Come

Come pagare l’imposta di registro annualità successive? | SEMPLIFICAFFITTO

Pagamento

Sub Con le numerose tasse dovute sul contratto di locazione, può essere utile sapere come pagare la tassa di registrazione sulle rendite successive.

Per registrare un contratto di locazione presso l’Agenzia delle Entrate, è necessario pagare le tasse per la registrazione dell’atto. Questi variano a seconda del tipo di contratto concordato e di altri fattori che ne determinano le caratteristiche. Se non intendi pagare la tassa di registrazione tutta in una volta, sei tenuto a pagare la tassa di registrazione per gli anni successivi ogni anno esattamente entro 30 giorni dall’ultima scadenza data.

Okuma: Come si calcola l’imposta di registro annualità successive

La tassa di registro non deve sempre essere pagata, né all’inizio né per gli anni successivi. Questo dipende dal metodo scelto dal padrone di casa, ovvero come preferisce adempiere ai propri obblighi fiscali pagando le tasse attraverso il sistema fiscale regolare o tramite il sistema fiscale con Coupon Dry.

Se il locatore si avvale del regolamento regolare al momento della sottoscrizione del contratto di locazione, deve versare anche la tassa di registro per gli anni successivi, pari al 2% della canone concordato , moltiplicato per la durata del contratto in anni. Con la cedolare secca non si paga l’imposta di registro, nemmeno per le pensioni successive.

In questo articolo imparerai come pagare la tassa di registro per le pensioni successive, partendo dal calcolo da effettuare e determinando la modalità appropriata per tale pagamento.

Come si calcola la tassa di registro

Ayrıca bakınız: Decreto Legislativo 81/08

Vediamo come si calcola la tassa di registro per l’anno successivo in quanto possono esserci differenze significative, principalmente in base alla tipologia contratto di noleggio. Ricordiamo che l’aliquota dell’imposta di registro per gli anni successivi è sempre pari alla prima imposta pagata all’atto della sottoscrizione del contratto.

È prevista una quota minima per la tassa di registro per le pensioni successive, che non può mai essere inferiore a 67,00 euro/anno.

La tassazione ordinaria dell’anno successivo La tassa di registro cambia in base a variabili, riassumiamo:

  • Imposta base pari al 2% sull’affitto ;
  • Tassa ridotta all’1% sull’affitto per i contribuenti IVA;
  • Imposta dello 0,5% sull’affitto, per gli affitti rurali.

Come sopra indicato, per ogni anno di noleggio stabilito deve essere calcolata anche la tassa di registro calcolata per l’anno successivo. Questo tempo varia a seconda del tipo di contratto del contratto di noleggio scelto. Un contratto di locazione a canone gratuito dura 4 4 anni, mentre il contratto di locazione concordato stabilisce un contratto di 3 2. Anche in questo caso, un contratto interinale dura da 30 giorni a un massimo di 18 mesi e un contratto per soli studenti dura da 6 mesi a 3 anni.

Pertanto, l’aliquota dell’imposta di registro dell’anno successivo deve essere moltiplicata per gli anni di affitto indicati nel contratto individuale.

Ipotizziamo un contratto studentesco della durata di 3 anni, con un canone concordato di 300,00 euro mensili. In questo caso, la tassa di registro per l’anno successivo è determinata in base al seguente calcolo: tassa del 2% sul canone moltiplicato per il canone annuo totale. Pertanto, dobbiamo pagare 72,00 euro (2% di 300,00 euro = 6,00 euro x 12) per ogni anno di contratto di locazione concluso.

Ayrıca bakınız: Come ottenere il potere di una sirena? Il vero potere di una sirena dall&39acqua

È possibile evitare di pagare la tassa di registro per gli anni successivi se si decide di pagare l’intera tassa, in questo caso 216,00 euro, in una sola volta quando si firma il contratto di locazione con l’agenzia firmare entrate.

p>

Servizi telematici Agenzia delle Entrate o modello F24

Tra le diverse modalità per registrare un contratto di locazione e pagare la tassa di registro per gli anni successivi, la possibilità di farlo tramite i Servizi Telematici l’Agenzia delle Entrate è sicuramente molto comodo e diretto.

In questo modo si risparmia tempo, soprattutto se si ha familiarità con l’utilizzo dei portali di riferimento.Il portale online dell’Agenzia delle Entrate è molto comodo ed intuitivo e permette di registrare direttamente i contratti e pagare l’imposta di registro dell’anno successivo dovuta entro la scadenza del contratto utilizzando l’apposito modulo F24 Elide. Questo modello di pagamento è lo stesso utilizzato per poter pagare le tasse calcolate dal sistema della cedolare secca.

Il modulo F24 Elide può essere compilato non solo su supporto cartaceo ma anche elettronico. Per mettere online il saldo annuale della tassa di registro del contratto di locazione è necessario un account attivato, con il quale è possibile effettuare tutte le azioni consentite per effettuare il pagamento forte>. forte> la tassa di registro per gli anni successivi e le altre imposte dovute all’atto della registrazione del contratto.

Compilando correttamente il Modulo F24 Elide è quindi possibile pagare la tassa di registrazione per gli anni successivi in ​​totale sicurezza e rapidità inserendo uno specifico codice che identifica la tipologia di tassa pagata. Il relativo saldo potrà poi essere effettuato addebito sul conto corrente con validità massima di 30 giorni sulla base del corretto pagamento dell’anno precedente.

Per i proprietari o gli agenti immobiliari con più di 10 immobili è obbligatorio utilizzare i servizi telematici per il pagamento degli anni di imposta di registro successivi. Ma anche per effettuare varie registrazioni di locazioni. Tuttavia, per i proprietari di un numero inferiore di immobili, esiste la possibilità di pagare l’imposta di registro per le rendite successive tramite un agente immobiliare o presso gli uffici fisici dell’agenzia delle entrate.

Ayrıca bakınız: Come fare domanda per casa popolare a Milano. Procedura 2022 | BusinessOnLine.it

.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button