subordinata alla pagamento di trecento euro da versare all’ingresso del vostro cane nel canile. Se il cane risulta malato, le spese per le necessarie cure veterinarie saranno a carico del proprietario. Se il comune competente non dispone di un canile, la domanda viene inviata al comune più vicino munito di uno. L’amministrazione comunale, infatti, sta collaborando con l’Asl locale e la polizia municipale per trovare il miglior alloggio possibile per l’animale.

Come rinunciare alla proprietà del cane: disciplina regionale

La valutazione della domanda, i tempi di attesa ei costi della rinuncia variano a seconda della regione di appartenenza. Nonostante la legge quadro sia statale [2] , la disciplina di dettaglio è stata delegata alle Regioni: sono pertanto possibili deviazioni (seppur minime) dalla procedura sopra descritta. In Liguria, ad esempio, il costo per rinunciare alla proprietà di un cane è di trecentotrentatre euro. Tuttavia, il Comune di Genova ha deciso di esentare dal pagamento della tariffa il cane per motivi economici, oltre a persone affette da gravi malattie o in detenzione, anche cittadini a basso reddito che ne facciano richiesta Impossibilità di provvedere al mantenimento dell’animale, fare riferimento alla struttura comunale.

Secondo la normativa ligure, il proprietario è anche obbligato a cercare un posto adatto per il cane prima di dichiarare che sarà esonerato: “Chiunque non voglia o non possa più tenere in suo possesso un animale e non riesce a trovare una sistemazione adeguata, deve farlo Consegnare l’animale al canile responsabile firmando tu stesso una rinuncia all’animale.

Ayrıca bakınız: Voto Maturità 2021, come si calcola/ Esami di Stato: curriculum studente, crediti e…

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button